QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

domenica 21 settembre 2014

I PRIMI 100 GIORNI. LA PAROLA ALL'OPPOSIZIONE

In un noto bar del centro il gruppo di opposizione Grande Futuro per Porto Recanati guidato da Rosalba Ubaldi ha tenuto, Sabato scorso, una conferenza stampa. Eravamo presenti. Ecco il resoconto sotto forma di Comunicato:

Porto Recanati, 20 settembre 2014

Ad oltre 100 giorni dalle elezioni del maggio scorso, dobbiamo rilevare che il bilancio della Amministrazione Montali è decisamente negativo.

Non possiamo – e tantomeno vogliamo – considerare l’inesperienza per giustificare le gravi inadempienze evidenziate in questa prima fase di legislatura perché dell’attuale Amministrazione fanno parte due elementi importanti che hanno avuto 5 anni per conoscere la macchina amministrativa e le problematiche della città.

Non possiamo sottacere su alcuni aspetti che consideriamo essenziali per la vita della città e su quelli – tralasciandone molti altri di minore entità – intendiamo porre l’accento.

Le emergenze della nostra città sono quelle di sempre ed il Sindaco ha mostrato oltre a non conoscerle, di non sapere assolutamente come affrontarle. In ogni occasione ha evidenziato una incredibile capacità di complicarle mettendo in difficoltà operatori, concittadini e turisti con diffusione altalenante di informazioni tendenti a mettere ansia e creare preoccupazioni superiori alla realtà laddove sarebbe stato necessario fare esattamente il contrario. Peggio ha dimostrato di non saper affrontare le situazioni con la necessaria sicurezza e si è continuamente nascosta dietro analisi, congetture, complotti, ricerca di colpevoli attribuendo colpe a destra e manca anche nei confronti di Enti e Società che hanno sempre dato prova di grande professionalità fino ad arrivare a fare e pubblicizzare esposti che non appartengono assolutamente ad una Amministrazione che dovrebbe conseguire gli stessi obiettivi in un clima di collaborazione costante. Gravissimo il "contenzioso" stucchevole con ARPAM , Astea e ASUR. Non può essere dimenticato che l’Astea siamo noi, cioè lo stesso Comune ! Ha ottenuto pessimi rapporti che sono stati – per quanto riguarda l’ARPAM – pubblicizzati con estrema chiarezza.

Interventi di difesa della costa. Quando abbiamo lasciato il Comune era stata fatta la gara per l’intervento a sud (4.200.000 €) e parziali lavori dovevano essere fatti prima dell’estate per i motivi da tutti conosciuti e comunque per consentire uno svolgimento decoroso della stagione balneare. I lavori dovevano essere affidati e il contratto dovrebbe essere stato firmato nel mese di giugno. Quel punto era stato raggiunto al termine di un lavoro certosino durato mesi e mesi, addirittura anni. Certo, possono essere insorti problemi con la Ditta, ma con altrettanta certezza riteniamo che un intervento costante ed autorevole che è cosa ben diversa da autoritario, avrebbe consentito di procedere come da programma vista la collaborazione raggiunta con Regione ed interlocutore esterno. Bisognava assumersi le necessarie responsabilità, come sempre deve fare un Sindaco. E questo non ci risulta sia stato fatto. Il risultato è che quell’intervento non è ancora partito neanche in forma minimale. Oggi a nostro parere si sta correndo un rischio enorme e concreto : quello di perdere il finanziamento perché l’accordo di programma prevedeva dei tempi contingentati per ogni fase. I rapporti che il nostro sindaco ha dimostrato di avere con la Regione Marche sono assolutamente preoccupanti per non dire altro. Riteniamo che sia la prima volta in assoluto che un Sindaco, con la sola intenzione ormai consolidata, di ricercare colpevoli ed attribuire responsabilità, sia riuscita a farsi fare pubblicamente, sul sito ufficiale della Regione, delle reprimende che mettono a disagio tutti noi.

Non giustificabile neanche l’interruzione dell’intervento a nord. Ci risulta che sia stata fatta un’ordinanza di interruzione rispetto al posizionamento del materiale sulla base del colore e dell’odore del materiale stesso che era stato ampiamente analizzato. Da quanto ci risulta, le analisi fatte dall’ARPAM , hanno confermato che quel materiale era assolutamente idoneo.

Aver ottenuto a marzo, e quindi dalla nostra amministrazione, una variante al piano di difesa della costa che prevedesse barriere rigide, riteniamo sia un grosso successo. Quando quella variante ad ottobre prossimo potrà arrivare all’approvazione del Consiglio Regionale dovranno essere reperite le risorse per l’intervento. Bene a nord, dal capannone Nervi e fino all’Acropoli, quelle barriere possono essere effettuate a carico di chi realizzerà il ridosso. Quel progetto ha subito una battuta d’arresto proprio perché la spesa per la protezione di circa 1.800 mt a nord aveva fatto lievitare i costi. Poco tempo prima delle elezioni il proponente ha reperito un finanziatore che ha garantito l’interesse e la volontà di entrare nel progetto.

Del nostro Porto, questa Amministrazione non parla più. Non era una priorità, oggi è addirittura scomparso dal programma delle OO.PP. Non si considera che realizzare il sogno del Porto, significa anche proteggere la costa almeno fino all’Acropoli.

Così come nessuna risposta è stata data alla collega Sabbatini per quanto riguarda il fiume Potenza e la cura degli argini richiesta in sede di esame del programma delle OO.PP. allegato al bilancio 2014 dove non compare.

Il bilancio presentato il 134 agosto è stato un bilancio di soli numeri e su quelli siamo tranquilli perché l’Ufficio Ragioneria è particolarmente attento e capace, Ma la capacità politica dell’Amministrazione dimostrata è stata pari a zero. Nessun impegno, nessuna prospettiva, nessuna speranza.

Variante Burchio : è stato detto tutto. In un momento di difficoltà estrema per quanto riguarda il lavoro di molti nostri concittadini, ancora non sappiamo cosa intende fare l’Amministrazione rispetto ad una importante opportunità sotto il profilo turistico e lavorativo. Dopo due passaggi in Consiglio Comunale e l’approvazione da parte della Provincia di Macerata, leggiamo dalla stampa che il Sindaco intende esaminare personalmente la questione. Ma fino ad ora non poteva farlo? Sono passati oltre 60 giorni dalla approvazione provinciale e non va dimenticato che tutta la documentazione è giacente in Comune oltre che l’assessore all’urbanistica ed un altro assessore erano in Consiglio Comunale delle fasi di approvazione locale

Dobbiamo anche rilevare una azione amministrativa assolutamente immobile, Basta vedere il numero minimo di delibere di giunta adottate. Le poche delibere fatte sono state prese solo per smentire o smontare quelle fatte in senso contrario da noi. Segno questo che decidere per questa amministrazione è estremamente difficile. Probabilmente per andare d’accordo sono costretti a non fare. Questo è però decisamente preoccupante per la nostra città abituata a ben altri ritmi e ad avere risposte in tempi rapidi.

Sotto invece il report di quanto comunicato dalla consigliera di opposizione Elena Leonardi:

Alcune considerazioni in merito a problematiche emerse nel corso della recente stagione estiva e della loro gestione da parte dell'attuale amministrazione comunale hanno evidenziato lacune anche gravi sulla qualità dei servizio offerti anche raffrontandoli a quanto accadeva in precedenza, come già ribadito non si è voluto come opposizione porre l'accento con articoli e comunicati nel corso della stagione proprio per non danneggiare ulteriormente l'immagine turistica del paese già duramente compromessa dalle problematiche succedutesi e soprattutto dalla loro gestione da parte dell'amministrazione che non può trovarci che fortemente critiche stanti i risultati di pessima pubblicità e di frattura nei rapporti con tanti Enti sovra ed extra comunali, poca chiarezza e trasparenza nei fatti mentre i problemi hanno bisogni di chiarezza e concretezza in decisioni ed azioni e nella comunicazione alla cittadinanza, i problemi non vanno nascosti o minimizzati ma affrontati e spiegati.

TURISMO, SICUREZZA SPIAGGE LIBERE: A differenza degli scorsi anni le spiagge libere del centro del paese non sono state presidiate dai bagnini di salvamento. Nei mesi di luglio ed agosto sono stati diversi gli interventi di soccorso operati dai bagnini di salvamento che operavano nelle limitrofe spiagge concessionate a privati, proprio in favore di quei tratti lasciati scoperti (almeno 3 volte la notizia ha anche avuto risonanza sugli organi di stampa) di questo vanno ringraziati i bagnini intervenuti pur in assenza di una convenzione o di una tutela di responsabilità per chi si è trovato a soccorrere bagnanti in difficoltà di fronte a quei tratti di litorale. Tutto questo non è accettabile soprattutto perchè negli scorsi anni il salvamento nelle affollate spiagge libere del centro del paese era correttamente predisposto con tutte le tutele sia per gli utenti che scegliono la spiaggia libera (rilevo che nel tratto dietro il kursaal la maggior arte è composta da giovani residenti e non che arrivano in paese usando anche i mezzi pubblici) che per chi opera nel salvamento. La problematica, che invitiamo l'amministrazione a risolvere per la prossima stagione, nasce dall'aver affidato l'appalto delle spiagge libere ad una cooperativa diversa da quella cui l'associazione bagnini aveva affidato le proprie non potendo pertanto consentire a norma di legge che i concessionari a fianco della spiaggia libera potessero coprire quelle aree coi loro operatori in assenza di una convenzione col Comune o dell'aggiudicazione dell'appalto e dal non aver previsto una differente copertura di quei tratti del centro.

ABUSIVISMO COMMERCIALE: Abbiamo riscontrato un'assenza di nuove idee e risorse al contrasto dell'abusivismo commerciale, a differenza di quanto enunciato in conferenze stampa e comunicati, è stata di fatto riproposta una campagna d'informazione e sensibilizzazione sulla falsariga di quella già realizzata dalla precedente amministrazione sia per contenuti che per tipo di diffusione (coinvolgimento dei commercianti regolari che l'hanno affissa sulle proprie vetrine) ma con scarsi risultati visto che quest'anno la presenza degli abusivi è stata massiccia sia sulle spiagge che su corso e lungomare.

La consigliera Angelica Sabbatini invece si é soffermata su altri temi:

Apprendiamo dalle cronache locali che Comuni limitrofi come Potenza Picena si lreparano ad affeontare le emergenze legate alla nrutta stagione cercando confronti e accordi con la Regione. Le problematiche legate ai fiumi anche le nostre ma dal nostro fronte nulla si muove. Le mie osservazioni in Consiglio Comunale non sono state minimamante prese in considerazione e il risultato é la totale incuria dei fossi che ad oggi ostacolano, invece di agevolare, il regolare decorso del fiume fino al mare. Uno fra tutti il fosso Acquarolo, quello che, provenientemda Potenza Picena appunto, sfocia a sud della Pineta, ed é completamente ostruito nel tratto portorecanatese proprio alla foce per cui in un momento di forti temporali il fiume non potrà teovare sfogo nel mare e figuriamoci nel caso di forti mareggiate. E potremmo dire la stessa cosa per il nord della città. Occorre cercare il confronto, e ove necessario, insistere con gli enti preposti in favore di interventi mirati sugli argini dei fiumi per evitare di trovarci a gestire l'ennesima emergenza e i modi della gesrione delle emergenzemda parte di questa amministrazione li conosciamo bene

É stata poi la volta della consigliera Pina Citaroni che dal suo privilegiato punto di osservazione di presidente del quartiere Europa e proprietaria di uno stabilimento balneare ha specificato come a suo modo di pensare il paese in concomitanza con il cambio di maggioranza abbia conosciuto un periodo di vero e proprio immobilismo dovuto forse a probabili disaccordi interni alla maggioranza che si sono ripercorsi in una stantia azione di governo. Nel turismo, secondo la Citaroni, bisogna crederci. Investendoci e non facendo scappare gli investitori. Come nel caso del Burchio e del Porto, opere che questa amministrazione non tiene minimamente in considerazione. La nostra ricchezza é il turismo, ha continuato. E una giunta che non capisce questo basilare concetto nega possibilità di sviluppo alla nostra cittadina. Il nostro paese negli ultimi 10 anni si é trasformato - ha continuato la Citaroni - in una potenza turistica. Considerato da molti come una "bomboniera". Non possiamo lasciare i bagnini da soli nelle loro proteste. Perché la difesa della costa é problematica che interessa anche i nostri commercianti. E i numerosi concittadini che di turismo e di accoglienza, a tutti i livelli, vivono.

 

L'impressione che si é avuta durante la conferenza stampa, e qui é il blogger a parlare, é stata quella di avere di fronte un gruppo consiliare determinato e deciso a dare battaglia sulle questioni cruciali che sono sul piatto in questi giorni. Come il Burchio, per il quale la minoranza chiederà un pronunciamento da parte della giunta, che ha predicato durante tutta la campagna elettorale la teoria della trasparenza per poi chiudersi in un inspiegabile silenzio in un argomento così attuale e importante per la nostra cittadina. Più volte é stato ribadito nella conferenza stampa come in giro si respiri un'aria di delusione verso l'operato dei primi 100 giorni della giunta. Con molti elettori che hanno appoggiato la Montali che manifestano ora una sorta di pentimento. Da queste parti si gestisce un blog. E un blog, piaccia o no, con i moltissimi commenti che arrivano e che sono successivamente moderati, costituisce un ottimo punto di osservazione sul "mood" che circola a Porto Recanati. E allora, siccome da queste parti non si sono mai raccontate cose scontate o banali, specifichiamo che negli ultimi tempi il termometro del consenso non sembra certo volgere a favore dell'amministrazione in carica. Forse questo però, é un fenomeno fisiologico: notoriamente chi é all'opposizione é più acuto e mosso da vis polemica, rispetto all'elettore-commentatore che ha votato Montali. Che, al contrario, osserva tacendo.

Il consiglio che mi sento di dare a chi ha onere e onore di governarci é che forse é giunto definitivamente il tempo di esprimersi con verbi in forma presente e futura. Evitando di narrare complotti o congiure ordite da ogni essere vivente che non simpatizzi per la Montali e la sua squadra. Porto Recanati é una realtà molto complessa. Con problematiche cogenti e cocenti. Da affrontare e possibilmente risolvere. Questa giunta e questa amministrazione troppe volte, in questi cento giorni, hanno dato l'idea di rifugiarsi quotidianamente dietro la teoria della "pesante eredità trovata". Puzza di scusa ragazzi. Avete le chiavi in mano. Rimboccatevi le maniche e fateci vedere cosa sapete fare. Comunicandolo alla cittadinanza. Prendendovi le vostre responsabilità. Governare é decidere. E trovare sagge sintesi tra le diverse anime di una pur eterogenea coalizione. Che, nell'interesse della città, deve compattarsi e remare tutta dalla stessa parte. Qui, la sensazione che si respira, non é proprio questa. E non offendetevi se qualcuno ve lo dice.

É per il vostro e nostro bene.

 

 

 

 

35 commenti:

  1. Non diciamo c....e!21 settembre 2014 16:04

    Per quanto riguarda il commento conclusivo del blog.........ha pienamente ragione.
    Per quel che riguarda l'opposizione......ci dicono che ci hanno lasciato in eredità una "bomboniera",ma altro non era che il famoso "giardino del Leopardi" cioè un giardino visto da fuori in apparenza bellissimo,ma poi guardandolo da vicino vi si trovavano alberi malati,rose con molte spine,formicai ecc. ecc. ecc..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma, scusa "non diciamo c...e!" ma chi si proponeva di governare e ci è riuscito non conosceva il giardino di Leopardi, se pure fosse stato? Ma dove erano fino a quel momento? Cosa hanno fatto, un incauto acquisto? Ma davvero..Non diciamo c...e!

      Elimina
    2. Animo 23.36,quando parlo di giardino intendo non un posto dove pianti un fagiolo e dopo una settimana inizia a germinare e crescere come pensi tu,ma un luogo con problemi diversi dove ogni pianta ha una sua caratteristica e problematica che richiedono tempi diversi per attuarle e risolverle.

      Elimina
  2. Vorrei gentilmente sapere dalla Sig.ra Ubaldi o chi in sua vece, a chi sono destinati i presunti posti di lavoro espressi dall'urbanizzazione del Burchio. A quali portorecanatesi. Q che figure professionali. Oppure sono per quei residenti "veloci" ingaggiati da imprese edili del sud Italia che forti e radicate sono nel nostro territorio, quel bel bacino di voti pronti all'uso nelle ultime tornate elettorali? Chi? Rispondete a questa domanda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. x Uliz: chiedilo a quelli della giunta attuale, quel bacino di voti se lo sono preso loro, quindi dovresti fare la richiesta sia all'opposizione ma soprattutto alla maggioranza.

      Elimina
    2. se lo sono preso loro perché quelli della vecchia maggioranza non li hanno saputi gestire neanche quando si sono presi a schiaffi alla famosa cena pre-elettorale. Senza Pagano, e con l'alterco Temperoni vs Corrado, sono confluiti altrove

      Elimina
    3. A proposito di Temperoni, ma è vero che è rimasto incollato alla poltrona di Predidente della Farmacia Comunale nonostante sia cambiata amministrazione e nonostante si sia candidato perdendo, con la coalizione perdente? Se fosse vero sarebbe la sintesi della politica come la si intende dall'altra parte, senza vergogna.

      Elimina
    4. Non è mia consuetudine intervenire per dare delle precisazioni, tanto più se provengono da chi non ha informazioni in merito e soprattutto non ha il coraggio di firmarsi sparando a zero su tutto e tutti, però credo sia doveroso mettere dei punti fermi alla continua "disinformazione", per essere diplomatici, che continuamente viene fatta sulla carica di presidente della Farmacia. Per i poco informati il mandato del Presidente così come quello dei consiglieri della ex minoranza è scaduto con l'ultima approvazione di bilancio. Attualmente tutti gli incaricati sono in condizione di "prorogatio", cioè in attesa di nuove nomine da parte dell'attuale amministrazione. Non è assolutamente pensabile che un ente come la Farmacia Comunale si fermi e resti in attesa dei tempi della politica, tanto più perchè trattandosi di una struttura con una spiccata propensione "verso i cittadini" ha il diritto dovere, oltre che di far quadrare i conti e dare un utile al comune, di fornire costantemente una serie di servizi al suo interno che molte volte non hanno una indipendenza economica (cioè risultano essere in perdita visto il costo esiguo richiesto ai fruitori), così come continuare ad investire risorse per contenere il costo al pubblico (aumentando gli sconti) di tutti quei prodotti rivolti alle fasce di popolazione che più possono risentire delle difficoltà economiche attuali come prodotti per l'infanzia, prodotti per gli anziani giusto per fare qualche esempio. Nell'arco temporale del mio mandato come Presidente della Farmacia tutte le scelte sono state fatte e condivise all'unanimità con il cda composto da consiglieri di maggioranza e di opposizione, al di fuori delle ideologie politiche e da qualsiesi appartenenza partitica. Questo è stato possibile grazie alla disponibilità ed al buon senso di tutti i componenti del cda della farmacia che tutte le volte hanno saputo concentrarsi sugli obbiettivi da raggiungere proponendo e condividendo iniziative che potessero risultare le più appropriate, e per questo li ringrazio. Quindi, all'anonimo delle 13.36 cosi come a tutti i mal "parlanti", non sono incollato alla poltrona, la carica di Presidente della Farmacia è a disposizione della nuova amministrazione e comunque non mi vergogno di essere ancora in carica perchè certi incarichi si ricoprono svestendosi da qualsiesi appartenenza politica cosi come hanno fatto gli altri componenti. Sei te che dovresti vergognarti per la ristrettezza mentale che dimostri facendo affermazioni del genere.
      Tanto dovevo.
      Lucio Temperoni

      Elimina
    5. Anche se dalla parte opposta di Temperoni,però ha pienamente ragione riguardo a certe persone con ristrettezze mentali che fanno di tutto per far capire la loro ignoranza.

      Elimina
    6. "Sei te che...." impara l'italiano e poi cominciamo a discettare su una carica politica presieduta da un politico secondo nomina politica e quindi se il ragionamento politico ha ancora un senso, vai oltre alla decadenza e la prorogatio perchè nulla ti impedisce di dimetterti rimettendo il mandato e lo stipendio caro mio.
      Una Farmacia con dei farmacisti cammina da sola, forse anche meglio. Fatti un giro da Cruciani e poi ne riparliamo, anche qui. Un saluto affettuoso da un ristretto mentale.

      Elimina
    7. Testina, sai perche' Temperoni e' ancora in carica come presidente della farmacia comunale? Perche' quelli per cui tu hai sicuramente votato non riescono a nominare il nuovo presidente. E torno a ripetermi sai perche'? Perche' quel posto e' stato promesso a piu' di una persona e adesso la maggioranza si trova in difficolta' a decidere chi dovra' essere il futuro presidente. Vuoi sapere a chi e' stata promessa la carica? Domandalo al gruppo di Agostinacchio, al gruppo di Riccetti, al PD, e vedrai che ognuno di loro ti dara' un nominativo differente. Nel frattempo che riescano a mettrsi d'accordo Temperoni resta al suo posto

      Elimina
    8. A tutte le menti lucide e lucidate dell'opposto emisfero politico vorrei far capire, se non è troppo complicato, che al di là di ogni considerazione di opportunità (provo a non ridere perchè sto facendo un ragionamento serio), esistono le dimissioni volontarie irrevocabili (nella nostra politica in genere è un capitolo non contemplato). Di fronte alle dimissioni di Temperoni, atto dovuto per ragioni di onestà intellettuale, la Farmacia continua a lavorare pur in assenza del Presidente perchè le funzioni tornerebbero pro-tempore nelle mani del Sindaco fino a successiva nomina. Troppo difficile?

      Elimina
    9. Caro Lucio, non te la prendere. Questi cialtroni di sinistra hanno la loro ragion d'essere e di esistere nella calunnia e nella diffamazione. I loro sono sempre santi, gli altri tutti opportunisti e corrotti. Loro dicono di avere convinzioni forti e per questo sono superiori agli altri. Ma purtroppo per loro la scienza dell'uomo ci dice che le convinzioni sono peggiori e fanno più danni delle menzogne. Tutta la storia di noi uomini liberi ci attesta che abbiamo sempre dovuto lottare contro le convinzioni, specialmente quelle forti. Vedi Comunismo, fascismo e fede religiosa. Nella storia di questi ci sono soltanto morti e nessuna conquista di libertà.

      Elimina
    10. ahahah.... diamole pure l'incarico pro-tempore della Farmacia al Sindaco e poi vedrai come sbrocca.... già non arriva adesso.... quindi dimettendosi Temperoni resterebbe il vuoto. Siccome caro 18.59 tu pensi che il Cda non serve a nulla, per te sarebbe sicuramente meglio. Siccome invece secondo me la Farmacia è un azienda e il cda la gestisce (mentre i farmacisti ci lavorano, e la differenza c'è, Cruciani è farmacista ma anche titolare!), credo Temperoni faccia bene a rimanere al suo posto.

      Elimina
    11. per distinguersi positivamente da ciò che è stato fatto finora alla farmacia deve andare chi sa fare il direttore manager di un'azienda che deve guadagnare perchè tutte le farmacie producono grossi attivi di bilancio ;non chi ha avuto delusioni dalle recenti elezioni come Temperoni da quelle precedenti

      Elimina
    12. sulla piazza si è reso disponibile Luca Cordero di Montezemolo !

      Elimina
    13. Hai ragione.
      Non si può avere oggi come vice sindaco uno come Riccetti che ha avuto delle forti delusioni dalle precedenti elezioni

      Elimina
  3. uliz non lo sa che quando passa ride tutta la città. si crede intelligente come un apollo e saltella come un pollo, di salvo e tutti i muratori di vento del sud hanno votato per la lista minestrone alla quale di rispettare gli impegni elettorali non gliene frega una beata minchia. di reboli sì, hanno paura, ma di tutti gli altri a cui hanno dato a bere tutte le fandonie di questo mondo si fanno beffe.

    RispondiElimina
  4. Finora tutto il cemento lasciatoci in eredità ha fatto lavorare le già citate imprese del sud. Di Porto Recanati ha fatto arricchire solo i noti palazzinari che non hanno neanche compiuto le loro opere e babbo quasi fatto fallire una banca. Questo lo chiamate arricchimento e lavoro per il paese? Questa è la bomboniera? Ma fatemi il piacere!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A Porto Recanati hanno lavorato tutti per tantissimo tempo ed ora i muratori sono senza lavoro qui e ovunque in Italia perché il mercato immobiliare è fermo. Per questo mi sembra sia opportuno cogliere una occasione importante. Da quello che è stato detto lavoreranno cittadini di Porto Recanati. Io faccio il medico, quindi penso proprio che continuerò a lavorare dove ho lavorato fino ad oggi, ma so con certezza che anche da noi c'è tanta gente disoccupata. Perché non dare loro una possibilità?

      Elimina
    2. Perfino i medici adesso si mettono a suonare il piffero magico? Guardi Doc. che i topolini se ne sono andati tutti coi vecchi amministratori

      Elimina
  5. Sicuramente prima non era tutto rose e fiori, però non sono mai accadute le cose sucesse fino ad oggi. negare questo significa negare l'evidenza. Se fosse vero, come qualcuno dice, che quello che sta accadendo sia solo il cancrenirsi dei vecchi problemi, mi sorge spontanea una domenda: possibile che non siano esplosi prima? Tutto adesso? ... oppure è questa maggiornaza che non sa minimamente affrontare e gestire i problemi che quotidianamente si verificano nel governare una città? Verosimilmente il problema sta nel aver promesso (in campagna elettorale) tutto ed il contrario di tutto a chiunque si trovavano di fronte pur di accaparrarsi il voto e adesso qualsiesi decisione prendono va contro una parte di elettorato, quindi per non scontentare nessuno è meglio "non decidere".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Studiati la forza inerziale!

      Elimina
    2. Forza inerziale una ma..za! Qs è una forza superiore e contraria che ci porta nel baratro!! caro il mio Isaac!

      Elimina
  6. Gentile Uliz,
    basta chiedere in giro per sapere a chi sono andati i voti dei "muratori" e di molte imprese edili locali ! Vieni da marte o ci fai? Quindi è facilmente deducibile che il Burchio si farà, stanno solamente cercando il modo di farlo digerire a Reboli ed a Sampaolesi. Con le promesse fatte al quartiere montarice non vorrei essere nei loro panni !!

    RispondiElimina
  7. 20,26 ma ci credi alle cazzate che scrivi? E chi stava fuori i seggi con i santini di grande futuro? Mia sorella? Ma non vi vergognate a scrivere menzogne su menzogne? Porto Recanati si è liberata di voi e del vostro modo di fare,ora spetta a questa amministrazione, se ne è capace,farvi rimanere nell'anonimato per altri 15 anni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Puoi dare tutti i santini che vuoi. Gli accordi si fanno prima e chi li ha fatti lo sa.

      Elimina
    2. Invece chi mandava messaggi privati via FB con lo slogan elettorale e la coppia definita Uomo + Donna alle 17.30 c.ca del sabato?? Dai toni che usi dovresti essere proprio tu! E lo scritto rimane mio caro. Ed è rimasto!!!

      Elimina
  8. Totalmente d'accordo con quanto affermato dall'opposizione. Se ne sono accorti anche molti cittadini. Immobilismo, impreparazione e autocelebrazioni.

    RispondiElimina
  9. Questa é buffa!!!
    In tutta la galassia la conferenza stampa dei primi 100 giorni la fa chi governa per pubblicizzare le prime e più importanti promesse fatte in campagna elettorale e far vedere ch si mantengono...
    Qui nemmeno quello riescono a fare... e non mi stupisco perché fino ad ora ci stiamo facendo delle risate degne del circo Takimiri!!!

    RispondiElimina
  10. Il Parco del Burchio si farà perché ormai ha superato "il punto di non ritorno" ,ecco spiegata tutta la fretta da dicembre ad aprile,ora i dubbi di un default di PortoRecanati in caso di diniego o scadenza dei 120 giorni sono tanti,quindi invece di stare qui a cantare il solito disco,dite se voi anonimi cosa scegliereste a questo punto.
    Il parco,cercando di ottenere qualcosa in più per tutta la comunità oppure la strada tortuosa dei tribunali con magari alla fine il patibolo per PortoRecanati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ammazza quanti siete a cantare maggio...secondo me sto parco non si farà per un solo motivo:
      "è calorosamente spalleggiato dal giornalista del Corriere Adriatico che notoriamente ha sempre portato sfiga"!
      - ha fatto una campagna spietata per richiedere un ambulatorio di gastro-enterologia a Porto Recanati nel nuovo polo sanitario - risultato - NON SI E' FATTO!
      - ha caldeggiato la vecchia amministrazione per la realizzazione del Rigassificatore - risultato - NON SI e' FATTO!
      - un anno fa dava il porto/darsena per fatto, progetti e fondi già reperiti - risultato - NON SI E' FATTO!
      - oggi batte la lingua quotidianamente sul tamburo del "Burchio a tutti i costi"- quale sarà il risultato?

      Elimina
    2. Si possono aggrappare solo alla cabala, perchè in quanto a contenuti abbiamo visto che hanno ben pochi, e sono davvero bravissimo e magnanimo dicendo questo. Faccio fatica a vedere qs giunta che magna el panetto'.... o addirittura el pa' nuciatu!... ma che dico poi, ci sono le elezioni a Maggio della regione, o pe riffe o pe raffe ce se taccane col cemento armato alla poltrona! :-)

      Elimina
    3. Quessi non magneranne el panetto' ma te ormai so' 4 mesi che te rosighi el fedicu

      Elimina
  11. Trovo interessantissimo un passaggio del discorso di Gran Futuro per Porto Recanati...."Le emergenze della nostra città sono quelle di sempre ed il Sindaco ha mostrato oltre a non conoscerle, di non sapere assolutamente come affrontarle."....questo vuol dire che chi è stato al potere non ha saputo o non ha voluto risolverli e questo sarebbe doppiamente grave. Di fatto pretende di farli risolvere in tempo breve alla nuova amministrazione. Fatevi un esame di coscienza

    RispondiElimina