QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

domenica 17 gennaio 2016

ALTERNATIVA CIVICA INTERVIENE SUL PROGETTO HOTEL HOUSE

Comunicato:

Ancora una volta ci tocca fare la parte dei cattivi. Ancora una volta siamo gli unici che chiedono spiegazioni e fanno gli interessi di tutti i porto recanatesi…da nord a sud.
Con la delibera 198 del 30-11-2015 il Comune di Porto Recanati  ha deciso di partecipare ad un bando Ministeriale che prevede la riqualificazione delle zone degradate.
E’ cosa nota a tutti che la zona che ha più criticità in tal senso è l’Hotel House ed è per questo motivo che è stata indicata nel bando riportato nella delibera.
Questo bando permetterà, in caso di assegnazione, di poter prendere una somma di circa 900.000 euro. Il progetto preparato dai Dirigenti Comunali si divide in due parti: una per realizzare delle opere pubbliche all’esterno del palazzo (marciapiedi,parcheggio,illuminazione, telecamere,piantumazione etc) e l’altra rivolta al sociale.
Noi di Alternativa Civica per la parte opere pubbliche non abbiamo nulla da dire e crediamo che la somma di 169.151,52 pari al 25% di 670.606,07 siano soldi spesi bene.
Invece il progetto per il sociale vede la compartecipazione dell’Amministrazione e di fondi europei (che non sono specificati) per un totale di 295.101,62 pari al 39,42 su una somma totale di 748.629,16
Questa somma sarà spesa per i seguenti progetti:
qualificazione e potenziamento centro ludico ricreativo “La Tenda” presso Hotel House; implementazione servizi informativi di orientamento e presa in carico di rilevanza sociale; implementazione servizi orientamento all’autoimprenditorialità e al mercato del lavoro; sostegno al successo formativo etc; implementazione di una fucina di innovazione sociale; realizzazione interventi alla cultura della legalità etc; contrasto alla violenza,abuso e tratta; riqualificazione dell’area archeologica Potentia.
Ecco, su questi progetti abbiamo molti dubbi visto che già il nostro Comune ha partecipato ad altri due bandi per l’integrazione dal nome “Villaggio Mondo” con risultati al quanto discutibili, anche perché nell’attuale bando si parla di una situazione ancora catastrofica e, quindi,non risolta. Detto questo già sappiamo che qualcuno griderà allo scandalo, travisando le nostre parole, dandoci dei razzisti e dei “brutti e cattivi”, ma ciò che vogliamo fare è portare a conoscenza i cittadini di Porto Recanati,compresi i residenti dell’House, che gli inquilini non avranno nessun beneficio a livello strutturale. Niente ascensori aggiustati, niente acqua, niente sistemazione scale di sicurezza, vetri nuovi o eternit rimosso. La nostra paura sta nel fatto che le varie cooperative e associazioni che dovranno gestire tutti questi progetti faranno la parte del leone, lasciando magari qualche euro a qualche studente di origine extracomunitaria che parteciperà ad uno dei vari punti da noi elencati. Detto questo i soldi che il nostro comune deve sborsare sono 295.101,62 euro (salvo ripetiamo finanziamenti europei non riportati nella delibera) e vorremmo capire dove verranno presi o dove si intende tagliare o aumentare le imposte per compartecipare.
Concludiamo dicendo che alcuni dei progetti presentati potrebbero interessare tutta la gioventù locale. Ancora una volta si guarda sempre da una parte e da quella parte non si becca mai il bersaglio giusto. A tal riguardo non capiamo perché non svolgere questi progetti presso la scuola Diaz e lasciare partecipare tutti i giovani della città, facendo così vera integrazione fra i giovani del centro abitato e i giovani residenti all’hotel house, cosa evidentemente non prevista dal bando che fa sì che i giovani residenti nel palazzone continuino ad essere relegati a quella realtà. Osserviamo che i giovani che non vivono in alcune particolari zone del paese non hanno nessuna di queste possibilità e che non si sono riusciti in 6 anni a trovare 5.000 euro per una sala di musica. Questo ci fa riflettere e arrabbiare allo stesso tempo. Con questo bando,se verrà vinto, negli ultimi 5 anni possiamo dire che per le politiche di integrazione il nostro Comune ha speso fra soldi comunali e soldi dei bandi una somma pari a 2.000.000 di euro, senza contare i soldi che ogni anno vengono destinati per servizi e altri normalmente indicati nei bilanci comunali.
Per questi motivi abbiamo presentato un documento dove chiediamo una serie di delucidazioni al Commissario su questo bando e, appena avremmo le risposte, le comunicheremo alla città. Se e quando verremo chiamati alla guida della città tutto questo modo di agire sarà rivisto, sarà nostra priorità dal primo giorno mettere mano su questo argomento che vede risorse di tutti i cittadini spesi senza ottenere risultati tangibili nella realtà e non sulla carta che mostrano solo numeri.

Alternativa Civica.


11 commenti:

  1. Se e quando verremo chiamati alla guida della città.... È un film già visto siete stati chiamati 2 volte alla guida della citta e quando avete capito di essere incapaci siete usciti dalla maggioranza.
    Non c'è 2 senza 3,
    giusto il PD vi può imbarcare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che se imbarcano fiaschetti mezzo PD se ne va ...

      Elimina
    2. allora se mezzo pd se ne va non resta più nessuno. Riccetti s'è portato via già una metà. ridono la Ubaldi Attaccalite Temperoni Rovazzani.

      Elimina
  2. Sinceramente dopo le prime righe volevo fermarmi perché leggere la frase" ancora una volta siamo gli UNICI che chiedono spiegazioni per l'interesse di tutti i cittadini" mi aveva schifato.Non siete gli "unici" che chiedono spiegazioni, siete gli unici che lo sbandierano ai quattro venti come spot, gli unici che sembrano farne delle medaglie da mostrare.Le altre forze fanno il vostro stesso lavoro ma in silenzio,senza propaganda, magari con una semplice telefonata al segretario o al commissario.
    Siete dei bravi ragazzi ma a volte la superbia può far danni a lungo andare.

    RispondiElimina
  3. Io invece penso che facciano bene a portare all'attenzione di tutti le loro iniziative, che finora a perte il caso Giacomelli sono tutte condivisibili. Caro Mannoio c'è chi fa propaganda strumentalizzando cene e iniziative clone...e lo fa sottobanco come le telefonate a cui fai riferimento. Preferisco chi agisce alla luce del sole

    RispondiElimina
  4. Mannoio di chi fa le telefonate al segretario in silenzio non se po legge, purtroppo non hanno una beata mazza da dire e neanche idee. Tu sicuramente fai parte di quelli che telefonano...ai partiti per fare alleanze

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Veramente non ho questo "onore",comunque la vostra superbia e la totale avversione verso ogni minima critica che vi viene rivolta vi precede!

      Elimina
  5. Oh a me mica i bandi europei pagano l'ascensore ! Me lo pago io il condominioo!

    Gia vedo le vostre promesse elettorai all'house : vi aggiusteremo gli ascensori se mi votate!
    Tanto valeva che lo scrivevi chiaramente.

    Che forse i soldi pubblici non possono andare ad un condominio privato ?

    Se mi promettete di pagare le mie quote condominiali vi voto pure io !

    Sempre a mettervi in mostra sempre pronti a fare promesse da mantenere con le casse del comune!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma tu l'hai letto il comunicato? chi chiede di aggiustare ascensori o altro? A te sta bene che il comune partecipi con 300.000 euro in tre anni per finanziare progetti che già negli anni passati non hanno portato a nulla, giusto? Molti cittadini portorecanatesi non la pensano come te.

      Elimina
  6. Dal tenore degli interventi si capisce che la disinformazione sull'argomento è totale, condita da una buona dose di superficialità nella lettura dei documenti.
    A molti è sfuggito il piccolo particolare che la delibera in questione, il progetto che la ispira, il bando ministeriale che la finanzierebbe sono tutti finalizzati ala realizzazione di opere pubbliche e non a beneficio di edifici privati.
    E non poteva essere diversamente!
    Quindi essendo di fatto, e di diritto, impossibile intervenire con soldi pubblici sul fabbricato privato, si spera di riqualificarlo riqualificando ciò che è intorno.
    E' l'unica cosa che si può fare nella speranza che l'ambiente migliori, cioè ridurre le situazioni di disagio sociale e di discriminazione economica.
    E' intuibile che gli interventi che possono dare più riscontro a lungo termine e maggiore efficacia sono proprio quelli che favoriscono l'integrazione e cercano di ridurre l'emarginazione sociale, brodo di coltura della piccola criminalità.
    Quindi non solo marciapiedi e piazzette, ma attività organizzate che occupino il tempo libero delle persone che abitano in quello che può essere definito un vero e proprio ghetto degli extracomunitari.
    Ma pensate un po' quanto ci costa questo sviluppo urbanistico che avrebbe dovuto portare sviluppo e posti di lavoro!
    Gli stessi argomenti usati per il Burchio a distanza di quasi 50 anni dalla costruzione dell'Hotel House.
    Almeno un monumento a chi ne ha permesso la costruzione vogliamo farglielo,visto che la lezione ancora non l'abbiamo imparata?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fiaschetti attilio19 gennaio 2016 00:27

      Anonimo 17,48 ma veramente non si possono usare questi soldi per il palazzo? Ma dai? Per fortuna ci sei tu che sai tutte queste cose. Lo sa anche mia figlia di 4 anni che non si possono usare per proprietà private.

      Elimina