QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 6 luglio 2016

DUEMILA EURO. TUTTO QUA?

C'è un qualcosa di veramente paradossale nelle pieghe che la vicenda dei risarcimenti Burchio (disposti per sentenza dal Consiglio di Stato)  sta prendendo in queste ore. 
Il Commissario Prefettizio Dott. Passerotti aveva già sollecitato la Coneroblu a fornire fatture quietanzate per le spese sostenute da "danno emergente" (marciapiede, spese notarili, ecc.). Stessa cosa, a quanto si è capito, ha fatto la nuova amministrazione comunale per mano del sindaco Mozzicafreddo.

Ma, a quanto riportato dalle cronache, la stessa Coneroblu non è stata in grado di esibire prove documentali idonee ai fini della corresponsione del pagamento dell'indennizzo spettante.

Ne è derivato che la stessa Amministrazione Comunale, così come riferito ieri e oggi dal Resto del Carlino, si è limitata a proporre il  rimborso delle sole fatture ( inerenti oneri corrisposti al notaio) che la stessa società a capitale russo è riuscita ad esibire, per un importo di euro duemila.

Questo perchè la Coneroblu i lavori del marciapiede li aveva subappaltati alla società 2P di Paoloni, alla quale sia il Tar che il Consiglio di Stato hanno negato il diritto di rivalersi sul nostro Comune perchè non riconosciuto, ai fini legali, come controparte di un accordo bilaterale che vedeva come protagonisti appunto, Palazzo Volpini e la stessa Coneroblu.

Coneroblu che ora, inspiegabilmente, a fronte di una proposta di risarcimento così limitata, tace.

Così come tacciono quelli che avevano scritto che Porto Recanati rischiava, a causa del risarcimento, da 60 milioni di euro di  "sparire dalla geografia del Ministero degli interni" (Il Cittadino di Recanati)

Così come tacciono quelli che si erano affidati ad illustri luminari del diritto amministrativo che avevano preannunciato scenari catastrofici per il nostro Comune. (Il PD con i pareri Tedeschini e Lorenzotti)

Così come tace il Corriere Adriatico, che con i suoi giornalisti, ci aveva propinato scenari da bancarotta fraudolenta e, lo stesso giorno dopo la sentenza del Consiglio di Stato, scriveva che bisognava essere "coerenti e tempestivi nei confronti  della Coneroblu"

Insomma, dopo tanto spropositato rumore, sarebbe il caso che oggi qualcuno dei soggetti sopra citati, aprisse di nuovo la bocca. Per dirci come la pensa ora. E come vede le cose al giorno d'oggi, anche alla luce di quello che ha scritto, detto e propinato in passato.

Duemila euro e nessun "mea culpa" sono insopportabili da accettare.

Fateci sapere la vostra.





33 commenti:

  1. Paccamiccio Giuliano6 luglio 2016 14:30

    Vorrei chiedere a tutte quelle persone che mi hanno insultato,a tutte quelle persone che mi dicevano che il Burchio era una grossa opportunità, a tutte quelle persone che mi dicevano stai attento che ti giochi casa,a tutte quelle persone che mi dicevano ma chi te lo fa fare,a tutte quelle persone indifferenti, se avete il coraggio fatevi avanti.Vorrei ringraziare tutte quelle persone che mi hanno sostenuto in momenti difficili. GRAZIE BURCHIO.

    RispondiElimina
  2. Da quel che sento in giro ci saranno un centinaio di persone in tutto il Porto a cui ancora interessa la vicenda del Burchio.
    Io sarei preoccupato del silenzio della Conero Blu che prima delle elezioni tuonava e poi adesso va a tarallucci e vino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A chiacchierà sò boni tutti

      Elimina
  3. Forza, attendiamo con ansia e curiosità i commenti di Petro Feliciotti assistito dai suoi consulenti e professori Tedeschini e Lorenzotti, della ex segretaria Cicconi, ed anche dell ex candidato sindaco Giovanni Giri.
    Debbono spiegarci ed in maniera compiuta tutta condotta del PD su questa vicenda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spighi te perchè siete arrivati miseramente TERZI ? Non pensavate di vincere con certezza grazie al Burchio? Avete Vinto al Consiglio Di Stato , avete perso e male le elezioni , ed Ora Rosalba vi rifarà un bel burchio , cambiano colore , tolgono un piano ed il gioco è fatto!

      Elimina
    2. Non so se quelli del PD si sono resi conto di avere perso pure loro...

      Elimina
    3. Io ti ho chiesto il perchè UPP ha perso visto che avete vinto sul Burchio.

      Elimina
    4. Credo che abbiano perso perché ha vinto Mozzicafreddo... Ma che c'azzecca?
      Hai qualcosa da dire o scrivi solo perché oggi non hai nulla da fare?

      Elimina
    5. Hanno perso in cinque perché ha vinto "Insieme alla gente che ha fame".

      Elimina
  4. è evidente che la Conero Blu non è interessata a questa trattativa con il comune e vuole servare le sue carte per il giudice dell'ottemperanza.

    La sentenza parlava abbastanza chiaro se non si raggiungeva un accordo che in ogni caso non avrebbe accettato.

    RispondiElimina
  5. Da quello che ho letto in questi mesi qui sull'argano ho capito che:
    1.C'è stata una sentenza del consiglio di stato che ha annullato il Burchio per qualcosa di illegittimo.
    2.Che si doveva forse pagare un marciapiede ma che se tra comune e Conero Blu non si arrivava ad un accordo si sarebbe utilizzato il giudice di ottemperanza.
    3.Che praticamente le elezioni hanno premiato quella maggioranza che il Burchio lo voleva e che aveva fatto qualcosa di illegittimo.
    4.Che prima delle elezioni la Conero Blu sparava cifre enormi.
    5. Che dopo le elezioni i dirigenti della Conero Blu sono stati visti con elementi dell'attuale maggioranza.
    6. Che adesso la C.B. non ha presentato nessuna documentazione .
    7. Che il comune è disposto a pagare solo 2000€.
    8. Che qualcuno stappa bottiglie senza minimamente pensare che tutto quello che ho scritto sopra mi porta a pensare che ci sia stato un accordo che potrebbe far ingrossare il fegato a qualcuno.
    Mah!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente. Qui gatta ci cova...

      Elimina
  6. Calma, calma.
    Non è che questa fase sia priva di conseguenze.
    Se in adempimento alla sentenza il Comune richiede alla Coneroblu l'elenco delle spese ( e le relative pezze giustificative), la Coneroblu deve consentire al comune di prendere in considerazione le spese effettivamente sostenute.
    Se l'unica spesa documentata è una fattura da 2000 euro, corretta è l'offerta formulata dal comune e scorretta è la mancata risposta della Coneroblu.
    Se nell'eventuale giudizio di ottemperanza verranno fuori le fatture quietanzate del marciapiede le spese di procedura saranno a carico della Coneroblu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso crederci, un commento intelligente. A questo punto perché non fermarsi e trasmettere il senso di una pluralità di persone che si mostra e discute senza timori e ritrosie?

      Elimina
    2. Alessandro Trevisani, di persone che fanno commenti intelligenti come di solito fai tu ce ne sono veramente poche !!!!!

      Elimina
  7. Magari in cambio potrebbero realizzare il tanto desiderato porto....ke dite?

    RispondiElimina
  8. Ma a che titolo è stato costruito questo marciapiede con illuminazione e altro? Chi di dovere non ha voglia di vederci chiaro? Se un qualsiasi cittadino ristruttura casa,credo che almeno le fatture del materiale le deve avere, altrimenti qualcuno prima o poi gli bussa alla porta.

    RispondiElimina
  9. "sarebbe il caso che oggi qualcuno dei soggetti sopra citati, aprisse di nuovo la bocca". No, meglio di no. E' meglio che certe gente taccia. Fa più bella figura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe meglio che quelli come te che brindano sempre al 90 minuto, comincino a vedere dive va il tappo!

      Elimina
  10. Magari il sindaco riuscirà a chiudere la questione nel giusto modo. T.P.

    RispondiElimina
  11. io credo che dietro ci possa essere un'accordo (magari sottobanco)tra il Comune e la Conero Blu' nel senso che io Comune, visto che ti devo risarcire e poi magari potrei essere chiamato dalla Corte dei Conti a risarcire l'Ente, ti offro il minimo visto che tu (Conero Blu') non hai presentato giustificativi di spesa.

    RispondiElimina
  12. Una traccia potrebbero essere i bilanci (pubblici) della Conero Blu s.r.l..
    Se ha pagato veramente il marciapiede deve a risultare a bilancio la relativa spesa e la data di pagamento.
    Insomma, certe cose non è che si possono nascondere più di tanto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tracce nei bilanci? Spese nascoste? Ma di cosa stiamo parlando! La Conero blu ha presentato i suoi documenti? Il Comune li ha esaminati e da lì ha quantificato i 2.000 euro? Beh, li paghi e morta lì. Tutte 'ste storie mi sembrano utili solo a intorbidire l'ambiente e favorire qualche operazioncina delle solite.

      Elimina
  13. Neocarliniano (o dobbiamo dire addariano?) Argano, tu hai molta confusione in testa. Quando si parla seriamente, si deve farlo con i fatti, non con le illazioni o le insinuazioni. Cerca di fare bene il tuo mestiere, se ti riesce, e lascia vivere la gente. Ti piace giocare a fare il blogger? Ci sono mille modi per farlo, ma lascia stare la gente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neo PIRLAniano (o dobbiamo dire semplicemente deficiente) anonimo, hai mangiato pesante?
      Se si, come suppongo, vai a smaltire la tua merda cerebrale da qualche altra parte.

      Elimina
  14. Scusami ano 8 luglio 15:10, non capisco la tua acredine.
    Ho solo detto che se le fatture relative al marciapiede non sono state esibite con la quietanza, e dunque la prova dell'effettivo pagamento, la consultazione dei bilanci può chiarire il dubbio.
    Punto.
    Perché ti incazzi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna incazzatura, ci mancherebbe. Solo che mettere in piedi una storia "investigativa" per un'operazioncina semplice semplice, mi sembra la solita maniera di alimentare fumo per non arrivare a nulla. Ma non sono un contabile e perciò il mio parere conta fino a un certo punto.

      Elimina
    2. Credo che dovrebbe esserci un chiarimento: sembrerebbe (almeno questo viene affermato da qualcuno) che la somma che il Comune ha accettato di risarcire sia quella relativa alle spese notarili fatte per la costituzione della società! Ma in realtà tali spese NON POSSONO essere risarcite, non rientrando tra quelle che il TAR e il Consiglio di Stato hanno considerato, trattandosi di spese precedenti la stipula dell'accordo procedimentale, sul quale si fonderebbe il fatto di aver confidato "in buona fede" sulla definitiva approvazione della variante.

      Elimina
    3. Se le precisazioni di Anonimo 20.17 sono esatte, allora vuol dire che in Comune serve qualche corso accelerato di aggiornamento professionale, forse addirittura un "150 ore". E questa volta non mi riferisco agli amministratori.

      P.S.- Noto che dopo la buriana elettorale, il blog si è un po'... affievolito. Per esempio è "sfuggita" la bocciatura regionale della guardia medica sostenuta dalla Leonardi.

      Elimina
  15. Non è ' sfuggita agli elettori,che hanno capito la manfrina elettorale del pd.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo 16.27 , sta arrivando un anticiclone che abbasserà le temperature.Vedi un po' se al Pd ne sanno qualcosa?

      Elimina
    2. Lo sanno ,lo sanno ,si stanno parando diverse parti del corpo per non essere travolti!

      Elimina
    3. Cavolo ve devo spiega pure le battute!Sete messi proprio male!Curateve!

      Elimina