QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 24 giugno 2015

LA UBALDI RISPONDE ALLA MONTALI

 


In merito alle dichiarazioni dell'ex sindaco Montali fatte ad una riunione dei Circoli "Libertà e Giustizia" va dichiarata immediatamente tutta l'indignazione mia e di una intera città che si riconosce nell'orgoglio dell'appartenenza non inficiata da alcuno degli elementi che possano paragonarci alle "malefatte" di mafia-capitale. Non si riesce a comprendere con quale logica una persona che ha ricoperto il ruolo di primo cittadino, per giustificare il proprio totale fallimento politico, debba e possa fare affermazioni che inducano una giornalista a trarre conclusioni lesive della dignità dei cittadini portorecanatesi che avranno pur mille difetti ma di sicuro non hanno niente in comune con comportamenti di stampo mafioso. Adesso basta. La Montali è semplicemente e banalmente caduta vittima della sua incapacità di ascoltare e governare le esigenze di una città oltre che della sua arroganza e cattiveria mascherata dietro le solite accuse fatte a chiunque abbia avuto l'"ardire" di contestare le proprie posizioni assurde. E si tratta di Associazioni locali (tutte), di cittadini singoli, di ordini professionali come quello dei Giornalisti o degli Avvocati, Enti come l'Arpam, la Provincia e la Regione, Società come il Co.sma.ri e l'Astea. Sempre colpa di qualcuno ...dopo la Ubaldi. Non ha mai fatto dell'ascolto la base dei comportamenti e dei provvedimenti adottati contro e mai per. E ormai basta con la storia del Burchio. E' chiaramente la foglia di fico dietro la quale nascondere l'inettitudine di una azione politica neanche avviata. Ha ricevuto lettere anonime di minacce? Alzi la mano quel sindaco che non ne ha mai ricevute. Nessuno però si è mai lasciato influenzare da chi si nasconde dietro l'anonimato per dare sfogo alle proprie paranoie o rivendicazioni e nessuno ha mai prestato alle stesse più attenzioni di quanto dovuto in via precauzionale. ha ricevuto una lettera anonima a sfondo sessuale? Si è trattato sicuramente di un episodio di bassissima lega per il quale, all'epoca, ho dichiarato la personale solidarietà alla "donna" prima che al sindaco. Nessuno di noi ha mai saputo di altre lettere minacciose pervenute. Perché dirlo oggi ai Circoli di "Libertà e Giustizia". Con quale scopo se non quello di danneggiare una città che - a suo parere - non ha saputo capirla (povera cocca!!). E collegare il tutto al "Burchio". Non ho mai visto un anonimo firmarsi con il proprio nome. Che anonimo sarebbe? E le altre lettere, se mai sono arrivate, da chi sono state firmate? Quelle fatte pervenire a me avevano nomi di cittadini indigeni ovviamente ignari ed una firmata J.F.Kennedy. Dovevo lasciarmi intimidire? Mai fatto e neanche mai passato per l'anticamera del cervello farlo. Io ho la sensazione che stia cercando disperatamente di buttare per l'ennesima volta la colpa su altri per non ammettere, prima di tutti a se stessa, il proprio fallimento che - a mio parere - non è tanto il ritrovarsi senza maggioranza, cosa che può succedere e succede di frequente, quanto non aver voluto prendere atto di non avere più i numero (per la tracotante arroganza personale e di chi le era rimasto vicino) ed aver indotto l'effettiva maggioranza dei consiglieri a ricorrere all'art. 141 per lo scioglimento del Consiglio Comunale. E basta con lo stigmatizzare il ricorso al notaio. E' previsto dalla legge e perché le fa tanto male? Forse perché aveva programmato qualche azione di intimidazione e scherno da mettere in pratica in Comune nei confronti degli ex alleati, così come aveva cominciato ab fare dal balcone di palazzo Volpini, e il ricorso al notaio le ha tolto questa soddisfazione? E questa sarebbe l'alta levatura morale della ex? Perché ai circoli non ha raccontato questa verità? Perché ha parlato di chi aveva fatto scelte politiche diverse e non di se stessa? Io le mie responsabilità me le sono sempre prese quando erano comode e quando erano scomode e le scelte le ho sempre fatte motivandole ampiamente. Lei poteva fare altrettanto affermando il contrario. Sul Burchio non è caduta nessuna maggioranza tanto che gli atti sono stati approvati. Ma è normale che anziché prendere atto di posizioni diverse da parte di consiglieri (che tra l'altro non hanno neanche votato contro ma si sono allontanati dall'aula proprio per rispetto della diversità di opinione con il resto della maggioranza) abbia approfittato dell'occasione per insultare pesantemente quegli alleati oltre che la minoranza (cosa che non faceva specie visto che non ha mai fatto altro). No la Montali non è caduta per la posizione sul Burchio e per aver mantenuto fede alle promesse elettorali. Le ha disattese tutte e basta chiederlo ai suoi elettori, non ai miei. E' caduta per quello che ha fatto con il solo intento di punire chi non riteneva amico, collaboratore interno o semplice cittadino, associazione o ente, e per tutto quello che ha distrutto perché opera di chi l'aveva preceduta e per tutto quello che non ha fatto e non ha saputo fare, per il suo ritenersi superiore a tutto e tutti, degna di approvazione incondizionata solo perché sindaco, perché si riteneva titolare del diritto di pollice verso o alzato nei confronti di chiunque senza consentire neanche il diritto di replica e perchè è stata vittima della sua volontà ed ambizione di apparire (ha perso così il suo primo assessore) sulla stampa ed in televisione, per la sua incapacità di ascoltare e di voler capire. Ecco perché è caduta. E dopo quelle sue dichiarazioni che ci hanno collegati a mafia-capitale abbiamo la prova provata che è stato un bene averla mandata a casa, forse troppo tardi, perché ci ha ulteriormente convinti che a lei di Porto Recanati non importa e non è mai importato un fico secco e che per cercare di salvare la propria immagine non ha addirittura esitato a gettare fango infame sulla città fino a farci accomunare a vicende con le quali non abbiamo mai avuto, non abbiamo e mi auguro non avremo mai niente a che vedere. Per lei evidentemente vale il "muoia Sansone con tutti i FilisteI" ma la città è più forte delle infamie ed i porto recanatesi molto meglio di quello che lei immagina e pensa ed insieme, sono certa, lo dimostreranno. Già avviate le procedure per la tutela del buon nome di Porto Recanati con tutti gli annessi.


Rosalba Ubaldi

 

26 commenti:

  1. Complimenti Rosalba ancora una volta per la tua analisi della situazione, grazie perché tieni a portorecanati e al suo Buon nome, grazie di averla mandata a casa a nome mio è di molti.moltissimi portorecanatesi!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma le auto chi le brucia? Le suore? Ma fattela finita con sta ipocrisia !

      Elimina
    2. Certo l hai mandata a casa perchè aveva cominciato a togliere i coperchi

      Elimina
  2. Ma chi le dà il diritto di dire che i porto recanatesi stanno con lei? Io con la Ubaldi non ci sto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la Ubaldi ci sta il pd,fra poco ci diranno che sono di sinistra tutti e due

      Elimina
    2. Mi pare di leggere che parla dei portorecanatesi che hanno l'orgoglio dell'appartenenza a questo paese. Se tu non ce l'hai, stai con chi ti pare. Mica ha parlato di tutti i portorecanatesi. Non credo che possano essere compresi i Riccetti, Paccamiccio, Zoppi, Stefanelli e compagnia (poca in verità). Ah ma è vero, che c'entrano quelli con Porto Recanati ? Riccetti abita a Sirolo dove manda a scuola i figli e si dice che abiti in una zona bellissima (anche quella è stata molto contestata da Italia Nostra perchè area protetta del Conero ma poi lui ci ha comprato casa), Paccamiccio abita a Montorso, la Stefanelli a Loreto e poi ? Parlano ancora di Porto Recanati ?

      Elimina
    3. chi da il diritto alla montali e la sua nuova combriccola di amici di assimilare porto recanati a MAFIA capitale?

      Elimina
    4. non mi verrete a dire che la Ubaldi è di Porto recanati...

      Elimina
  3. È ora che la Montali inizi una terapia intensiva con qualche esperto, ha seri problemi mentali da quando le hanno tolto la fascia di miss over!!! E tra mpo va a rimediare qualche boccatò se non si sciacqua la bocca.....proprio mai una volta, mai un'ammissione di colpa senza vergogna.,,solo accuse agli altri....ma quelli del PD dove l'hanno presa??? Tirata fuori da un manicomio!,!

    RispondiElimina
  4. https://www.google.it/url?sa=i&rct=j&q=&esrc=s&source=images&cd=&cad=rja&uact=8&ved=0CAUQjhw&url=http%3A%2F%2Fwww.lastampa.it%2F2015%2F04%2F27%2Fitalia%2Fcronache%2Fsalvini-respinto-da-un-cordone-di-immigrati-a-porto-recanati-AJtEffPTVzgodoPHvIFy3L%2Fpagina.html&ei=75-LVZHmBcPfU9fhkdAM&bvm=bv.96782255,d.d24&psig=AFQjCNEIlFwaHKWbxcFOCRcqjzBCHTQ_zg&ust=1435300112190167

    RispondiElimina
  5. vi paghiamo NOI..altro che ....fuori da porto recanati,andate a ingrassare un'altra famiglia...!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  6. Fermate la Montali!! Non è un esortazione è un imploro! Qui non ci stiamo più dentro, ma siamo matti da legare????!!!

    RispondiElimina
  7. Gentile Dott.ssa Ubaldi ... non avrei saputo esprimere meglio quanto provo! Grazie, veramente grazie di cuore.
    Probabilmente ai più non interessa, ma ricordo che in qualità di Sindaco era sempre presente alle inaugurazioni degli eventi culturali che ho organizzato e le rare volte che le era impossibile partecipare era presente l'ex Sindaco Fabbracci (in qualità di Assessore alla Cultura). Ed in un paio di occasioni mi avete addirittura onorato della vostra presenza insieme. L'ex Sindaco Montali ha partecipato una sola volta in occasione della premiazione di un Concorso di Poesia per sordomuti. Forse perché ... sordi e muti? O più probabilmente perché si è dimenticata delle promesse fatte in occasione di una riunione di Presidenti delle varie Associazioni da lei indetta, durante la quale a gran voce prometteva una maggiore partecipazione dell'Amministrazione alle attività delle varie Associazioni. O forse perché troppo impegnata per presenziare ad una sciocca e inutile attività culturale? Per il sottoscritto la cultura non è MAI stata sciocca e/o inutile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo che si sbagli, probabilmente non ha notato la presenza, ma il sindaco Montali non ha mai mancato agli appuntamenti, né direttamente, né delegando assessori. Probabilmente si sbaglia

      Elimina
    2. Giuseppe Russo25 giugno 2015 23:58

      Signor "anonimo" ... perché poi anonimo? Ho firmato il commento, cosa la spinge a "nascondersi" dietro l'anonimato per difendere l'operato della Montali? Sono Presidente ed organizzatore degli eventi di cui parlo. Escludo l'ipotesi di una sua partecipazione in forma "trasparente" ... o "anonima". Se la Montali fosse stata presente l'avrei vista ed invitata sul palco per ringraziarla. Evidentemente non è MAI mancata alle "sue" manifestazioni, Sig. anonimo. Deduco quindi che per la Montali esistono figli e figliastri e certamente per l'ex Sindaco appartengo alla seconda categoria. Non metta in dubbio le mie parole e si informi meglio circa l'operato delle persone di cui prende le difese, per non incorrere in grossolani errori che non le fanno onore. Chieda all'ex Sindaco a quali degli eventi da me organizzati ha preso parte, escludendo la premiazione del Concorso di poesia organizzato dal Prof. Pigliacampo per i sordomuti. NESSUNO! L'anonimato non l'autorizza a dichiarare inesattezze perché può essere "anonimo" ai miei occhi ma non alla sua coscienza.

      Elimina
    3. ano delle 21.02 : mettece na pezza e cùgecela! :-)

      Elimina
    4. 21.02 ma che stai a dì? durante la stagione all'arena l'estate scorsa non c'era mai... e non solo lì.
      c'era sempre Canaletti a fare le veci del comune, il che di sicuro non gli dispiaceva per come è fatto. ma almeno lui c'era.

      Elimina
  8. Ci vorrebbe una raccolta firme di portorecanatesi indignati per le parole della Montali.qualcuno che ci capisce perché non la organizza? Ho detto portorecanatesi quindi sono esclusi i residenti di Sirolo e Loreto che lì pagano le tasse e li conducono la loro vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece farei una raccolta firme contro i perbenismi falsi di questo paese. Come se non lo sapessimo tutti come funziona questo GIOIELLO di paese.

      Elimina
  9. argano perchè non pubblichi tutti i post di quando "comandava la Ubaldi" - me pare che certa gente ha la <memoria corta e non se ricorda de gnente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' quello che spera la sinistra portorecanatese.
      Che la gente fra un anno si sia dimenticata dei danni creati da questi compagni di merende
      che ci hanno comandato in questo ultimo anno.

      Elimina
  10. mi piacerebbe sapere, da un avvocato SERIO e non da un peracottaro, se un Paese può inoltrare una querela per diffamazione o se è una cosa solo per "persone fisiche".
    qualcuno mi risponde?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Va dal commissario......e scaglia la prima pietra

      Elimina
    2. Ci vuole poco, prendi un banchetto, ti metti per il corso e fai la raccolta firme, vediamo quanti siete.

      Elimina
  11. Tanta acidità, Argano, non me la ricordo e non la vedo spesa in egual misura per la Ubaldi, è veramente molto evidente, anche nella scelta di aggettivi come martire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io ti prometto una cosa: se un giorno la Ubaldi dovesse rigovernare la nostra cittadina e un anno dopo la vittoria delle elezioni la sua giunta dovesse cadere per disgregazione della sua maggioranza e lei, per giustificare la sua caduta, iniziasse a promuovere una qualsiasi iniziativa propedeutica alla scrittura di un articolo da parte di una giornalista di fama nazionale tendente ad avanzare tesi secondo le quali Porto Recanati é uguale a MAFIA CAPITALE, io non appellerò la Ubaldi con un semplice "MARTIRE". No, ti prometto che ci andrò più pesante. OK?

      Elimina