QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 22 marzo 2011

TRABALTO'??

Lasciateci dire che ieri noi dell'Argano, con il post "I pizzini del senatore", avevamo anticipato quanto appare evidente scorrendo la cronaca politica dei giornali nella giornata odierna.




Avevamo colto nel segno, insomma. Come se non bastasse, oggi apprendiamo che effettivamente, dentro Palazzo Volpini, tra le fila della maggioranza, si stanno vivendo momenti di tensione politica e la parola "crisi" rimbalza dal chiacchiericcio popolare alle colonne dei giornali.

Riportiamo qui di seguito l'articolo del Carlino Marche di oggi:


Resto del Carlino del 22.03.2011

Come potete leggere, le dichiarazioni del nostro sindaco, ovviamente pressato dai consiglieri di maggioranza di area PdL sulla possibilità che sia un atto un vero e proprio ribaltone, con l'accordo locale tra Pd e UdC, sono molto sibilline:

"Ritengo indispensabile", dice la Ubaldi, "poter contare su una maggioranza coesa che condivida questo obbiettivo ben oltre gli interessi del momento e di bottega"

Il linguaggio politichese del nostro sindaco alimenta ancora di più il giallo "trabaltò" di questi giorni.
Ci saranno forze che consentiranno alla Ubaldi di contare su una maggioranza coesa? E se sì, quali?
Lo scopriremo a breve...

4 commenti:

  1. LE FORZE CHE CONSENTIRANNO IL TRABALTO LA SINDACA LE PRENDERA' LA' DOVE FINO A L'ALTRO IERI PRENDEVA SOLO INSULTI,OSSIA ACQUISTANDO LA COERENZA DI RICCETTI,PANTONE,ECC ECC.CERTO CHE ORMAI LA VERGOGNA NON CE L'HA PIU' NESSUNO MA DAVANTI ALLA POLTRONA LIBERA POCHI RESISTONO, ALLA FACCIA DEGLI ELETTORI!

    RispondiElimina
  2. Stefanelli Giuseppe23 marzo 2011 11:07

    Scilipoti, Razzi ed i Responsabili anche a Porto Recanati ?

    RispondiElimina
  3. Giovanni Giri23 marzo 2011 12:05

    Da consigliere comunale eletto nelle file dell'opposizione, non fornirei MAI alcun sostegno alla sopravvivenza politica della maggioranza o di parti di essa, in caso di crisi.
    Il motivo è che non ne ho mai condiviso l'atteggiamento e il modo d'intendere la politica cittadina, da oltre 10 anni a questa parte.

    RispondiElimina
  4. L'unica crisi che vedo è quella d'identità dei nostri politici. Consiglio: andate tutti a zappare la terra, li servono tante braccia, e magari all'aria aperta vi si chiarisce pure l'idea confusa!!!

    RispondiElimina