QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 27 agosto 2014

FACCIAMO UN RESOCONTO?

Siccome pensiamo che ogni iniziativa intrapresa dall'Amministrazione Comunale non debba mai essere fine a se stessa, ma debba sempre portare risultati seri e concreti, é giunto il tempo di fare un piccolo bilancio sulle misure presentate in conferenza stampa a fine Luglio inerenti la lotta alla contraffazione e al commercio abusivo. Ve ne parlammo con questo post.


Riassumendo brutalmente, gli assessori Riccetti e Fiaschetti ci raccontarono di nuove modalità nel combattere il fenomeno dei commercianti abusivi che popolano il nostro lungomare e le nostre spiagge (nonchè il Corso soprattutto durante l'inverno) e che quest'anno si sono organizzati perfino in maniera industriale (con dei carretti movibili sulla spiaggia, per capirci, come raffigurato dalla foto qui sotto), ovvero procedere multando, a norma di legge, gli acquirenti.

La domanda che poniamo pertanto al Dott. Vignoni (Comandante Polizia Municipale) all'assessore e vice sindaco Riccetti (delega alla polizia municipale) e all'assessore Fiaschetti (assessore al commercio) è molto semplice: quante multe sono state fatte ai numerosi compratori che hanno acquistato merce abusiva nella nostra cittadina nell'ultimo mese?

Quello che speriamo, é che non ci venga risposto: "neppure una". Perché quella campagna ha avuto un costo. Sono stati stampati dei cartelli. Chiediamo pertanto senza peli sulla lingua: "ce li siamo ripagati???"

Intanto, per la cronaca, a Lido di Fermo, nei giorni scorsi é successo un episodio molto increscioso. C'è stata una vera e propria guerriglia tra venditori abusivi e forze di polizia. Finita con contusi e feriti. Sottolineiamo questo non per creare un inopportuno allarmismo. Ma solo per ribadire ancora una volta che il fenomeno deve essere in qualche modo affrontato in maniera seria con soluzioni che portino al rispetto di tutti della legalità.


 

 

44 commenti:

  1. Adesso quellk di alternativa cibica ri diranno che é una strategia a lungo termine... l'unica cosa che io penso e spero possa durare a lungo é la loro prossima sparzione!!!
    Magari avranno concordato queste strategie con la Fermanelli!!!
    Buaahhhhhh..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo abbiano concordato strategie con la Fermanelli, mi sembra di aver capito che non era d'accordo. Bisogna vedere se in comune seguiranno le camicie verdi o le camicie rosse. Finora seguono solo le camicie di forza. Affidare un assessorato a uno che alza poco più di 100 voti è da matti! E queste sono le prime conseguenze!

      Elimina
    2. Beh che dire dell'amministrazione ubaldi allora...sampaolo ha fatto l'assessore con poco più fi 80 voti...quindi?

      Elimina
    3. Per tua conoscenza, caro alternativo civico delle 9.35, Roberto Sampaolo ha avuto 179 preferenze e ha fatto l'assessore perché è subentrato a Rovazzani. Sei quindi totalmente fuori dalla verità. Ma nessuno si scandalizza perché di bugie avete riempito il paese durante la campagna elettorale e perché di bugie siete abituati a vivere. Non vi fermerà certamente il fatto che adesso siete al potere, tutt'altro.

      Elimina
    4. Prima di Sampaolo potevano entrare i consiglieri Cingolani e Cecconi, . Poi alternativo civico non sono

      Elimina
    5. ma perchè PASQUINO 52 non impara a rileggere quello che scrive , oltre ai concetti contorti ci regala un sacco di orribile ortografia . almeno salviamo la nostra bella lingua italiana!

      Elimina
  2. Argano, se qualcuno avesse fatto anche solo una multa lo avresti saputo dai TG nazionali!
    Ma con le emergenze che ci sono state questa estate, ma ti pare che i vigili potevano avere tempo di mettersi a fare le multe ai bagnanti che acquistavano le borse? Io le spese dei volantini e della campagna le farei pagare a chi l'ha promossa. Invece, tocca sempre pagare a noi! Alla faccia del cambiamento. Cosa è cambiato dalla gestione Ubaldi? I metodo sono gli stessi! E le facce pure!

    RispondiElimina
  3. Il vero problema e' che nonostante i proclami fatti da questa amministrazione e anche da quella precedente, poco o niente si possa fare per combattere questo fenomeno. Il problema andrebbe affrontato alla radice ma non c'e' volonta' politica a livello nazionale. Quando si permette a milioni di persone di entrare nel nostro paese le conseguenze non possono essere che queste se non molto di peggio. A proposito del carrettino sulla battigia lo ho visto una domenica pomeriggio e devo anche dire che ha venduto parecchi pezzi tra vestiti e costumi senza emettere nessuno scontrino. Personalmente ho assistito a delle telefonate fatte ai vigili urbani, ai carabinieri, alla guardia di finanza e alla capitaneria di porto. Risultati: zero. Tra le altre cose quando sulla strada del carretto si trovavano i mosconi di salvataggio, questi dovevano essere spostati per permettere al carretto di passare. Le promesse roboanti fatte dai vari assessori hanno ottenuto un solo effetto. Quest'anno sul lungomare invece dei tappetini abbiamo avuto i tavolini. W Fiaschetti W Riccetti, e perche' no W la Fermanelli

    RispondiElimina
  4. inserirei nella discussione anche la lotta all'accattonaggio organizzato,come in altre città si sta facendo e cercando di limitare o perseguire quando ci siano gli estremi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti far passare la borsetta in chiesa è proprio un accattonaggio organizzato. Io propongo l'abolizione!

      Elimina
  5. Credo che ci sarà un silenzio assordante da parte degli assessori di cui sopra: FIASCO... in tutti i sensi! :-)

    RispondiElimina
  6. Non so se per effetto della campagna di sensibilizzazione ma vi assicuro che domenica sera, nonostante i numerosi bancarella improvvisati dei Vu cumpra, non ho visto nemmeno una persona ad avvicinarsi alle loro merce. Passavano, dando un occhiata e basta. Non ho assistito nemmeno ad un probabile acquisto. Sarà un caso, forse non ero lì nel momento opportuno. ..chissà. Potrebbe essere che le eventuali sanzioni abbiano scoraggiati gli acquirenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sei l'unico che non ha visto. E non è un caso.

      Elimina
    2. Sono venti anni che i vu' cumprà espongono a porto recanati e non ho mai visto la folla intorno a loro. Di sicuro risentono la crisi anche loro. Se non vendevano, andavano da un altra parte. Il bello è che vendono lo stesso. È tanto che non prendono i manifesti stampati dal comune e li stendono per esporre le borse!

      Elimina
    3. è vero!!!!! è vero!!!!! non ha comprato nessuno!! quei pochi sono stati tutti multati!!!! con i ricavi si abbasseranno le tasse!!!! la stagione è stata eccellente!!! i turisti tutti soddisfatti ed hanno già prenotato per la prossima stagione!!!!! il mare assomigliava a quello della polinesia!!! e per il lungo mare si sentiva aria di montagna!!! gli asini volano!!!! cristo è morto di freddo!!!! nonno aveva tre palle!!!! io ci giocavo a flipper!!!! w l'italia!!! W Porto Recanati!!!!!

      Elimina
  7. quartiere dei svelti27 agosto 2014 09:29

    Viva la pirateria tutta. i falsi e le copie!!!

    RispondiElimina
  8. Da un'analisidei commenti negli ultimi mesi si evince che nascono da:
    livore
    pregiudizio
    ignoranza
    costruttivi.
    Un bravo all'argano per il lavoro che svolge,poi ogni opinionista si scelga il proprio giardino.
    P.S.
    Ho tralasciato l'imbecillità perché non ci sarebbe stata partita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Criticare è legittimo e una risposta con dati oggettivi sarebbe stata oltre che opportuna anche necessaria, invece che scagliarsi come al solito con sarcasmo, insulti e permalosità. Fatti e numeri, i cittadini chiedono solo qs, e non battute da 4 soldi da bambini. Grazie.

      Elimina
    2. Dai toni credo che tu sia uno dei due assessori che erano alla conferenza stampa per promuovere la presente.
      Credo quello che prima diceva una cosa e poi ne ha fatta un'altra.... accidenti non è un indizio molto efficace in effetti... :-)

      Elimina
    3. Caro Istat forse i miei commenti vengono sicuro da ciò che tu metti in lista
      Ma questo non toglie il fatto che ogni giorno che passa dimostrate la vostra incapacità TOTALE!!!
      É la tetza volta che scrivete a prefetto e procura... guarda che non è come quando era piccola e chiamavi a mamma, se mon sapete fa abbassate lo sguardo e andate a gio√care a Monopoli che é meglio

      Elimina
    4. O bimbi belli,il mio era un' analisi generale dei commenti, possibile che dobbiate per forza affibbiargli un etichetta politica?
      Fortuna che l'imbecillità l'ho lasciata fuori altrimenti avreste alzato l'ormai irraggiungibile media.

      Elimina
  9. Premesso che in una Democrazia il primo compito dell'Autorità è prevenire e non reprimere, io spero che il fine della campagna anti pirateria non sia quello di far cassa ma di sollecitare il senso civico dei cittadini. In una campagna dai fini sociali, quale è quella di cui si discute, misurare il costo/ beneficio è abbastanza difficile. E' del tutto evidente, come la cronaca di Fermo ci racconta, che il fenomeno ha proporzioni ben più vaste dei confini di Porto Recanati ed investe problematiche non risolvibili dagli Enti Locali. Ciò non significa che non se ne debba parlare e proporre soluzioni. La strada intrapresa da questa Amministrazione costituisce una proposta che si può criticare, ridicolizzare, rigettare in toto ma anche condividere. Se, leggendo la locandina esposta nei negozi, anche un solo cittadino ospite di Porto Recanati sarà stato indotto a pensare al problema anche dal punto di vista del danno procurato all'economia nazionale, bene. La campagna ha raggiunto il suo scopo. Se nessuno lo ha letto o nessuno ha riflettuto, bene lo stesso.
    Ci stiamo avviando più velocemente di quanto sembri verso il centro dei Paesi sottosviluppati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premesso che la Democrazia è un metodo (non certo il migliore) per scegliere un governo, non per decidere come affrontare certe questioni,la confusione che fai dimostra cosa sei.

      Elimina
    2. Le autorità hanno SIA il compito di prevenire SIA di esercitare attività coercitive dove sia presente dolo e reato in flagrante, come nei ns casi. Punto primo.
      Nessuno ridicolizza nessuno e anci mi sembra che l'iniziativa abbia avuto tutti i consensi legittimi bi/tri partisan. Fare due manifesti con slogan ad effetto non basta (se no rimane una sorta di pubblicità progresso) ma si deve dare seguito con azioni reali ed effettive...altrimenti rimane la solita cosa all'italiana, che lascia il tempo che trova e fatta perchè alla gente piace l'argomento.

      Elimina
  10. commercio che schifo27 agosto 2014 15:20

    Avete fatto centro oggi il primo extracomunitario di Porto Recanati è partito per le meritate vacanze.
    Si non ci crederete ma Zaffà il 26 Agosto ha chiuso la bottega e se ne è andato con il suo gatto ed a guinzaglio la volpe.
    Forse questo si che è vero turismo o forse gli unici commercianti che lo fanno veramente tutto l'anno sono proprio i Vù cumprà ,tipo Bamba che lo trovi ogni mattina in spaiggia alle dieci , o tipo Zebinà che la mattina vende cianfrusaglie in spiaggi e la sera sgomina la sua banda di Pakistani per ogni bar ,ristorante , o di Diop Engoje il re del CD davanti a Cruciani e magari i venerdì fa le sue preghiere sul piangito della Galleria Bitocchi.
    Questi si che sono l'anima del nostro commercio e non quelli che il 1° settembre chiudono e se ne fregano della ricettività turistica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io rischio sulla mia pelle,se non lavoro non ho mutua o cassa integrazione ,non ho il fermo pesca o contributi per calamità,se non sono bravo chiudo .le ferie non me le paga nessuno ,permetti che ci vado quando c..zo mi pare?

      Elimina
    2. bravo Zaffà e vero fai i ca.........zzi toie. Però magari avverti Agostinacchio e Fiaschetti altrimenti non sanno dove trovarsi..........................

      Elimina
  11. Scusate ma qualcuno mi puo' spiegare cosa significa : e' una questione di vita. La tua:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiediamolo a chi a pensato il manifesto. L'assessore ringraziava pubblicamente la Matassini per averlo progettato(a gratiss a quanto pare). Ringraziamo tutti, ma ce lo deve spiegare.

      Elimina
    2. Forse è una parafrasi di "o la borsa o la vita"...... si enfatizza in questo modo il fatto che la nostra vita può risentire di un comportamento illegale.
      Io perlomeno l'ho intesa così.

      Elimina
    3. Per sapere queste cose ano o anonima 10,46 fai parte della maggioranza?

      Elimina
    4. No, sto su Facebook e ho letto uno stato di Fiaschetti che ringraziava Cristiana Matassini dei cugi per il manifesto della borsa.

      Elimina
  12. Attilio Fiaschetti28 agosto 2014 00:11

    Gent. Redazione,
    mi scuso per non aver risposto subito al vostro post . Per prima cosa vorrei fare alcune precisazioni: la natura di questa iniziativa è in primo luogo la campagna di sensibilizzazione. Infatti, quello che si tenta di fare è rendere consapevoli la cittadinanza e i turisti della gravità rappresentata dall’azione del comprare merce contraffatta. Altra questione non meno importante è sottolineare che a tale atto corrispondono delle sanzioni.
    Dalla presentazione di questa locandina ad oggi possiamo dire che il nostro corpo di polizia municipale ha fatto ben 5 sequestri di merce contraffatta con un “bottino”di ben 7300 pezzi (logicamente non ho tenuto in considerazione il lavoro svolto dalla Guardia di Finanza che ha fatto sequestri per più di 30000 pezzi). Nel mese di agosto gli uomini del Comandante Vignoni hanno fatto diversi servizi di controllo non rilevando nessun acquirente di tale merce e quindi non hanno sanzionato nessuno.
    Ora, qualcuno potrebbe pensare che si sono spesi dei soldi dei cittadini in modo poco fruttuoso, ma così non è. Infatti il costo di questa campagna per le locandine stampate dal nostro personale si aggira a qualche euro e per i manifesti (circa 10) posso dire che non superiamo i 25 euro.
    Per concludere,sperando di essere stato esaustivo, portiamo a casa come Amministrazione anche i complimenti del Prefetto che, durante un incontro avvenuto proprio per parlare del fenomeno dell’abusivismo, non ha potuto non evidenziare come questa iniziativa va nella direzione auspicata dal Governo nazionale, di repressione ma anche di sensibilizzazione.
    Infine, come già detto in conferenza stampa, la nostra iniziativa non si può valutare in un mese, visto che è un progetto a lunga scadenza e che ha come scopo quello di informare e sensibilizzare le persone.
    Ass.Attilio Fiaschetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 30000 o 5000, contano poco il valore di quella merce si conta a peso e il valore a peso è molto basso.ma questo poco conta, forse se avessi fatto dei manifesti un pò più grandi mettendoli a mo di cavalletto lungo il viale Lepanto ,sicuramete la spesa sarebbe stata maggiore 50 € ,ma maggiore sarebbe stato il successo.
      Ti dò un consigli Fiaschetti,visto che i sequestri soo fatti tutti all'HH eessendo lì una sola strada di accesso, metti una stazione di Polizia fissa H24 magari tipo dogana ,forse i risultati sarebbero sicuramente maggiori e meno dispersivi.
      Viva Bamba, Zebinà ed altri ................., caro Fiaschetti hai perso ancora

      Elimina
    2. Fiaschetti visto che le lunghe scadenze sono generalmente garantite da cambiali, spero che la sua non sia così lunga e sopratutto come le sue altre , non pagate.

      Elimina
    3. Assessore, intanto stiamo parlando di due cose diverse: quello della campagna è un manifesto che dovrebbe mettere in guardia chi compra, i sequestri sanzionano chi vende. I soldi spesi per l'uno, non giustificano i risultati nell'altro senso.
      A parte i sequestri, i tappetini e gli acquirenti non hanno subito variazioni, c'è stato chi ha comprato e chi ha venduto.

      Elimina
    4. Fiaschetti, se il prefetto vi ha detto bravi è segno che non avete combinato niente. Non sai quante volte l'ha detto anche ai vostri predecessori e a quelli prima di questi. Fiaschetti, ci vuole un progetto che comprenda anche l'Hotel House, e il fatto che nella stessa amministrazione ci siate tu e la Fermanelli (il diavolo e l'acqua santa) vuol dire che non avete nessun progetto.

      Elimina
  13. Gentile Assessore,
    Se un cane abbaia solo e non morde mai, non so se con il suo semplice guaire possa garantire la sicurezza del luogo in cui dimora. Noi avevamo capito che si mordeva. Avevamo capito male.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevi capito bene eccome... e loro che ora fanno ohps... dietro front! :-)

      Elimina
  14. Se fosse veramente cosí con multe a ki compra ecc.... Ci sarebbe la rivoluzione kn turisti ke nn tornano +,vu cumprá in rivolta e guerriglia generale......secondo si potrebbe far pagare qualcosa ai vu cumprá e farli continuare,altrimenti questi ce li troviamo dentro le nostre case!!!

    RispondiElimina
  15. Per una massima trasparenza correggo il costo e il numero dei manifesti. 17 manifesti 70 x 100 e uno da 100 x 140 110 euro circa. Scusate ma solo adesso ho avuto il costo dalla tipografia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attilio,ti devo insegnare un po' di politica!

      Elimina
    2. A chi a lui ma se impastato di politica
      Ha addirittura la laurea un voltagabbismo

      Elimina
  16. Fiaschetti ma tu ancora ti spacci per uno della Lega???...e in ogni caso fate ridere..non ci vuole un genio per capire come fermarli...le formiche le fai sparire se vai alla tana....posto di blocco di polizia municipale alle uscite ed entrate intorno all'hotel house....e sulle spiagge non c'arrivano...partono da lì....le favole e le giustificazioni da perdenti rassegnati, raccontatevele tra voi.....a noi NO!!! è che dove non c'è guadagno,è una perdita di tempo e risorse umane che invece devono far cassa per il Comune.......PUNTO....basta con le cazzate!!!! I sequestri della merce non vi portano cassa, le multe ai nulla tenenti sono carta straccia e quindi non conviene a nessuno....tutto il resto sono CHIACCHIERE per salvare la faccia.....

    RispondiElimina