QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 7 gennaio 2014

LA VARIANTE DEL BURCHIO

Vabbé, ci eravamo salutati alla vigilia di Natale dandovi appuntamento ad oggi. Certi che in questo periodo non sarebbe successo nulla di eclatante. Mai come questa volta ci siamo sbagliati. Perché si, é veramente successo di tutto. Parliamo ovviamente della variante al Piano Regolatore Generale Comunale presentata dalla nostra giunta nell'affollatissimo consiglio comunale del 30 Dicembre, che ha ovviamente scatenato una serie infinita di polemiche. Di che cosa vi stiamo informando, forse, ormai lo sapete tutti. Si tratta di una rilevante opera edile di costruzione di un resort a 6 stelle e di una serie di bungalow (ed annesse strutture sportive) in località Montarice. Nella collina della zona del Burchio insomma.

Noi dell'Argano abbiamo deciso di affrontare questo argomento con una serie di post. Per approfondirlo nella maniera più completa possibile. Iniziamo oggi, limitandoci a descrivere, in sintesi, quelle che sono le ragioni della maggioranza e quelle dell'opposizione. Non lesinando nostri pareri, come al solito e ponendo a chi di dovere alcune domande.

Le ragioni della maggioranza

La costruzione di questo resort costituirebbe una occasione unica per il rilancio turistico ed economico del nostro paese. Insomma, quasi sicuramente, il nostro prototto interno lordo ne subirebbe un indubbio beneficio. Verrebbe garantita opportunità di lavoro ai portorecanatesi. La nostra cittadina sarebbe una delle pochissime in tutta l'italia ad avere una struttura turistica di così elevato livello. Le imprese edili locali e tutto l'indotto trarrebbe beneficio dal poter partecipare alla realizzazione di questa opera. Si darebbe una scossa positiva al nostro sistema produttivo. La volumetria edificabile del nostro paese prevista dal PRG non subirebbe, di fatto, un incremento perchè altre zone ora edificabili verrebbero declassificate in "agricole".

Le ragioni dell'opposizione:

Si é proceduto alla convocazione del consiglio comunale che si doveva occupare di questa problematica con una fretta sospetta: il 23 Dicembre si é tenuta la conferenza dei capigruppi, il 24 Dicembre é stata recapitata ai consiglieri comunali la convocazione del Consiglio, solo il 27 Dicembre la documentazione inerente questa importantissima opera edile é stata consegnata agli stessi consiglieri. In piene festività. Con un paio di consiglieri (Pantone e Agostinacchio) in vacanza fuori. Per un consiglio comunale convocato, lo ripetiamo, per il 30 Dicembre. Il tutto senza avere prima acquisito i pareri ufficiali degli enti preposti (soprintendenza, provincia, Valutazione Ambientale Strategica). Si é inoltre denunciata la dubbia provenienza dei capitali che serviranno alla realizzazione dell'opera. Chi sono gli investitori? La società creata ad hoc per occuparsi della realizzazione di questo resort (la Conero Blu ndr) ha un capitale sociale versato di soli 10 mila euro. Ed ha come ragione sociale "la gestione dei terreni". Sempre l'opposizione ha denunciato la scarsa visione in materia di politiche turistiche della nostra giunta. Troppe volte in passato si era previsto di inserire all'interno di alcune opere di urbanizzazione (come al Borgo Marinaro ) la costruzione di alberghi mai realizzati. Troppe altre volte alcuni edifici o conglomerati, sono stati trasformati da turistici a residenziali (Hotel Bianchi, Villaggio Bartoloni, Area Bonanni, Area Zeus). Per poi rimanere, di fatto, senza strutture turistico ricettive. Perché poi, si chiede l'opposizione, non si tengono in debita considerazione i pareri di circa 650 cittadini portorecanatesi che hanno posto la loro firma dimostrandosi contrari al progetto? Perché poi tutte le opere pubbliche "a compensazione" di questa importante variante al PRG dovranno essere realizzate entro il 30 Aprile 2014? É uno spot elettorale in vista delle elezioni che si terranno a fine maggio? E soprattutto, é vero che tra le compensazioni é previsto da parte della Conero Blu il finanziamento alle nostre società sportive? Perché? É vero che dietro a tutto ciò c'é l'ex presidente del Porto Recanati calcio (Maresca) che avrebbe favorito l'investimento di questa società a capitali russo-americani?

Insomma i quesiti dell'opposizione sono stati numerosi e di una certa consistenza.

Le nostre domande

Come detto, svilupperemo l'argomento con più post. Ma al momento a noi de L'ARGANO sorgono impellenti due domande da prospettare al sindaco ed alla sua giunta:

A) perché questa fretta? Perché ai consiglieri di opposizione non é stato dato il giusto tempo per studiare le carte, organizzare conferenze cittadine, raccogliere autorevoli pareri, documentarsi, studiare, approfondire? Perché in piene festività e in 3 giorni, si é convocato un consiglio comunale per un argomento così importante? Non era meglio rimandarlo di una mesata? Per una questione di correttezza istituzionale e di rispetto dell'elettorato e della cittadinanza?

B) a prescindere se l'opera sia opportuna o meno e vantaggiosa o meno per lo sviluppo della nostra cittadina, perchè Rosalba Ubaldi, primo cittadino e politico navigato di lunga data, ha intrapreso una simile iniziativa politica e decisionale che non poteva far altro che compattare tutte le opposizioni? Non é un suicidio politico tutto ciò? Se fossimo degli spietati advisor politici della Ubaldi avremmo consigliato una simile variante al PRG come prima misura di una nuova consiliatura scaturita dalla vittoria di nuove elezioni. Mai come ultima decisione di una giunta in scadenza. Non pensa, la Ubaldi, di poter pagare caro, in prospettiva elezioni, una simile decisione?

To be continued.........

 

 

 

 

52 commenti:

  1. Caro Argano, in pratica ti sei aggregato alle opposizioni? Perché fare due domande al sindaco e non anche ad esempio a Riccetti? Che se non andiamo errati ha qualcosa a che vedere con un camping a Porto Recanati e con un residence a Sirolo. Niente di male per Riccetti, ma si potrebbe configurare un interesse privato, usando lo stesso metro interpretativo vostro e dello stesso Riccetti, rispetto al resort di Montarice. E anche tutta quella lenzuolata di domande dell'opposizione, se anche avesse un fondamento, quale sarebbe il reato commesso dalla giunta? Le scelte le fa chi è stato chiamato ad amministrare e non gli arruffapopolo alla Riccetti o alla Reboli. Converrete che tutti gli altri (Agostinacchio, Rovazzani e Fischetti) non c'entrano in questo discorso e che tutti, Riccetti e Reboli compresi, non hanno saputo produrre argomenti, anche non convincenti, contro il resort. Hanno semplicemente parlato d'altro sperando che i seicento firmatari (raccolti alla meglio tra parenti e familiari anche non di Porto Recanati) legittimassero le coglionerie raccontate. Si dice che Riccetti e Reboli saranno insieme alle prossime elezioni, ma è molto più probabile che Reboli cerchi altri partner se Riccetti non riuscirà a salire sul carro del Partito Democratico. Stiamo freschi! .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispettiamo il tuo parere. Ma vorremmo sottolineare che nella prima parte del post in questione ci siamo limitati a narrare le ragioni delle sue parti. Nella seconda parte del post, invece, abbiamo posto due domande. La prima sulla tempistica, e se tu eri al consiglio comunale (magari c'eri come consigliere di maggioranza.....) ti sarai reso conto che anche il Sindaco ad un certo punto ha ammesso che quel consiglio comunale avrebbe dovuto svolgersi "una quindicina di giorni dopo". La seconda domanda posta non é affatto di parte. É semplicemente una domanda di opportunità politica. Stop.
      Non capiamo invece cosa c'entri in questo tuo ragionamento il camping gestito dalla famiglia della moglie del capogruppo di Upp. Ma si, lo ammettiamo, siamo abbastanza limitati di comprendonio......

      Elimina
    2. la traduzione di ciò che dici è che è lecito giocare sporco perchè così fan tutti,questo modo di fare è vecchia politica,questo è il preludio al voto di scambio,faremo lavorare le nostre imprese(assolutamente illegale) è la promessa e la premessa del clientelismo come arma ritenuta ancora vincente come in passato.la gente di portorecanati stavolta vi manderà a casa una volta per tutte.

      Elimina
    3. Ma come si permette offendere le persone che si sono impegnate di informare i cittadini di quello che sta succedendo? Ho fatto la raccolta firme anch'io, bussando in giro, senza conoscere le persone. Nessuno ha esitato...purtroppo molti non sapevano neanche che esistesse il progetto di un resort. Ora lo sanno, e lo sanno in molti, quindi stia tranquillo che non finirà qui.

      Elimina
    4. Cerco di comprendere: quindi se la famiglia di Riccetti gestisce un camping e un resort non si può opporre ad un'opera senza senso e altamente lesiva del paese?
      Strane vedute...

      Elimina
    5. giovanotto, non mi sembra che ci sia da tradurre niente. clientelismo, voto di scambio, giocare sporco: il peggio repertorio del sinistrismo parolaio che dovrebbe vergognarsi soltanto di essere stato pensato. e tu saresti la nuova politica? quello che dovrebbe prendere il posto di quelli che saranno mandati a casa?

      Elimina
    6. Vorrei si smettesse di considerare i firmatari della petizione come degli incapaci di intendere e di volere, ai quali e' stata estorta una firma. Personalmente, quando mi e' stato chiesto di firmare la petizione, io mi ero già informata, facendomi un'idea ben precisa sulla questione. Sarebbe stato corretto da parte del Sindaco, informare tutti i cittadini delle proprie ragioni con una pubblica assemblea, invece di convocare un consiglio comunale in pochi giorni e usare toni intimidatori nei confronti di chi aveva firmato la petizione del quartiere Montarice. La "minaccia" di contattare tutti i firmatari per spiegare le sue ragioni e' suonata fuori luogo e tardiva. Sembrava quasi che si volesse trasformare la petizione in una lista di prescrizione degna di dittature di altri tempi. L'opposizione non ha "parlato d'altro", ma ha ricordato opere mai realizzate o incompiute, promesse non mantenute. Ha chiesto informazioni sulla società che avrebbe gestito i capitali e sul suo amministratore. Domande legittime. Non le faremmo anche noi da privati cittadini a chi ci proponesse di "entrare a casa nostra" con tante promesse?

      Elimina
    7. Emanuela, la tua pretesa autonomia di giudizio vacilla di fronte a quello che dici. Roba detta e ridetta e in generale senza nessun aggancio con la realtà. Ci spiegherai comunque perché il sindaco avrebbe dovuto informare i cittadini in una pubblica assemblea? Questo si chiama assemblearismo, se poi si pretende dare una voce decisiva alla massa, ed è una delle peggiori forme di demagogia. Per fare delle case occorre chiedere il parere del popolo? E il popolo è in grado di avere pareri informati? O basta che un capopopolo qualsiasi dica qualcosa affinché tutti si accodino? Qualcuno dica perché non si deve fare il resort di Montarice e io lo candiderò a sindaco. Oppure a Mago Zurlì. Dici infine che Riccetti ha chiesto informazioni sulla società che avrebbe gestito i capitali (di chi, di Riccetti o i tuoi?) e sul suo amministratore? Bene, tutto legittimo, ma che ne è venuto fuori da far gridare allo scandalo? L'illuminismo ci ha esortato a pensare con la nostra testa, ma si sa che in Italia l'epoca dei lumi non è mai andata di moda. Ti saluto con simpatia.

      Elimina
    8. Sono veramente colpita da questo tuo excursus tra movimenti filosofici e forme di gestione politica. Nel mio commento ho detto che il Sindaco avrebbe fatto meglio a spiegare le proprie ragioni con una pubblica assemblea invece di perdere tempo a contattare i 650 firmatari trattandoli come dei dementi. Non ho parlato di far gestire il potere politico alle assemblee popolari. Esiste una maggioranza e un'opposizione: che facciano il loro mestiere. L'opposizione in questo caso, secondo me ha fatto il proprio mestiere. Non ho poi parlato di Riccetti, ma di opposizione. Non e' venuto fuori nulla di scandaloso sulla società che gestirà i capitali perché e' una scatola vuota. Non sono d'accordo che si costruisca un resort perché una meravigliosa collina verde e panoramica diventerà un fortino cementificato, perché non capisco come qualcuno voglia investire capitali in una zona priva di infrastrutture e tanti altri dubbi. Immagino che non ti abbia convinto con le mie cose banali, dette e ridette e che non mi candiderai a Sindaco........

      Elimina
    9. L'ultima parte del tuo discorso, Emanuela, è condivisibilissima e già per questo ti candiderei a sindaco. Non condivido però il fatto che se non è venuto fuori niente di scandaloso noi comunque dovremmo pensare male perché così vuole la vulgata di sinistra, che parte dall'assunto che si è tutti colpevoli fino a prova contraria. A Riccetti di ciò non importa niente e da buon avvocato gli basta insinuare il dubbio per avere l'applauso del popolino, che volentieri si lascia abbindolare da chi sa usare la parola per trascinare gli allocchi. Tu non mi sembri tale e per questo penso che con un piccolo sforzo ti potresti emancipare dai pregiudizi che soffocano sia la sinistra che la destra italiana. La collina di Montarice è già abitata e chi ha la casa lì, e magari ne ha un'altra sulla collina di Montorso o sulle pendici del Conero, non si considera cementificatore. Chiunque invece voglia godersi l'ambiente frequentando l'opportunità che gli offre l'investitore (tutto qui il problema, non le case) affarista non dovrebbe avere la possibilità di farlo. Affari, una parola tabu' a sinistra, dove ci sono branchi di affaristi che però non lo dicono e che gli altri non vogliono vedere perché sinistra è comunque bello. Non so chi sei, Emanuela, ma ti ringrazio per il tuo garbo e mi fa piacere interloquire con te. Un saluto anonimo ma comunque sincero.

      Elimina
  2. Guardatevi intorno,sempre se vivete al Porto e noterete la miriadi di cartelli vendesi,per non parlate di noti residence finiti alle aste fallimentari.Continuiamo con questo modo di fare clientelare.L'unica speranza è che le nuove generazioni vi spazzeranno via.

    RispondiElimina
  3. Caro Argano, una domanda la porrei non al sindaco ma alle opposizioni: perche' al momento di votare se ne sono andati e non hanno votato pubblicamente contro

    RispondiElimina
  4. Tutto quello che racconta l'opposizione sono "coglionerie" mentre invece dagli scranni della maggioranza sentiamo raccontarci un distillato di verità. Distillato perchè fatta eccezione del Sindaco gli altri assessori/consiglieri si distinguono per un pio e religioso silenzio interrotto qua e là da qualche sbadiglio o starnuto vista la stagione. Parlare di tutela del patrimonio archeologico e paesaggistico oggi sembra collidere in modo irrimediabile con il concetto ubaldiano di sviluppo. Un territorio sventrato da inguardabili opere inutili che servono soltanto a soddisfare iperboliche aspirazioni di lasciare traccia di sè ai posteri oltre che famelica voracità nel lucrare profitti speculativi. Questa non è la Porto Recanati che voglio dopo oltre quindici anni di cementificazione che sta iniziando a mostrare ruggine e scolorimento a cui non pone rimedio nessuno, nè il costruttore oramai fallito nè tantomeno il condomino indebitato per soddisfare l'irragiungibile status di benestante. Oggi quello che rimane sono opere incompiute, cartelli vendonsi e pavimenti di acciottolato che saltano a dimostrare l'inconsistenza di uno sviluppo che ha impoverito un territorio. Di cosa parlo? Dove sono i risparmi di quattro generazioni di famiglie marchigiane depositati presso la Banca Marche? Dove sono andati a finire? Chi ha permesso questo immane sperpero speculativo a livello politico, economico e sociale? Il primo commentatore farebbe bene a continuare a tacere come fa quando sta in Consiglio Comunale, evitando lui di dire delle grandi coglionerie.

    RispondiElimina
  5. questo lo vorrei sapere anch'io. Ma perchè avete abbandonato la sala al momento del voto anzichè votare contro? spero che qualcuno me lo spieghi perchè pur concordando con l'opposizione, non ne capisco i modi.


    Pasquino.

    RispondiElimina
  6. Uniti per Porto Recanati7 gennaio 2014 21:15

    Premesso che la maggioranza poteva contare su 9 voti e la minoranza su 6 non vi era alcuna possibilità di evitare l'approvazione della proposta di delibera, anche in considerazione del fatto che nessun consigliere di maggioranza, nel corso del dibattito è intervenuto per dissociarsi dal progetto, recependo tramite "silenzio assenso" la dichiarazione di voto del sindaco.
    Stante la situazione, e previo accordo di tutte le minoranze in detta eventualità, abbiamo deciso di non partecipare al voto come ulteriore atto di presa di distanze dalla delibera. Il gesto era altresì diretto a segnalare la grave violazione dei diritti dell'opposizione ad essere tempestivamente informati e correttamente documentati sulle questioni poste all'ordine del giorno. A tal riguardo ricordiamo che i documenti ci sono stati forniti, solo 3 giorni prima del consiglio (27 dicembre 2013) ed alcuni di essi ci sono stati addirittura negati (pareri della sovrintendenza consegnatici solo in data 2 gennaio 2013).

    Uniti per Porto Recanati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ogni volta che votate, in quanto "minoranza" non avete nessuna chance di vittoria ma nonostante ciò ho vistro tantissime volte la minoranza votare contro. Mi sorge spontanea una considerazione, non è che non avete votato contro per avere le mani libere nel caso che alle prossime votazioni diventiate maggioranza? Il defunto Andreotti diceva che pensare male è peccato ma ci si azzecca quasi sempre

      Elimina
    2. Uniti per Porto Recanati9 gennaio 2014 12:54

      Preg.mo anonimo (forse sarebbe opportuno innanzitutto che si qualificasse in modo da poter valutare pubblicamente anche la sua personale coerenza). La Sua premessa non è corretta. La discussione in consiglio serve a confrontare le diverse opinioni e non esclude il convincimento dell'altra parte (noi non amiamo perdere tempo in esercizi di retorica). Lo scopo principale degli interventi in consiglio è proprio quello di convincere chi non la pensa allo steso modo della bontà delle proprie argomentazioni. Non è un caso che in un passaggio dell'intervento il nostro capogruppo ha chiesto ai singoli consiglieri se erano perfettamente consci di quanto andavano ad approvare. Solo una volta finito il dibattito, ed espressa la dichiarazione di voto, il risultato diventa (come lei dice) scontato. A quel punto, secondo il nostro vocabolario, l'abbandono dell'aula rappresenta la più estrema ed eclatante forma di dissenso.Come gruppo consiliare abbiamo tenuto lo stesso atteggiamento quando venne espresso il parere favorevole al rigassificatore: dapprima un accorato appello ai singoli consiglieri a cambiare idea, quindi abbandono dell'aula. Prospettare una sorta di riserva mentale (voti NO ma pensi SI) è ingeneroso e per noi addirittura offensivo. Evidentemente non ci conosce ancora a sufficienza.
      Comunque Lei la pensi, la vorremmo ulteriormente rassicurare: se il nostro gruppo diventasse maggioranza NON accetteremo mai sul territorio comunale né un rigassificatore né un qualsiasi altro impianto a "rischio Seveso", se diventasse maggioranza NON avalleremo ulteriori progetti di pura speculazione.
      UNITI PER PORTO RECANATI

      Elimina
    3. Caro Riccetti, parli di argomentazioni, ma ancora aspettiamo di conoscerle. Che etica può avere poi una strategia che dice che se non riesco a convincere l'avversario politico esco dall'aula e mi rifiuto di votare? Non costringerci a dire che aveva ragione la Ubaldi nel dire che questo è un atteggiamento infantile. Quello che tu non accetti sul territorio comunale conta assai poco perché quasi certamente è il meglio per Porto Recanati. Gioca all'attacco, qualche volta, e proponi qualcosa di utile, non solo la tua smisurata ambizione personale non riconosciuta purtroppo da chi ti segue e persino dal tuo collega avvocato, e forse compare, Alessandro Rovazzani.

      Elimina
  7. Era stato chiesto il rinvio del punto in questione visto il poco tempo a disposizione dei consiglieri di studiare le carte. Spiegato il motivo dell'uscita

    RispondiElimina
  8. Hanno fatto bene ad uscire e a non far parte ad una votazione che si è svolto contro la loro volontà, ignorando le loro richieste di rinvio! In questo modo hanno dimostrato il loro totale disappunto per il comportamento scorretto dell'amministrazione. Hanno più volte sottolineato che non hanno avuto il tempo necessario per studiare la documentazione...a questo punto avrebbe avuto il senso di votare?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo che abbiano fatto bene, perché delle due l'una: o non c'è stato il tempo di studiare le carte, e allora gli interventi delle opposizioni praticamente sono solo chiacchiere di consiglieri che ignoravano gli argomenti in oggetto, oppure le carte le hanno studiate e allora avrebbero dovuto votare il loro dissenso, in linea con il loro ruolo di oppositori a questa amministrazione. Il non voto dopo avere partecipato alla discussione mi sembra un contro senso e credo che in molti lo considerino tale.

      Elimina
    2. Probabilmente i molti a cui ti riferisci sedevano ai banchi della maggioranza ed hanno sempre tenuto lo sguardo basso per la vergogna. Nn cercate di deviare l'attenzione dall'argomento principale che riguarda l'ennesimo esempio di cattiva amministrazione di questa giunta

      Elimina
    3. È stato fatto un lavoro immenso per il poco tempo a disposizione e la critica più grossa è sul fatto che i vari pareri non sono stati consegnati. Vuoi fare solo della polemica su una questione seria

      Elimina
  9. Quanti linguaccioni su questo blog. Non ce n'è uno che entri nel merito della questione. Ma si sa, a Porto Recanati piace a tutti fare gli allenatori di calcio e gli avvocati, come non bastassero quelli che siedono sui banchi dell'opposizione. E infatti più che da amministratori ragionano da avvocati.

    RispondiElimina
  10. Ma se non c'era stato il tempo per studiare le carte, di che cosa hanno parlato per oltre tre quarti d'ora ciascuno Fiaschetti e Riccetti ? Infatti dalla registrazione radio, non s'è capito un bel niente. Poi scusate, dopo aver parlato del niente è stato chiesto il rinvio ? Non mi sembra che si faccia così, ma forse non sono esperto. Se ho sentito bene, all'inizio dell'intervento di Riccetti aveva detto così come la Zoppi che erano contrari alla variante. Per erssere contrari bisogna conoscerla, o no? Poi quando sono usciti non ci ho capito più niente. Se uno è contrario vota contro, non esce. Così solo l maggioranza avrà il merito se qualcosa di buono uscirà da questa iniziativa che a me, non sembra così male. Forse è male per l'opposizione perchè magari voleva farla lei. Più passano i giorni e più ne sono convinto. Caro Argano se bastava questo per compattare le opposizioni ! Sono curioso di vedere insieme PD, SEL, 5S, Rovazzani Fiaschetti e Agostinacchio a discutere ! Con a capo chi Riccetti? Michelini? o Caporalini ? Sa quanto ci mettono a scappare...soprattutto chi lo ha fatto sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parlare , parlare,parlare e poi scoprire che con tutto questo parlare la provincia ha bloccato,chiedendo la VIA, il centro commerciale del bivio della regina. Vedi che serve parlare per tre quarti d'ora.

      Elimina
    2. Amico delle 10.25, non so se sei Fiaschetti o un suo sodale. Su Facebook Fiaschetti si attribuisce il merito di aver bloccato il centro commerciale, avendolo osteggiato per primo. Ma si da il caso che il primo a farlo sia stato Massimo Montali e che il centro commerciale non sia stato bloccato. La Via è una normale procedura prevista dalla legge e viene regolarmente attuata per opere di questo genere. Ma forse Fiaschetti ha equivocato credendo che Via volesse dire scio', via di qui.Ma ha avuto dei convinti mi piace, il suo purtroppo millantato coraggio, uno dei quali da Lorenzo Riccetti, che ha criticato il fatto che Porto Recanati con il parco del Burchio ha aperto le porte al ricco turismo russo. Lui, come Fiaschetti e Rovazzani, avrebbe forse preferito i barboni di Londra. Vedi di che pasta sono fatti i nostri politici? E dicono che pensano al futuro di Porto Recanati. Forse quello dei cimiteri, lugubri come sono.

      Elimina
    3. Indipendentemente da tutte le ca**ate che tanti lettori possono scrivere, per qualcuno sembra lecito parlare, discutere e al limite approvare una costruzione del genere in 15-20 giorni, qualcosa ci puzza qui. Cuntadì! Indipendentemente dallo studiare una pratica da parte dei partiti o gruppi politici, non vuoi sentire cosa hanno da dire le altre ditte in zona e rendere pubblici i risultati? Cuntadì! E' lecito un investimento del genere quando a Porto Recanati nel turismo di lusso è stato investito il cerume e qualche pagina fittizia inneggiando al Porto? Se Spaventa non c'è riuscito, in pochi ritenteranno. Cuntadì! E' giusto costruire altre strutture ricettive quando a Porto Recanati a luglio gli affitti sono al 40% a giugno il 25% ? Cuntadì! Secondo voi se uno non trova posto al resort a "6 stelle e 1 fava", va al Mondial o da Enzo? Andrà a Recanati dai Cuntadì. Cuntadì. E poi dai resort da "6 fave" vista "Capannoni" solo a Rho puoi trovarlo, proporremo un gemellaggio da cuntadì coi cuntadì. Infine se deve essere costruito con la mano d'opera della zona, allora andrà a costare 7-800 milioni fra ladri e cuntadì.

      Elimina
    4. Renato, una cosa abbiamo capito di tutto quell'incomprensibile papier che ci hai somministrato, che non ti piacciono e che non hai nessuna stima nei confronti dei cuntadì. All right, Renato.

      Elimina
    5. fiaschetti attilio9 gennaio 2014 18:55

      Caro anonimo delle 15.17, si vede che non leggi bene, infatti non mi attribuisco un bel niente , anzi ho ringraziato il Sig. Poeta e Montali per il lavoro fatto. Oltre a non saper leggere, non sai raccontare nemmeno le bugie:la via non era prevista altrimenti la provincia non avrebbe richiesto ulteriori studi e delucidazioni sul progetto alla società costruttrice. Come vedi non sono riusciti ad evitare la via e tutto quello che ne comporta e, credimi, per quanto tu ne possa dire, ne sono felice. Dopo che mi hanno insultato per aver detto in consiglio che in quella zona vi erano problemi per la presenza di reperti archeologici e idrogeologici, non fa che rallegrarmi. In ultimo, ti do qualche notizia:le osservazioni in provincia le abbiamo presentate io e Poeta e in comune solo Montali.

      Elimina
  11. Fiaschetti, la Via è una procedura ordinaria che si può o no attivare. Niente di eccezionale, dunque, e non vedo per quale motivo tu debba essere felice. Tu avresti rivelato che lì vicino ci sono reperti archeologici? Se non c'eri tu non lo sapeva nessuno. Ti faccio presente che quando ci sono lavori su vasta scala problemi ce ne sono di tutti i tipi. C'è da vedere soltanto come superarli. E' ancora una volta una cosa normale per la quale tu ti esalti giusto per darti un tono.Hai presentato osservazioni? Bene, tientelo per te e non andare a fare il guappo su Facebook e sull'Argano. Se tanto zelo lo mettessi su faccende più costruttive il paese ne guadagnerebbe. Ne sei capace? Andare sempre all'assalto è roba da ragazzini non da persone mature, perché ammetterai che tu non puoi essere il solo depositario della verità. Leggiti Lenin e avrai la tua fotografia.

    RispondiElimina
  12. fiaschetti attilio9 gennaio 2014 23:40

    Allora cosa scrivi che è normale che ci sia, pensa a fare il tuo lavoro che ti sono rimasti 4 mesi e poi vai a casa

    RispondiElimina
  13. fiaschetti attilio9 gennaio 2014 23:43

    Argano ti prego non censurare questo commento
    Ah ah ah ah ah ah ah ah ah non ci credo ah ah ahah ah. preparate i documenti richiesti da più di un mese altro che storie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei fare un appello all'Argano: eviti di fare il portavoce di Fiaschetti. Se vuol farsi pubblicità si trovi un altro blog, non questo. Amici dell'Argano, ammetterete che è una anomalia dare così largo spazio ai politici, che hanno bacheche, consiglio comunale, radio e quant'altro. Se vogliono dire la loro sull'Argano lo facciano sotto anonimato perché rappresentano un vero e proprio disturbo con l'invadenza del loro nome. Fiaschetti, poi, che non fa altro che attribuirsi meriti che non esistono. Ci dica se è un merito (lo ha detto lui) far perdere tempo agli amministratori e agli investitori ogni volta e sempre per delle cavolate. Oppure si illude che se qualcosa succederà al centro commerciale il protagonista è lui. Un bell'esempio in tal senso è il comitato Rigassificatorenograzie, che ha dato ad intendere che se il rigassificatore è andato a Falconara il merito è suo. Incredibile, perché tutta la faccenda è stata gestita dal Pdl (Feliciotti e Pigini lavorano alla Digitax di Pagano ) e direttamente da Gianni Letta per fare un piacere al sindaco di Falconara e alla proprietà dell'Api. Pieroni ha a sua volta attribuito a se stesso il merito sulla stessa vicenda avendo stretti rapporti con la presidente del comitato. Vedete dunque come stanno le cose? Fiaschetti, cercati un altro blog e non tediarci ulteriormente con le tue vanterie.

      Elimina
    2. a chi dice che la v.i.a. è la normalità,domando: come mai non è stata prevista e presentata in Consiglio come è stato invece per il Burchio? F.A.

      Elimina
    3. Anonimo delle 18.53, sei sicuro di sapere che cosa è la Via? F.A. riportate in calce sembrerebbero le iniziali di Fiaschetti Attilio: vedete dunque amici dell'Argano con chi si ha a che fare?

      Elimina
    4. Io lo so,tu?
      Ma veramente F.A. sta per Fiaschetti Attilio? Cavoli sei un genio.
      Fiaschetti Attilio

      Elimina
  14. L' opposizione adesso cosa ha intenzione di fare per bloccare lo scempio? Ce lo vuole dire per favore?

    RispondiElimina
  15. Tutti quelli che hanno firmato contro l'ennesimo massacro del territorio, contro una mentalità vecchia di mille anni, vorrebbero sapere a cosa serviranno le firme e dove andranno. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 650 firme di cui una cinquantina di persone che neanche abitano a Porto Recanati e chissa quante altre fatte per compiacere amici senza neanche sapere dove si trova la collina del burchio.

      Elimina
  16. Ma quando la mandiamo via la Ubaldi, quando? Dove sta questa opposizione che chiacchiera, chiacchiera e non si mette d'accordo su niente. Caporalini ci ha fatto perdere le elezioni e ancora lo chiamate a parlare dentro il PD? Allora cosa fate per il Burchio: avete pronta una denuncia? SI O NO? Reboli cosa ci fa con le firme? A chi le porta? Ma risposte certe e precise si possono avere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sembra di trovarsi di fronte a delle scimmie ammaestrate. Tutti dicono le stesse cose senza sapere quello che dicono. Argano, pubblica un glossario dei termini più usati su questo blog e spiega che cosa concettualmente significano. Sulla bacheca di Rifondazione Comunista, a firma Lorenzo Gaetini, c'era scritto durante lr feste "Buon Natale e buon anno a tutti. Governo ladro". In certi casi anche qui non siamo molto distanti da simile letteratura.

      Elimina
  17. Magari sull'argano mi rispondono gli amministratori con prove valide:
    Come ha detto il Sindaco al minuto 4 dell'ultimo consiglio comunale ascoltabile su radioerre, del 30 dicembre: PORTO RECANATI E' E RESTERA' UN PAESE TURISTICO A CARATTERE FAMILIARE.
    1- Che c'entra il Turismo di Lusso con quello familiare ?
    2- Dove sono gli investimenti ulteriori che porteranno avanti questo servizio di lusso; le alternative ? Gli investimenti nei prossimi anni quali sono, perchè se fai una struttura del genere non puoi fermarti li.
    3- Calcolando che, non si riesce a sostenere le spese di un turismo familiare che è il meno costoso, un servizio del genere a Porto Recanati con la situazione attuale, sarà una cattedrale nel deserto e nascerà morta come questa amministrazione, assolutamente priva di idee innovative.

    L'innovazione di questi 5 anni sta nella casa dell'acqua e l'idea non credo sia integralmente di quei geni che stanno ancora lassù.

    Non c'è un piano serio per l'attivazione di questa categoria di turismo, ma il gioco sta solo nel costruire li.
    Basta questo per dire no.

    OT:
    Osservavo le pistole di uno degli agenti di polizia municipale in piazza l'altro ieri. ahahha, ma che sono ABS e Metallo, pistole per metà in plastica? Spiegatemelo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che dici Renato non è del tutto vero e Wikipedia te lo dimostra:
      http://it.wikipedia.org/wiki/Resort dopo qualche riga potrai leggere
      - Normalmente l'edificio o edifici destinato a diventare un resort veniva edificato direttamente in una zona di grande attrattiva turistica, ma negli ultimi decenni è diventato comune fare l'inverso, ovvero realizzare la struttura in un luogo in sostanza privo di attrattive turistiche e costruire le strutture in modo tematico, prendendo un tema portante e realizzandovi sopra l'intero villaggio riferendo tutte le attività e le attrazioni a quel tema.
      Mi sa che siamo privi di turismo.

      Elimina
  18. anche il rigassificatore davanti la nostra costa doveva portare benefici al paese (secondo la nostra sindaca) ...e per fortuna non è stato fatto, sennò lo scorso luglio la scossa 4.9 ci rendeva tutti molto ..ricchi. morale: mai fare le cose di fretta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Informati bene e vedrai che il terremoto non avrebbe fatto una beata mazza.la nave se ci fosse stata non se ne sarebbe neanche accorta, il tubo sottomarino e sotto terra men che meno.

      Elimina
    2. ,la scossa di terremoto non avrebbe fatto nulla ad una nave galleggiante che rigassifica.informati prima di sparare certe ....

      Elimina
    3. Voci dicono che gli avrebbe fatto addirittura bene alla nave il terremoto!!! Tutti ingegneri qua oh me cojoni!!!

      Elimina
    4. il prossimo rigassificatore lo fanno fukushima...

      Elimina
  19. Non bisogna essere ingegneri per capire che a una nave la scossa di terremoto non avrebbe fatto niente, ma visto che di ignoranti ce ne sono tanti mi prometto di darvi un dotto spieghino per illuminarvi in merito

    RispondiElimina
  20. Il corriere adriatico di oggi riporta un articolo con la presentazione del progetto del burchio esposta dai fautori del "progetto".
    vorrei chiedere a questi benefattori dell'umanità alcune cosette di poco conto:
    - in mezzo a tutto questo magnifico parco di 4 ettari che farà felici i bambini portorecanatesi qualcuno sa dirmi dove parcheggeranno le auto quei disgraziati genitori che dovranno accompagnarli (nel progetto non c'è traccia di parcheggi)
    - tutte quelle fantastiche strutture sportive da chi saranno usufruibili? Sempre dai fortunati cittadini portorecanatesi in maniera gratuita?
    - e la società calcio che è praticamente fallita come risorgerà? Basta frequentare il campo sportivo per sapere come la pensano tutti i bravi gestori della società stessa. Se il progetto Burchio passa l'attività della società continua, altrimenti tutti a casa.
    Allora, ci vogliamo svegliare o continuare ad essere presi per i fondelli da questa categoria di gente che pensa solo ai propri interessi a scapito dell'intera comunità.
    Non è che invece dei turisti russi, americani, cinesi e giapponesi ci ritroviamo tutta la malavita internazionale? Mi sembra che in questo paese ce ne sia già abbastanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sicuro di star bene? povero 16.32.

      Elimina