QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 14 aprile 2016

LA STRABORDANTE NOIA DELLE CAMPAGNE ELETTORALI "PACATE"

Leggo da più parti rappresentazioni di auspici di una (prossima)  campagna elettorale pacata e serena. Basata sul rispetto e sui toni bassi. Senza alzare la voce e  criticare in alcun modo gli avversari politici. Insomma una campagna elettorale alla Peace&Love. O alla volemose bene. Fate voi.

Non ci crederete, ma a riportarvi  le tre righe sopra, ho fatto fatica. Mi sono quasi addormentato nello scriverle. Figuratevi nel prefigurarle dal punto di vista concettuale. Ho avuto una sensazione pervasiva di cloroformio che obnubila la mia perspicacia nel condurre questo blog. Le palpebre sono scese. Fino quasi a far penzolare il mio capo repentinamente in avanti come segno di un imminente colpo di sonno.

 Ed ho pensato a quando, ad alcuni giorni fa,  girovagando per il web, mi sono imbattuto in un dibattito elettorale di quelli che vanno in onda nelle TV americane in questi tempi di primarie in ottica elezioni presidenziali. I contendenti se ne dicevano di tutti i colori. Altro che "toni bassi"e "pacatezza"... Ognuno menava senza pietà sulle debolezze dell'avversario provando, nel contempo, ad esaltare i suoi concetti. L'altro incassava e rispondeva a tono. Uno spettacolo....

Sia chiaro, con questo non mi auguro certo una campagna elettorale condotta ad insulti e minacce di querele. Per carità... Ma vivace si. Ogni lista, per sua costituzione, credo, background politico, intento, ha i suoi punti forti e i suoi punti deboli. Enfatizzare i primi e rimarcare i punti deboli dell'avversario, penso faccia parte delle regole del gioco. E aiuti l'elettorato a scegliere. Insomma, penso che sia espressione di democrazia. Un candidato sindaco deve dire perchè è conveniente dargli il voto. Ma sarebbe assurdo se non rimarcasse il perchè, a suo modo di vedere, sia nocivo o addirittura pericoloso,  votare per un suo competitor. 

Del resto, quando scegliete un prodotto tra due marche diverse (e magari  a pari costo), nell'indecisione, al commesso del negozio chiedete quali sono i pregi e difetti dell'uno e dell'altro articolo. Per poter conseguentemente compiere una scelta ponderata. Per capire insomma a quale caratteristiche del prodotto vi state affidando e a quali difetti potreste dover andare incontro. 
Ora sia chiaro, so benissimo che un candidato sindaco non è nè una lavatrice nè un frigorifero. Ma un aspirante primo cittadino e una coalizione che lo appoggia,  devono anche essere abili nel comunicare. E la comunicazione consta anche nell'illustrare compiutamente le debolezze dell'avversario politico. Nello spiegare perchè il proprio prodotto che si vuol vendere, è migliore di quello della concorrenza. 

Per cui, secondo la mia più che criticabile opinione, in campagna elettorale dovete civilmente "menarvi"... Esaltando i vostri progetti e facendoci capire perchè quelli degli altri, a vostro avviso, non sono congrui. E nel fare questo potrete usare la comunicazione politica, la sferzante satira, la piccante ironia,  gli interventi su questo blog (che rimane a disposizione di chi è contrario al cloroformio)   o su altri siti. Insomma, usate  tutta  la vostra perspicacia e non frenatela  dietro una "pacatezza" e un perbenismo che, da che mondo è mondo, non hanno  mai caratterizzato nessuna campagna elettorale.

 Poi, il giorno dopo le elezioni, alzate il telefono e  complimentatevi  con il vincitore. O stringetegli  la mano. Come i grandi uomini e le grandi donne sanno fare.

Ma prima, per favore, invece del cloroformio,  dateci un pò di brio. 

O altrimenti, a votare,  non ci andranno manco i 6 mila dell'ultima volta.




P.S. :  LANCIO UNA RIVOLUZIONARIA  PROPOSTA.....

Domanda ai candidati sindaco (vediamo se qualcuno risponde).....

Questo paese è pronto ad  un confronto pubblico, con domande vere, nel quale tutti i candidati sindaci con 3 minuti a disposizione cadauno per ogni quesito posto, rispondono al cospetto della cittadinanza presente? Da organizzarsi alla Palestra Diaz? Sceglietevi uno o più giornalisti o persone che garantiscano tutti per mediare la serata  e fare le domande. E date alla popolazione questa opportunità di vera esplicazione della democrazia. Per Porto Recanati, sarebbe un passo avanti gigantesco.
Pensateci sopra. E fateci sapere.














51 commenti:

  1. Purtroppo la tattica di qualcuno è quella di dite :tutti rubano,sono tutti uguali,io non voto . così prosperano i partiti di sempre e se la gente non vota ci godono come per il referendum. Quindi rifiutano anche il confronto per non accendere il dibattito e i riflettori sulle malefatte e sulle promesse mai mantenute.e c è chi ancora lì vota e poi si lamenta...

    RispondiElimina
  2. Illusione! Se il dibattito politico (se così lo vogliamo chiamare...) fino a questo momento e come anche prima, si è sviluppato solo sulla personalizzazione (la Ubaldi? Riccetti? la Montali? Giri? Fiaschetti e compagnia cantante) è impossibile spostarsi sui contenuti (a meno che non si tratti della pallosa vicenda Burchio, sulla quale NESSUNO, candidati sindaco e pifferai d'accompagnamento, si spingono a dire in chiaro che si trattava di un'operazione di speculazione edilizia al massimo livello, con "spremitura" di banche e magari di qualche ente pubblico). Tutto è torbido, sintomo di pochezza d'idee e rivelatore di manovra tendenti soltanto ad accaparrarsi la guida del Comune a favore di amici degli amici. E tutti già ci sono cascati perchè NESSUNO chiede conto ai candidati, alle liste, alle coalizioni cosa ne pensano su punti specifici e precisi: il commercio, i servizi sociali, la scuola, il traffico, il turismo, i lavori pubblici, la mobilità urbana, la cultura.

    RispondiElimina
  3. Massimo Montali14 aprile 2016 08:00


    Argano le due liste che teoricamente sono in vantaggio non metteranno mai a rischio il loro vantaggio in un confronto che tu auspichi.
    Quando ci furono le primarie in cui ero il candidato di un partito minoritario gli altri candidati alle primarie non concedettero alcun confronto, tantomeno quando alle elezioni ero il candidato sindaco della lista nuova generazione , allora i candidati di upp e del centrodestra si dichiararono indisponibili al confronto



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Massimo, per favore risparmiaci le tue fanfaronate di quando hai fatto quella immensa enorme pagliacciata candidandoti sindaco!

      Elimina
    2. Vero ha ragione Montali, ma era tanto tempo fa, preistoria,nel centrosinistra si facevano le primarie e lei non aveva ancora cambiato 3 partiti.

      Elimina
    3. Grazie all'assist che mi hai fornito Massimo ho ritrovato questo link che tratta del programma della lista SEL di cui eri candidato sindaco per le amministrative del 2009:
      https://massimomontali.wordpress.com/

      Sulle proposte di politica urbanistica, si leggono posizioni diametralmente opposte a quelle da te tenute sul Burchio. Quanta acqua è passata sotto i ponti eh?

      Elimina
    4. ...e adesso st a con questo pd è con la Ubaldi. Complimenti!ha di che essere fiero!!!!

      Elimina
    5. Ragazzi è il Renzismo... O si diventa del renzi pensiero oppure grillino. Chi non si sposta fra questi 2 poli è votato all'estinzione.

      Lo ha capito pure il buon lore gaeti... Che è passato al m5s.

      La sinistra antostorica votata alla conservazione dei vecchi privilegi incapace di affrontare il presente e tanto meno il futuro, rappresentata da sel ed anche reflussi di upp è votata all'estinzione logorata da Renzi e grillo due visioni diametralmente opposte ma che hanno una spinta per un cambiamento.

      Elimina
    6. Ha ragione Montali,anzi bisognerebbe fare come in America e nei paesi più civili d Europa,se uno ha la fedina penale sporca non può fare il Sindaco ne partecipare alle primarie per diventare Sindaco

      Elimina
    7. Montali, quali sarebbero le due liste che teoricamente sono in vantaggio? Illuminaci

      Elimina
    8. massimo montali14 aprile 2016 12:21

      Solo gli stupidi non cambiano idea, quello che andava bene dieci anni fa non significa debba andare bene oggi, riguardo alla fedina penale ho proposto al PD che i candidati debbano presentare il certificato del casellario giudiziale, non so se sia stata recepita

      Elimina
    9. Maurizio Castellani14 aprile 2016 13:51

      Non credo che questa volta ci siano dei favoriti, tutti rischiano di vincere. Massimo, a chi ti riferisci parlando dei due favoriti?

      Elimina
    10. Anche io sono curioso di sapere quali siano per Massimo le due liste favorite. Se ce lo volesse svelare, il blog è a disposizione.

      Elimina
    11. Argano , tranquillo che UPP non vince ... se non c'è scritto sulla scheda il nome RICCETTI la lista non vale nulla.

      PAC lasciamo stare , ed il 5stelle se non ha trovato meglio che dei luretani a mettere in lista ...

      Sono quello dei pronostici di qualche giorno fa ... chi vince non lo so ...

      Ma ti dico chi non vince in ordine:

      M5S
      UPP
      PAC
      [Montali se si presente]

      Ne riparleremo il 6 giugno.

      Elimina
    12. Ovvio, UpP e M5s.

      Elimina
    13. Chi sono per Montali le due liste favorite? Lo facevo più pronto a rispondere... Ha perso lo scatto che aveva nel jeb...

      Elimina
  4. Ragionamento in parte condivisibile in quanto sprona a rivelare e rilevare pregi e difetti dei candidati sindaci ma per altri aspetti sono perplesso.
    Di dati obiettivi per valutare la Zoppi,Giri Mozzicafreddo ed altri candidati con esperienze politiche (anche poliedriche) ce ne sono abbastanza e sufficienti per maturare un giudizio.
    La campagna elettorale deve essere dura e senza esclusione di colpi.
    Inoltre una corretta ed efficace macchina amministrativa dovrebbe avere i requisiti di una squadra di governo coesa e non il risultato di un coacervo di interessi diversi.
    Il sindaco che comanda tutto, un uomo solo al comando, è una efficace figura propagandistica ma la buona amministrazione ha bisogno di ben altro.
    In questi ultimi anni abbiamo avuto un sindaco autoritario "ghe pensi mi" che riusciva a tenere unita la maggioranza a colpi di frusta con i risultati che ognuno può valutare.
    Abbiamo avuto, poi, una maggioranza composta da una forza nuova come metodi ed ideali alleata (o separati in casa!) con un partito tradizionale farcito delle sue solite e meschine beghe interne.
    Forse è il caso di continuare a cercare il nuovo, cioè chi si propone completamente svincolato dai partiti tradizionale per cercare di "sterilizzare" il tessuto politico da questi residui del passato.
    In questa ottica allora non interessa chi ha la risposta pronta, di riesce ad incantare il pubblico o chi è più fotogenico.
    Anche un sordomuto può fare il sindaco, perché la capacità amministrativa di una squadra di governo si dimostra con i fatti e non con le chiacchiere, si preannuncia con un gruppo unito che non rappresenti correnti ed intereessi variegati.

    RispondiElimina
  5. Non lo faranno mai per un semplice motivo. L'unico giornalista professionista che sappia fare domande scomode è Trevisani. Questi è perdutamente innamorato di Riccetti quindi lo lascerebbe uscire indenne dal confronto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi scomode... A chi fa comodo a qualche altro, dunque mai veramente scomode.tutti hanno le loro pecche quindi basta un... Cronometrista e non un giornalista. Qualcuno del coni o del comitato olimpico o magari del guinness dei primati. Prima e' stato fatto santo un giornalista per un fuoco di paglia,poi un altro per non si sa cosa e un altro per chissà che. La stampo non e' mai libera, l'uomo non e' mai libero. Che ognuno abbia le sue sacrosante opinioni. Basta cambiar canale, cambiar giornale o web oppure leggere e vederli tutti e farsi la propria

      Elimina
    2. A Lorenzo Riccetti chiederei:

      1) Del programma "copiato" - almeno si dice, ma personalmente non ho ancora verificato - nel 2009.
      2) Come mai non fu fondato il sospiratissimo Comitato No al Burchio questa estate, e perché alle riunioni Lorenzo non invitava il M5S.
      3) Se non è pentito del comunicato sulla Farmacia del 3 aprile 2015 e come mai non fa più coppia con la Montali.

      Buona giornata a tutti, anche agli stupidi e ai malfidenti che sono l'humus dell'infiltrazione mafiosa in città e in regione (ricordo a tutti i 10 rinvii a giudizio del clan Schiavi del 12 aprile). Perché la mafia sguazza davanti all'indifferenza e all'accidia del "tutti uguali". E sa anche benissimo per chi votare.

      Alessandro Trevisani

      Elimina
    3. da quanto dice 10:24 non vale la pena fare domande in città, tanto ogni domanda fa scomodo a qno e comodo a qno, quindi si pareggiano e meglio stare zitti. bella logica. mafiosa.

      Elimina
    4. No caro. Ho specificato che non servono giornalisti o giornalai per far do.ande e per realizzare un incontro-scontro perché l.uomo e' umanamente soggetto a schierarsi. No ai giornalisti bene a domande di tutti, un cronometrista coi tempi di risposta per equità e spiegazioni chiare

      Elimina
    5. La par condicio equivale a dire che chi più parla più acquisisce consenso,cioè gli elettori sono stupidi come pecore.

      Elimina
    6. Mi rivolgo al 14 aprile 10.24, che cosa significa che un giornalista è stato "fatto santo per un fuoco di paglia"?

      Elimina
  6. Rimetti l'orologio. Riccetti era candidato sindaco nel 2009!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché chi è oggi il candidato di UPP?

      Elimina
    2. Oggi il candidato sindaco è l'ombra di riccetti

      Elimina
    3. Adesso a chi darà il suo pacchetto di voti? Magari sottobanco?

      Elimina
  7. proposta ottima di partecipazione di informazione di relazione e di crescita comunitaria
    ne saremo capaci?
    spero di si

    RispondiElimina
  8. Alcune domande ai simpatizzanti della Lega e Fratelli d Italia.Lo sapete che i vostri dirigenti hanno fatto un accordo per la candidatura a Sindaco di Mozzicafreddo professionista stimato nel lavoro tanto che le più grosse lottizzazioni presentate in comune negli ultimi 15 anni (Fabbracci -Ubaldi )vedono il nome dello stesso Mozzicafreddo? Lo sapete da Sindaco l Ubaldi ha nominato Mozzicafreddo al consiglio di amministrazione Astea per 1.300€ al mese per tre anni. Basta informarsi è tutto scritto e pubblico. La vera alternativa a questo,credibile e serio per il centro destra è votare Pac.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi chiedo come i fan di salvini possano accostarsi alla politica marchiata UDC che sara il perno centrale di questa coalizione.

      L'unica cosa di verde padano che si vedra sono i rospi che la lega dovra ingoiare.

      Elimina
    2. chiedi i voti degli elettori di centrodestra e siete guidati da un gruppo di sinistroidi!!! siete proprio credibili!!!

      Elimina
    3. ano delle 9,39 ti sei dimenticato di aggiungere che in quegli anni è stato assessore di quella giunta, ai lavori pubblici sai chi? vai a controllare, forse proprio quella vera alternativa credibile di cui parli tu?sempre peggio

      Elimina
    4. Fatemi capire ma gli appalti per le lottizzazioni di privati da quando in qua li danno le giunte? Da quando un consigliere astea prende 1300€ al mese? invece di sparare a zero su tutti solo perchè non si hanno frecce al proprio arco cerchiamo di informarci prima e porta i lati positivi della propria coalizione invece di infangare le altre. Pac qualcuno di cui si può parlare bene e valido ce l'ha concentratevi li!

      Elimina
  9. tutto era bello fino a quando la destra non ha fatto la lista. Pac. disperati

    RispondiElimina
  10. Ma come fanno a fare una campagna elettorale con brio? E' normale che sarà sotto forma di "pacatezza e perbenismo", considerato che tutti gli schieramenti sono uguali, dettati da matrimoni rimediati stile Las Vegas.
    Posso pure aggiungere il famoso coro da stadio: "tutti a destra olè....tutti a sinistra olè....tutti al centro alè alè!!"

    RispondiElimina
  11. BUON POMERIGGIO ARGANO, PORTO RECANATI A CUORE MANIFESTA LA PIENA DISPONIBILITà DEL PROPRIO CANDIDATO SINDACO ALESSANDRO ROVAZZANI A PARTECIPARE AD UN DIBATTITO PUBBLICO REGOLAMENTATO COME DA TE SUGGERITO.
    L'IDEA CI PIACE E SIAMO PRONTI ED APERTI AL DIBATTITO.
    LISTA CIVICA PORTO RECANATI A CUORE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accolgo il vostro parere positivo. Vediamo che cosa risponderanno gli altri quattro (o più) candidati. Se ci fosse l'OK di tutti penso che sarebbe possibile organizzarlo. Servirebbe un tavolo, un microfono e delle sedie per il pubblico.

      Elimina
    2. Farei un passo in più, diciamo che il confronto si farà comunque con chi vuole farlo,per togliere alibi a chi vorrà boicottarlo, magari perché sentendosi in vantaggio ,pensa di poter solo perdere consensi.

      Elimina
    3. Niente giornalisti sul palco o sedicenti tali. Un presentatore, uno showman magari, un arbitro sportivo con un fischietto

      Elimina
    4. I perdenti si accalcano per fare dibattiti

      PAC si candida ad essere l'ultima. Intanto l'udc se la ride.

      Qualcuno disse:

      "Non offro il mio pubblico agli avversari "

      Quindi chi è in vantaggio non rispondera al tuo appello argano.

      Elimina
    5. È la conferma della pochezza mentale di chi pensa di essere uno stratega e se infischia degli elettori

      Elimina
    6. 14:34 ... mettemoce Johnny B !!!!

      Elimina
  12. massimo montali14 aprile 2016 15:21

    Ahh....
    Dimenticato state sereni e fatevene una ragione, io non sono della partita e voto i candidati del PD ....

    RispondiElimina
  13. "Sia chiaro, con questo non mi auguro certo una campagna elettorale condotta ad insulti e minacce di querele. Per carità... Ma vivace si. Ogni lista, per sua costituzione, credo, background politico, intento, ha i suoi punti forti e i suoi punti deboli.

    P.S. : LANCIO UNA RIVOLUZIONARIA PROPOSTA.....

    Domanda ai candidati sindaco (vediamo se qualcuno risponde).....

    Questo paese è pronto ad un confronto pubblico, con domande vere, nel quale tutti i candidati sindaci con 3 minuti a disposizione cadauno per ogni quesito posto, rispondono al cospetto della cittadinanza presente? Da organizzarsi alla Palestra Diaz?"

    Io invece mi imbatto nella temuta sonnolenza principalmente quando capito negli spazi dei soliti fans di mamma PA o quando mi imbatto sporadicamente all'interno di qualsivoglia blog dove ancora credono che Lo Stato risolva se stesso..

    Singolare poi che veda dei punti forti nei tax consumers, li vede solo lei, ma a parte questo, trovo davvero affascinante la caparbietà con cui nutrite ancora la speranza (ottimismo ideologico?) che una costosa badante stipendiata da chi è costretto a stare nel mercato vero (non quello dei timbri imposti), possa segare il fastidioso ramo dove è seduta, migliorando lo spessore (i conti?) di un comune qualsiasi di Cialtronia, tanto il paese è prontissimo alle domande vere..,no?

    Ps, dato che ci siete, nella proposta dell'incontro inserite anche il televoto da casa, magari tra una partita di Champions ed un caso umano proposto dalla De Filippi, qualcuno facendo due conti si accorge che gli rimane in tasca solo il 25% della ricchezza che crea.., ah, ma tanto c'è il confronto alla Diaz, che vi preoccupate a fare?
    Ci penseranno Laffer ed il mercato.

    Saluti.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ad un commento simile, risponderei pure.
      Ma il problema è che per rispondere devo prima capire che minchia vuole significare il commento postato.
      Impresa che, sinceramente, non mi è riuscita.....

      Elimina
    2. Non sono degno di cotanto commento mi arrendo.
      Ah ah ah ah

      Elimina
    3. Abbattiamo le mani!

      Elimina
    4. Secondo me è una supercazzola!! Ah ah

      Elimina
  14. Come già scritto sul post della Zoppi trovo alcuni commenti veramente inqualificabili che trovo vergognosi e che attaccano nel personale chi ci mette la faccia. Mai votato M.M. per questo motivo risparmiatevi commenti stupidi

    RispondiElimina