QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

domenica 13 marzo 2016

LA CONFERENZA STAMPA DI PAC: ORGOGLIOSAMENTE CIVICI

In un Deep Blue gremito da tutti i partecipanti attivi  al gruppo di PAC (circa 35 persone) si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del progetto elettorale del predetto gruppo guidato da Alessandro Rovazzani. 
Leader e portavoce di PAC (Ighli Sisti) hanno fatto un breve excursus delle vicende politiche delle ultime settimane a Porto Recanati. E hanno specificato come il loro intento fosse stato da tempo esplicitato con il comunicato che è tuttora esposto nella loro bacheca murale di Corso Matteotti. Con il comunicato che prevedeva che PAC sarebbe stata ai nastri di partenza della competizione elettorale con una propria lista.
Si è poi brevemente descritto come il gruppo abbia comunque partecipato a trattative politiche nelle quali, a fronte di una proposta di composizione di lista civica e apartitica, si sono poi invece trovati al cospetto di vecchie metodologie partitiche che ai ragazzi di PAC fanno venire l'orticaria.
Porto Recanati ai portorecanatesi è stato il motto predominante della esposizione progettuale del gruppo. Motto inteso non campalinisticamente, ma per sottolineare come l'intento sia quello di smettere di affidare le decisioni che riguardano il nostro paese alle direzioni provinciali o regionali dei partiti che poi entrano a gamba tesa influenzando la pubblica vita della nostra cittadina. (Chiaro  mi è sembrato il riferimento a quanto sia successo e sta succedendo in altri schieramenti politici che queste infiltrazioni le conoscono molto bene).
Alessandro Rovazzani ha specificato come nell'interesse del gruppo ci sia il rilancio del paese a livello turistico, culturale e civile. Facendo un chiaro riferimento ai toni che si intende usare che saranno sempre pacati e rispettosi verso tutti.
Il cittadino che si riappropria della sua città dunque, nell'intento dei ragazzi di PAC che sono sembrati decisamente entusiasti del progetto e dell'avventura che stanno per intraprendere.
Ad una mia specifica domanda sul perchè fossero fallite le trattative con le altre forze politiche per la composizione di eventuali coalizioni aggreganti, mi è stato risposto, in coerenza a quanto sopra già relazionato, che da parte degli interlocutori non si è mai avuta la sensazione di confluire in un vero progetto civico. E che dietro la volontà di aggregarsi, di fatto, si nascondessero i soliti giochi nei quali i partiti la fanno da padrone con logiche ormai sorpassate e non rispondenti al soddisfacimento delle reali esigenze di un tessuto sociale complesso come quello portorecanatese.
Non si è esplicitamente parlato di programmi perchè i ragazzi di PAC hanno rivelato che alcuni gruppi di lavoro, appositamente creati per affrontare tematiche diverse, stanno lavorando per lo sviluppo di idee che dovranno essere messe in campo per poter affrontare in maniera congrua ogni problematica inerente la nostra cittadina. Provvedendo contestualmente a produrre idee che possano migliorare i vari settori della vita pubblica.
L'obbiettivo è dunque quello di competere nella prossima tornata elettorale con l'ambizione di poter vincere. Anche in considerazione del fatto, come discusso durante la conferenza stampa, che il fiorire di liste (ora ne abbiamo quattro praticamente certe, ma aspettiamo news dal Movimento 5 Stelle e dal movimento di Sabrina Montali Libertà e Giustizia), abbasserà notevolmente il quorum per una eventuale vittoria rendendo le prossime elezioni comunali molto incerte.

La percezione personale, colta a margine della conferenza stampa, è quella di aver preso atto dell'esistenza di un gruppo molto affiatato con una sua componente giovanile importante. E nel distacco totale della popolazione dalla volontà di un impegno per contribuire all'amministrazione della propria cittadina che nella nostra Porto Recanati è piuttosto evidente, questa rappresentata da PAC è una ventata di entusiasmo che sinceramente mi ha sorpreso positivamente.

Devo aggiungere un post scriptum al racconto di cui sopra.

Alessandro Rovazzani, in apertura di conferenza stampa, ha letto un commento lasciato da un anonimo in questo blog. Tale commento, nel suo ultimo periodo, offendeva in maniera abbastanza evidente un componente del gruppo di PAC.  Provo a spiegare cosa è successo, anche se dubito che dalle parti di PAC possano credermi.
Quando io ricevo commenti lunghi, la moderazione del commento mi offre solo una sorta di "preview" parziale. Per poter leggere tutto il commento ho solo un sistema. Pubblicarlo, leggerlo e, qualora lesivo di reputazione altrui, cancellarlo. Nel caso in questione, la preview era di senso compiuto. Si concludeva con un punto. E non lasciava immaginare che quel commento proseguisse in altro modo. Pertanto ho pubblicato quel commento che, per quanto al limite, non era lesivo di nessuna persona. Solo stamane in conferenza stampa, ho preso atto, dalla lettura del commento da parte di Alessandro Rovazzani, che quel commento proseguiva in senso lesivo di altrui reputazione.
Ho in mente, nei prossimi mesi, di cambiare piattaforma per evitare questi inconvenienti. Sto lavorando ad un layout di un nuovo sito in una piattaforma che mi consenta di muovermi meglio.
Al momento, una volta pubblicato questo post, eliminerò il commento citato da Alessandro Rovazzani. Non perchè lo ha letto durante la conferenza stampa. Ma perchè non doveva essere pubblicato. Doveva finire nel cestino come molti altri di questi giorni. 
Mi scuso con chi è stato in qualche modo preso in giro dalle ultime righe di quel commento.

L'ARGANO




36 commenti:

  1. Ha avuto contatti con gruppi del centrodestra, perché con il centrosinistra non mi sembra si sia presentato da qualche parte.

    RispondiElimina
  2. 10,100,1000 PAC!partiti a casa!!!

    RispondiElimina
  3. Almeno 3, se non 4, di quelli sulla foto hanno un passato da "pane e politica". Eddaje no!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa quali?

      Elimina
    2. Beh sicuramente Scalabroni e Rovazzani. Ma gli altri non li ho mai visti candidati

      Elimina
  4. Cari amici di Pac, il non aver capito che la vostra mossa consegnerà la città a Giri sindaco e Agostinacchio vice, la dice lunga sulla vostra lungimiranza...o lo avevate capito...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O ragazzi, ma non vi viene in mente il fatto che se uno pensa di avere in mano delle buone carte e se le vuole giocare debba avere tutto il diritto di farlo?

      Elimina
    2. Si argano hai ragione, ma dovevano cercare l'alleanza no la divisione!

      Elimina
    3. Se si consegna la città in mano al PD sarà solo colpa di chi lo vota

      Elimina
    4. anche la Rombini, M.Montali e perfino Poeta pensavano di avere buone carte ed hanno creato le loro belle liste. I risultati li abbiamo visti. Se vuoi vincere devi essere quasi certo di avere almeno 1500 voti, altrimenti vuol dire che vuoi far perdere qualcuno, sennò non si spiega. E PAC non arriverà mai ad avere più di 4/500 voti!

      Elimina
    5. Vedi, io non ho voglia di fare il difensore d'ufficio di PAC. Ma il coalizzarsi ad ogni costo non è che nella storia recente di questo paese ha portato benissimo. Anzi, direi il contrario. Ergo se uno vuole fare una operazione di coerenza evitando ammucchiate che non funzionerebbero, non é che lo si deve condannare a prescindere. Poi tu dici che prende 4/500 voti? Vorrà dire che prenderâ un consigliere di opposizione. O magari manco quello. Se ti avventuri in un progetto del genere metti in conto tutto. Ma magari continui a prescindere a fare politica. È la democrazia. E non sta scritto da nessuna parte che la democrazia è saggia solo quando metti insieme forze incompatibili che poi portano al commissariamento del paese 11 mesi dopo aver votato.

      Elimina
    6. Tanto di cappello all'unica lista veramente civica presente a Porto Recanati [anche se non la voterò], per quanto riguarda "l'ammucchiata" dell'ex lista Montali, devo dire che non sono molto d'accordo perché voi parlate solo dei dissapori avuti tra i massimi esponenti politici, ma non considerate che l'elettorato della sinistra ha premiato con i voti l'ex lista Montali, questo significa che la base vuole una sinistra unita e questa è l'unica cosa che conta al di là dei dissapori che si possono creare tra i vari esponenti. Tra l'altro il primo compito dei politici è quello di unire la propria base elettorale, non dividerla. Quindi se la sinistra uscirà con una lista unica non ci vedo niente di strano, anzi!

      Elimina
    7. Ma secondo te noi di PAC abbiamo fatto questo passo se pensavamo di avere 500 voti?
      Vedi noi rispetto agli altri invece di cercare di andare sui giornali con iniziative più o meno valide abbiamo cercato di aggregare persone serie valide oneste che non avevano niente a che fare con la politica e ci siamo riusciti e per rispetto di queste persone che andiamo al voto magari per una volta puoi cambiare e darci il tuo

      Elimina
    8. La sinistra (o il centrosinistra) dopo l'esperienza di NPP non sarà più possibile farla convivere sotto lo stesso tetto fino a quando non si verificherá un ricambio generazionale che impiegherá qualche decennio...

      Elimina
    9. La sinistra unita? Il pd non l'ha mai detto!piuttosto cerca di unire i vecchi della prima repubblica per coprirsi l'un l'altro dalle mazzate che gli arrivano da chi li ha scoperti.

      Elimina
    10. a.mo PACchiano delle 22:09, mi sembra che l'ultima volta che avete mangiato pane e politica (altro che fare i verginelli) vi siete schierati con FARE insieme al notaio, dove il vostro leader politico Rovazzani (altro che civico) ne era il referente locale, o sbaglio? e se non sbaglio, nonostante tutti i vostri sforzi, avere preso circa 80 voti, o sbaglio? quindi veramente pensate di avere 1.500 voti? siete tutti tra di voi, e vi ruberete i voti a vicenda, e non arriverete a 500! a meno che ora non aspettate la proposta del centrodestra di accettare il vostro candidato sindaco ed unirvi a loro....si, bella mossa!

      Elimina
  5. Chi vince lo fa a pieno titolo e con inciuci evitati,se non cambia niente,non è ancora detto.

    RispondiElimina
  6. Tutti i diritti di questo mondo ..... Ma sanno già in partenza di essere all'opposizione ... Il loro candidato sindaco ha accettato l'incarico solo perchè sa che non lo farà ....x questo non ha voluto alleati che potevano portarlo a vincere ......

    RispondiElimina
  7. Ma siete tutti sicuri che Agostinacchio si presenta e Paese Vero alla fine starà con il PD ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No! Non siamo sicuri. Anzi, con l'aria che è tirata nelle ultime 24 ore e con l'aria che continua a tirare, non siamo più sicuri di niente. Neppure di ció che fino a Venerdì sera sembrava certo....

      Elimina
    2. Stamattina qualcuno ha visto il suddetto uscire dalla sede Pd.Non lo conosco personalmente ma non sembrava avere un aria contenta.

      Elimina
    3. E ce ne faremo una ragione...

      Elimina
  8. Garri Kasparov13 marzo 2016 21:37

    Sarò ingenuo, ma a me questo sembra un assist ai vari Riccetti, Agostinacchio e Fiaschetti.Giri non avrà l'appoggio del PD se prosegue a dialogare con AC e Paese Vero e UPP da solo porta gli stessi voti di PAC.
    Qui prodest?

    RispondiElimina
  9. Scusate ma non ci dimentichiamo che pac nelle scorse elezioni ha trattato con tutti adesso vogliono fare i puritani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avrebbero fatto altrettanto anche stavolta se i nuovi innesti non avessero impedito l'ennesimo "ibbedisco" alla Ubaldi. E comunque secondo me non è ancora detta l'ultima parola

      Elimina
  10. Se il pd non appoggia Giri chi appoggera?forse forza Italia ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scommettiamo che in settimana il PD dà il benservito a Giri e si accorda con l Ubaldi? Chiedi all Ubaldi di firmare domani l accordo con il centro destra.......

      Elimina
  11. Per adesso ci sono solo presentazioni di liste....oltre a Giri non ci sono altri candidati a Sindaco....
    adesso sono tutte liste non vincenti...decideranno le alleanze e manca ancora un altra lista che deve uscire ...

    RispondiElimina
  12. Tanto di rispetto alla lista Pac che quindi candida Rovazzani a Sindaco, mail Sig. Igli oltre a fare il portavoce perché non ci mette la faccia e si candida?

    RispondiElimina
  13. Scusate ma di cosa stiamo parlando vi ricordate l'unione pac,agostinacchio e fiaschetti poi sono andati a trattare con il pd/montali chiedendo vicesindaco e qualche postarello qua e la adesso tutti vergini

    RispondiElimina
  14. ma statti zitto che si sa chi sei e la gente alle tue cazzate non crede più!!

    RispondiElimina
  15. Argano tu pensi che gli elettori del pd accetterebbero l'alleanza con la Ubaldi dopo il comunicato di sabato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per rispondere a questa domanda io dovrei prima capire chi sono gli elettori del PD. Perchè da quando Renzi amoreggia con Verdini, io chi sono gli elettori del PD non l'ho mica capito. A Porto Recanati chi sono gli elettori del PD. Quelli che reagiscono positivamente al fatto che Giri vada ad incassare l'endorsement di ex fondatori di circoli locali di Forza Italia? Oppure quelli che direbbero: "mai con la Ubaldi" (ah no, mi sa che quelli sono trasmigrati tutti in UPP....).
      Io ora non sono in grado di fare una analisi dell'elettorato del PD. Per cui non so cosa pensa un elettore del PD. E, sinceramente, non lo voglio manco sapere.

      Elimina
  16. Pe so che l argano abbia capito che tutte queste presentazioni di questi giorni non siano quelle reali.
    Per me i giochi sono totalmente aperti.

    RispondiElimina
  17. Per una volta in questa città, lasciamo che la politica da desta a sinistra faccia la sue scelte, le sue alleanze e quant'altro con serenità. A cosa serve tutto questo fango pieno di attacchi alle persone che intendono governare. Lasciamoli lavorare tranquilli e, poi, andate a votare per chi vi pare. Mauro Del Monte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dove hai vissuto fino ad ora? Se solo sapessi di che pasta sono fatti alcuni di quelli che vorrebbero o già hanno governato la città, converresti col pretendere un minimo di requisiti, di valori, di coerenza e di capacità! Questi questi qua, caro Mauro, dovrebbero decidere del futuro del Porto, e non del proprio sgabuzzino, e ben vengano critiche e quant'altro.

      Elimina