QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 1 ottobre 2014

SERVIZIO SCUOLABUS. CI SCRIVE LA UBALDI

Riceviamo e pubblichiamo da Grande Futuro per Porto Recanati:

Nel Consiglio Comunale di ieri sera tra i punti all'ordine del giorno c'è stato l'affidamento del servizio di assistenza e vigilanza negli scuolabus per la scuola dell'infanzia. La maggioranza ha dichiarato di voler affidare i servizio ad una cooperativa sociale mediante bando, seguendo una regolarità amministrativa maggiormente garantista per chi amministra ma di fatto smantellando il servizio per gli altri gradi di istruzione per i quali la legge non impone l'obbligo di assistenza ma che da sempre, le Amministrazioni Comunali precedenti, ha garantito. Le lezioni sono già iniziate da tre settimane ed attualmente il servizio di assistenza nei pulmini è stato affidato fino alle vacanze natalizie, ad una associazione che è composta da tutte quell figure che da anni effettuano lo stesso servizio. La maggioranza ha ribadito l'obbligatorietà dell'assistenza solo per la scuola materna, riservandosi in futuro di trovare soluzioni a costo zero per le altre due scuole, elementari medie. Le soluzioni prospettate sono identificate nei lavoratori socialment utili (LSU) ed in gruppi di volontariato che non percepirebbero alcun rimborso o incentivo. Grande Futuro per Porto Recanati intervenuta con tutti i suoi consiglieri sull'argomento ha tentato disperatamente di far comprendere come l'assistenza sui pulmini sia necessaria per la prima infanzia ma ancor più per le altre scuole, quando i bambini presentano comportamenti tali da procurare a se stessi e agli altri danni di vario tipo, fisico, psicologico comportamentale, nel caso in cui vengano lasciati da soli o male seguiti ne tragitti da casa e per casa. E ciò é a nostro parere convalidato dall'esperienza della Citaroni in qualità di maestra per decine di anni e della Ubaldi che come Fabbracci e Sampaolo ha fatto l'esperienza diretta salendo più volte sui pulmini per rendersi conto di persona delle problematiche rappresentate ripetutamente da genitori, insegnanti, autisti ed operatrici. La Sabbatini ha invitato i tanti genitori presenti nei banchi della maggioranza ad una attenta riflessione prima di procedere nella predisposizione del servizio che preoccupa, alla luce di quanto sopra rappresentato. Se nella prima infanzia ci si deve preoccupare pressoché solo della incolumità fisica e della riconsegna del bambino nelle mani del diretto famigliare, nella scuola elementare ed ancor più nelle scuole medie, le preoccupazioni ed motivi di attenta vigilanza sono molto più seri e gravi e riguardano aspetti non secondari e talvolta gravi sotto il profilo comportamentale. I problemi dei bambini che diventano adolescenti crescono insieme alla loro età. E non può non essere compreso come non c'è nessuna differenza tra quel bambino che termina a giugno la scuola materna e riprende a settembre con la scuola elementare, i problemi sono gli stessi. Questa differenza invece chi ci governa la fa. E ritiene di risolverlo con gli LSU o i volontari. Riteniamo noi che, in entrambi i casi, nessuno di loro per le caratteristiche di ciascun gruppo, può garantire una continuità nell'assistenza che peraltro avrebbe l'aggravante di non conoscere i bambini, le loro abitudini, i loro comportamenti, né le loro famiglie. Nel corso della trattazione dello stesso argomento la Ubaldi ha chiesto che, nell'espletamento del bando di assegnazione del servizio prima infanzia, fosse previsto o chiesto che chi attualmente svolge quel servizio, venga assorbito dalla nuova cooperativa e per una continuità assistenziale e per evitare di trovarci nuovi disoccupati in città o che almeno abbiano un canale preferenziale nella fase di selezione del personale da utilizzare. Il Sindaco ha risposto che questo non è possibile e che lei non lo farà. Noi riteniamo che quanto deliberato ieri sera ed ancor più quanto dichiarato per le scuole elementari e medie risponda esclusivamente a logiche garantiste per chi amministra e non tiene in alcun conto, o almeno non nella sufficiente considerazione, la qualità del servizio che è sempre stata molto buona. Ancora una volta ha prevalso l'avvocato sul buon senso. E di questo ci rammarichiamo tantissimo.

22 commenti:

  1. Innanzitutto la sign.Ubaldi dovrebbe evitare di fare promesse che poi non può mantenere e dico questo riferendomi al fatto che ieri sera erano presenti le donne che prestano servizio nei pulmini e chiunque capirebbe che l'intervento dell'Ubaldi non era disinteressato.Un'altra cosa che voglio far presente come è uscito ieri sera,queste donne non lavoravano in nero ma venivamo regolarmentepagate con i vaucher...ok ma io con la mia esperienza posso dirvi che i contratti con i vaucher sono falsamente regolari,perchè il contratto che viene effettuato è il "contratto a chiamata" e delle ore lavorate ne vengono pagate regolarmente un quarto e per il resto tutto in nero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosalba Ubaldi1 ottobre 2014 15:56

      P,S all'anonimo coraggioso che scrive di promesse chiarisco, semmai ce ne
      fosse bisogno, che in merito al trasporto scolastico non ho fatto alcuna
      promessa se non altro perché il servizio era attivo e nulla sarebbe cambiato,
      quindi non ci sarebbe neanche stato bisogno di alcuna promessa. Chiarisco
      anche che di chi sta sui pulmini conosco due o tre persone. Le altre non le
      conosco, non ne conosco il nome, non mi hanno chiesto promesse come non me ne
      ha chieste le due o tre che conosco. So solo che si tratta di tutte persone di
      Porto Recanati. In Comune non ci sono risorse "in nero" e dal Comune non
      escono, non sono mai usciti e non potrebbero in alcun modo uscire somme "in
      nero". Chi scrive probabilmente è qualcuno che lo fa a casa sua.
      Negli anni passati sono state utilizzate varie forme per garantire
      l'assistenza. dalla cooperativa (abbandonata perché costava troppo per le casse
      comunali), alla Moica, ad Anni d'Argento ed infine all'Associazione che
      effettua il servizio attualmente. Negli anni precedenti veniva dato un
      contributo allo scopo alla Moica prima e ad Anni d'Argento dopo, secondo un
      progetto di valorizzazione della vitalità degli anziani. Quest'anno le stesse
      operatrici - non so su consiglio di chi - si sono costituite in associazione
      ed è subentrato il sistema dei vaucher. Va ricordato che a questa Associazione
      l'incarico è stato affidato dall'attuale Amministrazione che ad una settimana
      dall'inizio della scuola ancora non aveva provveduto all'assistenza né per la
      scuola dell'infanzia né per le altre scuole. E questo mi sembra quanto meno
      grave. Quindi l'Associazione ha risolto prima di tutto un problema
      all'Amministrazione ed alla Scuola, ma soprattutto ha consentito la necessaria
      assistenza ai bambini. E questo va sicuramente rilevato. Rispetto all'utilizzo
      delle stesse persone nel nuovo appalto io ho chiaramente detto - e l'anonimo,
      mica tanto, evidentemente era intento a giocare con il telefonino o a
      chiacchierare con il vicino o la vicina come soliti fare - che nel caso che non
      fosse stato possibile il passaggio diretto, poteva essere chiesto di far
      partecipare prioritariamente le stesse operatrici alla selezione che la
      cooperativa dovrà fare. Mi sorge un dubbio, gentile anonimo. Non è che per caso
      le promesse le ha fatte lei o chi lei sta difendendo, peraltro senza riuscirci
      ? Di questo mi vado sempre più convincendo. La verità è che di procurare ansie
      e dispiaceri a chi ha redditi davvero minimi a chi ci governa non importa un
      fico secco. Questa è l'ennesima dimostrazione. Non solo non intendono favorire
      occasioni di lavoro ma lo tolgono anche a chi ne ricava un piccolissimo
      sollievo per sopravvivere. Questa è la verità non smentibile. E sul Consiglio
      di ieri sera, torneremo.

      Elimina
  2. Come mai il consigliere Ubaldi non dice che non si può prevedere l'assunzione di queste persone perché non risultano dipendenti di nessuno? In pratica,quello che propone Grande Futuro,non è nient'altro che una raccomandazione alla faccia di chi sta a casa senza lavoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok. Se ho capito bene il comune distribuiva qualche centinaio di euro a qualche signora in difficoltà sotto forma di vouchers per farle fare assistenza sui bus. Una di queste signore, ieri, forse era presente al consiglio comunale. E forse si é messa a piangere. E forse é stata rincuorata e anbracciata dalla consigliera Stefanelli, di professione maestra. Lo vogliamo (forse)'dire. Si garantiva un servizio pagandolo con i vouchers? Il servizio funzionava. Ora, che facessero quello che vogliono. Che lasciassero qualche signora senza i soldi per fare la spesa all'Eurospin e sfamare i figli. Qualcuno dice che tra le funzioni del pubblico ci sia anche quella di dare lavoro.... Ma questo é un altro argomento. L'importante é ce il servizio di assistenza su TUTTI gli scuolabus continui ad essere efficiente. E che i nostri bambini siano sicuri. E che l'amministrazione Montali ASSICURI PIENAMENTE E AL MEGLIO tutto ciò.

      Elimina
    2. Forse quella signora lavora anche nella mensa scolastica?

      Elimina
  3. Come uscirebbero a nero i soldi da un comune?....di solito mancano, lei addirittura ne prospetta l'esubero.

    RispondiElimina
  4. Ma di tutte ste raccomandazioni la magistratura ne è al corrente? ?

    RispondiElimina
  5. Evviva Robespierre, perché ci preoccupiamo così tanto di denunciare le ipotetiche malversazioni? Stiamo trattando il miglior servizio possibile per i bambini, non di identificare criminali....

    RispondiElimina
  6. L'Assessore Fiaschetti ha voluto questo banda nuovo per L'Associazione Gaia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'assessore Fiaschetti e l'assessore Gaia su questa storia non c'entrano un fico secco. Nion stiamo a sparare cazzate.

      Elimina
    2. fiaschetti attilio1 ottobre 2014 16:05

      Caro Giovanni, le persone che sono associate a Gaia per fortuna non hanno bisogno di cercare nessun tipo di escamotage per lavorare. Trovo vergognoso e irrispettoso attaccare un gruppo di persone , in maggioranza donne, che si adopera per qualcosa di bello per attaccare il sottoscritto. Ricordo che in un anno di letture e laboratori presso la biblioteca comunale non hanno preso neanche un euro,che per partecipare a puliamo il mondo non è stato richiesto nulla e così è sempre stato. Le ricordo signor Giovanni che le associate di Gaia hanno frequentato a proprie spese dei corsi per la lettura rivolta ai più piccoli, che grazie a Gaia la nostra biblioteca ha aderito al progetto Nati per Leggere. Fiaschetti Attilio.

      Elimina
  7. mi sembra che con questo cavillare sulle raccomandazioni si stia perdendo di vista il cuore del problema, cioè quello portato avanti da Argano nei suoi commenti: la qualità e l'affidabilità dell'assistenza. Io finora ho portato i miei figli in auto, ma in futuro vorrei usufruire dei pulmini e poter stare tranquilla..... se serve una raccomandazione per far proseguire il lavoro a una povera crista ben venga.... invece molti si adeguano al "siamo tutti avvocati" inaugurato da Montali e CO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Niente puo' giustificare questo sistema finora usato,si definisce semplicemente CLIENTELISMO

      Elimina
  8. Signor anonimo innanzitutto vlevo precisare una cosa chelei ha pubblicato la consigliera stefanelli non ha consolato propio nrssuno anzi e stata la stessa a prevocare il pianto della volontaria !!! Epoi visto che sicuramentr si parlava di me quando parlava del mio impiego alla mensa scolastica volevo metterla al corrente il mioimpegno giornaliero che e per sole due ore giornaliere per un compenso di euro 280.00 mensili e quii fermo!!!!!!

    RispondiElimina
  9. annonimo per convinzione1 ottobre 2014 19:04

    Ma di che parlate, stateci con la zucca, il servizio era stato fatto bene?, era di fondamentale interesse pubblico?, l'Associazione che negli ultimi anni ha espletato il servizio ne ha tratto profitti cagionevoli al servizio stessa?, ha svolto con i suoi 14 associati proselitismo politico nei confronti di chi governava il Paese?.
    Se la legge 383 dà la possibilità ad una associazione di anziani di espletare tale servizio con regolarità amministrativa ineccepibile e con ampia soddisfazione degli operatori scolatici stessi.
    Mi fate capire perché c'è la necessità di cambiare le cose forse la Spending revue ,la corte dei conti,ma che veramente se la vadano a prendere in quel posto......!.
    Non vedo un felice momento amministrativo ,forse risparmieremo 32.ooo€ ma il denaro speso bene e co finalità di assoluto servizio, difficilmente viene rimbrottato.
    Un servizio così ,cari concittadini, no lo avremo più.
    questi atteggiamenti da parte di chi attualmente ci governa sono forse il sinonimo dell'essenza di questa amministrazione la RIVALSA, ma de che non si sa , di sicuro cazzate ne hanno già fatte questa ne è la prosecuzione certa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. con questo commento chiudiamo le trasmissioni e vi auguriamo buona notte.
      Ma va a dormi insieme alle cazzate che scrivi.

      Elimina
    2. a grande sveglio con gli occhi foderati di cazzate, ma meglio de te che per stai sveglio per dormì

      Elimina
  10. No anonimo per convinzione. Non si risparmiano 32.000 €. Oltre la metà, ben oltre, saranno necessari solo per la scuola dell'infanzia. Il servizio alla cooperativa sarà pagato 18 € l'ora, 3 volte tanto (ovviamente per le spese assicurative) di quanto previsto nei vaucher. Inoltre anche se si riuscirà a fare il servizio con il volontariato o gli LSU, l'assicurazione a carico del Comune non la toglie nessuno e questo per le scuole elementari e medie. La< verità è che bisognava distruggere con il solo risultato che con l'acqua sporca si vuole buttare anche il bambino. Che vogliamo dire ?

    RispondiElimina
  11. forse non tutti sono a conoscenza di cosa avviene nei pulmini scolastici la mattina, all'una e alle quattro di pomeriggio. orde di fanciulli di tutte le etnie e religioni che utilizzano il mezzo del comune da casa a scuola e viceversa. Chi piange chi spinge chi insulta e solo la pazienza di 8 donne (madri anch'esse) che portano la calma e l'ordine responsabili di quello che succede da quel momento in poi. Sono saliti tutti? ci sarà un genitore alla fermata a prelevare il fanciullo? e questo dove abita? Sembra facile ma non lo è. Ci sono bambini che vanno a scuola anche con la febbre e malattie che sono dell'età ed è capitato che qualcuno vomita . poi c'è il periodo dei pidocchi , ed i bambini non sono angioletti dicono e fanno di tutto e di più. già mi immagino un assistente uomo che divide due bambini, ed il bambino riferisce ai genitore che quel signore lo ha toccato. La strada da assistente a molestatore è breve. Ricordiamoci dell' hotel house, gestire quei ragazzi non è facile. si è iniziato un servizio bene portiamolo a termine, se non si è soddisfatti si cambia .

    RispondiElimina
  12. sono stata al Consiglio Comunale quando la Sabattini ha detto di pensare se c'erano i loro figli sui pulmini ,so per certo che nessuno dei figlioli degli assessori prende il pulman,è questo il problema in Italia,va tutto bene basta che non tocca a me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicura? Le sue certezze sono come i soldi del monopoli

      Elimina
  13. Io pretendo solo che i miei bimbi abbiano assistenza per tutto l'anno scolastico,come non lo so',però spero che sti sapientini abbiano pensato ad un piano B subito.

    RispondiElimina