QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

sabato 14 giugno 2014

SE NE SON DETTE UN PO'.....

Primo consiglio comunale. Attesissimo. Sala consiliare gremita. Sarebbe servito un locale molto più grande per contenere in maniera decente tutti i presenti. Si inizia. Applausi al neo sindaco che indossa la fascia tricolore. Il neo primo cittadino prende la parola: ci sono da esperire le procedure da prassi. Si comunicano ufficialmente i nomi degli assessori e le deleghe assegnate ad ognuno.

Prima sorpresa: nel foglio che ci era stato dato Martedì scorso in conferenza stampa, la delega alle "politiche giovanili" era stata assegnata a Italo Canaletti. Ma nella ufficializzazione degli atti abbiamo scoperto che questa era invece riservata ad Attilio Fiaschetti. Strano. Ma é successo. Inizia il discorso programmatico del sindaco. 25 minuti. Viene distrutta la maniera di amministrare dell'ex sindaco Ubaldi. Viene descritta una città che si eredita praticamente allo sbando. Depauperata e mal governata. Ridotta allo stremo. Preda di esclusivi centri di potere. In mano ad individualismi spinti. Il discorso della Montali é stato tutto basato su principi socio/filosofici: il cittadino deve ritornare a contare, deve diventare finalmente protagonista. Nessuno può essere lasciato al suo destino. Bilancio partecipato, ampiamento delle strutture sportive, defibrillatori posti in ogni luogo frequentato dalla collettività, una città da rendere più sicura, l'agire nel rispetto delle regole, l'ascolto costante e quotidiano delle problematiche di tutti. Basta con il consumo del territorio (applauso scrosciante ) Non una parola sul Burchio, non una parola sul porto. I due argomenti che più hanno fatto discutere nella campagna elettorale, non sono stati minimamente citati dalla Montali. Nel discorso programmatico, forse, un paio di minuti di parole andavano spese su ciò che da mesi é nella bocca dei cittadini. Ma questa é una nostra opinabile percezione. Applausi a non finire. Il 90 per cento dei presenti era costituito da elettori della Montali.

É la volta del capo gruppo di FPP Rosalba Ubaldi: 20 minuti di difesa del suo quindicennale operato e contrattacco. Durissimo e spietato. L'accusa delle troppe delicate deleghe a Riccetti (urbanistica, polizia municipale, servizi demografici). Un paese che rischia di trasformarsi in una sorta di KGB, tutto in mano ad una persona, che tra l'altro ha un piccolo conflitto di interessi esercitando la professione di avvocato. Critica feroce alla etereogeneità della coalizione che governerà il paese nei prossimi cinque anni. Che assembla forze che vanno dalla Lega a Sel. Annotazione sul fatto che non si capisce dove la Montali prenderà i soldi per realizzare il programma. Mancanza nel programma di NPP di possibilità di garantire un lavoro a chi non ce l'ha. Puntualizzazione del nulla di alcuni incarichi affidati ai consiglieri relativi a settori non di competenza dell'ente comunale. Toni durissimi per tutto l'intervento. Promessa di una opposizione senza sconti ma costruttiva per il paese. Voto contrario, ovviamente.

Tocca a Poeta: dichiara di dare la fiducia a questa giunta. Auspica una vera trasparenza. Denuncia l'inadeguatezza della sala consiliare per appuntamenti così frequentati dalla popolazione, che deve veramente essere posta al centro dell'attenzione. Invita il sindaco ad una comunicazione limpida con il cittadino utente. Si augura una maniera di mettere in atto politiche urbanistiche limpide.

Risponde la Montali: promette il rispetto delle regole nel settore urbanistico. Riprende la parola la Ubaldi: tuona.... Ribadisce che ogni singolo atto della sua giunta rispondeva sempre e comunque alla legge e alle disposizioni impartite dagli enti sovracomunali. Lo fa in maniera durissima. Perdendo quasi il suo classico aplomb istituzionale. E ribadendo che non ha più intenzione di sottostare a certi insulti che le sono stati rivolti nell'ultimo periodo. Scintille. Toni che si alzano. Momenti di inaspettata vivacità.

Buon lavoro a tutti. A chi é chiamato a governare questo difficile paese. E a chi si opporrà rappresentando il suo elettorato. Se ne sono dette un po' oggi. Due ore e mezzo di consiglio. Eccitanti. La noia oggi, non abitava a Palazzo Volpini.

 

 

 

 

21 commenti:

  1. Con qualche difficoltà, vista la massiccia presenza, ho potuto assistere all'evento e senza commentare gli argomenti (preferisco aspettare e valutare i fatti) una critica però la devo fare. Tutti i consiglieri si sono presentati vestiti in modo appropriato, con una certa eleganza, tranne una. Mi dispiace notare un fatto poco attinente al post ma credo che anche l'immagine dei consiglieri abbia la sua importanza. Indossare degli abiti, diciamo, non quotidiani ma un poco più eleganti nelle occasioni ufficiali, rispecchia l'importanza del ruolo istituzionale. Spero di non essere stato troppo cattivo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cattivo no, inadeguato sì. Il rispetto per le istituzioni non si vede dall'abito, ma dal comportamento quotidiano. Credo ci siano state in quella sede consigliere elegantemente abbigliate, che da sempre hanno mostrato poco rispetto per il ruolo che ricoprivano. Vedremo nel tempo quanto la persona di cui parli sarà in grado di sostenere il ruolo istituzionale che ricopre.

      Elimina
    2. Tu, 14.40, di piuttosto a chi ti riferisci dicendo di persone che hanno mostrato poco rispetto per il ruolo che ricoprivano. Non sarai per caso uno dei tanti ciarlatani che infestano le nostra strade e le nostre vite?

      Elimina
  2. Anch'io c'ero ma ho preferito ascoltare i contenuti più che guardare le apparenze tanto che non saprei neanche dire come erano vestiti e chi era più elegante. Ho ascoltato tutto e visto le reazioni della gente e mi sono resa conto che le approvazioni più sentite erano al "basta cementificazione selvaggia" e "rispetto del territorio" quindi penso sia lì il centro del discorso. Penso sia questo il motivo preponderante che ha fatto scegliere la Montali e bocciare la regina del cemento Ubaldi. Ho ascoltato la proprietà di linguaggio del nuovo Sindaco e la calma da gran signora nel non cadere nel tranello di imbestialirsi agli attacchi inopportuni dell'opposizione. Ma come diceva il grande Totò: Signori ci si nasce, è inutile sforzarsi. Ho ascoltato il sindaco uscente e sono uscita prima perché non si poteva ascoltare. Lei che si è lamentata di essere attaccata personalmente ha dovuto nominare uno a uno i consiglieri ergendosi a giudice supremo arrivando ad offendere. Lei che ha sempre incentrato tutto sulla sua persona e giudica personalmente le persone si lamenta di essere criticata personalmente. Per fortuna la gente ha capito! L'aria è cambiata! Voglio credere che la nuova amministrazione informerà e ascolterà le proposte della gente, incentivare le consulte ed i comitati di quartiere, metterà la gente al centro della scena. Auguri e buon lavoro a tutti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco su quali sentimenti si basa la nouvelle politique della Montali: ancora e sempre sull'odio sociale e personale. Questa anonima delle 12.23, che tra l'altro è una gran bugiarda nel parlare dell'ex sindaco come il campione della cementificazione, pretende di essere nata signora e apprezza la Montali anche per questo. Simile cerca simile, evidentemente. Io non credo comunque che la Montali ascolterà le persone (perché dovrebbe farlo se proprio quelle persone hanno stabilito che sia lei a fare le scelte di governo?), ma se lo farà spero non ascolti mai la signora delle 12.25.

      Elimina
  3. No, sei stato solo superficiale e vuoto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Risposta critica profonda e ben ponderata,ma soprattutto non di parte.

      Elimina
    2. Avevo ragione io ,ieri, a dire che le deleghe non non erano andate giù solo a Feliciotti.

      Elimina
  4. Brambilla Fumagalli15 giugno 2014 16:15

    I vigili hanno sparato?

    RispondiElimina
  5. Ieri la neo sindaca tra le diverse cose ha parlato di una città più pulita ed un verde più curato. A parte che la sporcizia non è creata dalle amministrazioni ma dai cittadini, per renderla più pulita metti più cestini dell'immondizia o assumi più personale per pulire le strade (cosa non fattibile a causa del blocco delle assunzioni). Quanto al verde, i giardinieri sono solo 2, ne assumerà di nuovi? Non può, rimarranno quelli e quelli avranno sulle spalle l'intero territorio. E allora, saranno solo le solite chiacchiere elettorali?
    Un' ultima cosa riguardo ai defibrillatori, la Montali ne vuole di più, la Ubaldi sostiene che ci sono ovunque, sarebbe interessante capire dove sta la verità, giusto per iniziare a vedere chi mente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se leggete il programma di governo della Montali chiederete la cittadinanza di Loreto. Mi domando come ci si possa far abbindolare da vacuità come quelle esposte in quel programma. E pensare che ieri i trinariciuti della sinistra (a proposito, la Montali non era d destra fino a un paio di mesi fa?) in consiglio comunale si sono spellati le mani dagli applausi. Ditemi voi che razza di gente deve essere alla guida di Porto Recanati e soprattutto chi li osanna. Succederà come nel Nerone di Petrolini che applaudiranno la Montali appena mette giù i piedi dal letto. Questi spiriti liberi hanno applaudito Stalin, Togliatti, Berlinguer e oggi Renzi. Che capacità di discernimento vuoi che abbiano? Sono irreggimentati e vanno dietro al capobranco: cornuti e mazziati.

      Elimina
    2. Caro anonimo delle 20.50,apprezzo la cultura che sprizza dalle tue frasi,peccato che fai esempi usando parole come "trinariciuti" coniata dal Guareschi negli anni del dopoguerra per descrivere i comunisti di allora oppure addirittura il "Nerone" di Petrolini del 1930.
      Ti ricordo che siamo nel 2014, la tua DC si è disgregata nel 1992 e il Comunismo è crollato con il muro nel 1989.

      Elimina
  6. Leggo questo :
    "L'accusa delle troppe delicate deleghe a Riccetti (urbanistica, polizia municipale, servizi demografici). Un paese che rischia di trasformarsi in una sorta di KGB, tutto in mano ad una persona, che tra l'altro ha un piccolo conflitto di interessi esercitando la professione di avvocato"

    Qualcuno mi spiega quale sarebbe il conflitto di interessi?

    RispondiElimina
  7. Sapendo le diatribe ed i problemi a tutto campo dei cittadini ci si potrebbe porsi come interlocutore legale o no? Direttamente o indirettamente. Penso proprio che questo sia conflitto di interessi. Non mi sembra peregrino il sospetto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questo sarebbe il conflitto di interessi potenziale?
      Come potrebbe un avvocato assumere la difesa di una parte contro il comune o viceversa senza esporsi al rischio di sanzioni disciplinari da parte del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di appartenenza?
      Sospettare di una persona significa mettere in dubbio la sua correttezza etica e professionale e non mi pare che nello specifico dell'avv.Riccetti si possano coltivare certi sospetti.

      Elimina
  8. Ma le Politiche giovanili non erano state date a Canaletti ? E volete dirmi che fino a ieri non se ne era accorto nè Canaletti nè Fiaschetti ? Boh, per me sotto c'è qualcosa che non ci hanno voluto dire. La trasparenza ??? Non mi sembra un buon inizio

    RispondiElimina
  9. Un avvocato che in qualche modo "controlla" ufficio tecnico, anagrafe e polizia municipale. Si, nell'esercizio della sua funzione potrebbe avere delle "influenze" non proprio eticamente trascurabili

    RispondiElimina
  10. La legge non vieta a chi svolge questa professione di candidarsi e di essere eletto

    RispondiElimina
  11. Vedo che si inizia a ragionare e me ne compiaccio.

    RispondiElimina
  12. É trasparenza comunicare che una delega va ad un assessore e nel consiglio comunale cambiare la decisione senza motivare? No Sabrina. Non lo é!!!!!

    RispondiElimina
  13. Finalmente la nuova giunta può iniziare a lavorare e trasformare l'entusiasmo in azioni concrete per il nostro paese. Mi auguro che la maggioranza si dedicherà sin da subito al presente e al futuro, senza ritornare continuamente al passato. Noi cittadini abbiamo vissuto in questo paese e ognuno di noi ha già dato il proprio giudizio con il voto.Questa era la prima volta che assistevo ad un consiglio comunale per l'insediamento di un nuovo Sindaco e l'idea che si trattasse di qualcosa di "routinario" mi e' passata dopo pochi minuti. Il nuovo Sindaco ha esordito con un ringraziamento verso la Dott. Ubaldi (che fair play ho pensato)ma subito dopo e' passata ad una descrizione devastante della Portorecanati che aveva ereditato: disoccupazione, costa distrutta, esasperato melting pot (bisognerebbe capire a chi ha fatto comodo "ammucchiare" in un'unica struttura più di 2000 persone, non certo ad un semplice Sindaco) , selvaggio consumo del suolo. Non posso negare la mia avversione verso il consumo del suolo indiscriminato ma obbiettivamente si può addebitare tutto il resto all'ex Sindaco? Il discorso del Sindaco Montali e' stato un programma "comportamentale" della nuova giunta, che condivido naturalmente, ma ribadisco comportamentale ,più che un discorso programmatico. Che facciamo con le grandi opere il cui iter e' già iniziato? E per dare occupazione? Per un momento ho pensato che l'Arch. Poeta fosse un appendice della maggioranza avendo dichiarato che il programma dei 5 stelle e' estremamente simile a quello dell'attuale maggioranza. Un attacco duro e giudizi di merito,da parte dell'ex Sindaco, sugli assessori che hanno risposto con sorrisini ironici. Non c'e' stato da annoiarsi insomma. Buon lavoro a tutti.

    RispondiElimina