Spifferate, segnalate, consigliate su: arganoportorecanati@gmail.com

Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 21 agosto 2014

LA RISPOSTA DI RICCETTI ALLA UBALDI (A PROPOSITO DI ASSEMBLEE ABBANDONATE)

RISPOSTA DI UNITI PER PORTO RECANATI E DEL VICE SINDACO RICCETTI ALLA UBALDI SUL VOTO COSMARI

La dottoressa Rosalba Ubaldi, già sindaco di Porto Recanati può essere accusata di avere tanti difetti ma non certo quello di essere una sprovveduta.

Normalmente i suoi interventi, partono da un fatto realmente accaduto, per poi terminare con interpretazioni molto soggettive della realtà.

Mercoledì 13, però, la consigliera Ubaldi ha superato se stessa.

Nel corso di un lungo e retorico intervento sul bilancio, in assenza di argomentazioni convincenti, e con l’unico obbiettivo di gettare discredito intorno alla persona del vice sindaco, ha accusato quest’ultimo di non aver ottemperato diligentemente all’incarico di rappresentante del Comune di Porto Recanati nella seduta dell’assemblea del COSMARI del 26 giugno, avendo il Riccetti abbandonando la riunione in anticipo senza neanche esprimere il proprio voto.

Queste le parole di reprimenda della dottoressa Ubaldi: " a proposito Riccetti, perché non ha votato il bilancio del COSMARI e se ne è andato via prima senza neanche lasciare la delega? Alle riunioni si sta fino al termine se si rappresenta il Comune, anche se è tardi."

Così facendo l’ex ha evidentemente inteso dare una lezione di condotta istituzionale infliggendo un grave colpo alla credibilità dell’operato del vice sindaco.

Peccato che quella premessa era una menzogna!

Certi metodi non fanno onore soprattutto se usati da chi avrebbe esperienza politica da vendere per argomentare le proprie ragioni, senza il bisogno di ricorrere a false rappresentazioni della realtà.

La verità è scritta nel verbale della COSMARI, esposto a termini di legge all’albo pretorio del comune di Tolentino.

L’onestà intellettuale, per un politico serio, non dovrebbe essere un opzional ma una regola di condotta.

​Uniti per Porto Recanati

Di seguito lo stralcio del verbale.

 

COSMARI

ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DELLA ASSEMBLEA GENERALE

DELIBERAZIONE N. 02 del 26/06/2014

Oggetto: Approvazione Conto Consuntivo esercizio 2013.

L’anno duemilaquattordici, il giorno ventisei del mese di giugno, alle ore 16,00 nella sala delle assemblee del COSMARI in loc. Piane di Chienti di Tolentino si è riunita l’Assemblea Generale, convocata con avvisi spediti nei modi e nei termini stabiliti da Regolamento, in sessione ordinaria in prima convocazione.

Alla trattazione dell’argomento in oggetto, in seduta Pubblica risultano presenti e assenti i membri dell’Assemblea sigg.ri:

Totale quote partecipazione n. 1000 Quote assenti n. 292 quote presenti n.708

"…Quindi, delibera di prendere atto delle risultanze del bilancio consuntivo 2013, rilevando che lo stesso presenta un utile d’esercizio pari a 12.085 Euro. Punto due, di creare un fondo di riserva vincolato da utilizzare per eventuali perdite e/o svalutazioni delle partecipazioni esistenti in bilancio, trasferendo la somma di Euro 490.000, dal fondo di riserva di trasformazione al fondo riserva vincolato. Punto tre, di approvare quindi il bilancio consuntivo 2013, composto da Conto Economico, Stato Patrimoniale, Nota Integrativa e le seguenti risultanze finali: allora, Stato Patrimoniale, crediti verso soci 87.495 Euro; immobilizzazioni immateriali, materiali e finanziari 30.055.953; rimanenze 450.975; crediti 16.894.211; disponibilità liquide 4.225; ratei e risconti attivi 65.210; totale attivo 47.558.169; capitale e riserve 14.247.752; utile d’esercizio 12.085; fondi per rischi o/e oneri 553.254; fondo TFR 1.022.122; debiti 27.470.944; ratei e risconti passivi 4.252.012; totale passivo 47.558.169. Vado avanti? Ve lo leggo il conto economico? Non è necessario. Cioè, l’impostazione erano quei tre punti che vi ho letto prima. La diamo per buona così o vado avanti a leggervi questa? Allora, è nominativo? Dunque, l’elenco dei presenti dov’è? Belforte del Chienti, favorevole? Caldarola? Camerino? Astenuta. Camporotondo? Favorevole. Castelraimondo? Non c’è? Cingoli? favorevole. Civitanova? Astenuto. Colmurano? Favorevole. Corridonia? Favorevole. Gualdo? Favorevole. Loro Piceno? Astenuto. Matelica? Astenuto. Mogliano? Favorevole. Montecassiano? Uscito. Montefano? Favorevole. Montelupone? Uscito. Monte San Giusto? Favorevole. Morrovalle? Non c’è. Pollenza? Favorevole. Recanati? Favorevole. Potenza Picena? Favorevole. Ah no, era Porto Recanati prima, non era Recanati. C’è? Favorevole. Quindi, Recanati favorevole. San Ginesio? Favorevole. Sarnano? (Favorevole) Tolentino? Favorevole. Treia? Favorevole. Urbisaglia? Favorevole. Finito. Quindi, il bilancio è approvato. Allora, l’altro punto qual era? Dunque, c’è una surroga. Per il consiglio d’amministrazione c’è una dimissione del consigliere Cognigni. C’è una proposta da parte del. Dov’è? C’è una proposta pervenuta da parte del comune di Civitanova, di surroga, che però è pervenuta non nei termini. Dovrebbe pervenire almeno 24 ore prima dell’assemblea, questa è pervenuta oggi. Quindi è un punto che dobbiamo ripigliare nella prossima assemblea. Arrivederci.

 

 

DALLE PAROLE AI FATTI

In quesro blog, più volte, alcuni commentatori, hanno accusato il consigliere Fiaschetti di non mantenere le promesse in relazione al fatto che ben prima della campagna elettorale aveva dichiarato che se fosse stato eletto avrebbe rinunciato agli emolumenti previsti per l'incarico di governo cittadino ricoperto. Ci sembrs pertanto doveroso estendere ai nostri lettori quanto pervenutoci dal gruppo Alternativa Civica dello stesso Attilio Fiaschetti:

mercoledì 20 agosto 2014

ESCHERICHIA DE CHE?

Chi vi scrive (e chiedo scusa se recentemente sto personalizzando un po' troppo il blog) ha due parenti molto stretti a letto con i seguenti sintomi: diarrea, vomito, febbre e cistite. Voi vi domanderete: hanno fatto il bagno in mare e hanno ingerito dosi di acqua putrida negli ultimi giorni. No, mi spiace deludervi. Entrambi non hanno neppure sfiorato le nostre acque marine negli ultimi 7 giorni. Eppure sono sotto antibiotici. A dieta forzata. Viene allora da porre la questione in termini diversi da come é stata posta negli ultimi giorni (forse troppo allarmisticamente) da diversi organi di stampa. Ovvero, molto semplicemente: gira un virus. Uno di quei virus che a volte svuotano le scuole, o i posti di lavoro. Uno di quei virus che fanno correre medici a destra e a manca. E che fanno andar via l'Immodium nelle nostre farmacie più dei coni gelato di Giorgio. E che nulla hanno a che vedere con l'escherichia coli procurata da drink marini. O con i divieti di balneazione violati. Che poi si, a volte le regole del giornalismo sono piuttosto spietate: due bambini vanno al pronto soccorso dell'ospedale di Loreto un paio d'ore dopo aver fatto il bagno nel nostro mare. Il risultato dell'equazione é piuttosto scontato: bagno - acqua infetta - echerichia coli ingerita come un prelibato cocktail - diarrea e vomito - ricovero. Con una sequenza spazio temporale più consona ad un morso di una tarantola piuttosto che da una infezione da escherichia che sembra abbia una incubazione minima di 36/48 ore. Ma si, per carità, non siamo medici. E forse ci stiamo avventurando in tecnicismi nei quali non abbiamo competenze. Ma rimangono due dubbi da chiarire. Il primo: perché sono state colpite da questo virus persone che non hanno avuto un minimo contatto con le nostre acque? Ma é il secondo dubbio che turba molto più: é un allarmismo eccessivo e assolutamente controproducente quello che stiamo alimentando?

Per un paese che con il turismo ci mangia, viene da pensare che sia proprio così.

 

 

martedì 19 agosto 2014

ABBIAMO PERSO IL SENSO DI CIVILTA'

L'altro giorno, chi vi scrive, doveva uscire con la propria auto dal suo garage condominiale. É rimasto bloccato nella rampa di uscita. Sopra c'era un'auto parcheggiata che ostruiva il passaggio. In un passo carrabile. In un divieto di sosta. Il tizio aveva parcheggiato lì, strafottendosene di bloccare l'ingresso/uscita a decine di garage condominiali. Racconto questo, come estrema ratio di un italico comportamento di estrema inciviltà che non ha più limiti e che si perpreta con quotidiana fisiologica ripetività.
Giorni fa, giravo in bici, lungomare. La gentile signora moglie di persona molto nota in città, teneva al guinzaglio il suo cane. Che colpito da bisogno di defecare ha pensato bene di inondare con i propri escrementi l'ingresso di una lussuosa abitazione che a quell'ora aveva il portone chiuso. La signora non ha raccolto i copiosi escrementi. Li ha lasciati lì. Perché il suo cane ha la cacca reale. Profumata. Ed adorna gli ingressi delle abitazioni. Così, evidentemente, pensa la gentile signora.

lunedì 18 agosto 2014

PARLA SABRINA (A PROPOSITO DI DIVIETI DI BALNEAZIONE)

Un grazie a Radio Erre:

Ecco i fatti, come sono andati realmente, sul problema balneazione del litorale porto recanatese

E' sconcertante come si possano strumentalizzare i fatti, senza tener conto poi delle ripercussioni che gli stessi possono avere sull'immagine della nostra città.

domenica 17 agosto 2014

UPDATE: ACQUE BALNEABILI

L'Arpam ha provveduto a rianallizare le nostre acque ad una velocità supersonica. E i risultati sono OK. Potete ritornare a fare il bagno.

DIVIETO DI BALNEAZIONE

Solo per fare un po' di chiarezza: a Porto Recanati vige il divieto di balneazione. L'Arpam ha effettuato tempestivamente dei nuovi prelievi. I cui risultati verranno resi noti solo domani pomeriggio. Nel frattempo, come ora segnalato dai cartelli che trovate lungo mare, niente bagno.

mercoledì 13 agosto 2014

L'ENTE PALIO S'HA DA CONQUISTARE....

Una rottura insanabile. Linguaggi differenti parlati. Una dirigenza che si vuole far fuori, magari dall'interno, con un massiccio tesseramento. O creando una nuova figura istituzionale e mettendo nei guai l'amministrazione comunale che non saprà più con chi interloquire. Siamo a questo. Il Palio cittadino e tutto ciò che vi ruota intorno si sta trasformando in una lotta fraticida.

martedì 12 agosto 2014

BANCARELLE CHE C.........

Porto Recanati a volte é un paese strano. Dalle iniziative stranissime. Nella notte, il paese é stato disseminato di questi cartelli:

 

 

 

Di chi si tratta? Vorremmo saperlo.....

Sicuramente qualcuno che non ama i mercatini.

 

lunedì 11 agosto 2014

NON CE LO POSSIAMO PERMETTERE

Ieri lungomare c'é stato il mercato artigianale. Questa mattina, alle ore 9, lo stesso lungomare affollato di turisti, si presentava in queste condizioni:

 

La domanda che rivolgiamo all'Amministrazione Comunale é molto semplice: "ce lo possiamo permettere?"