QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 10 marzo 2016

TUTTIALMARE



La foto sopra riassume in maniera esemplare il progetto presentato ieri sera in una Sala Biagetti da tutto esaurito dall'architetto Lorenzo Guzzini, nativo di Recanati, riguardante il quartiere di Scossicci.
L'idea, come potete vedere, è quella di ridisegnare completamente un quartiere. Spostando la strada provinciale che collega Porto Recanati a Numana verso l'interno e consentendo lo sviluppo di aree verdi a ridosso del mare.
Favorendo conseguentemente la vivibilità si cercherà in questo modo di rivalutare l'area anche dal punto di vista socio economico, rendendola un piccolo gioiello sostenibile. Il tutto, ovviamente, dopo aver messo in sicurezza il litorale con apposite scogliere.
L'architetto ha più volte specificato come questo sia, di fatto,  un "open project" (una sorta di scatola da riempire) che dovrà dunque avvalersi delle proposte della cittadinanza per essere costantemente migliorato. A tal proposito verrà messo quanto prima on line un sito, che avrà appunto questa funzione. Questo:


L'intento, come è ovvio, è quello di restituire al quartiere Scossicci, l'importanza che merita. Dal punto vista paesaggistico, infatti, quella fetta di territorio portorecanatese, ha una caratteristica di unicità nella costa marchigiana. Solo in quel tratto, infatti, è possibile apprezzare il verde della campagna a ridosso del mare. E il progetto, eliminando la strada provinciale che ora funge di fatto da barriera per l'accessibilità al mare, ha la finalità di rendere omogeneo il paesaggio. Rendendo fruibile la spiaggia che, di fatto, verrebbe a trovarsi a contatto con giardini e piste ciclabili.

Il tutto potrebbe essere finanziato tramite specifici fondi europei o grazie a sinergie Comune - Regione - Stato sempre finalizzate a recepire ogni forma di finanziamento destinato a questa tipologia di progetti.

Nella foto sotto l'architetto Lorenzo Guzzini durante l'esposizione:




16 commenti:

  1. La prima cosa che viene d a chiedersi è chi può gestire un opera così dalla parte dei cittadini ? O meglio i nostri amministratori ne sarebbero all'altezza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amministratori che hanno il coraggio di svincolarsi dalle solite logiche speculative a corto raggio sarebbero all'altezza di credere in un progetto del genere.
      Se pensiamo alle isole pedonali, e qui mi rivolgo ai meno giovani perché si tratta di ritornare indietro di parecchi anni, non erano considerate un'utopia?
      Oggi un centro abitato può rinunciare all'isola pedonale per renderlo vivibile ai cittadini?
      Immaginiamo per un attimo un'altra "utopia", il fiume Potenza risanato e privato degli scarichi inquinanti che vi confluiscono oggi.
      Quindi acqua pura che sfocia in mare, oasi faunistica e magari riuscendo a ripopolarlo con i storioni come ai primi del "900.
      Quanto guadagnerebbe dal punto di vista turistico il paese?
      Adesso rinsaviamo e pensiamo al solito sviluppo predicato dai soliti amministratori: Hotel House, Paradisi (rectius Purgatori!) Azzurri, Resort tipo Burchio ed altre amenità.
      Qualcuno parlerà sempre di utopie dei soliti sognatori eccetera eccetera.
      Se perdiamo la capacità di sognare nessun progresso sarà mai possibile.

      Elimina
  2. Per cantá ce vole la voce....
    Per favore siamo seri.....

    RispondiElimina
  3. Caro Argano,
    una sola annotazione: il sito a cui ti riferisci non e' dell'architetto Guzzini ma ti tale Cristiano Erbacci, che non conosco di persona ma secondo google pare essere un esponente di P.A.C.

    http://whois.domaintools.com/tuttialmare.org

    Il sito l'avevo visto, ma la totale assenza di una paginetta del tipo "chi siamo" mi ha messo un po' sull'avviso sulla sua serieta'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cristiano Erbacci11 marzo 2016 12:40

      Buongiorno, sono Cristiano Erbacci, di professione faccio il web designer.
      Quella che è ho sviluppato per il progetto "TUTTI AL MARE" è una Landing Page con il solo scopo di raccogliere le idee dei cittadini, non vuole essere la descrizione approfondita del progetto.
      Tengo a più di ogni altra cosa precisare che tra la mia collaborazione con Lorenzo e il fatto che sia un membro di PAC non c'è assolutamente nulla di arcano e misterioso come posso evincere dal tono del tuo commento.
      Siamo semplicemente cresciuti insieme, a Scossicci, e l'unico modo che ho per sostenere il suo progetto è questo.
      A vostra disposizione per eventuali chiarimenti, Saluti.

      Cristiano Erbacci

      Elimina
    2. Fammi capire anonimo 7,34,invece di navigare nel web per trovare progetti simili già realizzati, sei andato a vedere di che area politica era il web design? Possiamo vince la guera al portu?

      Elimina
    3. @Emanuela: Non sapevo che lui fosse solo il web-designer che per amicizia aveva fatto il sito a favore dell'architetto. Sono andato a vedere di chi si trattava perche' il sito non riportava uno straccio di info su chi fossero i raccoglitori delle info richieste, e allora giusto per sapere con chi stavo parlando sono andato a interrogare il database. Poi, sinceramente, sapere se chi propone un certo progetto fa parte di una lista oppure no (a maggior ragione se a prima vista pare cercare di occultarlo) puo' fare differenza nel dargli credibilita' oppure no.

      Elimina
  4. Quella di ieri sera la chiamerei favoletta per bambini.

    I primi che abitano li si opporranno ad un discorso simile, basti vedere che l'intervento di un residente ieri sera , si stracciava le vesti perchè spostare il traffico sulla via dietro anche solo per 6 mesi avrebbe turbato la sua quiete.

    Prego la politica si fa con le cose concrete non con favole dai costi milionari che anche con finanziamenti europei comunque la comunità dovrebbe farsene carico, a vantaggio solo dei proprietari di quelle aree che poi sono i primi a storcere il naso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei quello che ieri sera, prima ancora che l'architetto parlasse, già faceva "no con la testa" ??

      Elimina
  5. Due osservazioni su di una proposta comunque valutabile:
    1. Il progetto di arretrare la litoranea ricalca sostanzialmente una proposta che proviene da lontano (già nei primi anni 90 se ne parlava e verso la fine degli stessi in occasione di una mareggiata importante fu sperimentato), anche condivisibile ma tuttavia deve avere come preludio una corretta difesa del litorale;
    2. Si è parlato molto di strumentalizzazione politica di alcune iniziative dei giorni scorsi. Prendo atto che la pagina di presentazione del progetto è tenuta da un membro di Porto Recanati a cuore. Quindi? Su questo nessuno dice niente? Mi direte che lo fa per lavoro, ma quando si tratta di gestione del territorio del comune dove ci si esprime politicamente in un gruppo ben definito, il limite della strumentalizzazione è molto sottile.

    RispondiElimina
  6. Si facciamo ancora parchi x donarli a spacciatori e tossici spendiamo per dare spazio a questi signori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giusto, per quelli e per le mignotte meglio costruire dei comodi bilocali vista Conero.

      Elimina
  7. realizzare un bel progetto milionario non è così difficile per un qualsiasi architetto; si ipotizzano 10 o 20 milioni di euro a disposizione e poi si fa un megaprogetto di scossicci, dei laghetti Volpini, dei campi sportivi, della zona Nervi, etc etc! Purtroppo bisogna dar dimostrazione di dove si vogliono trovare i fondi, e non dire " qualcuno pagherà", troppo facile! per il Comune è fin troppo semplice avere un buon progetto: si fa un concorso italiano o europeo e ti arrivano decine di megaprogetti. Qui ho visto tanto fumo e niente arrosto.

    RispondiElimina
  8. 22 Mil di pensionati, 6 Mil di tax consumers più altri milioni distribuiti tra controllate e partecipate, milioni di sovvenzionati di ogni tipo, analfabetismo funzionale al 50%, carico fiscale reale quasi all'80%, una nazione vissuto solo di debito, demograficamente finito ed in declino strutturale socio economico da 35 anni, scuola pubblica che rasenta la commedia, ed ancora non si è nemmeno al punto di capire che il problema (di Porto Recanati, Canicattì o Vattelapesca) è solo ed esclusivamente lo Stato.
    Fa quasi tenerezza leggere commenti su cosa sia meglio o peggio che un amministrazione possa fare per un paese lasciato a se stesso ed alle mani amorevoli di mamma PA.
    A proposito, tra elogiare un progetto di un parco giochi e l'altro, tra una rotatoria artistica ed un sottopasso by Luis Vitton, ricordatevi che il 16 scadono le tasse.
    Il mercato e Laffer, vi punirà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo 15.03 quelli come te sono un'offesa alla Nazione!

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina