QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

venerdì 23 ottobre 2015

CORTESIE

Sulla vicenda parcheggi, una piccola CORTESE spiegazione da parte di chi all'epoca dei fatti aveva responsabilità di governo ed era competente in materia, ce la saremmo aspettata. Purtroppo, invece, c'è stato il solito  assordante silenzio.

Lo stesso silenzio successivo alle CORTESI famose ulteriori spiegazioni dell'imprenditore Luca Raccosta dopo i fatti che lo hanno riguardato 

Lo stesso silenzio, verrebbe da dire, di chi non ha giustificazioni. E preferisce tacere.

Si spera solo che tra qualche mese, gli stessi personaggi, non vengano a pontificare, in campagna elettorale, future "chiarezze e trasparenze". Perchè non sarebbero più credibili.

La questione parcheggi non ha avuto CORTESI spiegazioni da nessuno dei suoi architetti. 

E a partire dalla prossima estate, quando andrete alle poste, oltre all'obolo del bollettino che dovrete pagare, aggiungete anche la CORTESE "tassa parcheggio". Senza fiatare, possibilmente.

Io rimango sempre molto deluso da certi atteggiamenti. Penso che ogni amministrazione che si succede abbia il diritto di compiere delle scelte per le quali verrà poi  giudicata. Ma penso pure che il dialogo, le CORTESI spiegazioni del caso, l'interagire tra politica e cittadinanza, debbano essere elementi portanti di una sana democrazia. Ma ormai è evidente: mi sbaglio. Non è così. Ne abbiamo prova tutti i giorni.

Pertanto, su questo blog, da ora in poi, ogni volta che dalle parti di UPP, che lo ricordiamo all'epoca dei fatti aveva l'assessore all'Urbanistica che sulla questione parcheggi era ed è informato ma che non vuole CORTESEMENTE riferire, emaneranno un qualsiasi comunicato inviandolo magari ad altre testate e non a questa, io pubblicherò quello scritto. Anteponendo queste due domande:

1) Perchè all'imprenditore Luca Raccosta non è stato rivolto un CORTESE ascolto?

2) Può una dettagliata delibera di Consiglio Comunale essere sconvolta da una successiva delibera di Giunta, in esito alla quale, spazi pubblici preposti a rimanere tali,  vengono concessi a privati tramite bando di gara?  Si o No?

Se vogliono che io smetta di fare quanto sopra, dovranno CORTESEMENTE rispondermi.

Precisato questo, ieri in Via Dei Cementieri sono stati installati i parchimetri. Per cui, si presume, da domenica prossima se vorrete parcheggiare in quella via dovrete inserire delle CORTESI monete dentro queste piccole colonnine che troverete posizionate nella zona.

A tal proposito, da cittadino, vorrei CORTESEMENTE vedere la stessa solerzia usata per autorizzare la ditta vincitrice di bando ad installare i parchimetri in una zona di parcheggio che secondo i contenuti della  delibera consiliare  n° 5 del 30/03/2015 (la madre di tutte le delibere) doveva rimanere NON a pagamento, applicata anche nella produzione di atti, moduli, istanze che possano garantire ai comuni cittadini in loco residenti,  ad avere la possibilità di parcheggiare nei 48 posti a loro riservati dalla ordinanza del Comandante della Polizia Municipale n° 229 del 20/10/2015.

Anche in considerazione del fatto che ieri ho CORTESEMENTE  scritto alla Polizia Municipale per avere informazioni in proposito ma nessuno mi ha CORTESEMENTE risposto.

Perchè noi cittadini dobbiamo essere sempre CORTESI.

Ma non fessi.













8 commenti:

  1. Quando riccetti fa queste figure di m... Sta in silenzio e spera che la gente dimentici poi in campagna elettorale dira che lui èbla nuova politica lontana da accordi ed accordicchi

    RispondiElimina
  2. Vergogna! A quanto ne sapwvo i parcheggi in questione sarebbero dovuti rimanere "bianchi" per via degli "azzurri " di corso Matteotti.

    RispondiElimina
  3. Credo che il ragionamento fatto dall' argano sia di buon senso. Dare risposte non e' solo un atto di cortesia ma dovere di ogni buon amministratore. E UpP non lo e' stato. Se sono capaci di farlo ci mostrino il contrario

    RispondiElimina
  4. Il comandante ha dato delle risposte ai nostri quesiti
    "Quelle della giunta erano linee guida ,in un secondo momento si è deciso di aggiungere le altre vie".
    Quindi tutto regolare.
    Ma fatemi il sacrosanto piacere , ma io che sono di Porto recanati è non abito in centro dove devo parcheggiare?
    A giugno ri votate li si fenomeni pure le feste in campagna a cantare slogan ci siete andati .

    RispondiElimina
  5. La speranza è che le malefatte di Sabrina e UPP siano terminate qui, altrimenti si rischia veramente che i cittadini di Porto Recanati debbano cambiare città. La famosa trasparenza tanto sbandierata da lor signori è finita in un bicchiere d'acqua, l'occhio lungo lo ha avuto il PD in tempi non sospetti, cioè quando ha spedito lor signori a quel paese. Voglio proprio vedere la prossima estate dove posteggieranno i residenti? già con le striscie bianche era difficile il parcheggio nei mesi di luglio ed agosto. Probabilmente chi ha la casa a lido delle nazioni, a Silrolo, e a Montorso non ha molto a cuore le sorti dei Portorecanatesi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quelli del pd POSTEGGIERANNO dove c'è posto?oppure POSTEGGIERANNO dentro ai garage.

      Elimina
  6. Le risposte eran dentro le delibere. evidentemente non siete così attenti quando le spulciate, eppure avete scritto fiumi di parole da esperti di settore. Il consiglio comunale vota le linee guida e la giunta decide i dettagli. Quindi nessuna mancanza di trasparenza ma solo una volontà politica. La domanda è siete d'accordo a far pagare i parcheggi al centro della città? Io si, come si pagano in tutte le città d'Italia. Non dovete fare neanche tanta strada, basta andare a REcanati o civitanova. Tra l'altro a porto Recanati saranno lasciati liberi parte dei parcheggi e alcuni addirittura solo per i residenti a differenza di oggi che per loro non c'era nessun posto dedicato. Quindi, come vedete i cittadini e residenti sono tutelati. I turisti pagheranno udite udite 50 centesimi all'ora...forse una tariffa tra le più basse della regione.

    RispondiElimina
  7. ANONIMAMICATANTO23 ottobre 2015 13:47

    caro Argano sei sempre chiaro ma sulla questione parcheggi qua sopra sei stato LIMPIDO e fin troppo CORTESE tutti ci aspettavamo uno Straccio di risposta ma con che faccia di MxxxA ci verranno a richiedere il voto RICCETTI NASCONDITI!

    RispondiElimina