QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 25 aprile 2016

GIOVANNI GIRI HA PRESENTATO IL NOME E IL SIMBOLO DELLA LISTA (E LE ACQUE SI SONO AGITATE...)

Giovanni Giri ha presentato ieri presso la Gelateria Giorgio, Porto Recanati  CITTA' MIA, il simbolo della coalizione che si presenterà alle prossime elezioni amministrative del 5 Giugno 2016 composta da PD - Paese Vero e Alternativa Civica, alla presenza di tutta la stampa e una quarantina di fedelissimi. Il professore ha provveduto ad illustrare una slide preparata dal suo staff addetto alla comunicazione nella quale erano illustrati, sotto forma di obbiettivi da perseguire, i punti cardine di un agire per risollevare un paese che a suo dire, da quindici anni, ha ormai conosciuto una sorta di stagnazione sotto tutti i punti di vista che lo hanno portato ad un degrado che ormai è sotto gli occhi di tutti.
"Non siamo qui per rimpiangere il passato, ma per creare qualità" ha tenuto a ribadire il candidato Giri, specificando, appunto, che quello che si vorrà perseguire sarà un livello qualitativo che interessi la vita dei portorecanatesi, il mondo del lavoro e l'ambiente.
In città, ha specificato, il professore, ci sono "decine di strutture che non funzionano e sono andate fuori norma" facendo specifico riferimento a Kursaal e Palestra Diaz (per citarne un paio)
"La mia giunta sarà caratterizzata dal dialogo e non da posizioni rigide e dogmatiche che hanno caratterizzato certi recenti governi cittadini". Il tutto da realizzare con riunioni di giunte alle quali invitare con una certa frequenza i presidenti dei comitati di quartiere e gli stessi funzionari dell'istituzione Comune, al fine di creare quelle sinergie che portino ad un ascolto e ad una maggiore efficacia della azione amministrativa.
"Bisogna portare competenza e rinnovamento di idee evitando le contrapposizioni di tipo personale" - Con un agire che deve essere dunque caratterizzato da "ragionevolezza e concretezza"
Secondo Giri, nelle varie riunioni di coalizione, PD, Alternativa Civica e Paese Vero si sono dimostrate molto unite e hanno già affrontato, studiandone le soluzioni, molteplici sofferenze che interessano, sotto tutti i punti di vista, la nostra cittadina.
Il tutto da realizzare con una squadra giovane, fortemente determinata che con umiltà e dedizione saprà essere all'altezza del pur difficile compito che l'attende.
Poi il Professor Giri ha dato  ai giornalisti presenti in prima fila (Carbonetti, Giannaccini, Trevisani e Bufalari) la possibilità di poter fare delle domande. 
Trevisani ha preso dunque il microfono chiedendo a Giri come si ponesse di fronte ad eventuali scelte inerenti la tutela del territorio e la difesa ambientale. Il professore ha risposto che la sua pluriennale storia politica parla da sè. "Nei molteplici anni passati a Palazzo (come vice sindaco e assessore e come consigliere di opposizione) non ho mai votato un progetto che prevedesse una speculazione edilizia. L'unica eccezione è stata per il Borgo Marinaro, nel quale era situata una industria in stato di abbandono nel centro cittadino (il vecchio cementificio) e dove abbiamo ottenuto come contro parte una palazzina adibita a struttura sanitaria e uffici comunali, e un congruo finanziamento per realizzare la sopraelevata che connette via dei Cementieri e il centro cittadino con la strada Statale. Questa lottizzazione, tra l'altro, prevedeva una percentuale di edilizia economica popolare, miseramente cancellata dall'amministrazione che ci è succeduta. A Porto Recanati, non siamo tutti uguali... Qui siamo in presenza di opere realizzate con i piedi. Come la nostra nuova scuola primaria. Che non si capisce come sia stata progettata. Proprio questo mio percorso mi autorizza a essere nella condizione di chiedere i voti ai Portorecanatesi. Perchè ho le credenziali per poterlo fare"

Carbonetti gli ha poi chiesto se intende lasciare l'incarico di Dirigente dell'Istituto Tecnico Industriale qualora venisse eletto sindaco. Il Professor Giri ha risposto che almeno per il primo periodo del suo mandato continuerà ad esercitare la sua professione. E questo comporterà ovviamente il fatto che le sue giornate di lavoro sui due fronti saranno molto intense. Ma non si sente preoccupato per questo. Perchè sa che potrà contare, in caso di vittoria, su una squadra di assoluto valore"


Poi mentre la serata sembrava che stesse volgendo al termine, è successo il fattaccio.

Ha ripreso la parola Alessandro Trevisani. E ponendo un'altra serie di domande, alcune connesse tra loro, ha posto l'attenzione sul fatto che uno degli  stretti collaboratori dello stesso Giri, ovvero l'ex sindaco Ing. Giampaoli, essendo rinviato a giudizio per questioni connesse al suo incarico di Presidente del Consmari, potesse in qualche modo condizionare campagna elettorale e lavoro da compiere dello stesso Giri. O meglio, Alessandro Trevisani, da quello che sono riuscito a capire (ero in ultima fila e si sentiva malissimo) ha chiesto dove si ponesse l'asticella del PD e di Giri, al cospetto di situazioni come queste. 
Si è scatenato un imbarazzo in sala. 
La domanda di Trevisani poteva essere impertinente. Per molti poco attinente. Anche perchè riferita a persona che non si candiderà al fianco di Giri. Ma era la domanda di un giornalista. Ed era una di quelle domande che in un paese a cultura anglosassone, sarebbe stata normalissima. Hai un qualcuno del tuo staff o che ti appoggia che sta avendo guai con la giustizia? La stampa te ne chiede conto. E tu candidato, rispondi.
Cosa che Giri ha fatto egregiamente, sia chiaro. Ha specificato come il caso giudiziario specificato non significasse (ovviamente) la colpevolezza del nominativo citato. Ha detto che quando si lavora in ambito della Pubblica Amministrazione, a volte basta pochissimo, pur essendo in buonissima fede, per essere coinvolto in problemi giudiziari (e questo è vero e puó capitare). Ha sottolineato come la persona citata, ovvero Giampaoli, a suo modo di vedere fosse una persona stimatissima e apprezzatissima. 
Il problema però, è stato che a Giampaoli, in ultima fila, (a due metri da me)  appena udita quella domanda di Trevisani, sono partiti i nervi. Ed ha iniziato ad inveire  a livello personale rivolgendo anche parole poco carine alla famiglia dello stesso Trevisani. Che ha definito più volte come un "prezzolato".  Insomma, non è stato un bellissimo spettacolo. Trevisani, posta la serie di domande si è seduto e non ha risposto all'inveire piuttosto acceso di Giampaoli. E la cosa, per fortuna, è finita lì.  Ora per carità, siamo essere umani, e un momento di nervosismo in un contesto del genere, ci può stare. Ma Giri aveva trattenuto ogni tipo di irritazione. E stava rispondendo a Trevisani con i toni che riteneva opportuni.  Giampaoli invece ha reagito con scarsa lucidità. Avrebbe potuto trattenersi per poi chiedere, in disparte, un chiarimento allo  stesso Trevisani (se ne aveva voglia).
In quella sede, quel litigio, non è stato il massimo. 
Anche perchè Giampaoli era in ultima fila e Trevisani in prima. Per cui il dialogo è stato "a distanza", "molto acceso" piuttosto urlato e udito da tutti.
Ma questo è il mio parere. 
So che mi arriveranno una miriade di commenti che diranno che Trevisani ha voluto convintamente e dolosamente provocare. Ma io rimango della mia idea. Chi si candida a governare il paese, e chi lo appoggia, deve saper schivare queste situazioni con classe. Deve saper rispondere educatamente e con calma. Soprattutto in certi particolari contesti. E' la stampa bellezza. E la stampa fa le domande e narra le risposte. E risponde di quello che scrive.  Giampaoli ieri non ha saputo trattenere i nervi. 
E visto il contesto, proprio per non creare problemi allo stesso candidato sindaco Giri, avrebbe dovuto avere più capacità di auto controllo.


110 commenti:

  1. Argano Voglio sottolineare un piccolo passaggio...

    La domanda di trevisani :

    "Giri perchè un elettore di centro sinistra ed ambientalista dovrebbe votare lei e non Riccetti?"

    Lapsus Freudiano ? Ecco io fossi la Zoppi ne rimarrei molto amareggiata. Se pure chi è apertamente schierato con loro dice vitare Riccetti invece di dire votare UPP o Zoppi , significa che anche per la loro gente la Zoppi non è un candidato sindaco autorevole , ma poco piu di un portavoce.

    RispondiElimina
  2. Voglio dire una cosa , la domanda su giampaoli aveva davvero poco senso.

    Se è stato rinviato a giudizio , quale influenza dovrebbe avere su giri ?

    Vorrebbe insinuare che il comune potrebbe dare una sorta di 'protezione' all'ing. Giampaoli ?

    Il comune di porto recanati al cosmari ha un potere estremamente limitato , se mai la domanda andrebbe posta a carancini , corvatta e fiordomo che hanno posizioni molto piu rilevanti.

    È notorio inoltre che giampaoli non sarà candidato in lista.

    Mi spiace argano ma era una domanda molto pretestuosa e comunque ha ricevuto una adeguata risposta da parte del candidato sindaco.

    Ricoordiamo che rinviato a giudizio e colpevole sono 2 concetti differenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I Giornalisti domandano ciò che vogliono, chi non gradisce cambia pagina.se davigo condanna i ladri che fanno politica perché vi incazzate?

      Elimina
    2. I giornalisti, almeno loro, fanno domande attinenti. Non lo era. Giampaoli, anche se appoggia apertamente,e' in candidato? Ha un contratto col pd? Con giri? No. Allora che razza di domanda era? Tanto per fare il saccente. Poteva chiederla a giampaoli direttamente o no? Sembra un servo di partito. Scegliete voi quale

      Elimina
    3. Perché non domanda ha domandato a zoppi il motivo dei sotterfugi fatti sui parcheggi a pagamento del borgo?

      Elimina
  3. Il Dott. Giri ha detto che farà riunioni periodiche con i comitati di quartiere.
    Quando era Vice Sindaco vent’anni fa, Sindaco il Dott. Giampaoli, non tenne minimamente conto di 2500 firme di cittadini contrari al progetto dei sottopassi così come sono ancora adesso.
    Perché dovremmo credere ora che terrà conto delle proposte dei comitati dei quartieri? Le persone sono le stesse di allora (Giampaoli, Agostinacchio, lo stesso Giri ecc.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricordo perfettamente e condivido. Del resto Argano, la "classe" che tu auspichi con Giampaoli ha davvero ben poco a che fare. Bisognerebbe semplicemente essere capaci di passare oltre e liberare (visto il giorno ci sta) la politica portorecanatese da certe persone. Per sempre.

      Elimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non serve che tu mi ricordi la presunzione di innocenza di Giampaoli. L'ho già fatto io. Come ho anche ricordato che non si candida. Io a Giampaoli auguro sinceramente di uscire da questa vicenda pulito. E glielo auguro con tutto il cuore.
      Detto questo il nome di Giampaoli in accostamento a Giri negli ultimi 5 mesi sui giornali ci è finito una marea di volte. Se un giornalista vuole fare quel tipo di domanda in pubblico, pertanto, gli si risponde. Non lo si insiulta.
      A livello comunicativo comportarsi cosi è stato un autogol. Tutto il paese oggi invece di parlare delle idee e delle proposte di Giri (che comunque io ho illustrato nel post) parlerà di Giampaoli. Un bel l'affare vero?

      Elimina
  5. Ringrazio 3:01 per avere criticato la mia domanda invece di attaccare la mia persona. E' tipo la 3a o 4a volta in 26 mesi che mi succede a Porto Recanati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aggiungo invece la tua poca correttezza nello scrivere l'articolo, mi dispiace ma quello non è fare giornalismo di tutto cio che si è detto hai scritto in pratica esclusivamente del diverbio che hai avuto con Giampaoli, ma quelle sono cose tra voi mentre dei contenuti e cio che il candidato ha espresso hai omesso praticamente tutto.

      O si fa un articolo completo o 2 separati.

      Alessandro deciditi se devi fare il giornalista serio o quello di gossip e scandalo politico.

      Questo non è neanche il giornalismo d'assalto poiche hai solo ripreso fatti gia noti e che come gia ho scritto sai bene anche te che non possano avere collegamento diretto con l'amministrazione comunale.

      Elimina
    2. Non parlare per nulla di ció che è successo con Giampaoli è invece giornalismo? Così, per capire.....

      Elimina
    3. Argano ho scritto:

      O si fa un articolo completo o 2 separati.

      Il tuo commento mi dispiace ma non è pertinente a cio che ho scritto.

      Elimina
    4. Siamo qui a discutere su ció che un giornalista puó e non puó fare e tu mi dici che il commento non è pertinente? Perchè non allarghiamo la discussione a TUTTO IL GIORNALISMO?

      Elimina
    5. Argano mi era sembrato che nel tuo commento sottointendessi che io avessi preferito che avesse taciuto la vicenda di giampaoli.

      In quel senso dicevo che non era pertinente. Ci siamo capiti male.

      Per me andrebbero fatti 2 articoli separati . o se in arricolo unico non si puo parlare unicamente del diverbio .

      Oppure dare una proporzionalita corretta alle 2 cose come hai fatto te.

      Elimina
    6. Se scrivo tutto mi dite che sono lungo e noioso, se faccio il focus su una cosa mi dite che sono scorretto. Ovviamente farò un secondo articolo, che nasce dai tagli fatti a quello già uscito ed è pertanto già mezzo scritto.

      Elimina
    7. Risparmiacelo. Fa già tanti casini così... Risparmiateli

      Elimina
    8. 23:42, hai problemi? Non leggermi. Sennò dobbiamo pensare che sei autolesionista. O ti rode?

      Elimina
    9. Faccia domande attinenti sempre. E non quelle scomode o fuori luogo solo a chi vuole. O dobbiamo pensare che lei è di parte così come appare. Poteva formulare la domanda in altro modo, senza parlare di Giampaolo e rivolgendosi direttamente all'interlocutore in altra sede. Il giampaoli ha sbagliato, e'stato maleducato e lei Era fuori tema. Tanto che lei ha parlato di votare ricetti...e si e' giustificato semplicemente dicendo...ops mi sono confuso. Vero, si e' confuso, ma ha pure praticamente confessato di stare dalla parte di Riccetti. Si vergogni. Lei e' fazioso. Se voleva parlare con giampaoli poteva farlo,era li. Invece no. Ha parlato di un rinviato a giudizio come fosse già colpevole. Lei e' scorretto. Quando verrà giudicato colpevole potrà dirlo, non pro.a. Le sue allusioni sono state maleducate tanto quanto giampaoli nei suoi confronti

      Elimina
    10. Può ripetere i passaggi in cui avrei parlato di Giampaoli come di un condannato? Oppure è un pensiero che ha fatto lei, e che dal sen le è fuggito? Vede, io non ho nulla da "confessare", e a confondersi è lei. Che nemmeno rischia di vergognarsi, perché non si firma. Ma fa benissimo, dato quello che scrive e i paragoni che fa. Ergo, cautamente, continui a non firmarsi. Almeno non la leggeranno i suoi figli. Se ne ha.

      Elimina
  6. la domanda di Trevisani avrebbe avuto "senso" se Giampaolo fosse indagato per fatti commessi da politico e non da direttore del cosmari, è però vero, che in questi giorni in cui Davigo spara sui politici indagati... una domanda del genere se la deve aspettare qualsiasi candidato sindaco che al suo seguito abbia un "personaggio scomodo". Tornando all'inizio dell'articolo... Giri parla degli ultimi 15 anni del governo portorecanatesi... mi sbaglio o in quei 15 anni Agostinacchio e Fiaschetti sono stati più o meno sempre alla guida del paese?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quei 15 anni era ubaldi fiaschetti è stato in maggioranza circa 2 anni contando come il 2 picche , gaetano poco piu di 3 se non erro.

      Puoi chiamarli zompafossi , ma non responsabili di cio che è successo in 15 anni

      Elimina
    2. Si e c'era anche chi faceva opposizione sopita nel sonno dellla ragione

      Elimina
    3. Ma che c'entra che avrebbe avuto senso se i fatti fossero collegati alla politica e non al Cosmari. Allora Berlusconi? E' stato messo in croce perche' andava a p.....e!!!!Che male fa una scopata? Non mi sembra che si facesse una della Camera o del Senato!!!Fattela tu alla Iervolino o peggio la Rosy Bindi!!!

      Elimina
  7. Beh l'intento di Trevisani è riuscito in pieno. Da fedelissimo di Riccetti (tradendo il suo amore in una domanda in cui chiede a Giri perché si dovrebbe votare lui e non ad esempio Riccetti. Peccato che il candidato sindaco di Upp sia la Zoppi, ma al cuor non si comanda) si presenta in sala per minare le basi di una lista che sta mettendo in ombra i suoi accoliti. Attendo con ansia la presentazione di Upp. Ci sarebbero domande scomode da fare su qualcuno che starà addirittura nella loro lista. Vediamo le domande che farà Trevisani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "METTENDO IN OMBRA I SUOI ACCOLITI"? dice tutto sul tuo partito e quanto valore dia all'ONESTA'.

      Elimina
    2. Ma perché Giri ha presentato la lista? Ma se non ha ancora finito di telefonare per riempire i posti vuoti!
      Simbolo e Sindaco di Upp sono stati già presentati, e non c'erano i Giampaoli ad assistere!

      Elimina
    3. Ma non c'era ne la lista ne i programmi di Upp, o sbaglio?

      Elimina
  8. Il pd protegge decine e decine di indagati e anche condannati nelle sue file, e pretende che gli diamo il voto nonostante tutto anche se Giri è una brava persona.ma anche No.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La domanda di Trevisani era lecita fino ad un certo punto, poi casomai era allusoria ma ormai sappiamo che i suoi articoli stanno in piedi solo così a volte.Argano anche non ci fosse stato Trevisani , oggi non si sarebbe parlato dei programmi ma , come si legge dai commenti , si sarebbe cercato la merda a qualunque costo anche arrivando al secolo scorso o con frasi stereotipate, perché tanto certe persone non hanno argomenti.

      Elimina
    2. Caro Argano la domanda posta dal Trevisani avrebbe avuto un senso se Giampaoli fosse stato messo al Cosmari dal Giri, in questo caso il prof. era obbligato a dare una risposta, comunque pacatamente, l'ha data è questo importa.
      La reazione del Giampaoli non ha nulla a che vedere con l'iniziativa di ieri, una pura questione personale.
      Non sempre, e tu lo sai, la domanda è buon giornalismo.

      Elimina
    3. Siete liberi di pensarla come volete. Non sto certo qui a provare di farvi cambiare idea. Io, sull'accaduto, ho espresso la mia opinione. E l'accaduto l'ho raccontato. Perchè l'accaduto era una NOTIZIA. E le notizie vanno date. Non oscurate. Di contro, nel mio post, ho anche abbondantemente raccontato quello che Giri ha detto ieri. Perchè anche quello era una notizia. Confermo che il fatto che Giampaoli abbia perso le staffe, è stato un CLAMOROSO AUTOGOL a livello di comunicazione.

      Elimina
    4. Giampaoli non è candidato!!!!!!!!!!!!!, a posto.

      Elimina
    5. Hai ragione Argano che era una notizia, e che Giampaoli non doveva cadere nel tranello, ma
      Siamo alle solite non si costruisce niente con questi atteggiamenti e sarà la solita campagna elettorale priva di contenuti e altamente faziosa ......

      Elimina
    6. Ma scusate, se nn è candidato secondo voi sarebbe successo tt sto casino?

      Elimina
    7. Si sarebbe successo lo stesso perché in certi ambienti piace questo.

      Elimina
    8. 9:56, quali programmi? "Chi li ha visti?". Ti ricordo che si presentava un simbolo e si leggeva una letterina.

      Elimina
    9. 10:53, "domanda allusoria" è fantastico, mettiamo che tu volessi dire "allusiva", mi spieghi dove, citando i punti che ti interessano? Io di allusivo nel rinvio a giudizio per ecomafie del Giampaoli, avvenuto a gennaio 2015 e mai, finora, sfociato in processo, non vedo nulla: è proprio successo.
      http://www.ilrestodelcarlino.it/macerata/ecomafia-i-vertici-del-cosmari-a-giudizio-1.782220

      Elimina
  9. Se questa è l'inizio della campagna elettorale allora siamo di nuovo a capo, Passerotti rimani con noi

    RispondiElimina
  10. Argano , non dovresti censurare il mio comnento notturno sul voro PD - Riccetti , non è un attacco diretto ad upp, ma è una constatazione di cosa dice la gente. E che il giornalista ha detto tale frase lo sai perche anche te eri li.

    Se vuoi te la scrivo anche in maniera piu "soft"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se l'ho censurato si vede che era offensivo. Ne ho censurati una decina stamane. Come faccio a ricordarmelo?

      Elimina
  11. Trevisani pure chiede:

    "Perche un elettore di centro-sinistra o ambientalista dovrebbe votare lei e non Riccetti?"

    Lapsus Freudiano ? Fossi la Zoppi mi sarei profondamente offesa... Purtroppo per lei questo capita anche a chi è vicino alla loro fazio e politica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho detto Riccetti e Pigini. Zoppi è di fresco conio come candidatura, e ci si imbroglia a parlare. Riccetti l'ho nominato come creatore, fondatore e presidente dell'associazione UPP. Pensa che una volta ho parlato della lista Bonino e ho detto Pannella: mi devo confessare? Dormi bene ;)

      Elimina
    2. Trevisani sbagli Riccetti non è creatore ideatore di upp ma si è solo appropriato del nome e del simbolo di una coalizione presentatasi alle elezioni del 1999.

      Elimina
    3. Non lo hai nominato in qualità di vesti taumaturgiche?

      Elimina
    4. Te picchi quando sbagli... Te picchi quando ti additano... Te picchi sempre. Polemico

      Elimina

    5. 17:19, 'sta fregola di cogliermi in fallo sta diventando una specie di sport. Comunque ho parlato di associazione UPP, una cosa nata a settembre 2015:
      http://arganoportorecanati.blogspot.it/2015/09/associazioni.html

      17:35, meno male che almeno te la butti a ride, qui nei commenti di Argano da 48h pare di stare a Mediaset quando B perde le elezioni!

      Elimina
    6. Ano delle 17:19 veramente le elezioni erano del 2009 e Riccetti è stato rinnegato già prima di fare la campagna elettorale dallo stesso Pd che alle primarie aveva candidato Caporalini. Quindi direi che del Pd in Upp c'era veramente poco. Poi se ti riferisci alla Pantone che ora si prostra per tirare le sottane a Rosy, direi che sei fuori pista decisamente!

      Elimina
  12. Secondo me chi appoggia un candidato sindaco e collabora in qualche modo con la coalizione, conta, ed io da elettore non voglio persone che con metodi mafiosi minacciano, e con tanta arroganza, maleducazione e mille parolacce rispondono ad un giornalista! Punto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Metodi mafiosi? ma questa è da denuncia

      Elimina
    2. Paccamiccio ha più volte minacciato Caneletti e Dezi arrivando quasi alle mani. Con il tuo ragionamento anche Upp è tagliato fuori dal consenso allora

      Elimina
    3. Vogliamo vedere un filmatino all'uscita del notiaio dove qualcuno dice "Non finisce qui" , "pezzo di m... " rivolto ad un consigliere dimissionario ?

      Vogliamo farci tardivamente un articolo anche su quello?

      Elimina
    4. Scusa Argano allora tutti gli insulti di qualcuno davanti al Notaio , non li dichiari ? È uno di questi è candidato Sindaco ? Se hai la forza come credo perché non ne parliamo sul bon ton di qualche persone

      Elimina
    5. Anonimo delle 18,05. Solo io il 20 Maggio 2015, il giorno dopo la caduta della giunta Montali dal notaio, ho scritto questa roba qua sotto nel post con il titolo "LA PAGINA PIU' BUIA" . Tu, con me, caschi sempre male.....

      LA PAGINA PIU' BUIA - ARGANO - 20 Maggio 2015 - Finiva così:

      Il risultato di tutto ciò è stato che ieri si è scritta la pagina più buia della democrazia portorecanatese. Un sindaco ad urlare dal balcone come un esagitato capo ultras e assessori ad apostrofare in pubblica piazza i consiglieri dimessi.

      La vita del governo Montali è stata breve e colma di litigi.

      L'uscita dalla scena, pietosa.

      Elimina
    6. Perfetto e ti do ragione ma che uno è di questi è candidato Sindaco ?

      Elimina
    7. Se uno di questi è candidato sindaco si presenta al giudizio degli elettori. Non al mio.

      Elimina
    8. Allora Trevisani vorrà dire che glielo chiederà .....vedremo se la legge sarà uguale per tutti

      Elimina
    9. Vedremo se avra' la stessa coerenza...

      Elimina
    10. Rispondo a 17:34 e agli altri. Posso pure chiedere alla Zoppi se si ricorda di aver insultato qualcuno il 19 05 2015, che problema è?
      Tra l'altro Riccetti postò su Facebook un video che documenta immagini e audio del corteo. Basta andarselo a ripescare.
      Personalmente ricordo che l'assessore al Bilancio disse a Canaletti, mentre usciva dal notaio: "Italo, ci vediamo!". Se alle figurine della campagna elettorale volete scambiarlo con quello che mi ha detto Giampaoli sono problemi vostri. Per me...
      NB Vedo che non vi firmate manco per invitarmi a fare una domanda. Vi faccio così paura? O non siete presentabili?

      Elimina
    11. Trevisani vai a rivedere il video e la frase non è quella ma come mai sei sempre documentato su tutto tranne su i tuoi amichetti ?

      Elimina
    12. Trevisani ci sono anche video "inediti" del giorno delle dimissioni

      Elimina
    13. Ad upp chiedi cosa ha fatto riccetti la notte dopo che lorenzotti ha parlato alla sede del PD?

      Elimina
    14. No trevisani non devi chiederle conto di quando ha detto "Italo ci vediamo!" Ma di quando sputava dal balcone. Non far finta di non capire.

      Elimina
    15. Io dico quello che ricordo. Balcone ecc non ne so nulla, perché arrivai dopo, ma su quella mezzora che mi sono perso se ne dicono tante sul conto degli uni e degli altri. In ogni caso pria di dire che qualcuno ha sputato dal balcone su delle persone - immagino si tratti di Fiaschetti - io mi firmerei.

      Elimina
    16. 8:22, mi mandi i "video inediti"? voglio pubblicarli sul mio blog. alessandro.trevisani@gmail.com. grazie.

      Elimina
  13. Ma il candidato Giri dove ha vissuto negli ultimi 25 anni a New Delhi? Parla di stagnazione negli ultimi 15 anni, e nei 10 precedenti quando lui era in amministrazione cosa cavolo è stato fatto di così eclatante? Ci hanno regalato un un sovrapposto e due sottopassi che fanno schifo. Ci ha regalato una speculazione edilizia come il borgo marinaro. Ci avevano lasciato un corso e un lungomare da schifo ed eravamo una delle ultime realtà turistiche della regione. Ma di cosa parla ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah be se ci fossero stati i tuoi amici probabilmente li rimaneva il cementificio poiche nulla deve cambiare !

      Elimina
    2. Veramente il progetto del corso e del lungomare erano partiti prima della amministrazione Fabbracci che poi ha realizzato.

      Elimina
    3. Bello il lungomare che si sta sfasciando tutto...bello anzi bellissimo. Che dire poi di come sono stati fatti ad opera d'arte i vari servizi. Un esempio le fognature che ci regalano un buonissimo odore di merda nelle giornate estive.

      Elimina
  14. Giri parla di stagnazione negli ultimi 15 anni. Allora ricordiamo a Giri che a Settembre 2004 (sindaco Fabbracci giá confermato per il secondo quinquennio) i dati turistici della Regione Marche dicevano che Porto Recanati aveva avuto in quella estate più presenze e più arrivi di San Benedetto e Senigallia, singolarmente. Alla faccia della stagnazione! Poi dal 2008 in poi, crisi economica ed erosione della costa hanno cambiato le cose. Ma non è colpa delle amministrazioni comunali. Semmai delle amministrazioni regionali a guida PD che ancora devono difendere il nostro litorale. Spero che i bagnini e gli operatori balneari, prima di votare una lista guidata da un candidato del PD, facciano una seria riflessione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Praticamente da quando Casini ha sposato il modello Marche.

      Elimina
    2. "Erosione della costa"....??? Che motivazione dai alle licenze di costruzione ZEUS - TORRI DI AVVISTAMENTO in piena erosione della costa ????? Si si rivotiamo quelli che le hanno rilasciate così facciamo completare gli scempi.

      Elimina
    3. Questa è una supermegaiperextra cazzata. Pubblica qualche dato se ne hai invece di spararle così grosse

      Elimina
  15. Bene trevisani le domande per la zoppi te le diamo noi tipo chiedi se si ricorda un nome Schema???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non Schema ma Skema

      Elimina
    2. Questa è una domanda che dovresti fae a Canaletti...

      Elimina
    3. Italo Canaletti26 aprile 2016 13:56

      La Skema è un'azienda che ha sponsorizzato il Natale 2014 direttamente con un contratto tra loro e chi ha noleggiato il tendone senza la compartecipazione del comune tutto qui se vuoi puoi chiedermi qualsiasi cosa su di loro nessun problema
      Grazie

      Elimina
    4. ancora questo va in giro a discore ma certo la faccia è tosta tosta

      Elimina
  16. Sampaolo Roberto25 aprile 2016 14:37

    Gentile Argano è vero che la stampa fa le domande, narra le risposte e risponde per quello che scrive ma ritengo che la domanda posta a Giri sia stata inopportuna e non pertinente per tanti motivi: Giampaoli non è candidato, essere rinviato a giudizio non significa essere colpevole (la storia insegna) e fuori dal contesto della "riunione". Personalmente conoscendo da tempo Giampaoli ritengo, pur nella diversità delle idee politiche, che sia una persona seria, preparata e che nei suoi incarichi pubblici abbia dimostrato grande onestà. In una campagna elettorale molto infuocata per tanti motivi non c'è bisogno di alzare ulteriormente i toni. Non ci lamentiamo se poi le persone non accettano di stare in lista, nessuno vuole essere immischiato in queste diatribe che nulla hanno a che fare con i programmi e le eventuali soluzioni per risolvere i problemi che ci sono nella nostra città.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Roberto, io per motivi familiari e professionali, ho viaggiato molto. Ed ho vissuto all'estero. Ti assicuro che in certi paesi che, guarda caso a libertà di stampa sono posizionati tra i primi dieci al mondo, (l'Italia è 77esima, chiediti perchè...) se avessero posto la domanda al politico di turno, che è stata posta ieri a Giri, avrebbero festeggiato per la "bonarietá" della stessa.
      Io ho detto e scritto che spero che Giampaoli possa dimostrare la sua innocenza e uscire lindo da questa storia. È rinviato a giudizio. Non ha subito nessuna condanna. Ma è stato sui giornali svariate volte negli ultimi mesi con un chiaro endorsment a Giri. Ergo, si è "immerso" nella sirltuazione politica del paese di sua propria volontà. Questo, in una democrazia normale, lo rende "oggetto" di qualsiasi domanda che non contenga, nella sua costruzione, una bugia. E alle domande, anche scomode, si puó tranquillamente rispondere senza innervosire e pronunciare parole poco carine. Penso questo. Che cake per tutti, non solo per Giampaoli, sia chiaro...

      Elimina
    2. C'è un proverbio che dice:
      "Chi mal pensa mal fa".

      Elimina
    3. Argano la domanda scomoda sulle "amicizie" o "contatti" visto che guardi i talk esteri saprai che le pongono solo in interviste dove vi è il solo candidato , non certo quando la persona accusata è presente essa stessa.

      Sta nelle regole non scritte. Mai visto un'intervista scomoda ad un politico dove la persona sui cui si spara sopra sia presente nella stessa sala.

      Quando le domande sono fatte così con "l'imputato" nel pubblico, di solito di è in tribunale e NON ad una conferenza stampa.

      Ma troppi ancora confondono TRIBUNA POLITICA da TRIBUNALE

      Elimina
    4. Pensala come la vuoi. Io confermo quello che ho scritto. E rimango stupito dalla reazione. Non dalla domanda....

      Elimina
    5. I nervi saltano. Pure a te argano. Non giustifico. Prendo atto. Trevisani assurda la domanda e fuoritema e fuori lyogo

      Elimina
    6. 17:32 sei fantastico, hai scritto che è impudenza dire le cose in PRESENZA degli interessati. Cioè, ti prego, ho letto bene?? A me insegnavano che sta brutto parlare in assenza delle persone, tantopiù che mi ero alzato per guardare in faccia Giampaoli, e il mio quasi unico movente - a parte parlare dell'"elefante nella stanza", che non fa mai male - è stato parlare vis à vis invece che dietro schermo e tastiera, come pure avrei potuto fare. Oh, me l'ha "insegnato" Emanuela Addario! Prendetevela con lei...

      Elimina

    7. Un abbraccio a Roberto Sampaolo che è amico di mio papà e saprà senz'altro dargli solidarietà per la frase "Pensa a tuo padre" gridata 3 volte dal serio e preparato Giuseppe Giampaoli.
      Per parte mia invece non chiedo niente, solo che mi chieda che cosa ritenne di fare firmando la DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N. 39 del 03-04-14 (Oggetto: LAVORI DI REALIZZAZIONE MARCIAPIEDE ED ILLUMINAZIONE LUNGO STRADA COMUNALE MONTARICE).
      Perché quel marciapiede era sì previsto dall'accordo con la Coneroblu, ma l'iter urbanistico a quella data non era nemmeno a metà, dato che avreste votato la ADOZIONE della variante oggetto di "scambio" 5 giorni dopo.
      http://www.cronachemaceratesi.it/2014/04/08/la-battaglia-del-burchio-in-consiglio-approvato-il-progetto-del-megaresort/450435/

      Oggi che il progetto non è stato voluto dalla città; oggi che il Consiglio di Stato l'ha definito "illegittimo" e di conseguenze "gravissime" per il ns. territorio, oggi che il marciapiede lo dovremo pagare nudo e crudo - politicamente parlando, oggi, Sampaolo non ritiene di avere delle responsabilità verso Porto Recanati e le nostre tasche?

      Risponda se può, a meno che rispondere del proprio operato ai giornalisti non configuri per lei un "indebito processo", alché smettiamo subito di fare i giornali in 170 paesi nel mondo. Ché metà giornale, nel mondo, è fatto di domande così: giornalisti che chiedono ai politici cosa fanno con la cosa pubblica. La "cosa" di tutti.

      Elimina
    8. Anonimo delle 23,51 a me i nervi non saltano per nulla. Domanda lecita e reazione di Giampaoli assurda.

      Elimina
    9. Sampaolo Roberto26 aprile 2016 22:40

      Caro Trevisani le rispondo senza problemi in merito alla domanda che mi ha fatto sulla questione Burchio partendo da una sua affermazione sbagliata, non è vero che l’opera non è stata voluta dalla città ma solo da una parte dei cittadini. Rifarei tutto quello che ho fatto perché ritengo questa opera fondamentale per lo sviluppo e l’economia della nostra città, le sentenze si accettano ma si può dissentire e criticare l’operato del CdS. Affermare che ci sarebbe stato un grave impatto ambientale basandosi solo sulla lettura delle carte e non avendo fatto nessuna perizia tecnica sul posto denota che ci sia stata una valutazione superficiale e priva di ogni fondamento. Per quanto riguarda il marciapiede e l’illuminazione ritengo che sia stata effettuata un’opera importante, già richiesta dal comitato di quartiere, di pubblica utilità e al servizio di tutta la cittadinanza e di conseguenza non c’è nessun danno per le casse comunali. Se poi qualcuno la pensa diversamente ci sono le sedi appropriate per definire la questione. Personalmente ritengo che le domande ai candidati Sindaci o Consiglieri devono essere fatte sui programmi e sui problemi della città senza entrare nella sfera personale. Rimango della mia idea sulla questione Giampaoli, non essendo anglosassone ritengo che la sua domanda posta a Giri sia stata inopportuna e non pertinente, quello che ha risposto Giampaoli non mi interessa, ognuno risponde come vuole e se ne assume le proprie responsabilità. Se suo padre è stato offeso me ne dispiace anche perché considero Carlo Trevisani una persona seria e di grande onestà sia intellettuale che morale.

      Elimina

    10. Giampaoli, intanto grazie della risposta e del saluto a mio padre.

      Cito dalla sentenza del CdS: "Il Comune (...) ha considerato una serie di importanti vantaggi che sarebbero potuti derivare dall’operazione (...), ma ha del tutto omesso di considerare il gravissimo, negativo impatto che l’opera avrebbe avuto sul delicato equilibrio del proprio territorio".
      Ora, i calciatori chiedono scusa alla curva quando sbagliano un gol facilino. Davanti a un giudizio del genere non se la sente proprio di dire "Mi spiace di aver valutato male" alla sua città? O i politici non devono mai dire "scusa", perché sennò non fanno bella figura?

      Altra cosa: ho scritto che la città non ha voluto il Burchio unicamente perché la città ha votato una giunta che democraticamente e a maggioranza ha bocciato il progetto: per decidere secondo volontà popolare lei conosce altri metodi?

      Infine su Giampaoli: facciamo un gioco. Immaginiamo che venga condannato. In tal caso come la vede una giunta targata Giri con dentro non so quanti assessori giampaoliani, con geometrie politiche e di spesa pubblica decise, anche indirettamente, da un signore condannato per ecomafie?

      Saluti.

      Elimina
    11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    12. Mi perdoni Sampaolo per averla chiamata Giampaoli. Lapsus che tra l'altro vorrebbe dire - secondo alcuni anonimi - che io la amo.

      Elimina
  17. Abbiamo saltato troppi passaggi, in questa vicenda. Giampaoli non è nè a capo di un partito nè in lista con Giri. Ragion per cui la domanda di Trevisani ha intenti soltanto provocatori. In secondo luogo, perché Trevisani era lì? Per conto di chi e a che titolo? Scrive forse per qualche giornale? Se io oggi mi candidassi e avessi un amico indagato o rinviato a giudizio, che cosa dovrei fare, ricusarlo? No, caro Argano, la presenza del nostro inquisitore in quel contesto puzza molto di bruciato. Vedi infatti come si sono scatenati sui social i Riccetti, i Porreca, i Semplici, le Fermanelli e chissà quanti altri che andranno a sostenere Uniti per Porto Recanati. Se dobbiamo giudicare dagli avvisi di garanzia o dai rinvii a giudizio, che cosa dovremmo mai dire metti di un giornalista che ha processi in corso? Poni ai tuoi lettori queste riflessioni, se pensi non siano da cestinare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, soprattutto tu hai saltato un passaggio fondamentale. Ovvero: il paragone con il tuo amico da ricusare in caso di rinvio a giudizio, NON STA IN PIEDI. Giampaoli da mesi si siede su tutti i tavoli politici caldeggiando il candidato Giri. Media per lui, incontra altre delegazioni politiche per lui. Non è l'amico della bocciofila rinviato a giudizio. È un personaggio che in quella coalizione prende le decisioni e si siede sui tavoli che contano. Tu, lo capisci questo?

      Elimina
    2. Sono d'accordo con l'anonimo delle 17:46. Se un giornalista avesse dei processi in corso per via della sua professione, che valore avrebbero le sue riflessioni negative su politici che hanno sostenitori con un avviso di garanzia pendente, oppure già sotto processo?

      Sottopongo questo quesito alla riflessione di tutti.

      Elimina
    3. 18:40, se non precisi giornalista e processo, che valore hanno le tue parole? E quali riflessioni dovrebbero innescare, se non il fatto che non firmi il niente che dici?
      NB Il politico in questione non è indagato, è rinviato a giudizio dalla procura di Macerata. In più Porto Recanati ha aspettato 13 mesi per dibatterne. Quali altre sono le notizie di domenica scorsa? Ah ok, il simbolo di Città mia è bello. Lo penso davvero e ammiro la professionalità di Cristiana Matassini.

      Elimina
    4. "Perché Trevisani era lì? Per conto di chi e a che titolo? Scrive forse per qualche giornale? Se io oggi mi candidassi e avessi un amico indagato o rinviato a giudizio, che cosa dovrei fare, ricusarlo? No, caro Argano, la presenza del nostro inquisitore in quel contesto puzza molto di bruciato. Vedi infatti come si sono scatenati sui social i Riccetti, i Porreca, i Semplici, le Fermanelli e chissà quanti altri che andranno a sostenere Uniti per Porto Recanati".

      Sicuramente la risposta di Giri e la questione ecomafie interessano solo me e i 4 suddetti. Contaci! E conta i voti il 5 giugno! TI AMO! SEI UN MITO! <3 <3 <3

      Elimina
  18. Giampaoli non è candidato ma ha un ruolo estremamente determinante nella politica dell PD portorecanatese.
    Non è un mistero e non serve nascondersi dietro al dito e dire che non è candidato.
    Perciò fa parte della scena politica ed è oggetto e soggetto di critiche politiche come tutti gli altri.
    Tra queste critiche c'entra, e pure tanto, il fatto che sia stato indagato e rinviato a giudizio,che è un gradino in più visto che il PM lo ha richiesto dopo il vaglio delle risultanze delle indagini preliminari.
    La presunzione di innocenza lasciamola dove deve stare e cioè nelle aule dei tribunali, l'opportunità di presenze "scomode" fa parte invece della critica politica.
    Ben ha fatto Trevisani a formulare la domanda.
    Una domanda non è mai destabilizzante ma rappresenta un contributo alla conoscenza in relazione ala risposta che viene data.
    E quella data da Giampaoli può essere valutata serenamente dagli elettori.
    Per quanto riguarda Giri, egli cerca disperatamente di costruirsi una verginità grazie al momento di "penombra" nel quale era stato relegato.
    Cercando di far dimenticare la sua insignificante presenza in amministrazione sia come consigliere di maggioranza che di opposizione.
    In ultimo: vuole far credere che lui rappresenta una lista civica?

    RispondiElimina
  19. Ma Trevisani perché la prossima volta non vieni con il
    Vestito nero la camicia bianca e la cravatta nera e gli occhiali scuri .........

    RispondiElimina
  20. Una domanda di geografia: sul logo del candidato Giri ci sono varie costruzioni di Porto Recanati (Castello Svevo, Kursaal, ecc) tra cui...Villa Gigli!!! Forse mi sbaglio, ma Villa Gigli non sta nella città di Recanati? ...annamo bbene!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hanno tolto il Burchio all'ultimo momento!!!

      Elimina
    2. Beeep ! ...Comune di Loreto! pure quella ? e noooo e basta !! per sicurezza chiedete a chi il proprietario paga le tasse.

      Elimina
    3. La villa si estende su tre comuni: Loreto,Recanati, Porto Recanati.A chi paga le tasse boh!

      Elimina
    4. Villa Gigli non è mai stata tra le "ricchezze " portannare, e se la metti nel logo della tua città, non sai manco ndo stai de casa!!! Ne tu né i tuoi! E te candidi a governare la città? Ah, forse perché qualcuno della lista abita a Loreto...

      Elimina
    5. Villa Gigli sta nel logo perché Gigli fa parte della storia dei primi decenni di Portorecanati con i suoi concerti,le estati passate al mare da noi , i soldi elargiti per la cultura e l'Arena da lui voluta e poi intitolata.Prima di parlare fatevi un giretto al Centro Studi a studiare la storia del vostro paese e cosa e' stato Gigli per noi,compresa la cittadinanza onoraria!E voi sareste Portannari!

      Elimina
    6. Ahahah....non esistono ventose così potenti pe sta rampigata de specchi!!! State scivolando penosamente! Cambiate il logo piuttosto!!

      Elimina
    7. E' meglio guardare al futuro che al passato,al posto della villa gigli dovevate mettere il Burchio!

      Elimina
  21. Al di fuori di tutto ho capito una cosa.Trevisani da giornalista d'assalto quale è ha fatto una domanda scomoda ( d'altronde lui va fiero di aver lavorato anche per il " Fatto Quotidiano" famoso per questi scoop"),dall'altro Giampaoli ha perso le staffe troppo facilmente ed esageratamente.Sono volate offese personali che a mio modesto parere non c'entrano niente però con il coinvolgere tutta la coalizione di Città Mia.Che dovevano fare i presenti frustare Giampaoli?Quindi penso che Giampaoli abbia esagerato ma stanno esagerando tutti i giustizieri e moralisti de noaltri che come gli "untori" adesso cercano a destra e a manca di spargere merda anche alla coalizione tutta.

    RispondiElimina
  22. La Villa Gigli sta sul Comune di Loreto. Informatevi. È così

    RispondiElimina
  23. Anche in questa conferenza stampa emerge l'illogicità della politica: prima Giri dice che sarà circondato da persone giovani (forse si riferisce ai candidati) nella pratica ha figure , come Giampaoli , che fanno politica da quasi 40 anni. A volte muovono più i fili le figure esterne che il consigliere che andrà ad alzare la mano .

    RispondiElimina