QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 2 dicembre 2013

FAR SI PRESENTA

FAR, acronimo di Fiaschetti, Agostinacchio e Rovazzani (e in inglese termine che indica lontananza....) si é presentata alla stampa, sabato mattina, nei locali di un noto bar del centro. Non eravamo invitati, come Argano, e pertanto non abbiamo potuto partecipare. E non sapevamo nulla di questo evento perché se avessimo saputo, essendo presumibilmente aperto al pubblico, saremmo comunque intervenuti. Ponendo domande (anche scomode). Non possiamo far altro, pertanto, che riportarvi quanto riferito dal Corriere Adriatico in esito alla conferenza stampa. Buona lettura.

 

 

 

9 commenti:

  1. Niente indennità di carica!
    anche il M5s è più realistico di loro.
    Quindi anche una persona intelligente,preparata,ma disoccupata dovrebbe rinunciarvi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'idea è difficile ma pone delle dovute riflessioni. E' giusto fare politica in modo totalmente disinteressato e quindi non percepire indennità oppure è giusto concepire la politica alla stregua di una prestazione qualsiasi, magari anche ben remunerata?
      La persona intelligente, preparata, difficilmente è disoccupata, semmai non trova il lavoro sotto casa ma questa è un'altra cosa.

      Elimina
    2. La persona intelligente e preparata difficilmente è disoccupata.
      VIVI IN UN ALTRO PAESE CARO ANONIMO!

      Elimina
    3. Che stupidaggine.

      Elimina
  2. Voi pensate che uno si butta in politica per guadagnare 4 o 5 cento euro al mese facendo l'assessore? oppure 15 euro a seduta facendo il consigliere comunale? Finché non si pone fine a questi squallidi luoghi comuni non si riuscirà mai a diventare una società civile. Questi volgari pensieri sanno tanto di risentimento a poco prezzo. Non ci mancava che Grillo con i suoi discorsi a rimpolpare di proventi pubblicitari il suo blog mentre invece viene considerato un santo dalle mani pulite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Osserva l 'attuale giunta e ti darai la risposta.

      Elimina
    2. Veramente Grillo parla di parlamentari che guadagnano 10 volte quelli tedeschi, parla di consigli di amministrazione di aziende municipalizzate che costano come quelli della microsoft ed apple messi insieme, e parla dei governatori delle regioni che guadagnano più del presidente Obama. Non ha mai parlato di indennità ad assessori e consiglieri.
      Se poi ogni scusa è buona per scrditare e sviare l'attenzione ....
      Una questione morale esiste, il sistema è marcio dalla testa. Non sono i 15 euro del consigliere comunale ma i 15 mila del parlamentare ....

      Elimina
    3. Anonimo del 03 Dicembre 2013 ore 06.00 non devi osservare solo l'attuale giunta ma anche quella che c'era all'inizio della legislatura. Mi sembra, se non sbaglio, che nessuno abbia mai rinunciato all'indennità di carica eccetto Fiaschetti quando è uscito dalla maggioranza.

      Elimina
  3. Tu falli arrivare agli stipendi sopra a 500 euro poi vedi come rinunciano....

    RispondiElimina