QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 3 giugno 2013

C'ERA UNA VOLTA....

Riceviamo e pubblichiamo da David Pierini
Sappiamo tutti benissimo che il paese che c'era una volta non c'è più, il nostro tempo con un'ondata furibonda di demente modernismo si è portato via tutto... uomini, cose e persino il ricordo di esse. Tuttavia un frammento del passato è scampato alla distruzione rimanendo intatto come all'alba della creazione, un reperto prezioso che il nostro sguardo abituato al clamore non sa più cogliere.
Passeggiando d'estate per il lungomare di Porto Recanati... procedendo verso sud, poco dopo il vicolo dei salesiani c'è un tratto di strada da dove, pensate un po'... si riesce addirittura a vedere il mare. In questo tratto, come d'incanto, scompare quella muraglia impenetrabile di strutture allestite per fornire ai turisti nei pochi metri a disposizione...di tutto e di più: bar, ristoranti, pizzerie, sale giochi, campi di pallavolo, campi di calcetto... tutto scompare e miracolosamente appare il mare. In questo lido benedetto troverete solo il necessario per la spiaggia... ombrelloni, lettini e cabine, null'altro...proprio come Dio comanda. Quest'oasi nel deserto è "il balneare Annito" da sempre in orgogliosa controtendenza, da sempre un paradiso nel panorama caotico del litorale, da sempre una perla di cui ci si può vantare. Annito negli anni non si è lasciato sedurre dalle sirene dell'espansionismo, della competizione e del profitto... è rimasto fedele al suo umile progetto mentre tutto intorno sorgevano baracche di ogni genere senza alcun criterio... tanto da far pensare ad un appassito carnevale nelle favelas brasiliane. Sui politici grava la responsabilità dello scempio ambientale, figlio di quello scempio morale di cui noi italiani siamo gli eterni campioni del mondo... scempio che hanno voluto in nome del loro Dio... il dio denaro. Sindaco e assessori dovrebbero rileggere il secondo comandamento, non nella versione cattolica perché quella è stata riveduta e corretta dal diavolo per avviarli all'inferno... ma nel libro dell'Esodo direttamente dalla bocca di Dio, al capitolo 20 versetti 4,5. E meditare... meditare fino a farsi male per scoprire a quale sorte hanno condannato i loro figli, nipoti e pronipoti! Oggi si cerca di difendere con le unghie e con i denti quei pochi angoli sfuggiti alla mano devastatrice dell'uomo... li chiamano... "patrimoni dell'umanità". Ecco io nel nostro piccolo propongo all'Amministrazione comunale di etichettare il balneare Annito come "patrimonio dell'umanità portorecanatese" e come tale difenderlo, esaltarlo e indurre gli altri balneari... a imitarlo.
David Pierini

64 commenti:

  1. E pure questa marchetta pubblicitaria è fatta...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento non volevamo pubblicarlo. Poi ci siamo detti: pubblichiamolo. In maniera tale da rendere noto a tutti quanti di come il mondo sia pieno di stolti.

      Elimina
    2. Beh se dovete pubblicare per poi insultare allora è meglio nn pubblicare

      Elimina
    3. E perchè mai? E' sempre istruttivo divulgare quanti stolti ci sono in giro....

      Elimina
    4. complimenti atteggiamento degno di fior fior di moderatori il vostro...sarebbe bello vedere tutta questa enfasi anche quando le minacce dei pezzi grossi ve la fa fare nei pantaloni...ma fate il piacere va'!!!!

      Elimina
    5. Prima di dare fiato alla bocca assicurati che sia linkata al cervello. Ai "pezzi grossi" in questo blog, da parte di chi lo gestisce, sono state dette cose che la stampa locale non si é mai azzardata di dire. Le lezioni di giornalismo vai a farle da qualche altra parte. Qui non sono ammesse. Soprattutto quando vengono, appunto, dal solito stolto.

      Elimina
  2. sono d'accordo per quanto riguarda il fine dell'articolo,cioe' che il balneare ANNITO E FIGLI sia da ammirare perche' negli anni e' riuscito a non farsi travolgere dal modernismo e a rimanere un'oasi di pace nella spiaggia di Portorecanati.
    sinceramente pero' trovo fuori tema metterci di mezzo la religione e cioe'i versetti 4 e 5 dell'esodo dove dio ordinava di non fare sculture e immagini e di non adorarle,pena la maledizione delle future generazioni.gia' la chiesa si intromette fin troppo negli affari di uno stato che dovrebbe essere laico per colpa dei patti lateranensi,che io rivedrei fino alla radice,in piu'sarebbe proprio la chiesa che ci condanna ,secondo i versetti 4 e 5 dell'esodo ,quando ci fa adorare statuette, santi vari e le loro relique in tutti gli angoli cristianizzati del mondo.oppure per queste cose c'e'una deroga speciale?

    RispondiElimina
  3. ringrazio la redazione per avermi pubblicato andando incontro a qualche critica...voglio precisare che non ho scritto questo pezzo per fare pubblicità ad Annito, credo non ne abbia bisogno. Se ho tirato in ballo la parola di Dio, non la chiesa...è perché sono tenuto a farlo. Ogni volta che dico la verità, io che l'ho trovata, devo dirla fino in fondo per il bene di tutti e perché lo impone il mio dovere di cristiano. Ora i politici sono avvertiti di cosa produrranno le loro opere malvagie...e se credono che Dio non sia un scherzo e amano figli e nipoti...
    provvederanno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Annito non costruì alcun chiosco e Dio vide che era cosa buona e giusta...i politici invece permisero agli altri di realizzare chalet e baite e a loro furono spalancate le porte dell'Inferno...pentitevi oh Voi che non ascoltate il verbo di David...Argano per favore state scadendo sul grottesco!!!

      Elimina
    2. Al di là degli aspetti religiosi dello scritto che ci é pervenuto e che abbiamo pubblicato, verso i quali anche noi nutriamo una sorta di fisiologica diffidenza per la laicità della nostra natura, ci interessava, come al solito, generare un dibattito su quello che é comunque un problema sentito, ovvero l'eccessiva cementizzazione del nostro lungomare (per non parlare delle puzze estive di fritto). A giudicare dai commenti pervenuti, possiamo dire di aver raggiunto lo scopo.

      Elimina
  4. Scusata ma non vi sembra un po esagerato evocare la punizione divina per le cosi dette "opere malvagie" che non sono altro che degli chalet fatti per lavorare e dare lavoro. Per vedere il mare basta fare 10 metri nei numerevoli ingressi che ci sono per i balneari e godersi la visione del mare.
    La parola di Dio credo che vada tirata in ballo per delle cose estremamente più serie che non la vista del mare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Guai a voi, che aggiungete casa a casa
      e unite campo a campo,
      finché non vi sia più spazio,
      e così restate soli ad abitare
      nel paese".

      questi sono versi del profeta Isaia attuali più che mai nel nostro paese...caro anonimo Dio ne ha per tutti... tutto è degno della sua attenzione anche un verme perché lui lo ha creato e lo tiene in vita...a chi pecca contro il creato Dio dice..."Guai a voi"...

      Elimina
  5. Davvero inqualificabile da parte della redazione pubblicare un articolo e poi dare dello stolto a chi l'ha scritto e si è rivolto a voi. Complimenti davvero. Questo si che è giornalismo di alta scuola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non abbiamo dato dello stolto a chi l'ha scritto. Tu devi avere qualche problema grosso di comprensione. Abbiamo dato dello stolto a chi ci ha accusato di fare marchette. Ecco, se ci dicono che facciamo marchette ci incazziamo. Si puó???

      Elimina
    2. Allora siete voi dell'argano a nn capire un .... La marchetta a cui mi riferivo l'ha fatta david...voi nn avete fatto altro che pubblicate e darmi dello stolto. VERGOGNA

      Elimina
    3. Scusate, avevo frainteso.

      Elimina
    4. mi pare di capire che questo anonimo mi accusa di aver ricevuto un compenso da Annito per avergli fatto pubblicità...mi viene in mente un aforisma di Oscar Wilde che trovo più che mai appropriato..." è meglio tacere e sembrare stupidi che parlare e togliere ogni dubbio".

      david pierini

      Elimina
    5. david per fortuna hai aggiunto un po' più in basso che non ti offendi mai e che soprattutto non offendi nessuno. Tra te e L'Argano avete dato prova di grande rispetto altrui...complimenti!!!

      Elimina
    6. Che fai prima accusi di "fare marchette" e poi hai il coraggio di parlare di "rispetto altrui"??? Stolto eri e stolto rimani. Al cubo.

      Elimina
    7. ma infatti io non mi sono offeso...se tu mi conosci saprai che non sono il tipo di fare marchetta...
      se non mi conosci non capisco su quali basi mi accusi...Annito ha fama di tutto tranne che di corruttore come io di corrotto...e allora quell'aforisma mi è sembrato che fotografasse bene la situazione...sei stato avventato nel parlare...e non ritenerti offeso perché se uno se le va a cercare poi se le tiene...l'argano ti ha dato dello stolto, oscar wilde dello stupido, io non aggiungo altro...

      Elimina
    8. se va be'...Lino Banfi allora ve da dei cornuti a tutti e due..d'accordo??

      Elimina
  6. bravo david pierini ottima spiegazione sia come credente, e come cittadino di portorecanati. l unica spiaggia vera è quella di annito e figli. poi andrea il bagnino è veramente un bagnino,vedete se capita veramente qualcosa cosa succede con i bagnini che ci sono . un saluto ai ragazzi dell argano sempre i meglio avanti cosi e pubblicate tutto per il bene del paese.

    RispondiElimina
  7. Lasciatevelo dire da uno che non ci vive più da 45 anni, ma che ritorna ogni anno al Portu come le rondini a primavera:
    quando ero ragazzino, ai bordi del lungomare cresceva l'erba, c'era una fila di alberi sui quali salivamo sopra per giocare finchè la sirena dei "cementi"
    ci dava il segnale che le nostre mamme avevano "buttato giù la pasta".
    Quando passeggio sul lungomare, ricordo quello di travertino buttato giù da un terribile fortunale, poi ricordo...vabbè,lasciamo stare i ricordi, eppure vederlo stuprato in quella maniera, scuoto la testa dicendomi..'rdateme el paese mia" magara solu per un paru de menuti. Me basteria.

    Mirko Ricciardi, Svizzera

    RispondiElimina
  8. Sto a qualche km di distanza per lavoro e vicissitudini della vita... eppure me piagne el core a vede' el Porto ogni benedetta volta che torno....e certamente di scempi ne sono stati fatti...in quanto alla "marchetta" solo chi non conosce lo scrivere di David(anche in altri siti) e l'Argano puo' scrivere tale FANDONIA e non vergognarsi....sul balneare penso che in molti....la pensiamo come David.... senza scomodare santi ,versetti, e pubblicitari .
    si piange per le spiagge..ma molti balneari se le son mangiate con bar,ristoranti,zone per macchinette mangiasoldi,campi di beach volley,calcetto ,basket...addirittura fontane e idromassaggi per seguire la moda e la tv...quando la nostra realta' e' molto diversa dagli esempi sottintesi. a proposito i giardini/piazza dopo le "torri di avvistamento" quando verranno aperti al pubblico ? ...anche questa e' una "marchetta " !?!?!

    RispondiElimina
  9. Rosalba Ubaldi4 giugno 2013 09:26

    Ma allora, la terrazza sul mare dell'Hotel Bianchi, non è uno scempio? Ed è stata costruita pure prima degli Chalet!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciascuno di noi risponde di quello di cui è responsabile...all'epoca andavo all'asilo...la terrazza comunque non impedisce di vedere il mare e non è sulla spiaggia...

      Elimina
    2. Sindaco ,con tutto il rispetto, ci si aspetta che le attuali amministrazioni prendano esempio dagli errori del passato per non ricadervi. Se è possibile questa amministrazione a livello di cementificazione non la batte nessuno. Neanche negli anni 60 quando furono costruiti Hotel House, Jet, Residence Pineta e Grattacielo Bianchi, sono stati costruiti tutti i metri cubi realizzati nel periodo Fabbracci-Ubaldi. Prendersela con una terrazza di 50mq per giustificare il fatto che lo scempio del lungomare non sia tutta responsabilità delle ultime amministrazioni mi sembra alquanto azzardato. Bene per la Scuola Rodari, male per il lungomare!

      Elimina
  10. Bellissimo articolo. Condivido in pieno la tristezza per un paese che non c'è più, svenduto dai nostri amministratori. Bravissimo David

    RispondiElimina
  11. e' la prima volta che un sindaco si permette di dare dello scempio ad un onesto hotel, che ha contibuito e contribuisce al buon nome di Portorecanati per quanto riguarda il turismo enogastronomico ,quel turismo per cui lo stesso sindaco va tanto fiero ogni volta che alla citta' viene assegnata la bandiera blu.quindi penso che o e' qualcuno che si e' scritto sotto falso nome,oppure se veramente e' il sindaco in persona che ha scritto questa cosa penso che debba almeno chiedere scusa all'azienda in questione citata!

    RispondiElimina
  12. secondo me leggete ma non siete in grado di capire. se uno (il sindaco ) critica la terrazza Bianchi non critica l'azienda Bianchi . questo perlomeno è quello che credo di aver compreso io. Grazie.

    RispondiElimina
  13. Rosalba Ubaldi4 giugno 2013 15:02

    Il mio commento a caldo non ha niente contro un onesto hotel conosciuto da tutti ed ormai storico. Ma è alquanto intollerabile, per chiunque sentirsi le invettive (che sono sicuramente diverse dalle critiche) esposte dal signor David. Le critiche sono sempre accettabili ma ritenere uno scempio gli chalet e sfoderare il vecchio testamento per le punizioni divine è stato decisamente fuori luogo. L'operato di un sindaco può essere criticato o condiviso, sempre giudicato ad ogni tornata elettorale (3 vincenti) ma c'è un limite a tutto. E io rispondo di ciò che ho fatto ma se si parla di "scempi" (e la definizione non è sicuramente mia ma solo ripresa dalla versione del signor David) allora guardiamoli tutti. Non trovo nulla di disdicevole sulla terrazza Bianchi ma il metro di valutazione deve essere sempre lo stesso. A chi attribuisce a me o Fabbracci la massima cementificazione, invito a rivedersi lo specchietto che avevo preparato in occasioni precedenti e su affermazioni di altri. Il binomio Ubaldi - Fabbracci è ben ultimo rispetto a molte altre amministrazioni. Io ritengo di aver contribuito allo sviluppo anche armonico di questa città e di aver contribuito a trasformare un'attività turistica come quella balneare da attività post pesca di alcuni che il 16 agosto lavavano i lettini sul lungomare (non oltre 15 anni fa) a unica attività produttiva di reddito di molte famiglie. E se abbiamo da 10 anni la Bandiera Blu è anche per quei servizi che oggi diamo e che una volta non c'erano. Ma comprendo chi non è dello stesso parere come comprendo di non riuscire ad accontentare tutti. Il signor Giovannino ricorda gli anni 60, ma ci sono stati i 70 e gli 80 ed i 90 ! Ritengo che anche allora, chi mi ha preceduto, abbia fatto scelte orientate al bene della città, scelte che oggi magari non sarebbero altrettanto condivise. Se ho offeso, involontariamente, qualcuno chiedo scusa, ma la verità è quella che ho appena scritto. Cordialmente Rosalba Ubaldi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sindaco la sua cordialità in questa occasione mi spinge a coinvolgerla ancora se me lo consente. E' possibile che alcune strutture balneari oggi non siano conformi alle direttive della legge sul demanio marittimo in merito alla facile rimozione delle stesse? Se si visto che l'art. 47 lett. g) del codice della navigazione permette all'amministrazione concedente di dichiarare decaduta la concessione in caso di violazioni edilizie o urbanistiche, vi muoverete in tal senso? Grazie

      Elimina
  14. Complimenti a David per la profondità con cui ha trattato un tema così attuale ma anche così difficile da ascoltare nel frastuono assordante della modernità. È una considerazione sacrosanta e legittima che, più che sollevare sterili speculazioni intorno al diritto o meno di chiamare in causa Dio, dovrebbe far riflettere e servire da monito a tutti coloro che hanno permesso che il paese diventasse una colata di cemento nel giro di pochissimi anni, e non solo…Costoro, paghi soltanto delle soddisfazioni immediate cercate col consenso facile e meschino, hanno abbruttito un paese e sacrificato i suoi abitanti che sono stati privati della possibilità di scegliere uno spazio “incontaminato” , non ancora travolto dalla speculazione edilizia. Io ritengo che l’idea di politica dell’attuale amministrazione sia vergognosa, non rappresenti affatto tutti i cittadini e non può avere la pretesa di farlo. Personalmente, come cittadina ma soprattutto come ragazza, mi sento offesa ed umiliata da come i signori amministratori abbiano ridotto il paese, infliggendogli un disfacimento fisico e morale che ricalca in piccolo quello cronico e più ampio che colpisce da molto l’Italia stessa. Non ho nessuna intenzione di appiattirmi dentro le miriadi di discoteche o locali all’ultimo grido che come funghi spuntano ovunque, richiamando una folla di inebetiti assuefatti al nulla. Esiste per caso un’alternativa per chi, come me, vorrebbe frequentare altri tipi di locali? Purtroppo ahimè, duole constatare che questi sembrano essere quasi esclusivamente i soli punti di ritrovo, le uniche attrattive destinate a ragazzi che ormai, allettati dal vortice delle luci e dalla momentanea quanto irresistibile visibilità, non conoscono altra fonte di divertimento.
    Io rivendico il diritto di altri spazi di socializzazione, di luoghi dove poter far circolare le idee, di zone vergini da poter destinare alle generazioni future…
    Se ne avete precluso la possibilità d’attuazione, ecco dov’è la vostra colpa più grave: avete tagliato il futuro alle generazioni che verranno, ne avete ostacolato irrimediabilmente il campo d’azione, ma non ne avrete irrigidito la forza del pensiero. Quello non potete comprarvelo… Saranno quindi i vostri figi a ribellarsi per primi…

    RispondiElimina
  15. Credo che negli anni, il fascino di Porto Recanati era anche legato al fatto che i balenari erano più o meno come quello di Annito, un pò "vintage": si vedeva il mare, i pescatori cucivano le reti, gli argani a riva,ecc. ecc. Certo i tempi sono cambiati, le esigenze sono diverse e non poteva rimanere in questo modo, ma a tutto c'è un limite... non solo il mare non si vede più, ma anche l'odore è sparito: si sente solo odore di cucina, di fritto. Non gazebo per l'ombra, ma verande selvagge che chiudono visuale e spazio lasciate costruire all'apparenza senza nessuna pianificazione. Tutto il lungomare è piastrellato di sanpietrini come se fosse un paese di montagna (ma che c'entrano da noi?) Si inciampa; i passeggini,le biciclette, le signore coi "tacchi" traballano. Senza il marciapede che conteneva un pò le mareggiate, ora le onde lambiscono le case... E dà fastidio proprio la terrazza di Bianchi?!?! Si poteva allora imparare dagli errori precedenti! e che dire delle case costruite sulla SPIAGGIA!!! zona Montecatini?? Dato che lì era zona vergine, non era meglio fare un lungomare più largo??? e che dire dell'assenza di pista ciclabile per il lungomare su cui a partire da una certa ora non si può più pedalare?? qualcuno ha mai visto i lungomare di P.to Sant'Elpidio e Civitanova? Una amministrazione illuminata dovrebbe salvaguardare il territorio che gli viene affidato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il lungomare di Civitanova è meglio del nostro???? E l'hanno salvaguardato bè il territorio tanto che ce passane le macchine a tutte le ore...

      Elimina
  16. La ringrazio per le scuse ma non servivano io non mi offendo mai e mai offendo...insieme ad ogni parola distruttrice porgo sempre una parola rivelatrice per ricostruire. Quando guardo il mondo non lo guardo cogli occhi di un uomo ma con lo sguardo del credente e le posso dire che il panorama è apocalittico...questo sguardo mi è venuto da un cammino spirituale durato vent'anni...sguardo che ognuno può acquisire se prende la parola di Dio sul serio. Allora è naturale che i toni siano forti dal momento che lo sdegno è immenso. Proprio per questo ho riesumato il secondo comandamento...per bene di coloro che non sanno queste cose e credono che sul letto di morte basti una benedizione per salvare capra e cavoli. Io a dire quello che vedo non ci guadagno niente e spesso ci rimetto...se fossi stato zitto saremmo potuti diventare buoni amici...ma di gente che la innalza, la adula e la usa ne avrà tanta...io invece non voglio usarla, ma essere usato a da lei. Questo per farle capire cosa sia la buona fede...e ottenere un credito che le faccia approfondire questi argomenti...argomenti che nel cuore di un sindaco non possono non essere confinati che nell'estrema periferia. Io per un giorno...glieli ho riportati al centro.

    david pierini

    RispondiElimina
  17. A parte che e' una sua verita'...come penso che siano verita' i punti di vista di ognuno di noi....che sono rispettabili come il suo..anche se magari non condivisibili.. ..la terrazza non ha "mangiato" la spiaggia...come ha fatto qualche chalet con gli annessi e connessi......oppure no...probabilmente si sarebbero dovuti fare i ristoranti ...al posto delle case della prima fila...e cmq ... e' sempre una questione di scogli.... che cominciano a scarseggiare ..signor ...sindaco...e che in 3 dicasi tre amministrazioni di sua/vostra competenza non e' riuscita a posizionare... chissa' perche' ? forse e' la terrazza che fa ombra...e non riesce a vedere che mancano gli scogli....quindi faccia abbattere la terrazza...e adesso non diciamo ma..e' anonimo perche'..."Se ho offeso, involontariamente, qualcuno chiedo scusa, ma la verità è quella che ho appena scritto."

    RispondiElimina
  18. P.S. Scusi sig.ra sindaco... le sue sono " critiche e quelle degli altri "invettive "? definire scempio mi sembra criticare ... bene, .... diciamo : costruzioni che non piacciono a tutti... l'invettiva comunque e' un'altra cosa...

    RispondiElimina
  19. Rosalba Ubaldi5 giugno 2013 17:39

    Signor anonimo delle 18.29, conosco bene la differenza tra critica ed invettive. E se legge la mia risposta, può capirlo anche lei. Le invettive sono quelle che richiamano i versetti dell'antico testamento, le critiche sono quelle che riguardano le cose fatte ed il modo di farle. Le prime non le accetto, le seconde sicuramente sì. Per chi chiede l'amovibilità dei balneari rispondo che tutte le strutture destinate ad ospitare anche momentaneamente le persone, debbono avere l'agibilità con deposito dei progetti al Genio Civile e questo (il Genio Civile) impone - per la sicurezza - che le stesse strutture abbiano carateristiche di solidità. Ciò non impedisce l'attuazione di quanto previsto dal Codice della Navigazione perchè tutte le strutture possono essere demolite in 24 ore in caso di necessità e questo è quanto prevede il CdN come non ha impedito che le difformità rispetto a quanto previsto dal Piano fossero demolite, anche se in qualche caso ha richiesto tempi lunghi; se non avessero provveduto - come ratio estrema - si sarebbe giunti a quanto lei asserisce, cosa anch'essa successa in un caso. La regolarità delle strutture, sotto tutti i punti di vista, è competenza degli uffici, demanio,urbanistica e polizia municipale che verificano ed hanno verificato ormai tutte le strutture presenti sul nostro territorio. L'area della Montecatini non era vergine ma era occupata da notevoli volumi di tipo industriale. Nel piano di recupero, non è stato dato neanche un metro cubo aggiuntivo a quelli già presenti. Infine, io e nessun altro ha mai pensato di demolire alcunchè meno che meno la terrazza citata che, come ho già scritto, fa parte del nostro panorama e della nostra storia. Ringrazio per l'attenzione.

    RispondiElimina
  20. Rosalba Ubaldi5 giugno 2013 17:43

    P.S. Ho dimenticato : per quanto riguarda le scogliere, tutti sanno che da sempre è un mio obiettivo. Tuttavia si tratta di un obiettivo in contrasto con quanto prevede il Piano di difesa della costa fatto dalla regione Marche e non dal Comune e che la competenza della difesa della costa, sia sotto il profilo progettuale che finanziario, è della Regione Marche e non del Comune.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. senigallia fa parte della regione marche, andate a fare un giro... anche questa mattina, sono sicuro che troverete i lavori ancora in corso: stanno mettendo le scogliere! io quando ho visto sta cosa (venerdì scorso) ho potuto soltanto scuotere la testa e dire che dovreste finirvela di raccontarci frottole e fare scarica barile tra comune, provincia e regione!

      Elimina
  21. ...e in 3 dicasi tre legislature ...non e' riuscita a pressare,agitare,(come sta facendo ora su questo blog per una innocente visione di..una spiaggia) e smuovere ...qualche scoglio...in regione anche magari organizzando un sit-in davanti la stessa "regione" con un po' di cittadini(sicuramente molti operatori del settore turistico) che son sicuro sarebbero accorsi...con lei in prima fila...con qualche striscione...ponendo il problema in vista (chiamando le tv)..un po' meglio magari di come e' stato fatto fin ora. vista cmq la sua verve letteraria riversata su questo blog nell'ultima settimana... mi sarei aspettato che quanto meno avesse tempestato ...(che so con una risma di extra strong la settimana...e questa se non lo ha capito e' una battuta... )chi di dovere,visto che e' una sua prerogativa.. ... e appunto l'invettiva e' un'altra cosa...e lungi da me il volergliela spiegare....sicuramente lei con la sua dialettica ne e' piu' in grado di me.... ma sa rileggendo..cit. "Sui politici grava la responsabilità dello scempio ambientale, figlio di quello scempio morale di cui noi italiani siamo gli eterni campioni del mondo... scempio che hanno voluto in nome del loro Dio...."....per me questa non e' una invettiva...ma una critica dotata di ampio respiro poetico....chiamiamola licenza poetica...e la "terrazza" l'ha tirata fuori lei ... la critica se lei permette e' rivolta solo per il fatto che dal lungomare poco si vede il mare...magari certe ehm strutture dovevano essere piu' contenute..con delle delibere ad hoc..e questa e' una costatazione critica ,ora da brava politica quale lei e', se no non sarebbe rimasta li per dicasi 3 tre legislature puo' accettare critiche e al limite licenze poetiche (invettive) prendendole con un sorriso sulle labbra non estrapolando solo quello che non le piace , ma facendo tesoro del tutto..... a proposito...siccome mi son posto la domanda..la piazza del borgo....si sgombera....? e' amovibile...la struttura ? .....visto che...il suolo pubblico .... continuano a pagarlo?...perche' e' chiuso......oppure....la prego ci dia delucidazioni.......visto che ha incominciato a rispondere...con argomentazioni chiare....P.S."notevoli volumi di tipo industriale ?" quattro mattoni diroccati della allora montecatini?. ..."Se ho offeso, involontariamente, qualcuno chiedo scusa"....o se risulto un po' indietro con le notizie... , da palazzo V. non e' che ne filtrino molte , e anche se avessi voluto...i consigli comunali aperti ..sono in orari lavorativi...le bacheche anche dell'opposizione sono costantemente vuote di informazioni...Grazie per i suoi interventi e per la SUA attenzione.

    RispondiElimina
  22. NON FA' NESSUN EFFETTO VEDERE TANTA PROPENSIONE DEL SINDACO A FORNIRE SPIEGAZIONI E A RILASCIARE INTERVISTE CON TANTA ENFASI,QUI SUL BLOG O SUI GIORNALI.INFATTI LA STATISTICA DI QUESTI ANNI DICE CHE IL SIGNOR SINDACO HA QUESTA ABITUDINE QUANDO SI AVVICINA LA STAGIONE TURISTICA O QUALCHE ELEZIONE AMMINISTRATIVA!COMUNQUE GRAZIE PER IL TANTO "BENE"CHE HA FATTO PER QUESTA "CITTA'" MA ANCHE (MA LEI NON LO AMMETTERA' MAI!) PER TUTTO IL "MALE" CHE HA FATTO PER IL NOSTRO PAESE IN QUESTE TRE LEGISLATURE!

    RispondiElimina
  23. Perchè il sindaco e tutti quelli che speculano sulle parole di Davide non vanno a leggere cosa dicono Giovanni Paolo II e papa Ratzinger sulla Salvaguardia del creato? Perchè non andate a leggere che adoperano la parola scempio fatta dall'uomo? Perchè non andate a leggere le parole esatte:"nel creato a stento si riconosce la mano di Dio",ma noi la mano della Ubaldi e di Fabbracci la sappiamo riconoscere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ottima riflessione...purtroppo quando si fa scendere in campo Dio è come se uno vlesse parlare a vanvera...ma Dio ha fatto il mondo e ci ha dato le istruzioni per l'uso...averle calpestare ci ha portato a ogni tipo di scempio morale e materiale...grazie anonimo...

      Elimina
  24. ...aggiungo che ... signora sindaco ...certe zone si potevano riqualificare (ex montedison) diminuendo la cubatura visto che era solo virtuale...non facendo simili alveari che vengono venduti e riempiti a fatica ... facendo fare villete mono-bi familiari circondate da pini attraversate da una strada e pista ciclabile . che sarebbe risultata piu' consona e in armonia (visto che a lei sembra cosi in armonia ora) alla struttura del nostro paese (opsss scusi, citta') unendo cosi meglio il centro cittadino con scossicci e il villaggio, detto questo poi c'e' ancora da riqualificare il"nervi"...vogliamo riqualificare o vogliamo rispettare "i notevoli volumi di tipo industriale" perche' se e' cosi cari lettori del blog prepariamoci.... a meno che.... non ci sia un segno di DISCONTINUITA'!

    RispondiElimina
  25. QUELLO CHE SORPRENDE IN TUTTO QUESTO DESERTO DI IDEE E' CHE TUTTO RUOTA ATTORNO ALLE FRASI SCONCLUSIONATE DI DAVID PIERINI. CHE POTREBBE FARE IL PREDICATORE ALLA MANIERA DI UN GEROLAMO SAVONAROLA MA NON LO STRATEGA DEL PROGRESSO. cREDO STAREBBE BENE IN CIMA UNA CASSETTA AL CENTRAL PARK DI NEW YORK, DOVE MILLENARISTI PROFETI DI SVENTURA SE NE INCONTRANO AD OGNI ANGOLO. CI VUOLE ALTRO PER SBARCARE IL LUNARIO, ALTRO CHE CACCIA ALLE PUZZE DEL LUNGOMARE. DI DIO E' MEGLIO CHE PARLI PIERINI, CHE SEMBRA ESSERNE L'INTERPRETE PIù INFORMATO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paolo VI disse" farete un mondo senza Dio ma lo farete contro l'uomo"...questo è il progresso di cui parla anonimo...un progresso selvaggio bel lontano dalle direttive di Dio, della logica e del buon senso.. E dove porta questo progresso senza senza testa e senza cuore...ma volto solo a riempire lo stomaco, soddisfare gli istinti primari e del basso ventre e rimpinguare il conto in banca...porta alla rovina. Io non sono un profeta di sventura anzi il contrario perché metto in guardia contro la sventura...il lunario lo sbarcheremmo tutti facilmente senza dover fare salti mortali se la politica non se ne mangiasse la parte più consistente...il profeta denuncia l'ingiustizia senza guadagnarci nulla...fosse anche solo per questo si pone un gradino al di sopra rispetto al resto del mondo che non muove un dito senza ricavarne un profitto...

      Elimina
  26. GIUSTO, DIVID, E' QUELLO CHE PENSO ANCHE IO. MA QUI LEI è SPRECATO, PER QUESTO LE SUGGERISCO DI TRASFERIRSI AL CENTRAL PARK DI NEW YORK, DOVE POTRA' PREDICARE DA SOPRA UNA CASSETTA COSI' METTENDOSI VISIBILMENTE UN GRADINO AL DI SOPRA DEL RESTO DEL MONDO. STIA ATTENTO PERO' A NON PRENDERSELA TROPPO CON LE TASSE, SENNO' CHE PROFETA E'?

    RispondiElimina
  27. Più uno è in disaccordo come me, più ride e si fa beffe di me e di quello che dico...più io mi convinco che sono sulla buona strada perché così dev'essere...grazie per la spinta caro anonimo...

    RispondiElimina
  28. All'anonimo delle 10:46 del 9 giugno. Domanda: ma perchè quando si parla di qualcosa di vero, di importante, ci deve essere qualcuno che blatera su dei temi che neanche conosce,su encicliche che neanche ha letto.Se vuoi argomentare su quello che dice Davide, va prima a leggere i testi,cerca di capirli, vedrai che dopo farai commenti più appropiati e meno scadenti.

    RispondiElimina
  29. C'è più gioia nell'indicare agli uomini la via dellla salvezza...che nel percorrere quella della gioia.

    RispondiElimina
  30. DA QUELLO CHE LEGGO, LEI NON SOLTANTO è UN CREDENTE, DAVID, MA ANCHE UN GESUITA. "AVANTI LE VERGINI", DICEVA QUEL PRETE. E VISTO CHE NON SI MUOVEVA NESSUNO: "AVANTI COME SIETE". TUTTO VA BENE, TUTTO ACCOLGONO LE GRANDI BRACCIA DELLA CHIESA. VA BENE PERSINO CHE LEI INDICHI AGLI UOMUNI LA VIA DELLA SALVEZZA, E PER QUESTO CI SENTIAMO TUTTI SALVATI.

    RispondiElimina
  31. non sono un gesuita ma solo uno a cui tocca il compito di parlare. Mi sono convertito nel 93 e dopo 7 anni di felicissima vita cattolica sono stato invitato ad uscire dalla chiesa per salire sopra un monte e vedere le cose dall'alto. Lo spettacolo che si vede dall'alto è sconvolgente...è tutto alla rovescia...quelli che credevo i buoni ho scoperto che sono i cattivi. La chiesa è morta e se andate a cliccare nel link sul mio nome potrete constatare di persona la mia opera di smascheramento della menzogna...è necessario uscire da essa perché è stata ripudiata da Dio come sta scritto dovesse avvenire nei giorni della fine...chi indugia viene trascinato all'inferno. Solo il nome di Gesù Cristo resta in piedi e solo da lui devono pendere le nostre labbra fino al giorno del suo ritorno...ha dato disposizioni per questo tempo dicendo..."quando vedrete accadere queste cose alzate gli occhi al cielo perché la vostra liberazione è vicina"...

    RispondiElimina
  32. CHE DIRE DI PIU'? ADDIO DAVID.

    RispondiElimina
  33. La verità è umile, non si afferma per la potenza della propria autorità ma solo quando, una dopo l'altra...cadono tutte le menzogne.

    RispondiElimina
  34. Ciao David, grazie per tutte le sane critiche poste e tutte le riflessioni giuste ma scomode che hai messo in campo . Certo è che Dio e mammona non riescono proprio ad andare daccordo e come leggo ,tanto più si coglie nel segno ,tanto maggiori sono gli attacchi da persone che dovrebbero far tesoro di ogni suggerimento ma hanno gli occhi appannati dal potere. Il nostro paese ha tempi lunghi,lunghissimi prima di metabolizzare ma è campione del mondo per i piagnistei, per guardare indietro con la nostalgica espressione che il nostro era il paese più bello del mondo. ERA,ma quello che oggi E' non viene dal nulla ,e la scarsa lungimiranza amministrativa HA SULLA COSCIENZA LO SCEMPIO CHE GRIDA VENDETTA AGLI OCCHI DI DIO E DEGLI UOMINI.

    RispondiElimina
  35. grazie a te Alessandra è una piacevolissima sorpresa scoprire che qualcuno condivide quello che dico e complimenti per lo sguardo profetico che ti fa vedere ben oltre le apparenze...nel tuo intervento dici una cosa sacrosanta dalla quale prendo spunto per fare una considerazione,..che noi portorecanatesi siamo campioni del mondo per i piagnistei. Vedo che la gente si affanna a segnalare cose che non vanno, alcune valide altre di scarsa importanza...il cittadino si erge a viigle urbano e ordina all'amministrazione, pronta a scattare sull'attenti...fai questo, fai quello. Noi paesani siamo come dei figli viziati che vogliono tutto "al paro de la bocca" e consideriamo il comune come una mamma che deve arrivare dappertutto. Il paese si esteso oltremisura e la manutenzione credo sia una spesa enorme...non sarebbe male dal momento che il paese è casa nostra e non è il caso di spremere ulteriormente che le casse del comune che poi attingono dai nostri portafogli...non sarebbe male se anziché segnalare cominciassimo a dare una mano. Io vado spesso in campagna a camminare nella zona del nuovo stadio e i fossi che corrono lungo la strada spesso sono intasati da bottiglie di plastica...bruttissimo spettacolo...per un po di giorni mi sono armato di buste di plastica e ho raccolto una marea di bottiglie. Non mi è costato nulla e l'ho sentito come un dovere civico. Se questo spirito contagiasse qualche anima volenterosa e le inducesse ad aggregarsi si potrebbe sollevare il comune da certi impegni e sgravarlo perché si occupi di cose più urgenti. Nella caserma in cui ho fatto il militare a Napoli campeggiava una scritta..."essere più che sembrare". All'ingresso del nostro municipio io ci scriverei..."fare più che segnalare".

    RispondiElimina
  36. QUOQUE TU, ALESSANDRA, CON LO SCEMPIO? IL VERO SCEMPIO LO HAI DAVANTI A TE NON VEDENDO CHE STAI ELOGIANDO IL RE DEL PIAGNISTEO NEL MENTRE CRITICHI UN TALE ATTEGGIAMENTO NEGLI ITALIANI. ERA MEGLIO UNA VOLTA è UNA ESPRESSIONE CHE TI DA FASTIDIO MA CHE PIERINI USA QUASI SENZA SOLUZIONE DI CONTINUITà. QUESTO TI SFUGGE? INFINE, DIO E MAMMONA A PORTO RECANATI SONO UN'UNICA COSA, MA ANCHE QUESTO TI SFUGGE. UN'ALTRA COSA CHE TI è SFUGGITA E' DI DIRE CHE COSA SIA QUELLO SCEMPIO CHE GRIDA VENDETTA AGLI OCCHI DI DIO E DI... MAMMONA. NON SARAI PER CASO TU STESSA MAMMONA?

    RispondiElimina
  37. Ieri sera mio figlio Matteo ha scoperto un angolo di paradiso nel nostro paese...abitato da angeli. Verso le sette e mezza al tramonto del sole, con il mare che si quietava e il vento agli ultimi sospiri è entrato in pineta vicino alla foce del fiume. E lì, sulla spiaggia, ha percepito...l'eterna armonia celeste! C'erano dei ragazzi di colore...alcuni parlavano seduti per terra, altri guardavano il mare, altri giocavano con un pallone...tutti sorridevano beati. Credo che in quel posto ritrovino il profumo della loro terra incontaminata e per essere felici basta solo respirarlo. Sguardi limpidi, anime semplice, cuori poveri...ai figli della luce non serve altro per gioire. Per creare un paradiso non occorre costruirlo...fuori di noi c'è già! Serve solo gente che non abbia...l'inferno dentro.

    RispondiElimina
  38. UN ALTRO ANONIMO-- RISPETTO LA RELIGIOSITA' DI DAVIDE CHE HA ACCAMPATO ANCHE IL PROBLEMA DI UNO SCEMPIO CHE E' OGNI GIORNO E OGNI NOTTE, SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI E CHE SOLTANTO ANNITO HA SAPUTO EVITARE: SOLO QUEL TRATTO SI PUO' CHIAMARE LUNGOMARE,PER IL RESTO, IL MARE, LA SUa visione, il suo profumo la sua brezza non ci sono piu' !!! E PENSARE CHE UNA VOLTA, IL MARE SI VEDEVA DAL CORSO AD OGNI INCROCIO CON IL LUNGOMARE !!!NEPPURE QUESTO E' STATO RISERVATO ALLA BELLEZZA DEL PAESE PERCHE'QUELL'ACCORGIMENTO avrebbe PERMESSO ALLE BREZZE ,D'INCANALARSI TRA LE VIE...Ed aggiungo che alla puzza di fritto ed arrosto, c'è anche la puzza dei fumi dei forni accesi dai baretti, dalle ore 18 circa, che dal basso dei tetti a favelas, appestano l'aria a livello della strada !!!
    La presunzione del sindaco è inqualificabile !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un altro che gli puzza il fritto e l'arrosto. Ma dicci cosa mangi a casa tua di tanto speciale. Non è che hai il colesterolo alto e il diabete galoppante? Più che di presunzione del sindaco parlerei di sua responsabilità di non e essere capace di liberare il paese da certa gente. Perchè scrivi sull'Argano, non hai un diario?

      Elimina
  39. Il problema del lungomare è un altro. E' stato rifatto per dare lustro al paese e avere un buon biglietto da visita per le elezioni, e fin qui ci può stare. Quello che proprio non ci sta è la procedura adottata. Mi spiego. Prima di rifare il lungomare si sarebbero dovute realizzare le nuove scogliere, previste dal piano regionale, per favorire l'allungamento della spiaggia. Poi si sarebbe dovuto fare il piano di spiaggia comunale prevedendo la realizzazione dei nuovi manufatti a non meno di 30 metri dal lungomare, per lasciare lo spazio necessario ad una pista ciclabile, ai bagni pubblici, ad infermerie per il 118, ai giochi per bambini ed al verde. Poi si sarebbe dovuto procedere con la sistemazione del lungomare. Così facendo si sarebbero risparmiate le puzze ed i rumori; si sarebbe visto il mare senza problemi; sarebbe stata garantita la circolazione dell'aria. Si sono fatte le cose solo a rovescio, frutto di poca lungimiranza e di una vocazione turistica che i nostri amministratori da 40 anni hanno dimostrato di non avere...........

    RispondiElimina