QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

sabato 25 aprile 2015

OGGI ERA IL 25 APRILE.....

Oggi era il 25 Aprile.  E in serata ho ricevuto una mail. Particolare. Che pubblico.

Carissimo Emilio, si è parlato molto del nostro Comune, ma oggi è il 25 aprile e questa data passa sempre in sordina ... la Storia ci aiuta a capire che la vita individuale e collettiva trascorre attraverso il tempo. Gli antichi romani la definivano Maestra di Vita  ...  Conoscere la nostra storia ci trasforma perché ci permette di entrare in relazione con il passato per capire da dove veniamo, con il presente per capire chi siamo e qual è il nostro ruolo nella vita, nella società, con il futuro per capire cosa dovremo fare ... . BUON XXV APRILE!

Ti invio una preghiera scritta da Teresio Olivelli
 (Bellagio, 7 gennaio 1916 - Hersbruck, 17 gennaio 1945) è stato docente e partigiano italiano, medaglia d'oro al valor militare.
         Padre Roberto Zorzolo
       
Preghiera del Ribelle
Signore,
che fra gli uomini drizzasti la Tua Croce,
segno di contraddizione,
che predicasti e soffristi la rivolta dello spirito
contro le perfidie e gli interessi dei dominanti,
la sordità inerte della massa,
a noi, oppressi da un giogo numeroso e crudele
che in noi e prima di noi ha calpestato Te,
fonte di libere vite,
dà la forza della ribellione.
Dio che sei Verità e LIbertà, facci liberi e intensi:
alita nel nostro proposito, tendi la nostra volontà,
moltiplica le nostre forze,
vestici della Tua armatura.
Noi Ti preghiamo, Signore.
Tu che fosti respinto, vituperato,
tradito, perseguitato, crocefisso,
nell'ora delle tenebre ci sostenti la Tua vittoria:
sii nell'indigenza viatico, nel pericolo sostegno,
conforto nell'amarezza.
Quanto più s'addensa e incupisce l'avversario,
facci limpidi e diritti.
Nella tortura serra le nostre labbra.
Spezzaci, non lasciarci piegare.
Se cadremo fa' che il nostro sangue si unisca
al Tuo innocente e a quello dei nostri Morti
a crescere al mondo giustizia e carità.
Tu dicesti:"Io sono la resurrezione e la vita"
rendi nel dolore all'Italia una vita
generosa e severa.
Liberaci dalla tentazione degli affetti:
veglia Tu sulle nostre famiglie.
Sui monti ventosi e nelle catacombe delle città,
dal fondo delle prigioni,
noi Ti preghiamo:
sia in noi la pace che Tu solo sai dare.
Dio della pace e degli eserciti,
Signore che porti la spada e la gioia,
ascolta la preghiera di noi
ribelli per amore.

5 commenti:

  1. Con Padre Roberto abbiamo chiuso il cerchio...se non sentite manco il prete che vi chiede di andare a casa....

    RispondiElimina
  2. Vergogna!!! Tt a casa.....nn avete proprio nnt a spartire kn il paese!!

    RispondiElimina
  3. Grandeee Padre Roberto. Almeno qualcuno ricorda il 25 aprile ed il suo più alto significato. E che sia davvero Liberazione !!

    RispondiElimina
  4. Essere liberi non ha colore alcuno.
    Ma tant'è che qs libertà la confondo con utopia talvolta.

    Ma si puó davvero essere liberi ad oggi?!
    Chi è quel magnate, ultra miliardario che ha quel tesoro siddetto libertà!

    Libertà, platonicamente parlando era solo in un iperuranio dapprima definito e mai poi purtroppo praticamente dimostrato, ahinoi.

    Libertà è la consapevolezza di vivere senza alcuna/o "link", strascico , o più noto, legame che possa dare adito a subdoli giochi di potere.

    Alla fine ce lo abbiamo tutti un padrone a cu mostrare il conto (concreto o astratto) ma allo stesso modo abbiamo parimenti dignità, è qs che alla fine farà e darà il valore aggiunto di tutto.

    Il come talvolta supera il cosa.

    RispondiElimina
  5. Gabriele Guidi26 aprile 2015 13:26

    25 aprile ? E che cosa rappresenta ? Dai, argano, su, è meglio parlare di farmacia, di post privati e personali, di dimissioni date-non date-ritrattate, di assessori usciti-rientrati........ah, dimenticavo ! Forse "dalla maggioranza/presunta tale" non dicono queste cose a te , anzi "non parlano con te" , perché "non sei giornalista" ? Continua la tua "mission" imperterrito, .....non ti curar di loro, come diceva qualcuno "più famoso". Grazie per il tuo prezioso contributo che stai dando, almeno provandoci.

    RispondiElimina