Spifferate, segnalate, consigliate su: arganoportorecanati@gmail.com

Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 31 luglio 2014

PRIORITA'

Facciamo una piccola premessa: non sarà certo una delibera con la quale si è negato il consenso ad aprire l'attività ad una azienda giudicata insalubre a trasformare i Montaliani in Ubaldiani o viceversa. Pertanto, limitiamoci solo ad un sereno ragionamento su quanto accaduto.
La Giunta Comunale, avendone piena facoltà, ha deciso di esprimere parere negativo all'apertura della azienda in questione. Le motivazioni addotte sono di carattere ambientale e di tutela della salute. Nella famosa delibera di giunta emanata il 26/06/2014 tra le motivazioni che non consentono il parere positivo leggiamo:

mercoledì 30 luglio 2014

L'ASSESSORE GIORGI ALLA MONTALI: "STAI DICENDO SOLO BANALITÀ"

Nel famoso comunicato del PD (quello dell'H di troppo, per capirci) si evidenziava come a Porto Recanati, grazie ai buoni uffici del sindaco Montali e dello stesso partito democratico con le autorità regionali, finalmente si fossero raggiunti risultati importanti in materia di difesa della costa. A quanto si evince dal video che vi linkiamo sotto, relativo all'incontro avvenuto in regione cui era presente anche una delegazione dei nostri bagnini, non sembra che le cose stiano proprio in questo modo.

Ad un certo punto l'Assessore Giorgi accusa la Montali con frasi che di diplomatico hanno veramente poco e che non sono certamente frutto di buone relazioni tra le due figure istituzionali. Si sente infatti la Giorgi apostrofare il nostro sindaco con frasi come:

"Quale intervento? Come? 4 milioni e duecentomila euro li gestisci tu"

"Le parole vuote qui dentro non funzionano, le parole vuote non le voglio più sentire cortesemente. Stai dicendo un sacco di banalità. Non hai fatto una proposta. Noi non le accettiamo le banalità. Qui ci sono delle soluzioni che abbiamo condiviso con loro (i bagnini ndr)"

Ecco se questi sono i buoni rapporti di cui al famoso comunicato del PD, stiamo freschi.....

Qui trovate il link con il video. Buona visione.

 

 

INSALUBRE PER DELIBERA

Una piccola azienda insalubre che doveva aprire la propria attività nella nostra zona industriale. Una delibera che autorizzava tale apertura in deroga emanata dalla giunta Ubaldi sparita o mai perfezionata. I titolari della stessa azienda che aspettavano l'iter autorizzativo per iniziare a produrre. Un rimbalzo di responsabilità tra nuovo e vecchio sindaco. Poi la decisione della nostra attuale giunta e il comunicato della Montali:

PALESTRINI SI CANDIDA ALLA FARMACIA

Proprio ieri vi narravamo delle nomine nelle partecipate da parte del Sindaco. Bene, ci é giunto questo comunicato da parte di Alessandro Palestrini che pubblichiamo molto volentieri:

Ci sembra che quella di Alessandro, persona onesta, seria e preparata, sia sicuramente una candidatura importante. Inoltre l'esponente di Sel ha deciso di procedere alla luce del sole: comunicato stampa ad elencare una serie di iniziative che vorrebbe mettere in campo qualora fosse designato a quell'incarico.

Vediamo se altri candidati seguiranno la stessa strada. O se agiranno nel solito sottobosco della politica del contentino. Dove l'incarico non é un premio alle competenze, ma una contropartita non scritta frutto di accordi pre elettorali.

Cose da prima repubblica, insomma. Che non dovrebbero appartenere a chi da mesi predica il cambiamento.

 

 

martedì 29 luglio 2014

PER LE CIURME, IL PALIO NON SI FARA'

Riceviamo e pubblichiamo:

I rappresentanti delle squadre che hanno partecipato all'edizione 2013 del Palio Storico di San Giovanni Battista hanno deciso di fornire l'allegato comunicato stampa (basato sui verbali delle numerose riunioni intrattenute nell’ultimo triennio sull’argomento, sottoscritti dalle parti) al fine di non indurre i cronisti in errori nella rappresentazione dei fatti e di spiegare all’opinione pubblica le reali e sofferte motivazioni che non permetteranno lo svolgimento del Palio Storico di San Giovanni Battista per l’anno 2014.


Si coglie l'occasione per ringraziare l’Amministrazione Comunale per l’impegno profuso al fine di garantire lo svolgimento della manifestazione per il c.a. anche in presenza delle irrisolte problematiche meglio descritte nel comunicato.

Giacomo Caporaletti, rappresentante della Squadra per il Comitato di Quartiere Sammarì e membro del Comitato Squadre Palio Storico di San Giovanni Battista di Porto Recanati  

 COMITATO DEI RAPPRESENTANTI DELLE SQUADRE DI QUARTIERE PARTECIPANTI AL PALIO STORICO DI SAN GIOVANNI
COMUNICATO STAMPA PER L'EDIZIONE DEL PALIO STORICO 2014
In data 28.07.2014 alle ore 23.30 presso la sala consiliare del Municipio di Porto Recanati, si sono riuniti i rappresentanti della neo eletta Amministrazione Comunale, dell’Ente Palio Storico San Giovanni Battista e delle squadre che hanno partecipato all’edizione 2013 del Palio Storico di Porto Recanati, per definire le posizioni divergenti circa le istanze di modifiche regolamentari e statutarie sia dell’organizzazione della corsa storica che dell’Ente organizzatore.

La controversia tra squadre/quartieri ed Ente Palio nasce da numerose istanze di modifica regolamentare e statutaria proposte dalle ciurme da due anni a questa parte (nelle date del 09.02.2013 e del 28.05.2013 per l’edizione 2013 ed in data 26.10.2013 per l’edizione 2014, ribadite durante quest’estate) rimaste in buona parte inascoltate dall’Ente organizzatore. In estrema sintesi, le proposte delle ciurme tendono ad apportare pochi e semplici accorgimenti / miglioramenti delle fasi organizzative e di gara (che, immancabilmente, ogni anno portano a querelle e controversie pre e post premiazione):
1) chiedere che il controllo sui requisiti di partecipazione degli atleti avvenga nei giorni precedenti la gara e non prima della premiazione (come è accaduto con la mancanza del numero minimo di residenti per Europa l'anno scorso);
2) chiedere che il Regolamento di corsa sia fruibile sul sito dell'Ente Palio prima della stessa (cosa che non è accaduta la scorsa edizione);
3) chiedere che i risultati di gara (tempo, Kg. e penalità) siano tempestivamente pubblicati su tabellone elettronico e conoscibili da tutti i partecipanti ed al pubblico (lgs. ad esempio quanto accaduto l'anno scorso alla ciurma Scossicci-DelSole, che ha appreso di aver ricevuto una penalità - che le telecamere hanno poi mostrato essere inesistente - solo dopo alcuni giorni dal Palio, quando su www.portorecanatesi.it sono stati pubblicati i risultati della gara);
4) pretendere arbitri "preparati" sulle norme di condotta della corsa ed in "congruo numero" per garantire il rispetto delle regole;
5) ribadire la richiesta presentata nel 2012 di anticipare la data della manifestazione ad un periodo "più caldo" dal punto di vista turistico, permettendo la degna cornice di pubblico al principale evento estivo del paese;
infine, pretendere un coinvolgimento decisionale nell’Ente organizzatore del Palio sia dei quartieri che, di conseguenza, delle ciurme. Per le ciurme la manifestazione è intesa come la sfida sportiva tra quartieri al culmine degli eventi rievocativi e d’intrattenimento estivi che non possono non vedere nell’organizzazione quali parti attive i quartieri.
Per l’edizione 2014 del Palio, l’Ente - scaduto dal 31.03.2014 ed auto-prorogatosi sine die - è rimasto colposamente inerte alle istanze delle squadre sino alla seconda metà del mese di giugno, rendendo inattuabile per mancanza dei tempi tecnici qualsivoglia serio intervento regolamentare e statutario sull’organizzazione della manifestazione.

Agli inizi del mese di luglio le ciurme adivano il primo cittadino sia per mettere a conoscenza dell’Amministrazione Comunale (importante finanziatore della manifestazione) della situazione di stallo che stava compromettendo lo svolgimento della stessa sia per richiederne un intervento risolutore.
Nelle date del 17, 24 e 28 luglio si sono verificati degli incontri tra i rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, dell’Ente Palio Storico e delle squadre che hanno partecipato all’edizione 2013 del Palio che non hanno permesso di addivenire a soluzioni condivise. In particolare, le ciurme (ad eccezione di quella del quartiere Europa) hanno ritenuto che l’Ente Palio abbia avuto dal mese di ottobre un’ampia tempistica per considerare le proposte delle squadre e per valutare possibili modifiche/integrazioni regolamentari e statutarie; hanno considerato aleatoria la proposta formulata dall’Ente Palio (scaduto dal 31.03.2014 ed auto-prorogatosi sine die) di impegnarsi per recepire dall’edizione 2015 alcune delle istanze delle squadre, anche in considerazione dell’intempestiva recentissima convocazione dell’Assemblea dei soci per la data del 31.07.2014 per provvedere – tra l’altro – al rinnovo delle cariche sociali,  ritenuta quantomeno inopportuna a 3 settimane dalla manifestazione ed a pochi giorni dai primi eventi ad essa prodromici, poiché non garantirebbe ad un'eventuale nuovo direttivo eletto a posto dell'attuale tempi congrui per organizzare al meglio la manifestazione (n.d.a.: proprio la necessità di tempi congrui per organizzare l'evento era stato il motivo addotto dall’attuale  Presidente dell'Ente per la prorogatio autoproclamata del suo direttivo scaduto il 31/3/14).
Le aspettative delle squadre più volte disattese dall’Ente organizzatore ed il recente comportamento difficilmente decifrabile di quest’ultimo, hanno minato il rapporto di affidamento che gli sciabbegotti nutrivano nei confronti dell’Ente ed hanno reso indispensabile – per il futuro - una diretta rappresentanza dei quartieri e/o delle ciurme all’interno del comitato direttivo addetto all’organizzazione e la previsione di una posizione di garanzia svolta dal Sindaco nell’Ente.

Nel ringraziare l’Amministrazione Comunale per l’impegno profuso al fine di garantire lo svolgimento della manifestazione per il c.a. anche in presenza delle irrisolte problematiche suddette, i rappresentanti delle squadre hanno deciso di fornire questo comunicato stampa (basato sui verbali delle numerose riunioni intrattenute nell’ultimo triennio sull’argomento, sottoscritti dalle parti) al fine di non indurre i cronisti in errori nella rappresentazione dei fatti e di spiegare all’opinione pubblica le reali e sofferte motivazioni che non permetteranno lo svolgimento del Palio Storico di San Giovanni Battista per l’anno 2014, per cui le squadre sono fortemente rammaricate. 

POLTRONE MERITOCRATICHE?

Tempo di nomine per il nostro sindaco. Astea, Consmari, Farmacia Comunale. E primi nomi che iniziano a ballare. Prendiamo spunto da questo articolo del Corriere Adriatico per capire chi sono i papabili agli incarichi....

lunedì 28 luglio 2014

PALIO SI O NO?

Importante riunione oggi a Palazzo Volpini tra amministrazione comunale, Ente Palio e rappresentanti delle ciurme. A quattro settimane dall'evento (quest'anno, tra l'altro, si celebra il ventennale), sembrano ancora moltissime le questioni irrisolte che mettono in dubbio la manifestazione. Toccherà al primo cittadino Sabrina Montali mediare e trovare un accordo. Nel frattempo molti nostri commentatori hanno rilevato il piccolo conflitto di interessi di Alessio Sampaolesi, capo ciurma di Montarice e come tale firmatario di un documento piuttosto duro che poneva l'accento sulle problematiche relative alla manifestazione e, nel contempo, consigliere con delega allo sport. Come dire: colui che pone il problema e nel contempo dovrebbe risolverlo al fianco del sindaco.

sabato 26 luglio 2014

(S)COMUNICATI

Bacheca del PD. Corso Matteotti. Foto scattata stasera alle ore 18,50.

Inutile infierire ulteriormente.......

 

 

venerdì 25 luglio 2014

AGOSTINACCHIO, E LA SFIDUCIA?

Fulmini e tuoni tra Gaetano Agostinacchio (Paese Vero) e Rosalba Ubaldi ex sindaco di Porto Recanati. Proviamo a ricostruire. Inizia tutto con questa nota stampa di Gaetano Agostinacchio, pubblicata dal Carlino e inviata due giorni fa  dal rappresentante di Paese Vero a tutti gli organi di stampa ( a noi no perchè gli stiamo antipatici).

giovedì 24 luglio 2014

UNA NUOVA FRONTIERA PER LA LOTTA AL COMMERCIO ABUSIVO

Gli assessori al commercio e ai servizi demografici e Polizia municipale Attilio Fiaschetti e Lorenzo Riccetti hanno presentato alla stampa, unitamente al Comandante dei nostri vigili Sirio Vignoni, il nuovo progetto voluto dall'Amministrazione Comunale per contrastare il fenomeno del commercio abusivo. Si procederà attraverso una campagna informativa che interesserà i nostri turisti e concittadini per sensibilizzarli in relazione ai fenomeni malavitosi che si alimentano acquistando merci contraffatte.