QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 27 agosto 2013

PROVE DI DIALOGO (LOCALE) PD-SEL

Si è svolto ieri sera presso i giardini Diaz della nostra cittadina un incontro politico tra alcuni deputati e senatori di PD e SEL alla presenza dei coordinatori locali Giovanni Brandoni (PD) e Alessandro Palestrini (SEL).

 

Avevamo capito che l'argomento della serata doveva essere quello delle elezioni amministrative del 2014. In realtà, con la sola eccezione dell'onorevole Paolo Cento (SEL), che ha auspicato per le elezioni locali della prossima primavera la formazione di una coalizione imperniata su PD-SEL, si è prevalentemente parlato d'altro. L'onorevole Emanuele Lodolini (PD), infatti, nel suo intervento, ha ribadito come tutto il PD si dimostrerà compatto sul prossimo voto che dovrà determinare l'ineleggibilità di Berlusconi. Specificando, qualora ce ne fosse ancora bisogno, che il Parlamento non può andare oltre quello che tre gradi di giudizio e una sentenza passata pertanto in giudicato, hanno ribadito: ovvero che il leader della coalizione di centrodestra, alleata dello stesso PD, è un evasore fiscale conclamato. Ergo, un delinquente. Ha poi preso la parola il senatore Mario Morgoni (PD) che ci ha rifilato una interessante filastrocca sul motivo per cui il PD ha dovuto allearsi con il noto delinquente: lo spread che andava calmierato, i problemi sociali che andavano affrontati (forse si riferiva all'IMU che Berlusconi vuole abolire anche ai miliardari?) e la governabilità di un paese imposta dalla solita cattiva Europa. Che, a quanto pare, ha obbligato guelfi e ghibellini (o pseudo tali) a un governo di larghe intese e di spartizione di poltrone.

Insomma, delle elezioni di Porto Recanati, per farla breve, non si è parlato proprio. O meglio si è solo fatto qualche accenno. E quelle due bandiere di PD e SEL che arredavano i giardini Diaz, ci hanno ricordato che gli elettori di centrosinistra avevano votato una cosa diversa. Per ritrovarsi, a livello nazionale, con il Pd alleato del condannato a 4 anni per evasione fiscale e con altri svariati processi penali in corso.

Ecco, noi crediamo alla buona politica. E ci auguriamo che quei due vessilli di SEL e PD esposti ieri sera , siano propedeutici ad un patto elettorale serio e duraturo. Ma soprattutto rispettoso del volere dell'elettorato. Di Letta, senior e junior, se permettete, ne abbiamo le scatole piene.

 

 

 

 

 

17 commenti:

  1. anche io avrei voluto sentire parlare di piu' di elezioni amministrative,pero' e' anche vero che a parte un paio di persone del pubblico,nessun'altro a preso la parola(compreso io mea culpa!)per portare il discorso sul nostro territorio!quello che purtroppo non capisco e':le larghe intese non piacciono a nessuno(ne a destra ne a sinistra e nemmeno al centro),pero' tutti quelli che campano politicamente ancora su questa cosa stando all'opposizione,compreso il deputato Cento(che ha denigrato tanto la larga alleanza) ha detto cosa si poteva fare con quel risultato elettorale! con quale legge si doveva ritornare a votare in quel momento? con il porcellum?tutti erano dentro i loro muri personali o di partito!ognuno con il suo monologo!peccato che dai tempi di socrate e platone esiste il dialogo (cioe' un discorso tra piu' soggetti,anche di pensieri diversi, per giungere se possibile ad un compromesso che soddisfi tutti!)ma tutti ce ne scordiamo e per difendere lo status quo che ci interessa lo classifichiamo con il nuovo vocabolo coniato appositamente:"inciucio".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Quirino, pronti via e mi trovo ancora a dissentire con te. Dialogo e "inciucio" appartengono a due ordini di relazioni completamente diverse, assolutamente non accomunabili. Sei stato molto preciso a definire cosa si intenda per dialogo, ma sul termine inciucio ti sei astenuto. Il dialogo (dialettica nel caso si parli di politica), riguarda appunto il confronto e la esposizione reciproca delle proprie idee; inciucio invece, riguarda l'accordo colluso o compromesso che parti storicamente avverse sottoscrivono, nell'ottica del raggiungimento della spartizione del potere. Un governo come quello Letta, dati alla mano è più da inciucio che da larga intesa.

      Elimina
  2. Chiacchiere, solo chiacchiere, tantissime chiacchiere. Bentornata a Porto Recanati cara "Sinistra", erano quattro anni ormai che non ci vedevamo!

    RispondiElimina
  3. E meno male che il titolo era "elezioni amministrative 2014, idee,contenuti,alleanze! Forse ancora non hanno neanche loro le idee chiare o devono sondare il terreno per vedere quanti elettori hanno perso dopo l'alleanza col padrone Berlusconi.
    La solita incoerenza.

    RispondiElimina
  4. Emanuele De Chellis27 agosto 2013 14:18

    cari anonimi, chi siete?? per conto di chi parlate? sulla base di cosa parlate??
    DEL NULLA....
    La serata era incentrata sia sulla situazione nazionale, sia sulla politica locale, ma i cittadini e le persone che voteranno le prossime elezioni dove erano? perché non sono venute a fare domande? criticare senza confrontarsi è troppo facile cari anonimi, troppo facile.
    Fare politica ormai è diventato un disonore e non un onore, come dovrebbe essere, per colpa di qualcuno che usa la politica per i propri comodi o i comodi di qualche "amico".....
    Fare attività politica implica sacrifici e forza di volontà che non vi rendete conto, e quindi assistere a dei commenti così di basso profilo, quasi sarcastici, da molto fastidio.
    E caro argano, hai sbagliato il titolo, perché le prove di dialogo sono da un bel pezzo che le abbiamo fatte, altrimenti non eravamo li ieri sera a presentarci come forze politiche unite e pronte per allargarci a chiunque accettasse le nostre idee e i nostri progetti.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se si è accorto che "i cittadini e le persone che voteranno alle prossime elezioni non c'erano", è perchè la vostra politica non piace. Capita, non se la prenda a male.

      Elimina
    2. Emanuele De Chellis29 agosto 2013 15:13

      lo dice lei, evidentemente la nostra politica non piace, ma siamo gli unici a farla e seriamente.
      Caro anonimo

      Elimina
    3. Caro De Chellis sei sempre illuminante e fulminante!!! Come faremmo senza di te e il SEL a Porto Recanati? per fortuna che ci siete!!!!

      Elimina
    4. Emanuele De Chellis1 settembre 2013 15:46

      puoi dirlo forte, anonimo.....

      Elimina
  5. Ho paura che i commenti che mi hanno preceduto non abbiano captato in toto quello che è successo ieri sera, si è vista a mio avviso un auto investitura del redivivo Lorenzo Riccetti a leader della coalizione di centro sinistra, ha provato anche ad abbozzare 203 punti di un futuro programma(questa volta spero sia farina del suo sacco)supportato anche da Giuliano Paccamiccio il quale ha parlato della difesa della costa sostenendo lo sperpero di denaro pubblico per i soldi spesi in ripascimenti e preannunciando per questo denunce alla corte dei conti, il tutto poi condito dall'esposizione di una bandiera di Uniti per PortoRecanati infilata trav quelle del PD e di SEL.
    Per cui Elettori State Attenti che se questo è lo scenario, anche questa volta il centro sinistra non andrà molto lontano, ne vedremo sicuramente delle belle !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Denunce alla corte dei conti? Ancora questo è lo slogan? E' vecchio come il cucco.
      Prefetto e Corte dei conti ancora una volta siete stati nominati!!!

      Elimina
  6. Serve un sindaco di svolta,giovane non legato strettamente ai partiti,che faccia sentire la volontà di un reale cambiamento,insomma ridateci la prospettiva di sognare un paese diverso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tipo? fammi qualche esempio!

      Elimina
    2. Tipo la Ubaldi?

      Elimina
    3. Commento dell'anno per l'anonimo delle 16:49. Hai vinto!

      Elimina
  7. Come si può dare fiducia ad un partito come il PD che ieri sera, dopo l'abolizione dell'Imu ( in barba a quanto da loro sempre dichiarato ) si è piegato alle volontà del pregiudicato Berlusconi? Il PD esce sconfitto, ha perso la sua credibilità.

    RispondiElimina
  8. Grazie,per dissentire ancora da,me,ma,visto che come dici tu,non è la prima volta,mi piacerebbe almeno sapere chi giustamente non la pensa come me!

    RispondiElimina