QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 13 aprile 2015

L'ONDA ANOMALA

Riceviamo e pubblichiamo dal Movimento 5 Stelle Porto Recanati:

Onda anomala a Palazzo: crisi o opportunità?

 

IlMovimento Cinque Stelle, dopo un anno quasi, e in seguito alle recentiturbolenze che agitano le acque della maggioranza, fa una sintesi della suaesperienza al servizio della città.

 

Il Movimento Cinque Stelle non fa alleanze, non partecipa acoalizioni, ma di volta in volta dà il suo unicovoto in consiglio in base ai contenuti delle proposte e delle decisioni.Può capitare quindi che a volte voti a favore della maggioranza, a volte contro,senza posizioni preconcette.

 

Fra le cose fatte,ricordiamo il blocco al progetto dell’ennesimo centro commerciale nell’areaarcheologica di S. Maria di Potenza, e la bocciatura della variante del pianourbanistico con cui la passata amministrazione voleva autorizzare lacostruzione di un grande albergo e di 40/80 villette nella zona agricola,archeologica e a rischio idrogeologico del Burchio. Abbiamo svolto varie azionidi controllo e proposta regolarmente protocollate negli atti comunali. Perl’edilizia scolastica abbiamo messo in luce la mancanza di progettidell’attuale amministrazione. Abbiamo fatto una proposta per una gestionepremiante dei rifiuti, e per una più attenta verifica dell’illuminazionepubblica.

 

Nella pratica l'attuale maggioranza ha fatto poco. Leturbolenze che hanno impastoiato il funzionamento della macchina comunale sonola prova che un gruppo troppo allargato, come provenienza e fede, costituitopiù per battere l’avversario che per sviluppare una propria visione politica eamministrativa, è andato in affanno già da subito, di fronte alle primedifficoltà, non condividendo al proprio interno scelte che poi dovevano esserei capisaldi della politica cittadina.

Hanno messo mano aregolamenti in maniera da dettare legge, hanno istituito consulte in ogni dove,ma la città è tuttora tenuta sotto tiro dalla speculazione edilizia, il turismonon riparte in mancanza di piani di ampio respiro, l’assetto territoriale varivisto, non si sa bene che cosa fare con l’erosione delle coste, per nonparlare dei problemi sociali e della sicurezza.

In campagna elettoralela coalizione vincente copiò punti chiave del nostro programma, dallacertificazione Emas alla rigenerazione urbana con blocco di nuovecementificazioni, fino alla rivalutazione culturale della città...

 

Poeta è stato perfinocriticato per aver votato a favore di delibere, che però erano identiche allenostre idee e ai progetti che presentammo in campagna elettorale! Saremmo statiben contenti se avessero realizzato cose su cui eravamo d’accordo a prescinderedagli schieramenti politici, e invece?

Abbiamo dovutosegnalare noi che la ex scuola Diaz aveva perso la sua vera identità e a brevesarebbe stata trasformata in commerciale-residenziale, e ora la suadestinazione culturale è salva.

In conclusione, ci troviamo di fronte ad una politicacittadina improvvisata che non è a disposizione del paese ma che anzi, siaspetta che sia il paese a sua disposizione e si dilunga in diatribe interne.

Ci si domanda: Chi è che pensa alla città?

 

Gli elettori avrebberocompiuto questa scelta, se avessero potuto vedere in anticipo il film di ciòche sta succedendo?

Ammesso che i recentiaccadimenti non siano una normale mareggiata, ma un’onda anomala, questa puòessere l’inizio di una crisi, o una leva di opportunità per fare finalmentel’interesse dei cittadini?

 

20 commenti:

  1. Lo schifo per il comportamento dei partiti può portarvi consenso alle prossime regionali, usatelo per fare qualcosa per i cittadini e per crescere come movimento.il futuro può essere vostro.prendetevelo!

    RispondiElimina
  2. M5S, siamo sicuri sicuri che sul Burchio sia calato definitivamente il sipario? Tempo fa si parlava di cause ancora aperte....
    Con le scogliere a che punto siamo?
    Almeno voi teneteci aggiornati!

    RispondiElimina
  3. O Santucci ma che hai bloccato? Non c'eri in consiglio ne tu ne quelli che adesso votano con la maggioranza. Ma ci avete mai provato a capire quello che dice Poeta? Impossibili, almeno per radio

    RispondiElimina
  4. Caro M5s, le vocali sono 5 e le consonanti circa 20.
    In un paese con 12000 abitanti dove i problemi con la P maiuscola sono una decina non puoi venirci a raccontare che Npp ha copiato il vostro programma.

    RispondiElimina
  5. Me di volete parlare , non avete portato avanti il ben che minimo progetto della Vostra Campagna Elettorale, certamente non siete al potere ma non avete sviluppato la ben che minima opposizione, se non quella di assimilarvi alla maggioranza su delibere ed atti Consiliari, che credevate fossero in linea con il Vostro obbiettivo.
    La Diaz ? ma di che stiamo parlando , progetto di venderla ,di ristrutturarla ,di oggetto di speculazione, ma Poeta stai farneticando come tuo solito o credi alle favole.
    Se ti manca l'opportunità di governare è perché sei tu che i cittadini di Porto Recanati non hanno voluto , magari con qualcun altro potevate essere al potere od avere qualche consigliere in più.
    Per me il primo che dovrebbe andare a casa sei solo tu.

    RispondiElimina
  6. Quello che recantemente e' successo nell'amministrazione Comunale non e' semplicemente un'onda anomala ma l'inizio di uno zunami di primavera che se le cose non cambieranno e si inizi a governare Seriamente affrontando subito i problemi seri e urgenti della Citta' chi vi ha votato vi prenderanno ha zampate sugli zebedei e vi manderanno a casa anzi al mare .

    RispondiElimina
  7. Npp ha copiato il programma da upp del 2009, che l'ha copiato da imola a sua volta. Quindi per la proprietà transitiva, imola ha copiato nel 2009 il programma del m5s del 2014. Certo che grillo ne sa una più del diavolo . Si fa copiare i programmi retroattivamente. La prossima volta al posto del programma, pubblicate la schedina. Almeno diventiamo miliardari

    RispondiElimina
  8. Gabriele Guidi13 aprile 2015 15:20

    Raccontaci allora tu, anonima\o 13/4 ore 13.43 , cosa ha fatto npp per la città, in che cosa la città è migliorata/ha progredito in questo anno, ammesso che non abbia copiato il programma ? Grazie pet il prezioso contributo che vorrai dare alla città. E non ti nascondere dietro anonimato, abbi il coraggio di quello che scrivi.

    RispondiElimina
  9. anche il bilancio che avete votato favorevole rispecchia le vostre aspettative?

    RispondiElimina
  10. Gabriele Guidi13 aprile 2015 15:33

    Grazie, anonimo 13/4 ore 13.13 sono e siamo a tua disposizione. In bacheca trovi i nostri recapiti.

    RispondiElimina
  11. Gabriele Guidi13 aprile 2015 15:56

    Anonimo 13/4 ore 14.06 mi segnali cortesemente il nome che avremmo dovuto presentare al posto di poeta ? Qualcuna/o che ora sta da qualche altra parte ? Qualcuna/o che merita il nobel delle chiacchiere e basta ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Guidi, sono d'accordo con te, ma fa il nome della chiacchierona. O almeno dicci che si trova dalla parte del principe Riccetti.

      Elimina
  12. Adesso va a finire che la bocciatura del progetto del Burchio è merito delle 5 stelle, che per l'occasione magari diventano pure 6 stelle.
    Ma fateci il piacere!
    Tutti pronti a montare sul carro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. umberto santucci14 aprile 2015 18:43

      La bocciatura della variante del Piano Urbanistico che avrebbe permesso lo sviluppo del progetto di urbanizzazione del Burchio non è "merito" dei 5Stelle, ma è la conseguenza di vari elementi: lo studio tecnico su mappe catastali e documentazioni varie fatto da Poeta che lo ha presentato in conferenza e messo a disposizione di chi lo voleva; la pressione esercitata da Reboli e dal comitato di quartiere Montarice; le dichiarazioni preelettorali della coalizione. Il M56 ha fatto diverse azioni, convegni, marce di protesta per la costruzione "elettorale" del marciapiede. Quindi non ha il "merito", ha dato un fondamentale contributo, che poi è diventato il voto in Consiglio Comunale.

      Elimina
    2. Ma pensa te.
      Il merito va ai 5 stelle.
      Riccetti ed i suoi avevano posto la questione del Burchio come condizione pre-elettorale e questo non conta nulla?
      Le prime dichiarazioni di Poeta in merito erano talmente incomprensibili che più d'una persona aveva il dubbio che potesse non votare contro.
      Lo studio tecnico e mappe catastali c'entrano poco, visto che la questione è stata affrontata unicamente sul tema giuridico e non quello tecnico.
      I pareri e la casa pendente al Tar ne sono la prova.

      Elimina
  13. io al posto vostro darei una controllata alla barra spaziatrice

    RispondiElimina
  14. Ho letto l'articolo e la sintesi del consigliere M5 Stelle. Se leggete con attenzione al tutto si nota come non si parla quasi mai male dell'attuale amministrazione quando ad ora si potrebbe scrivere un'enciclopedia. Non voterò più 5 stelle a Porto Recanati. Ho una sensazione che se qualcuno se ne andrà dalla maggioranza, in consiglio ci sarà la stampella di Poeta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. umberto santucci14 aprile 2015 18:50

      Caro Anonimo, se non vuoi votarci più dicci almeno chi sei, così possiamo farci quattro chiacchiere e spiegarti come ci muoviamo. Il M5S non fa accordi, alleanze, e non è pro o contro per partito preso o per saldare debiti elettorali e clientelari. In Parlamento, in regione, in consigli comunale vota a favore delle cose che mirano al bene comune, contro le cose che mirano al bene privato. Poeta non è una stampella, ma un cittadino che ragiona, ci riferisce, discute con noi, e poi esprime il suo voto in tutta libertà (eccetto il Burchio, per cui abbiamo dovuto sottoscrivergli un'assicurazione per proteggerlo dalle minacce di rivalsa della Conero Blu e permettergli di votare secondo coscienza). A proposito del Burchio, tu come avresti votato, a favore della cementificazione pur di fare dispetto alla Montali?

      Elimina
  15. Gabriele Guidi16 aprile 2015 08:02

    Chi cerca stampelle è perchè non riesce a star in piedi da solo. Quindi, chi vuol capire, capisca. Ah, caro anonima/o, la tua risposta dov'è ?

    RispondiElimina
  16. Per Umberto Santucci: io sto parlando di questo comune e non in parlamento dove ci sono persone valide. Non mischiamo tutti. Le ripeto: dopo un anno l'opposizione potrebbe scrivere un infinità di cose poco chiare. Da questo articolo non si parla di nulla ad esclusione del Burchio.

    RispondiElimina