QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 26 aprile 2016

SAURO PIGINI: LISTA DI 16 PERSONE E ASSESSORI COMUNICATI IN ANTICIPO

Sauro Pigini rompe il silenzio del Movimento 5 Stelle e annuncia che la lista sarà composta da 16 elementi e in coerenza ad una operazione di massima trasparenza comunicherà in anticipo i nomi degli (eventuali) assessori e componenti della Giunta.


Ad oggi, comunque, la lista penta stellata non risulta tra quelle certificate dal Blog di Grillo:


27 commenti:

  1. Ma il sindaco è iscritto al movimento da almeno sei mesi?

    RispondiElimina
  2. Esempio di correttezza e garanzia di trasparenza. Complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si porrebbe il problema delle preferenze ottenute peró. Cosa succederebbe se un candidato che viene anticipatamente designato come assessore, prendesse una manciata di voti, mentre un altro dei 16, non designato a nulla, ne prendesse 150?
      La Volontà popolare sarebbe rappresentata?

      Elimina
    2. Il problema è un'altro: se gli ipotetici assessori non fossero eletti, sarebbero assessori egualmente?

      Elimina
  3. Il candidato sindaco 5stelle corre questo rischio ma in cambio mette le persone competenti al posto giusto,è un bel cambiamento, da apprezzare.

    RispondiElimina
  4. Hai perfettamente ragione argano no non verrebbe rappresentata.

    RispondiElimina
  5. Il candidato pigini non Sa che i candidati corrono alla ricerca di voti per un prestigio personale e x avere un incarico se sono stabiliti prima chi corre??

    RispondiElimina
  6. Se l'avesse fatto qualunque altra lista avreste detto che si spartivano le poltrone.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non si rischia di dare assessorati ad analfabeti e sappiamo di votare per quel sindaco e quegli assessori.

      Elimina
  7. Le deleghe assessorili , secondo legge , sono decise esclusivamente del sindaco.

    Poi dopo vengono assegnate in base ai criteri più disparati che vanno dalle preferenze , competenza ecc ecc...

    Il dirli prima ha il pro che si sa in anticipo chi ci sarà in quella posizione il contro è che normalmente viene definita "spartizione delle poltrone" in caso dei patiti convenzionali che normalmente tengono per pudore questi accordi segreti , e quando succedono i litigi si spiattellano i documenti sui blog. Esempio vicesindaco + urbanistica a Riccetti , che lui declina in richiesta legittima , ma a me sempre un "dare moneta vedere cammello"

    RispondiElimina
  8. Spartizione delle poltrone.
    Ma ce sono o ce fanno?
    Hanno sbriciolato gli zebedei a tutti sulla spartizione di poltrone e adesso loro lo vogliono far passare per trasparenza senza contare nemmeno il voto della GGENTE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché scusa? Pensi che siano i voti a determinare l'assegnazione degli assessorati? E la tanto invocata competenza? Gli "altri" si spartiscono la poltrone perché sono coalizioni e le forze che le compongono decidono prima chi avrà cosa. Con la Montali, se non erro, la Fermanelli ebbe più preferenze di altri ma nessun assessorato, perché gli accordi erano quelli. Ma i 5* che poltrone si spartiscono se non fanno alleanze? Semplicemente dicono prima e pubblicamente chi ricoprirà gli incarichi in caso di vittoria. Ma il dubbio di Argano è legittimo.

      Elimina
  9. Chiediamo a Riccetti se va bene non è lo stesso metodo che ha adottato lui nel 2014 .........?

    RispondiElimina
  10. Quanta ignoranza che vedo sopra. Prima hanno portato l'Italia nella me....lma spartendosi le poltrone tra di loro e con gli amici del quartierino ed ora che qualcuno da esempio di correttezza e trasparenza, gridano allo scandalo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà ha una certa correttezza rendere pubblica la lista degli assessori prima , il problema in forze eterogenee è che nessuno correrebbe più e sarebbe molto difficile trovare candidati in lista forti che corrano con la certezza di neanche poter fare l'assessore.

      Il 5 stelle non dovendo essere per definizione affamati di poltrone dovrebbero avere la garanzia che i loro attivisti corrano comunque, o più mestamente che in una lista che obiettivamente non ha troppe possibilità di vittoria, si corra semplicemente per essere quello con più preferenze in modo che se scatta il secondo consigliere si possa essere eletti.

      Comunque quando le cose sono chiare prima, nessuno si può sentire preso in giro ne chi si candida ne chi vota.

      Elimina
  11. I 5stelle sono noti per avere una comunicazione eccellente. Da noi ogni volta che aprono bocca fanno autogol clamorosi.per il loro bene mi auguro che da qui alle elezioni non prendano più nessuna posizione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunicazione eccellente ... insomma , chiamiamo comunicazione eccellente i Vaffa di grillo , dire il fatto che l'aids non esista , il voler dialogare con l'isis , la storia dei microchip sotto pelle , la mozione in parlamento per smascherare il governo che nasconde le sirene e la bellissima denuncia che la nostra pasta è fatta di grano saraceno... sinceramente il 5s di porto recanati mi sembra decisamente migliore (non che ci voglia molto)

      Elimina
    2. Comunicazione eccellente ... insomma , chiamiamo comunicazione eccellente i Vaffa di grillo , dire il fatto che l'aids non esista , il voler dialogare con l'isis , la storia dei microchip sotto pelle , la mozione in parlamento per smascherare il governo che nasconde le sirene e la bellissima denuncia che la nostra pasta è fatta di grano saraceno... sinceramente il 5s di porto recanati mi sembra decisamente migliore (non che ci voglia molto)

      Elimina
  12. Pigini le faccio una domanda se la
    Persona alla quale attribuisce l'incarico non viene eletta tra gli 11 e così per diverse persone all'interno della sua coalizione farà tutti assessori esterni ?

    RispondiElimina
  13. Il candidato pigini non Sa che i candidati corrono alla ricerca di voti per un prestigio personale e x avere un incarico se sono stabiliti prima chi corre??

    RispondiElimina
  14. Inesperienza, ingenuità e illusione non sono utili per una campagna elettorale e, in generale, per la politica. Cosa serve definire una giunta municipale ciooè gli assessori prima del voto, peggio se "pescati" fuori dalla lista dei candidati? Trasparenza? Non mi pare. E poi un po' di tattica non guasta. I potenziali assessori condizioneranno COMUNQUE la scelta dei cittadini-elettori, magari facendo venire meno i vantaggi che invece possono portare proprio i componenti della lista. Un errore non da poco! O una maniera elegante e sottile per... perdere.
    Quanto alla "certificazione", appare un terreno sul quale troppi fattori esterni sembrano poter influire, ad esempio piccole faide interne (vedi il primo commento) e che delegittimano le scelte dei responsabili locali dei Cinquestelle. E anche questo tatticamente è negativo.

    RispondiElimina
  15. Qualcuno dice esempio di correttezza e trasparenza.
    Trasparenza "de che" ?
    Le liste, scaduto il termine per le presentazioni sono pubbliche!

    RispondiElimina
  16. Fuori tema.
    Qualcuno sa se nel cdx le acque siano agitate?

    RispondiElimina
  17. A chi serve l'inciucio non può accettare questa pratica.la gente onesta la apprezza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Illusioneeee, dolce chimera sei tu...!

      Elimina
  18. Come mai M5S ha già presentato la lista in comune e presumibilmente anche il simbolo quando sul blog del movimento non risulta essere ancora certificata? Potete fare chiarezza? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non sta sul blog del movimento, la lista non è valida? Che strana regola è? I Cinquestelle di Porto Recanati sono incapaci d'intendere e di volere, dei minus habens perciò incapaci di selezionare i candidati? Mah, forse è meglio che si danno alle bocce o al burraco, al limite alla pesca sportiva.

      Elimina