QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 1 settembre 2014

PINETA DA AMARE

Forse per cambiare veramente il volto alla nostra meravigliosa pineta e per fare in modo che certe "frequentazioni" non le siano mai più abitudinarie, occorrerà organizzare più eventi come questo.

Riceviamo e pubblichiamo da Valentino Attorre - Associazione Gaia:

Gentile Argano, di seguito una nota riassuntiva dell'evento svoltosi ieri in Pineta Volpini più volantino e foto.

L'evento svoltosi l'altro ieri domenica 31 agosto in Pineta Volpini, denominato "PINETADAMARE", ha avuto una risposta da parte della comunità portorecanatese oltre le aspettative. Già dal primo pomeriggio il corteo in bici da Largo Porto Giulio vedeva la partecipazione di numerose famiglie festanti che, giunte sul posto hanno aperto le danze con il laboratorio incentrato sulla costruzione di un aquilone con materiali da riciclo. La manifestazione è proseguita poi fino a dopo la mezzanotte vedendo succedersi sugli spazi allestiti nella zona sud della pineta esperti sulla flora autoctona, mercatini del riuso e km 0. associazioni come Legambiente, il Cosmari. Altraeco, i G.AS., Altromercato, gruppi musicali (dalle 22,30 in poi anche sulla spiaggia) ad accompagnare l'osservazione astronomica curata dall' Associazione Astrofila Marchigiana di Pietralacroce oltre al punto ristoro curato dalla locale Pro Loco.

Il fulcro dell'iniziativa era cercare di puntare uno spot sul quel luogo (diventato nel tempo quasi un non-luogo), attivando le varie energie presenti sul territorio, cercando di metterle, come si suole dire, a sistema ed è scaturito dal confronto tra tre associazioni (GAIA; LO SPECCHIO; OVERTIME) che si sono messe alla prova cimentandosi in una avventura più unica che rara forse per lo scenario locale, ossia l'aggregazione di identità profondamente diverse tra loro ma unite da un obiettivo comune, la difesa del patrimonio collettivo. Riteniamo che le risorse di una comunità vadano valorizzate nel loro complesso, o perlomeno sarebbe bello che così fosse. Quindi siamo partiti dal canalizzare le risorse umane ( le associazioni, i gruppi, gli artisti, le famiglie, gli operatori economici, le istituzioni ) per poi indirizzarle verso il sostegno a una iniziativa che mirasse al recupero di uno spazio simbolico. Così è germogliata l’idea di organizzare un evento per "riconquistare" uno spazio prezioso e unico come quello della Pineta Volpini. e quindi "PINETADAMARE".

Restituendola per una giornata alla collettività, per valorizzarla in tutta la sua bellezza e le sue risorse, sensibilizzare ed educare la comunità verso la tutela e il rispetto dell' ambiente, per agevolarne la riconversione verso uno spazio nuovamente fruibile quotidianamente e la candidi a luogo per eventi culturali e aggregativi in genere.

L’evento si è svolto seguendo questa scaletta:

H.16,00 raduno in bici in Largo Porto Giulio, per poi avviarsi insieme verso il luogo dell’evento dove alle 16,30 l’Associazione "GAIA" ha allestito un laboratorio aiutando grandi e piccoli a costruire un aquilone usando materiali di recupero, collaudato subito in loco.

Alle 18,00 è seguito l’intervento di Sandro Sabbatini, profondo conoscitore della Pineta, che ha illustrato ai presenti il valore e la funzione della varie specie che popolano la pineta.

Alle 19,00 sono partiti gli spettacoli musicali con esibizioni live e dj set curati da "LO SPECCHIO" e "OVERTIME" e si sono attivati i punti ristoro mentre dalle 21,00 gli esperti dell’Osservatorio astronomico di Pietralacroce hanno guidato i presenti alla scoperta delle meraviglie del firmamento direttamente sulla spiaggia.

Ci teniamo a ringraziare particolarmente la Pro Loco per la grande disponibilità dimostrata; Michela Pennesi per lo splendido logo; gli operatori del mercatino che hanno aderito all'iniziativa sulla fiducia, in condizioni meteo davvero incerte per tutta la giornata, rinunciando in alcuni casi ad eventi più "blasonati"; i gruppi musicali intervenuti (Coffee Break; Slash Warriors; Synusonde; DJ Smegma) per avere intrattenuto più che egregiamente la platea e ultimi ma non ultimi tutto lo staff dell'ufficio cultura, l'amministrazione e tutti i volontari che hanno prestato servizio sull'area senza soste, garantendoci di arrivare alla meta senza intoppi.

 

Grazie per l'attenzione.

 

 

 

 

 

12 commenti:

  1. Grazie. Grazie per aver organizzato l'evento e aver fatto rivivere la pineta. erano anni che non vi rientravo e l'ho trovata bellissima. era ora che uno spazio importante e bellissimo ritornasse a vivere .

    Pasquino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Porto Recanati al di sopra di tutto. Basta speculazioni politiche che LO danneggiano". Così è scritto sul manifesto dell'amministrazione comunale esposto nelle bacheche dei partiti che la sostengono. Stavolta non si tratta della povera Antonella Cicconi ma di ben tre avvocati. Quello che c'è scritto sotto è ancora peggio... per insulsaggine.

      Elimina
    2. Green not your enemy2 settembre 2014 20:11

      Vertibile delle 17.21,qui si parla di Pineta,sai quella cosa stile mediterraneo,con tanti alberi che si chiamano pini e altra flora e fauna,TU COSA HAI CAPITO?

      Elimina
    3. 20.11, ho capito che a Porto Recanati c'è chi gioca a fare politica puntando tutto sulla propaganda e l'auto promozione. Tu non so chi sei, ma vedo che hai familiarità con il gioco del lotto e che ti piace dare i numeri.

      Elimina
    4. Io invece ho capito che tu sei uno di quelli che pretendono che per fare politica devi essere un eremita!

      Elimina
  2. Facciamo in modo che associazioni sportive facciano attivita in pineta,che le scuole la frequentino,che si organizzi qualsiasi cosa...in pineta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che i preti vadano a dire messa in pineta, che i cuochi vadano a fare l'arrosto in pineta, che gli sciocchi vadano a farsi friggere in pineta. Poteva sapere il buon Siricchi che mettendola a posto avrebbe cacciato le mignotte ma avrebbe scatenato tutti gli idioti di questa terra? E non è che questi siano migliori di quelle.

      Elimina
    2. le mignotte sono ancora lì,la pineta è in uno stato pietoso,.....poi cos'altro ha fatto Sirocchi?

      Elimina
    3. grande ano 20,26,con chi ce l'hai?devi aver tribolato tanto per partorire un commento così forbito o ti hanno aiutato? ma in fondo ti capisco se difendi un tuo congiunto che ci lavora ... in pineta.

      Elimina
  3. un portorecanatese2 settembre 2014 21:25

    serve poco per rilanciare uno spazio meraviglioso, allunghiamo il lungomare fino al fiume e alla pineta, con le luci , l , ordine e la pulizia, spettacoli estivi e passeggiate invernali penso che lo sporco, prostituzione e spaccio si allontanano. grazie argano dell argomento e grazie a tutte le associazioni che hanno organizzato la manifestazione, non fermatevi qui lo dico anche ai nostri politici saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi quali intelligenze hai mosso Argano pubblicizzando dei prestanome? Parlo del portorecanatese.

      Elimina