QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 10 marzo 2015

LO STRABORDANTE POTERE DEI SOCIALISTI A PORTO RECANATI

Sono pochi. Sono sempre quelli. Ma hanno in mano un paese…..

Di loro dicono sempre che sono un gruppetto di persone. Un centinaio di aficionados. Che negli ultimi anni sono stati un po’ ondivaghi: prima con il centro sinistra quando uno dei loro massimi esponenti (Giampaoli) era sindaco di Porto Recanati, poi con il centro destra di Rosalba Ubaldi dove hanno ottenuto un assessorato con Agostinacchio, poi dimessosi, e infine nuovamente con il centro sinistra a guida Montali.

Di loro non si può far altro che constatare che hanno un potere decisamente superiore (e inversamente proporzionale)  al loro consenso elettorale. In qualche modo sono ben presenti alla Consmari,  Pro Loco e Iat (che si stanno fondendo) e nella nostra cittadina, tramite il loro assessore di riferimento (Canaletti) che hanno appoggiato alle ultime elezioni, controllano settori fondamentali come il turismo, lo spettacolo e la gestione dei rifiuti. Non poco, come potete capire. Anzi, tanta roba.

Forse troppa.

Sembra che Sabrina Montali non si rechi a nessun incontro politico strategico se non è accompagnata da qualcuno di questi grandi vecchi che, lo sappiamo tutti, rispondono ai nomi di Giampaoli e Agostinacchio (per rimanere nei due nomi più conosciuti). Godono, nel paese, di tangibile considerazione. Nell'immaginario  collettivo del portorecanatese medio, sono "quelli che di politica ci capiscono", per intenderci.

Su questo blog spesso ci si è scannati nell’analizzare i dati elettorali ottenuti da UPP e Partito Democratico. Il tifo delle due parti (ora in rapporti non più idilliaci) non ha fatto altro che ricordare quanto l’ammontare delle loro rispettive preferenze sia stato determinante nella vittoria della coalizione e quanto, a questo consenso, sia corrisposto o meno un “peso premiante adeguato” sotto forma di incarichi politici assegnati (vedi assessori o incarichi nelle “partecipate”).

Nessuno sembra aver capito la verità: il centro di potere politico economico a Porto Recanati è in mano a un centinaio di socialisti. Che controllano praticamente tutto. Sono molto più influenti, per capirci, del PD, ovvero del partito del 41% . E mentre gli altri si scannano, loro controllano, in silenzio,  il vero potere.

Ecco, a questo punto,  ci chiediamo come mai ai socialisti non sia stata data anche la Farmacia. E’ la chicca che manca per fare cappotto. La ciliegina sulla torta. L'ultimo lembo di potere da reclamare.

E poi, dai, quel Temperoni ancora in quel posto, ormai, fa un po’ sorridere.

Diamo la Farmacia ad un socialista.

Da questo blog parte l’hashtag: #diamolafarmaciaaunsocialista

Sindaco Montali, sono i suoi preferiti no?   Che aspetta…????




31 commenti:

  1. Francamente non capisco l'ironia di questo post. Se uno sparuto gruppo di politicanti riesce a detenere un consistente potere è sicuramente un merito politico che dovrebbe far riflettere più che sorridere. Se la farmacia verrà data ad Agostinacchio che scandalo è? In fondo è stato lui l'amalgama di questa maggioranza. Oppure bisogna fare il tifo per Palestrini che è il primo dei silurati? Oggi SEL nn arriva neanche a 150 voti...rappresentanza più da comitato di quartiere!!! Però dai argano sono con te e ribatto con #diamolafarmaciaadunexcomunista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si scherzava. Si era estremamente seri!!!!

      Elimina
    2. Emanuele De Chellis10 marzo 2015 09:30

      Caro Anonimo vedi, è chiaro che di politica, almeno locale, non ci capisci una mazza. Fatti bene i conti e vedrai che Sel e Palestrini contano molto più di quello che dici caro. Ma evidentemente in giochi di potere non siamo cosi astuti e preparati come altri. Evidentemente se andasse ad Agostinacchio è palese che i parametri che erano stati definiti per la nomina a presidente della farmacia nn valgono più. Firmate vi però che tanto vi su capisce chi siete a scrivere. Ci fate più bella figura.....

      Elimina
    3. De Chellis il tuo campanilismo di bolscevica memoria fa quasi tenerezza. L'ano delle 8:58 non capirà niente di politica locale, ma tu caro compagno, i conti non li sai proprio fare. Sommando i voti di Palestrini e Morra (candidati SEL), si arriva di poco sopra i 150 voti, sommando quelli di Canaletti e Bufarini (candidati ex socialisti) si arriva intorno ai 240 voti. In questo caso i dati sono effettivi, visto che entrambi i gruppi politici hanno presentato candidati dello stesso sesso e quindi non hanno potuto raddoppiare le preferenze. Stando ai risultati quindi, caro De Chellis, è più che legittimo che in caso di scelta per la presidenza Farmacia, tra due soggetti appartenenti a SEL e a Paese Vero, sia preferibile quello di quest'ultimo gruppo. Sono le regole della democrazia, ma so che per voi "campioni di caccia al mugicco sulla steppa", sono di difficile comprensione.

      Elimina
    4. De Chellis la tua perspicacia nel " capire l'anonimato" fa a cazzotti con le sorti reali del partito di cui sei portavoce.
      Un'altra occasione persa per adorare il silenzio.

      Elimina
    5. De chellis ad ogni elezione dimezzate i voti, fatevene una ragione. Dopo 10 anni palestrini rastrella la metà di preferenze di una volta con 11 uomini in lista contro la lista da 16 di una volta, e stavate pure nella coalizione vincente.

      Una volta almeno facevate qualche bachece un pò interessante, ora per servilismo neanche più quella. Protezione Civile , Masaya , Anziani silenzio di tomba. Unica vocetta sulle buche dell'house poi siete subito tornati sulle righe.

      Elimina
  2. io propongo:

    #diamolafarmaciaaqualcuno

    RispondiElimina
  3. Argano stavolta hai fatto bingo. Complimenti. Si potrebbe replicare un blog-Argano anche su scala nazionale. Oggi ci sei piaciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero: diamo la farmacia a qualcuno,capace, onesto, preparato e competente.
      senza intrallazzi, giovane, magari in cerca di lavoro.
      un segno importante per la società civile che vuole progettare ed impegnarsi.
      ....ma il tempo passa e la fava ancora non si cuoce per i soliti giochi che tengono fermo un a paese

      Elimina
  4. Se le prospettive sono queste meglio vendere la farmacia a privati finché non è la liberalizzazione delle licenze e vale ancora tanti soldi.fare cassa e toglierla dalle grinfie della peggior politica marcia fino al midollo

    RispondiElimina
  5. Caro Argano,

    è in arrivo la sindrome cinese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già.... E mi sa che non stiamo parlando di influenza....

      Elimina
  6. quanto prende di stipendio il presidente della farmacia si puo sapere? se proprio vogliono la presidenza chi già un lavoro e stipendio fisso lo ha che lo faccia bene a titolo gratuito,oppure a una persona capace in cerca di lavoro o precario, insomma non con la solita politica di m.rda!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 7000€ lordi annui circa

      i 2 consiglieri 2000€ annui circa

      Elimina
  7. ancora i socialisti????? saltano dalla destra alla sinistra peggio delle rane. Se quessa è la politica.

    RispondiElimina
  8. La farmacia e' l'ultimo filo che tiene su questa maggioranza e il sindaco se ne guarda bene da prendere una decisione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E vero ,se poi il nuovo è Giovanni Pierini PSI ,allora .....................che sballo

      Elimina
  9. La farmacia è già di Agostinacchio, con buona pace di Riccetti e &

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora grazie Sabrina: per averci accontentato!!!!!!!!!!!!

      Elimina
  10. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  11. Scusa Argano,come fai ad accettare gli insulti nei confronti di Agostinacchio? Fiaschetti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Attilio. Sono stati momenti frenetici. Tolgo subito il commento e mi scuso. Mio errore.

      Elimina
  12. tranquillo Argano non è colpa tua ma di chi si permette di usare uno strumento per denigrare o insultare con l'aggravante dell'anonimato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È che presto sempre la massima attenzione su questa cosa. Ma oggi sta arrivando una quantità di commenti impressionante. Cala la concentrazione. E si sbaglia. Mi scuso personalmente con Agostinacchiio.

      Elimina
  13. Il problema, se è come dice l'Argano, è molto grave, perchè l'incompetenza è visibile e figuriamoci se la farmacia si può affidare ad un incompetente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando iniziamo a rispettare gli orari di apertura degli ambulatori? inutile mettere appuntamenti alle 8.30 se poi non vengono aperti prima delle 9.00..... come mai?

      Elimina
  14. si è fatta sentire la Mazza bene! Gloria già che ci sei spiegaci del MALCONTENTO dei cittadini riguardo la sala d'attesa poliambulatorio MMG orari apertura e chiusura dei bagni?

    RispondiElimina
  15. Dott.ssa Mazza tutti quanti vorremmo sapere quando voi medici di base vi decidete ad assumere una segretaria come gia fanno in altri poliambulatori è questione di civiltà passiamo ore li dentro tutti ammassati come animali, e senza servizi igienici, voi non potete trattarci così, siete stipendiati da NOI non scordatevelo, un pizzico di UMANITà concedetecela ! "una paziente QUALUNQUE"

    RispondiElimina
  16. Canaletti socialista?....ma scherzate !!! ....proprio non lo conoscete, quando mai è stato socialista?? provate a chiedergli cosa pensa dei socialisti e poi ci facciamo quattro risate.

    RispondiElimina
  17. anonimo delle 23:28 a quali ambulatori ti riferisci xil ritardo dell'apertura?

    RispondiElimina