QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 15 maggio 2013

DIFFERENZIATA A 5 STELLE

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle locale:


Sono stati recentemente pubblicati dal Cosmari i risultati riguardanti la percentuale di raccolta differenziata nelle provincia maceratese. I dati che si riferiscono a Porto Recanati collocano la nostra città al quartultimo posto o meglio al 39° posto su 42 nella speciale classifica dei comuni più “ricicloni”. E’ facilmente commentabile che si tratta di un dato assolutamente deludente sia dal punto di ritorno di “immagine” in attesa della prossima stagione estiva, sia dal punto di vista organizzativo.
Siamo del parere che nemmeno l’imminente lancio della raccolta differenziata col “microchip” possa risolvere in meglio le cose, fino a quando questa iniziativa non verrà supportata da un sistema di controlli efficaci e da un sistema sanzionatorio appositamente deliberato. Ci chiediamo “se” e “a chi” la Giunta Comunale ha affidato/affiderà il sistema dei controlli e soprattutto chi sarà l’organismo deputato per sanzionare le eventuali trasgressioni. Chi controllerà il contenuto dei sacchetti depositati? Dall’avvio della raccolta differenziata fino ad oggi quanti sono i trasgressori sanzionati? Crediamo che fino a quando non sarà avviato sin dall’età scolastica un progetto di coinvolgimento dei bambini e dei giovani nell’importanza della “differenziazione dei rifiuti” ogni sforzo sarà inutile. La responsabilizzazione educativa deve partire dal basso, devono essere i giovani ad insegnare ai propri genitori e nonni l’importanza della raccolta differenziata. Il futuro è dei giovani.
La questione dei rifiuti si risolve anche mediante progetti di minimizzazione dei rifiuti cartacei all’interno dell’Amministrazione Comunale, con l’acquisto di carta riciclabile, con l’adozione di regolamenti interni tendenti all’obbligo della stampa solo se necessario ed in modalità fronte/retro, con il vincolo di utilizzo di documenti interni in solo formato elettronico.
Si dovrebbero organizzare campagne di sensibilizzazione rivolte ai cittadini e con il coinvolgimento di tutti i commercianti e della grande distribuzione. Si potrebbero acquistare delle borse in tessuto da distribuire ai cittadini per limitare l’utilizzo dei sacchetti di plastica. Si potrebbe invitare la popolazione all’acquisto di beni ad imballaggio ridotto e di prodotti a chilometro zero.
Durante l’anno a Porto Recanati vengono organizzate varie sagre e feste, alcune delle quali ad indirizzo enogastronomico. In tali occasioni di dovrebbero obbligare i venditori all’utilizzo di sole stoviglie lavabili e riutilizzabili. Ogni stand/bancarella dovrebbe occuparsi obbligatoriamente alla raccolta differenziata.
Potrebbe essere realizzato un mercatino permanente per il riutilizzo/riciclo di materiali, in modo da restituire nuova vita agli oggetti ancora utilizzabili anche attraverso progetti di riutilizzo creativo. Oggetti vari, altrimenti destinati ad essere gettati, potrebbero essere riutilizzati a livello artigianale, coinvolgendo Scuole, Associazioni locali, anziani. Altrove lo hanno già fatto.
Si potrebbe creare un mercatino del “baratto”…..

Si potrebbero fare tante cose…basta volerlo.

Noi del Movimento 5 Stelle di Porto Recanati lo faremo.

Sabato 25 Maggio 2013 si terrà il terzo meet-up avente a tema “SPORT E TURISMO GIOVANILE – CONSIDERAZIONI E PROPOSTE”. Nell’occasione sono invitati tutti i giovani, i responsabili delle associazioni sportive e i rappresentanti degli stabilimenti balneari.


11 commenti:

  1. Bene così. Proposte!

    RispondiElimina
  2. Finalmente qualcuno che parla di riciclo. Condivido quando dite che si dovrebbe cominciare dalle scuole insegnando ai bambini ed ai ragazzi come funziona la raccolta differenziata, spiegando loro cosa si può differenziare e magari facendo delle visite guidate al cosmari o alle isole ecologiche della zona. si dovrebbe anche insegnare loro cosa si può riciclare anzichè buttarlo via. Si dovrebbe anche dare la possibilità a chi ne è capace di poter riutilizzare ciò che altri hanno gettato via (da un ventilatore rotto si può riciclare il motore, il cavo, l'asta e via dicendo da unn compiuter rotto posso prendere la ventola, una scheda ecc).
    ma oltre alla prevenzione molto gioca anche la repressione, ovvero multare in maniera salata coloro che gettano rifiuti a qualsiasi ora del giorno senza avere fatto una divisione del materiale. Tanto le zone sono sempre le stesse.

    RispondiElimina
  3. Era ora che qualcuno facesse proposte concrete per il riciclo, finalmente si parla di ambiente e quindi del nostro futuro!

    RispondiElimina
  4. Per effettuare la raccolta differenziata basta un po di buona volontà e andare a prendere i sacchetti dove vengono distribuiti. Se anche all'Hotel house si fa meglio di altri quartieri vuol dire che o siamo un popolo di incapaci o come penso facciamo a posta per mettere in difficoltà l'amministrazione e quindi noi stessi che poi siamo costretti a pagare il servizio di raccolta in modo esorbitante. Tutto quello che è riportato nello scritto dei 5S non serve assolutamente a niente se poi la gente non mette in pratica quelle 4 cose essenziali per la raccolta differenziata. Se dobbiamo imparare dai nostri bambini come si fa la raccolta differenziata vuol proprio dire che noi grandi siamo dei buoni a nulla. Dovremmo essere noi a consegnare ai nostri figli un mondo che funziona decentemente e non aspettare i loro insegnamenti. Voi dite che il mondo è dei giovani, allora levatevi lo sfizio e andate nella piazzetta delle erbe a vedere cosa fanno i giovani per la raccolta dei rifiuti. La domenica sera quel sito diventa una cosa vergognosa e il bidone dove dovrebbero essere gettati i rifiuti è vuoto. Caro M5S gira un po per le strade del nostro paese e vedi di cosa sono capaci i nostri giovani!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi il futuro non è dei giovani. Questa bisogna che me la segno...

      Elimina
    2. Sicuro che il futuro è dei giovani ma quello di cui dubito è che sia un futuro migliore!!!!!

      Elimina
  5. Ma tutti gli anonimi che ogni volta che M5S propone qualcosa, si chiedono se veramente sono i primi a parlare di qualcosa o suggerire qualcosaltro?
    Perché mi chiedo se gli stessi anonimi escono mai di casa oppure stanno tutto il giorno a leggere il blog ufficiale del M5S, visto che si sono persi numerose iniziative e dibatti fatti mesi fa sugli stessi problemi che oggi il M5S ha magicamente scoperto!!!!
    A scusate, la politca oggi si fa solo sui blog e su internet!! Troppa fatica alzare il sedere ed uscire di casa per parlare con la gente!!!

    Mi fate ridere: Noi del movimento 5 Stelle lo faremo!!! AHAHAHAHAH TROPPO FORTE!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sel o no sel,questo è il tuo problema?

      Elimina
  6. Bravi ragazzi questa é la strada giusta da percorrere.

    RispondiElimina
  7. Sono un forestiero che ha la seconda casa a Porto Recanati. Cercate di leggere la buona volontà di quello che scrivo, non ho nessuna intenzione di far polemica o di apparire maestrino del nulla. Abito a Verona; qui i bambini, sin dall'asilo nido (parlo delle Comunali/Statali) hanno i loro bravi contenitori colorati separati per carta, plastica, e umido; sono sicuro che anche a PR accada, perchè è educando i piccoli che creiamo i presupposti per il futuro. Al di là della politica, di chi l'abbia proposto prima e abbandonando le sterili polemiche alla "ce l'ho più lungo del tuo" credo che quello che proponga M5s sia molto interessante. Per me, il sistema di raccolta che abbiamo a PR è delirante!!! In una cittadina, dove il 60% delle case, credo, sia di non residenti, cosa abbiamo? una bella raccolta differenziata a giorni! Risultato, la domenica sera e parlo delle stagioni non estive (perchè noi veniamo anche d'inverno)i non residenti come me, ligi al dovere, che fanno senza isole? e quella che c'è ha i cassonetti CHIUSI!!!! Che ha paura l'Amministrazione? che ci portiamo via la monnezza? In effetti la porto via....la mia, fino a Verona, dove la butto in isole sempre aperte. Non sarebbe più semplice, economico e gestionalmente più semplice anche per l'azienda che cura il servizio, avere cassonetti fissi dislocati e comodi per la cittadinanza? Grazie per l'ospitalità

    RispondiElimina
  8. era quello che dicevamo noi. che ci vogliono i cassonetti colotrati nelle zone prettamente turitiche e che si deve iniziatre gia' dalle scuole.

    RispondiElimina