QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 14 giugno 2012

I SALESIANI LASCIANO PORTO RECANATI

La notizia, che era sui giornali di ieri, è clamorosa. L'oratorio dei salesiani di Porto Recanati, dove tutti noi siamo cresciuti e dove i nostri figli, anche oggi, trascorrono il loro tempo libero in un ambiente che possiamo ancora definire sano e protetto, stanno per chiudere. O, nella migliore delle ipotesi, per trasformarsi radicalmente in senso restrittivo. E' un durissimo colpo per la nostra città. Perché, se così fosse, perdiamo veramente uno dei pochi punti di riferimento della nostra società.

Oggi, nel prenderne atto, siamo tutti più tristi.


21 commenti:

  1. giuliana ,alessandro,e tanti tanti tanti altri14 giugno 2012 09:19

    Certo che è una sconfitta,ma non è certo una sorpresa. I segnali sono giunti quando,sempre a fatto compiuto, ci siamo visti innalzare le impalcature per "garantire un campetto di calcio nuovo e moderno " con i sottostanti garages...la cui costruzione ha certamente contribuito a far traballare l'attigua chiesa.Il vescovo naturalmente non può fare nulla perchè già tutto compiuto, in accordo con il suo vice per Porto Recanati , don Zorzolo, che dopo la presidenza del Pensionato Gervasi sarà il fac totum urbis et orbis, con i suoi fedelissimi ovviamente.
    Non ci resta che piangere.

    RispondiElimina
  2. Ci sono stati altri momenti difficili per l'Oratorio Salesiano e li ho vissuti,ma sempre la comunità,cioè il paese tutto, ha reagito perchè rimanesse una istituzione così vitale ed in mille modi sono state volute e trovate risorse necessarie.Purtroppo oggi la comunità è disgregata, si tirerà avanti alla meglio per la buona volontà di pochi per un pò , finchè qualche affarista,commercialista trasformerà il tutto in qualcosa "che rende ",con la veste di un buonista salvatore di un bene così "prezioso".Che don Bosco ci guardi tutti.

    RispondiElimina
  3. GIA' TUTTO SCRITTO E SOTTOSCRITTO PER LA L'ALLELUJA DI DON ZORZOLO CHE SI FREGA LE MANI,PRONTO A GIURARE CHE NON SAPEVA NULLA E CHE SARA' UN PESO IN PIU' PER LE SUE GRACILI SPALLE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Giuseppe, potresti essere un po' più preciso? Che cosa gliene viene a Don Zorzolo e perché si sfrega le mani e dovrebbe dire che non ne sapeva nulla? Nulla di cosa?

      Elimina
  4. Come si può arrivare a pensare di chiudere uno degli spazi che ogni portorecanatese ha frequentato.
    Siamo tutti cresciuti li dentro imparando tante cose e divertendoci. Non credo che manchino fondi o che non ci sia personale!
    Penso che ci sia altro dietro! Perché trovare delle persone, anche laiche, che a turno controllino il cortile dei salesiani o i soldi per palloni e affini non sia un problema.
    Spero veramente che non l'oratorio non vada perduto, mandare ragazzini allo sbando in giro senza un punto di ritrovo dove giocare in maniera sana sarebbe deleterio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci posso credere! Ma sono tutti impazziti? alti preti compresi? L'Oratorio è un'istituzione a Portorecanati, ci sono passate generazioni e generazioni! E adesso, dopo il bel lavoro dei garage (a proposito, ma gli introiti chi se li è presi?) chiudono baracca e burattini? Quanti Don e non si rivolteranno nella tomba, gente che ha speso una vita o semplicemente dei momenti della prorpia per far trascorrere delle stagioni in serenità ai ragazzi. E ora? dove andranno scout, amici di Domenico Savio, ex allievi o semplicemente coloro che vogliono andare al "Campetto dei Frati"? Come se non bastassero gli sbandati per strada. Ma dov'è l'orgoglio portorecanatese? Non si può fare una petizione? Pensano che chiudendo l'oratorio si risolva il problema delle vocazioni? credo sia più facile che esse arrivino trascorrendo tempo a stretto contatto con la realtà religiosa piuttosto che per strada. Non vorrei essere perfida, ma non è che "per caso" la logica del guadagno ha conquistato anche gli alti prelati e affidando ad esterni lo stabile (per farci cosa, poi, magari in futuro un centro commerciale...) le casse si rimpinguerebbero ancora di più? La chiusura dell'Oratorio sarebbe una sconfitta per ciascuno di noi, Comune compreso. Che metta a disposizione uno spazio comunale per la raccolta delle firme contro la chiusura: sono sicura che avrebbe un successone!

      Elimina
    2. i proventi dei garages sono serviti per tappare i buchi dei salesiani di macerata che, notizia di oggi, sono in procinto di chiudere!

      Elimina
  5. Non riesco a capire cosa centri Don Zorzolo con la chiusura dei Salesiani. quanto prima cercherò notizie attendibili e spero che chi ha scritto le notizie di cui sopra sul predetto prete sia persona altamente informata e non un semplice "spargiletame".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Don in questione,caro mio, è un "imprenditore" e dove ci sono i soldi c'è la sua presenza. Non si muove denaro per il sociale che non ci sia lui o qualcuno per lui. Chiuso l'oratorio salesiano sorgerà l'oratorio del Don sopra citato. Chi vivrà .........

      Elimina
    2. scusa ma vedo che le tue sono parole buttTE LI' SENZA SPECIFICARE niente. pertanto ritengo che si siano mossi i " spandiletame" e questo fino a che non sarai più chiaro. AH VOLEVO AGGIUNGERE CHE IO NON DEVO FARE L'AVVOCATO DI NESSUNO MA RITENGO CHE CERTE ACCUSE DEBBANO ESSERE MOTIVATE altrimenti .......taci che ci fai piu' bella figura.

      Pasquino

      Elimina
  6. qualche anno fa stavo a casa di una mia amica stretta,quando ad un certo punto il padre mi chiama e mi dice che gli servivano delle informazioni sulle vie di portorecanati.lui faceva il geometra e aveva piu' volte collaborato con l'amministrazione per varie cose.mi fa vedere un grande foglio dove ci sono disegnate delle vie di un paese. lui mi dice che deve buttare giu un progetto che servira' ai vigili del fuoco per un parcheggio PUBBLICO da fare sotto il campo dei salesiani a Portorecanati,ma non essendo del posto mi chiedeva i sensi delle strade intorno all'area in questione.io ne resto stupito perche' in paese non si era mai parlato di una cosa del genere,infatti il progetto era ancora segreto,bisognava aspettare delle liberatorie.
    ancora piu' stupito gli dico se sa che sotto il campo dei salesiani c'e' un rifugio della 2°guerra mondiale ,e lui rimane allibito e mi dice che non lo sapeva e che quando lo dira' al capo progetto ci sara' da tremare!
    al ritorno a casa dopo pochi giorni vado dall'allora parroco dei salesiani e gli chiedo se sa niente della cosa,lui risponde di si' dicendo che era intervenuto alla curia di macerata per avere il permesso di fare il progetto,ma che in cambio la ditta dei lavori gli avrebbe fatto i campetti nuovi e il tetto nuovo dell'intero stabile!!!sarebbe stato il suo regalo di addio perche' entro settembre avrebbe lasciato il paese per una nuova destinazione.vista la buona amicizia tra noi l'ho supplicato di ripensarci,che potrebbero esserci stati dei danni alla chiesa ecc..ec...
    come e' andata a finire?il parcheggio pubblico e' diventato garages privati e la chiesa con il tempo e' ridotta in queste condizioni,segno che in quel tempo non sono state prese tutte le dovute precauzioni!!

    RispondiElimina
  7. Ma secondo voi, noi ce l'abbiamo un vescovo o abbiamo solo uno che ama vestirsi bene ed esibirsi allo Sferisterio di Macerata? Abbiamo uno che frequenta solo la chiesa di Padre Roberto o si interessa di problemi come questo? Oppure è uno che pensa solo ad apparire in televisione dove parla di quanto sono belle le chiese intorno a Macerata. A proposito dove va a finire l'8 per mille dei cattolici? Voi lo sapete? Questo è il momento di insorgere e di dire che l'8 per mille non si da più alla chiesa cattolica se non riaprono i salesiani.Ma tutte quelle anime pie che stanno lì dentro ai salesiani, a trafficare dalla mattina alla sera, perchè non hanno sollevato a livello cittadino la questione? Fabbracci non conosce il problema? Il sindaco non ne sa niente? Giattini anche è all'oscuro? Si sono dimenticati di tutti i voti che hanno raccolto lì dentro?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io direi anche dove sono finti i soldi fatti avere dal cattoilicissimo senatore piscitelli due anni or sono

      Elimina
  8. ho vissuto tanto tempo all'oratorio16 giugno 2012 08:13

    DON ZORZOLO CENTRA PERCHE' CE CAPE. DA SEMPRE HA VOLUTO un'ORATORIO CHE SECONDO PROGETTI DI ANNI FA DOVEVA ESSERE DOVE C'E' L'ATTUALE PENSIONATO DI CUI OGGI E' PRESIDENTE ED AL QUALE E' STATA CAMBIATA IMPOSTAZIONE PER AVERE FONDI SEMPRE CERTI.HA VINTO FELICEMENTE LA GUERRA SOTTILE FATTA AL PRESIDENTE ANTONIO BARCHETTI.LA SECONDA PUNTATA DEL SUO AGIRE E' TROVARSI (PROVVIDENZIALMENTE!) UN ORATORIO BELLO E PRONTO CHE SICURAMENTE TRASFORMERA IN UNA S.P.A.
    IN QUESTO LUI E' BRAVISSIMO!!!
    Non si tratta di spargere letame perchè chi conosce da sempre tante problematiche del paese e non le sta solo a guardare dalla finestra o per sentito dire, ma le ha vissute partecipando ,oggi può fare due più due e trarre i risultati che abbiamo sotto gli occhi. E non servono a niente affermazioni nostalgiche,poetiche:bisogna parlare con i fatti.

    j osogna

    io dire può fare delle affermazioni come quelle scritte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come volevasi dimostrare. Oltre che ignorante ( ho dovuto rileggere più volte il tuo scritto per cercare di capire cosa volessi dire) sei anche che sei all'oscuro di tutto e critichi solo per sntito dire o perchè .... è di moda. A questo punto preferisco evitare di risponderti perchè ritengo il mio tempo assai più prezioso delle tue str......e.

      Elimina
  9. Dal momento che è a settembre che avvengono spostamenti e sistemazioni,dal momento che i giochi sono stabiliti, dal momento che tantissimi abbiamo a cuore le sorti dell'oratorio, è ora che facciamo ciascuno concretamente la propria parte in maniera decisa ,perchè l'ispettoria centrale di Roma riveda la nostra realta'.ABBIAMO A NOSTRO FAVORE LE RECENTI VOCAZIONI DI UMBERTO E SIMONE,IL NOSTRO E' UN PAESE CON UN GRANDE NUMERO DI GIOVANI STRANIERI E NON ,NON CI SONO ALTRI LUOGHI DI AGGREGAZIONE GIOVANILE CON FINALITA' EDUCATIVE ED IL TESSUTO SOCIALE IN PROSPETTIVA E' DISASTROSO. MUOVIAMOCI PERCHE' LA MOTIVAZIONE NON E' CERTO IL TETTO DA RIFARE O I SACERDOTI CHE MANCANO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma concretamente cosa possiamo fare? Firmare una petizione da presentare al consiglio ispettoriale dei Salesiani?
      L'oratorio oltre che ad occupare un posto importante nel cuore di tutti noi, rappresentare un punto fermo nella storia dei portorecanatesi (e non), un nido in cui tutti noi abbiamo condiviso il gioco, la preghiera, l'amicizia. Anche per il Comune sarà un grosso problema non poter contare più in questo luogo di aggregazione e quindi, perché per una volta non agire insieme alle istituzioni? Questa è una delle occasioni in cui non ci si può mostrare divisi

      Elimina
  10. Perché non si chiede aiuto alla parrocchia di San Giovanni che vanta così tanti giovani preti!?!?

    RispondiElimina
  11. per il bene di tutti è bene che don Zorzolo stia a casa sua

    RispondiElimina
  12. non è una questione di mancanza di vocazioni, non è un problema di soldi per rifare il tetto,è un progetto iniziato lentamente con la vendita del campetto dei sassi,è un progetto che purtroppo sarà il punto finale di una disgregazione sociale locale,che riferito ai giovani e giovanissimi sarà un disastro che vedremo nel tempo.

    RispondiElimina
  13. Dove sono i tanti bravi ragazzi di ieri e di oggi difensori dell'oratorio?
    Un argomento come questo dovrebbe riportare tanti commenti,tante proposte.
    Mi pare che al di là delle belle parole,piene di nostalgia ,di ricordi incancellabili, nessuno fiata.
    Effetto estate? Effetto mare? Effetto tanto ci pensa qualcun altro?Effetto mejo non impicciasse?Effetto morto un papa...?
    Insomma dove sta la comunità che vuole difendere una istituzione allo sbando?
    E le autorità locali cosa dicono e cosa fanno ?

    RispondiElimina