QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 24 luglio 2014

FESTA DEL MARE: PARLA LA MONTALI (E L'ARGANO RISPONDE)

Il sindaco Sabrina Montali, in seguito ai fatti della Festa del Mare di sabato scorso, ha parlato. Ha detto che é stato spiacevole che una ricorrenza religiosa venga strumentalizzata politicamente e fatta diventare ad arte un caso. Ha aggiunto che tutto ha un limite e lei non può assistere in silenzio allo stravolgimento di quanto accaduto. Ha proseguito specificando che in occasione della Festa del mare, quella che é mancata, oltre ad una organizzazione generale, é stata la sicurezza. e non solo quella del Sindaco, ma di tutti coloro che sono stati fatti salire su una barca di piccole dimensioni su cui riuscire a mantenere l'equilibrio é stata una vera impresa. Poi si é domandata in qualità di sindaco, cosa sarebbe successo se si fosse verificato, magari per la prima volta, e c'é sempre una prima volta, un qualsiasi incidente?

Poi si é rivolta verso Silvio Cingolani, uno degli organizzatori della festa e ex consigliere in quota Ubaldi ricordandogli che il suo tentativo di dipingerla come una persona boriosa che voleva "l'omaggio della Madonna" é poco serio e maldestro.

Ed ha chiuso in relazione alla presenza della Ubaldi con la fascia blu della provincia che si sente solo di dire che "é una questione di stile e buon gusto e ognuno mostra quello che ha"

 

Questo é quello che ha detto.

 

Sotto, quello che avrebbe dovuto per lo meno pensare. Ci scusi sindaco, ma qualche volta la diplomazia non é il nostro forte:

a) se non é capace di stare in piedi in una lancetta, la solita che si utilizza per quella festa da anni, forse era il caso che si candidava a sindaco a Montelupo'. Da quelle parti fanno la festa della trebbiatura. I mezzi di locomozione sono più stabili.

b) se ce l'hanno fatta salire su quella barca, significa che un maresciallo della capitaneria di porto, a bordo con lei, e comandante della nostra delemare, aveva stabilito che sussistevano le condizioni di sicurezza per farlo. Se continua a toccare questo tasto della sicurezza mette in dubbio la professionalità del maresciallo della capitaneria.

c) la banda si ringrazia. Per il servizio di volontariato che fa. Che costa tempo e fatica. Non ci si polemizza contro.

d) il paese ha mille problemi. Lei é il sindaco di tutti. Questa storia della sicurezza della barca é stucchevole. In un paese che storicamente vive di pescatori che anche in condizioni estreme svolgono il loro lavoro, attaccarsi a questa cosa é puerile. E ci creda, controproducente.

e) a volte, quando si sbaglia, basterebbe riconoscere l'errore. Perseverare costituisce un clamoroso autogol. Lasciar scorrere sarebbe stata la migliore soluzione. Riaprendo il discorso ci costringe ad occuparcene di nuovo. E ci creda, in questa storia, il comune sentore é quello che lei sia stata protagonista di una serata storta. Magari umanamente comprensibile. Ma che doveva chiudere con l'intelligenza che sappiamo esserle propria.

Forse, molto semplicemente, serviva maggiore umiltà. Faccia tesoro di questa esperienza. Potrebbe tornarle utile.

 

L'ARGANO (noto strumento per rtirà le lancette di una gloriosa marineria portorecanatese)

 


 

 

 

30 commenti:

  1. L'Argano non si definisce un organo di stampa, ma vuole essere trattato come tale. Mi dispiace che ragioniate così, ma state sbagliando tutto. Un'organo di stampa non si schiera in modo netto e infantile come siete soliti fare voi. Scegliere un parte politica e difenderla a spada tratta, o come in questo caso, scagliarvici contro, è di una superficialità e banalità degna dei peggiori blog. Ed è questo che dovete fare, rimanere un blog, ma di qualità superiore. Eravate partiti bene anni fa, ma a quanto sembra, la voglia di fare polemica gratuita ha preso il sopravvento. Non sarete mai un organo di stampa, non perché siete un blog, ma perché non ne avete le capacità. Mi dispiace molto per questo. Riponevo grandi speranze su questo blog, ma la delusione è davvero grande. Un ultima cosa. Normalmente, davanti ad una critica, vi scaldata molto, rispondendo a commenti con commenti sempre troppo sopra le righe. Cercate di non fare oggi lo stesso errore. Non è da blogger seri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riassunto brutale del tuo pensiero: quando ce la prendevamo con l'amministrazione Ubaldi, eravamo un blog serio. Ora che stiamo a puntellare l'amministrazione Montali, non lo siamo più. Eri partito bene. Hai finito male.

      Elimina
    2. mi dispiace argano, continui a dimostrare quanto analizzato bene da GIUSPEPE, con il quale mi trovo daccordissimo.
      il blog che faceva la differenza ! peccato.....

      Elimina
    3. Vedo che avete travisato quello che ho scritto. La mia critica non è nei contenuti, visto che ognuno di noi ha le proprie opinioni, ci mancherebbe. La mia critica è per i vostri modi di fare notizia. E' un critica che vi ho sempre fatto, anche sotto l'amministrazione precedente. Semplicemente, negli ultimi tempi, compreso il periodo elettorale, questo vostro modo di gestire il blog è, a mio avviso, peggiorato. Voi continuate pure a fare quello che fate, nessuno vi nega questa libertà, per carità. Voi avete il diritto di gestire un blog e io ho il diritto di non pensarla come voi nel modo di fare notizia. Accettate le critiche? Dovreste! Quindi, per favore, incassate con classe una volta ogni tanto.

      Elimina
    4. Ma vedi, qui si accettano tutte le critiche che vuoi. Ma lasciami fare una riflessione: se si impostasse il blog nella maniera che ti aggrada, non pensi che poi potrebbe succedere che non piaccia più ad un altro centinaio di utenti?
      Un blog è un blog. Non è il vangelo. Ci mancherebbe che ognuno che ci legge tutte le mattine sia in perfetto accordo con la linea che si segue. Sarebbe assurdo, anacronistico, impossibile. Un blog si basa sulla discussione, l'antagonismo, il battibecco, lo scontro ideologico tra differenti maniere di pensare. Abbiamo registrato la tua. Non è detto, però, che la tua, sia insindacabile e giusta.

      Elimina
    5. Confermo! Tutte le situazioni dovrebbe essere gestite con lo stesso medoto. Questo qui non succede. Destra, sinistra o centro che sia. Non la pensate così? Questo era chiaro. Ma più di questo, cioè criticare, non posso fare. È il "compito" del lettore.

      Elimina
    6. Caro Giuseppe, ricordati comunque, che se per la TV c'è il telecomando, per il web c'è il mouse. O le dita di un touch screen. In entrambi i casi si può cambiare canale. Non sei obbligato a seguire un qualcosa che non ti piace.

      Elimina
  2. Grande argano hai centrato in pieno la cosa per questo ti seguo sempre

    RispondiElimina
  3. requisiti di eleggibilità per il sindaco a portorecanati:saper nuotare e non soffrire il mal di mare.oppure tirarsi fuori da questi eventi pseudo-religiosi e lasciarli ai ''bagiamadonne'' di turno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nun sai de porto recanati e se nun sai nota'

      Se nun sai nota' si de appigna'

      Elimina
  4. sempre parlando di sicurezza ,dov'è finita la protezione civile che non si vede più in giro? c'era il gommone della protezione civile alla processione in mare? ..toc toc... c'è nessuno ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Echi lo porta il gommane ? che non sanno distingea la prora dalla pupa.
      e chi avrebbe salvato loro..............................?

      Elimina
  5. Caro sindaco il suo atteggiamento da prima donna e principessa sul pisello ... Non giova ne a lei , ne alla giunta ne tanto meno a porto recAnati.

    RispondiElimina
  6. Argano io te voglio be',ma però stavolta ti sei lasciato trasportare dai sentimenti.
    a,perché il sindaco non può dire di non essersi sentita sicura,tanto da dirgli di andare a Montelupo?Non lo ha detto mai nessuno? Sarà stata la prima,ma non ha offeso nessuno.
    B,perché devi insinuare che ha messo in dubbio la professionalità del comandante?
    C,non gli a mica puntato contro un fucile alla banda.
    D,perché deduci che ha offeso la storia del nostro paese?
    E,qual'è stato lo sbaglio o l'errore,criticare?
    Chi persevera,i mass media che per una critica libera stanno facendo fuoco e fiamme da sabato o la sindaca che tenta solamente di difendersi da una montagna di fango costruita su una piccola cosa?
    A meno che non entri in gioco il fatto di trattare una processione religiosa come uno dei tanti dogmi della chiesa quindi non criticabile altrimenti si rischia la scomunica ,come mi pare stia succedendo!

    RispondiElimina
  7. giannetto de ciurlì24 luglio 2014 08:58

    A Lei caro Sindaco manca proprio il Piede Marino, cioè la sicurezza della stabilità in mare ,ma ciò che mi preoccupa è la Sua Scarsa sicurezza a terra ,poveri noi se pensiamo che ha avuto paura di un mare con onda di 20 cm,figuriamoci quando affronta in Terra una maretta ,o forse quì è più sicura alemno una ciambella di salvataggio c'è chi gli mette addosso il buon Agostinacchio.
    Cara Signora Avvocato ,il panico in mare fà sicuramente annegare.

    RispondiElimina
  8. Giuro che leggendo sul mio telefono quello che avete scritto quando avete proposto la Montali per sindaco de Montelupò, mi è andata di traverso la colazione che stavo facendo, dalle risate.
    Avete perfettamente rispecchiato il mio pensiero.

    RispondiElimina
  9. Quanta pochezza sul niente! Eravamo talmente abituati all'arroganza, alle parolacce che ora ci schifiamo per un gesto di nervosismo che umanamente parlando ci può stare, e basta co sto gossip, me pare de legge tv sorrisi e canzoni.

    RispondiElimina
  10. L'impressione generale è che si stia veramente esagerando, criticare aspramente il sindaco Montali e osannare le gesta di Silvio Cingolani è veramente paradossale, qualsiasi persona democraticamente ha il diritto di critica, sopratutto se catapultata a fare il sindaco di una città prossima al collasso economico, culturale, turistico, etc. Portorecanati va rifondata, va ripensato in toto lo sviluppo della città, urbanistica, viabilità, cultura, opere pubbliche, industrializzazione, commercio, turismo, manifestazioni religiose e non, vanno cambiate, Approcciare le politiche con un ottica diversa che non siano solamente a vantaggio di pochi e che non siano solamente improntate in un ottica di quadratura di bilancio, ma che siano a vantaggio di dell'intera collettività. Ben venga allora la critica benevola di un sindaco che avrà molto da fare nel prossimo futuro per corregere tutte le storture fatte dal centro destra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio per questo sarebbe meglio concentrarsi sui problemi della città. Il rollio ed il beccheggio di una imbarcazione sono problemi che non si possono risolvere. Fanno parte delle leggi fisiche marittime. Ci si occupi d'altro. La città ne ha bisogno.

      Elimina
    2. Caro Argano, se non si parla dei problemi della città anche tu hai delle colpe. E' da domenica che parliamo della guerra fatua tra due galline da pollaio, mentre invece fuori c'è la savana.

      Elimina
    3. É il sindaco che continua a mandare comunicati sul rollio e il beccheggio di una lancetta. Dillo a lei. Non a noi.

      Elimina
  11. Leggo i commenti. Si, la sensazione è che si sia perso di vista pure il gusto di una risata.
    L'argano forse stamane ha esagerato con la storia di Montelupone.
    Ma non mi sembra che siano le basi per dargli addosso.
    Gente di sinistra e di destra: prendetela con più filosofia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma quale filosofia e filosofia quì la vera ragione che su di unfatto che si dovevatrattare con un p'ò di ironia viene fuori il vero carattere della ns. Sindaca,e pure credevo che nella sua professine di avvocato sapesse ben navigare e destraggiarsi quello che ha scritto e detto e su come si presnta in pubblico è tutto il contrario.
      Gil auguro un mare in burrasca cosi le ciambelle di Agostinacchio e Giampaoli serviranno a farla galleggiare meglio,qua qua qua...........................

      Elimina
  12. Bravo Giannetto c'hai azzecato naltra volta , basta leggere l'organo uffuìiciale del Comune di oggi il Carlino e se vede che ciambella gli ha lanciato Agostinacchio

    RispondiElimina
  13. Ma ci fate caso che Riccetti e Upp non spendono mezza parola x la sindaco? Dagli amici mi guardi Dio che dai nemici mi huardo io!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forse sarebbero stati contenti di un affondamento................

      Elimina
  14. Spero caldamente che questa legislatura non si riduca alla favola di Biancaneve: "Specchio, specchio.delle mie brame, chi e' la più bella del reame?". Il nostro Sindaco dovrà farsi una ragione sul fatto che e' anche il Sindaco della Dott.ssa Ubaldi e delle migliaia di persone che l'hanno votata. Trovo ridicoli coloro che la invitano a scomparire considerando che e' residente a Portorecanati e che sia consigliere d'opposizione che provinciale. Il ruolo dell'Avv. Montali e' molto complesso e non può lasciare spazio a situazioni sgradevoli come quelle riportate sulla stampa in questi giorni. I cattivi sono fuori: furti, rapine, spaccio, ragazzini che stanno distruggendo la loro vita (e quella degli altri...) in atti vandalici. Faccia si che vengano pubblicizzate le cose positive che stanno facendo, piccole o grandi che siano. Nel parco dietro casa mia, ad esempio, e' comparso un bel canestro che ha calamitato l'attenzione di parecchi ragazzi. I comunicati vengano fatti per le iniziative importanti per il paese come quella di oggi pomeriggio contro il commercio illegale, per informare e coinvolgere noi cittadini. Uscite da Palazzo Volpini e non pensate sempre che il mondo e' contro di voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un pò difficile farli uscire dal palazzo che ultimamente sembra piu un fortino al contrario, cioè di difesa dall interno verso l'esterno .
      Si è proprio li all'intreno del palazzo che vive il Bronx di casa nostra ,dove si assistono a massacri tra ex bionde e nuove more ,dove i paladini esterni finacheggiano malamente gli amministratori lanciando ciambelle di salvataggio ad intrepide more combattenti sulle scialuppe delle processioni e si inneggia a acrtelli di monito come altempo del fascio" taci le bosre dei neri ti ascoltano non comprarle".
      E siate seri cazzo.

      Elimina
  15. Tutti complottano contro di loro. Se potessero si stacherebbero pure dalla propria ombra....meglio non fidarsi....quando iniziate ad amministrare?? non possiamo aspettare i vostri comodi o che impariate a farlo, sarebbe troppo tardi. (per noi). fateci sapere cosa volete fare e come volete farlo....sempre che prima lo sappiate voi, ma ne dubito.

    RispondiElimina
  16. Udite udite.
    Alla prossima manifestazione l'amministrazione si riserva il diritto di fare selezione all'ingresso.
    siete pregati di partecipare con abbigliamento consono e senza intenti di voler far sfigurare il Sindaco.
    Qualsiasi parvenza di rappresentanza sarà considerata ostile e quindi repressa.
    Addì 28 luglio 2014.

    RispondiElimina