QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 29 dicembre 2016

CASO SGM-AMMINISTRAZIONE COMUNALE: GIAQUINTO NON SI ARRENDE (E RADDOPPIA)

Ho ricevuto, così come molti altri organi di stampa cartacei e on line, una nota dalla SGM Costruzioni della signora Capone e del Sig. Giaquinto Massimo. La nota consta di due parti. Una prima, nella quale i titolari della SGM Costruzioni ribadiscono come un ulteriore incontro tra i legali della loro Impresa e l'Amministrazione Comunale, non abbia avuto l'esito sperato. Con riferimento alla nota del 23 Novembre, si ribadisce infatti che quanto richiesto con quella istanza non è stato soddisfatto dal nostro governo cittadino.
A tal proposito Massimo Giaquinto scrive in una sorta di comunicato stampa:

: " è giunto il momento che il Sindaco parli ai cittadini senza nascondersi nel silenzio omertoso di questi giorni, rammentandogli  e insegnandogli quali sono le Leggi italiane sull’accesso agli atti forse a lui e alla sua giunta poco nota, difatti Il diritto di accesso è il diritto degli interessati di prendere visione e di estrarre copia di documenti amministrativi. L'accesso ai documenti amministrativi, attese le sue rilevanti finalità di pubblico interesse, costituisce principio generale dell'attività amministrativa al fine di favorire la partecipazione e di assicurarne l'imparzialità e la trasparenza, ed attiene ai livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale ai sensi dell'art. 117 della Costituzione.(art. 22 della legge 241/90 con modifica e integrazione della Legge 15/2005). Che l’arroganza di codesta amministrazione è incomprensibile, o quanto meno, per i meno addetti, inspiegabile, anche se a me è palesemente ovvio che la voglia di non rispondere è da ritenersi semplice  paura di ammettere dei grossolani errori fatti dalle varie amministrazioni compresa quella attuale  che ci hanno arrecato ingenti danni a noi e alla collettività. Per cui concludo solo dicendo: Caro Sindaco le auguro buon anno e conoscendo la sua professionalità e serietà, faccia un regalo per l’ultimo dell’anno  ai tre quarti dei cittadini di Porto Recanati, SI DIMETTA con dignità perché pur inchinandomi davanti ai  circa 550 voti , dimentica la cosa piu' importante...che rappresentano pur sempre una mano sola!!"

Da questa prima parte del comunicato si evince e si presume che lo stesso Giaquinto abbia avanzato una richiesta di accesso agli atti, alla quale l'Amministrazione Comunale non ha ritenuto opportuno dare seguito.

Nella seconda parte di questo comunicato stampa (effettivamente un po' atipico), la SGM produce un vero e proprio esposto che oltre ad essere indirizzato al Sindaco Mozzicafreddo Roberto e alla Vice Sindaco Rosalba Ubaldi ha come destinatari differenti rami dell'autorità giudiziaria e  istituzioni  preposte allo svolgimento delle indagini. In questo esposto la SGM chiede al Comune la produzione di determinati atti inerenti la storia (urbanistica) della PEEP di Porto Recanati.

Proprio per la delicatezza del documento  penso che non sia il  caso di divulgarlo. Almeno fino a quando le autorità preposte non abbiano, nell'esercizio delle proprie funzioni, adempiuto, qualora lo ritengano opportuno,  alle loro azioni di competenza.




7 commenti:

  1. Non si potrà insabbiare in eterno!se ci fosse un 'opposizione ,chissà cosa potrebbe fare...

    RispondiElimina
  2. Non capisco e tanto meno giustifico la prudenza circa la seconda parte del documento. E' un atto che la stessa parte proponente ha voluto divulgare, inviandolo a tutti gli organi d'informazione. Forse andrebbe ponderato con attenzione, magari poi pubblicato per stralci qualora ci fossero passaggi che fanno temere conseguenze giudiziarie. Il Comune di Porto Recanati non può trasformarsi in porto delle nebbie. Anche perchè tira un vento...
    Ad majora!

    RispondiElimina
  3. Lanfranco Picchio29 dicembre 2016 17:42

    Ci sara'un giudice in Danimarca?

    RispondiElimina
  4. Lanfranco Picchio29 dicembre 2016 18:17

    Argano,non pubblicarla piu'la seconda parte della lettera perche'l'ha gia'fatto Il Cittadino di Recanati😁😁😁

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so. Ne sono felice. Ognuno fa le sue scelte. Giusto cosî.

      Elimina
  5. Tirar fuori questa notizia nel giorno dell'anniversario dell'amicizia su fb tra Giacquinto e Canaletti mi sembra inopportuno.

    RispondiElimina
  6. Cinquestelle, siete vivi? O il panettone ormai vi ha paralizzato il cervello (e la penna)?

    RispondiElimina