QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

venerdì 18 aprile 2014

NONOSTANTE TUTTO... BUONA PASQUA!

Avremmo voluto farvi gli auguri in un'atmosfera un po' più rilassata ma non è stato possibile.
La notizia di oggi, purtroppo, è questa:


http://www.cronachemaceratesi.it/2014/04/17/cedono-i-piloni-chalet-si-inclina-verso-il-mare/454177/

Ci sembra quasi inutile aggiungere parole sulle condizioni della costa a nord e a sud del centro. E siamo in piena campagna elettorale.
Gli auguri, oggi, li facciamo soprattutto a chi ha tanti problemi: di lavoro, di salute, di disagio, di soldi e di incertezza. Li facciamo anche a chi, domani, penserà alla nostra città. Gli auguriamo che questi giorni di festa gli facciano immaginare una Porto Recanati più serena e meno ingiusta con chi ci lavora e ci vive. 
E che, soprattutto, la festa si porti via tutte le parole e le promesse vuote rimpiazzandole con tutta la concretezza - tanta - di cui abbiamo bisogno.

Che altro dire... buona Pasqua!
Ce rleggémo martedì. Vo' 'ndatece piano, però, cu' le culombe!



37 commenti:

  1. Il porto è la prima priorità!
    Ma va a rcoglie gli asparagi,che è meglio.

    RispondiElimina
  2. Ecco, speriamo che questi famosi tecnici della Regione, ingegneri, burocrati, vengano a farsi una passeggiata da queste parti nel fine settimana di Pasqua. Per rendersi finalmente conto di come un paese che vive di turismo sta andando verso il baratro. Sbaglio o in quella zona un paio di anni fa si è proceduto con i famosi ripascimenti? Ecco i risultati di quello sperpero di denaro pubblico. Buona Pasqua a tutti. E tanta solidarietà ai proprietari del Palm Beach.

    RispondiElimina
  3. Grazie Sindaco . manderemo i turisti a vede gli scavi per il burchio e a prende il sole sopra le scogliere . !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se tu stessi veramente fuori te ne saremmo molto grati.

      Elimina
  4. il solito idiota18 aprile 2014 09:37

    Negli ultimi giorni leggo: un morto per overdose ritrovato dopo una settimana, uno chalet abbattuto dalle mareggiate, una scuola abbandonata data alle fiamme. Mentre va in scena il più classico degli stereotipi pre-elettorali: l'asfaltura del corso(tombini inclusi). Chiediamoci che paese siamo diventati e perché, se siamo vittime o magari anche complici, se ci siamo mai preoccupati di chiedere a chi di dovere un atteggiamento più responsabile. Invece che sbraitare che è tutto marcio e proporsi ora come unico modello risolutivo. Nel giorno dell'addio a Garcia Marquez mi viene in mente il titolo di uno dei suoi ultimi racconti : "Memoria delle mie puttane tristi".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti sei firmato e tanto basta, impagabile solito idiota.

      Elimina
  5. solidarietà a tutti i bagnini che in questi anni ne hanno passate tante e nessuno ha dato ascolto, anzi sono stati abbandonati, mortificati ,ignorati,messi nei guai perchè la ragione non ha modo di essere vista da chi è annebbiato dal potere. La gente ha sacrificato una vita, famiglia, figli e anche la propria salute, adesso tutti si fanno vedere e fotografare mostrando un dispiacere... sarà sincero?

    RispondiElimina
  6. fate i boni, ce pensa lia ,da 15 anni non si muove foglia che lia non voglia e per pasqua ha preparato tante uova con ricche sorprese per noi residenti e non: il resort,le scogliere,il porto,il teatro,gli alberi tagliati in pineta per allungare il marciapiede, le buche qua e là , ecc...eccc...

    RispondiElimina
  7. quando ero piccolo papà mi diceva :a parlà e promette so tutti bravi .Un grosso in BOCCA al lupo e avanti

    RispondiElimina
  8. argano che succede? non mandi sul bloog la grande solidarietà che abbiamo per questi ragazzi che stanno passando l'inferno nel vedere i loro sacrifici buttati in marel

    RispondiElimina
  9. Lia?!, Cusa dighi mai, sgardaffo' delle 13. No spettamu che ce pensi tu.

    RispondiElimina
  10. Argano me pare cosi strano solo 10 commenti

    RispondiElimina
  11. Io penso anche che ci sono dei balneari che sono stati costruiti in posti dove assolutamente non dovevano sorgere e che per difesa del litorale si debba intendere le scogliere, ma anche una politica che impedisca costruzioni in luoghi dove non è opportuno costruire.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amico delle 23.47, ne sai qualcosa di diritto demaniale?

      Elimina
    2. a proposito di demanio, a Portorecanati esiste un assessore al demanio?

      Elimina
    3. Silvio Cingolani consigliere con delega

      Elimina
    4. ...e allora cosa sta a fà .

      Elimina
  12. vedere gli alberi tagliati lungo la strada della pineta.........erano alberi secolari....tagliati con la scusa del marciapiede, questo è quello che ci regalano quelli che votano Ubaldi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisciò delle 23.56, sai 'ndatu a scola da Fiaschetti? Se ede che capisi cume lu'.

      Elimina
    2. Sto fiaschetti sta in mezzo come il giovedì lo ficcate sempre in mezzo

      Elimina
    3. Fiaschetti, in mezzo ci si ficca da solo. Non c'è argomento che non sia passato sotto la sua tagliola e francamente ne abbiamo piene le scatole del suo attivismo. Ci fosse qualche argomento serio lo capirei, ma gli basta fare confusione per mettersi in evidenza ed è tutto soddisfatto. Adesso s'è messo, lui che è sempre stato uomo di destra di quella inferocita, con i comunisti di Giorgio Porreca e Sergio Grilli. Cosa spera di portare lì anche quel gruppo di commercianti che lo hanno fatto loro capo? Sarebbe il colmo. E poi, non era lui che si è dimesso perché la Ubaldi si candidava con Pd? Lui ha fatto peggio perché si è messo non solo col Pd ma con Palestrini che viene da Rifondazione comunista.

      Elimina
    4. Ma quanto vi rode che a Fiaschetti non sfugge niente? L'invidia è brutta bestia....cento, mille Fiaschetti!

      Elimina
    5. Fiaschetti vede solo quello che vuole perchè non si è mai interessato della difficile questione dei piani delle concessioni? se non sbaglio l'amministrazione ha speso tanti soldi pubblici non si possono buttare via cosi i nostri soldi .grazie argano

      Elimina
    6. L'unica interrogazione sul bando delle concessioni l'ha fatta Fiaschetti, l'unica interrogazione sulla mancata applicazione dei confini demaniali l'ha fatta Fiaschetti, l'interrogazione sul ritardo dei lavori per la difesa della costa l'ha fatta Fiaschetti, serve altro?

      Elimina
    7. dopo l'interrogazione il voto qual'è stato ? rimane il fatto che i soldi pubblici sono stati spesi e la situazione non è cambiata, anzi.

      Elimina
    8. E infatti diciamo che Fiaschetti è più che altro un rompi scatole con poco talento politico. Le interrogazioni sono una perdita di tempo e non cavano un ragno dal buco. Le fa chi vuol mettersi in mostra, non chi ha a cuore il bene della città.

      Elimina
    9. Se gli interessava veramente faceva sapere all'intera comunità cosa succedeva a palazzo invece solo ora scopriamo che a Portorecanati c'è una categoria con tanti guai aggiunti a quelle delle mareggiate!!!!!! forse qualcuno gli ha chiesto di lasciar perdere? Io non lo avrei fatto. saluti argano.

      Elimina
  13. Ma delle regole per costruire dove nessuna persona sana di mente lo farebbe, visto che questo è un paese marinaro, si riesce ad averle in questo paese o no? Le scogliere sono una priorità, ma che significa? che dopo perchè hai la spiaggia lunga ci fai la gettata di cemento per il ristorante, il parcheggio, il tennis? Questa storia è simile a quella di chi costruisce sul pendio dell'Etna e del Vesuvio, non lo sai che è un vulcano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo che tu sia sano di mente cosi ci sara' qualcuno che ci salva

      Elimina
  14. Davanti agli chalet in pericolo negli anni passati c'erano 200 ml. di spiaggia. Cari anonimi ignoranti direte così anche se il mare distruggesse il lungomare e la prima fila di case???????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io 200 metri di spiaggia non li ho mai visti neanche in foto... Se costruisci attaccato al mare e poi ti si portano via il balneare ... Di che ti lamenti?

      Elimina
  15. Ma parlate di quello che sapete, tutti quanti, cioè tacete.

    RispondiElimina
  16. Anonimo delle 14,59, è già successo che il mare si è portato via il lungomare,figurarsi se non si porta via i balneari dove 200metri di spiaggia non c'è stata mai.E non lo sai che non si deve costruire niente entro 300 metri dalla riva? Entro 300 metri è demanio e deve essere tutto rimovibile.

    RispondiElimina
  17. "Ve lo chiedo con il cuore in mano"ihihihihihihih

    RispondiElimina
  18. allora costruire le abitazioni vicino alla caserma dei carabinieri non è regolare .Il mare sta a 2 passi dall'entrata del cancello del pianoterra. il permesso qualcuno lo avrà dato !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo ha dato l'amministrazione Giampaoli. E allora?

      Elimina
    2. Non è vero, quel terreno era inserito nel PAI piano anti inondazioni e area vincolata al verde. Nei primi anni 2000, l'area è diventata edificabile su proposta dell' allora assessore all'urbanistica e stralciata dal PAI con la compiacenza della provincia Indovinate chi era l'assessore?.

      Elimina