QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

venerdì 17 aprile 2015

ANCHE IL PD SCARICA DEFINITIVAMENTE LA MAGGIORANZA

ULTIMO ATTO

Il Partito Democratico ha contribuito in misura decisiva prima alla scelta del candidato sindaco Sabrina MONTALI poi alla sua vittoria alle elezioni del 25 maggio 2014.
Contestualmente alle comunali, si sono svolte le elezioni per il rinnovo del parlamento europeo, dove il Pd ha avuto circa il 40% dei voti, che in termini locali vuol dire più dell’80% dell’intero consenso ottenuto dalla trionfante coalizione “Noi per Porto Recanati”, di cui il Pd è stato l’elemento trainante.
A distanza di quasi un anno dall’insediamento della giunta MONTALI, purtroppo non s’intravede alcun segnale di identificazione del progetto originario approntato per Porto Recanati, né a livello operativo né, soprattutto, sotto l’aspetto della chiarezza, trasparenza e collegialità delle decisioni.
Il Pd a più riprese ha cercato di stimolare questo percorso, ma restando purtroppo inascoltato.
Preso atto della situazione, attraverso un’assemblea generale degli iscritti svoltasi il 22 febbraio scorso, abbiamo disposto la costituzione di un proprio gruppo consiliare autonomo al fine di portare in seno alla maggioranza le nostre proposte e discuterle con quelle delle altre componenti prima dell’approvazione in giunta o in consiglio comunale.
Per meglio chiarire la posizione del partito (analisi di tutte le proposte in chiarezza, trasparenza e collegialità prima della loro approvazione) il segretario Antonella CICCONI ha chiesto e ottenuto (7 aprile 2015) un appuntamento col sindaco Montali.
Ad incontro avvenuto, abbiamo espresso per iscritto al sindaco la nostra insoddisfazione, specificando che il Pd “chiede la partecipazione fattiva a livello informativo e propositivo all’attività di giunta e consiliare”.
Non abbiamo chiesto né assessori né incarichi, come si noterà.
Abbiamo inoltre fatto presente al sindaco che “se lei crede di poter fare a meno dell’apporto del PD, questo partito non resterà in paradiso a dispetto dei santi”, aggiungendo “attendiamo da lei risposte nette e chiare, che ci riserviamo di verificare al momento opportuno”.
Il momento opportuno è arrivato sindaco Montali, perché per l’ennesima volta lei non ci ha invitato né informato sulle recenti riunioni di giunta e di maggioranza.
Da questo momento il Pd avrà come unico referente i cittadini di Porto Recanati, senza più vincoli di maggioranza con lei e la sua giunta.

Pertanto, e per tutto quanto sopra detto, sindaco Montali, Lei da questo momento non ha più la fiducia del Partito democratico”.

Porto Recanati 16 apr. 15
Per il Direttivo
Il Segretario Antonella CICCONI

23 commenti:

  1. Alè, pia su e porta a casa!

    RispondiElimina
  2. P.S.
    AVVISO AI PARENTI DI CAINO;

    PER FAVORE RISPARMIATEVI IL SOLITO DISCO PIENO DI M.....E CONTRO IL PD CHE TANTO ORMAI I FATTI REALI DICONO IL CONTRARIO E NON VI CREDE PIÙ NESSUNO!

    RispondiElimina
  3. Finalmente avete partorito è stato un parto lungo molto travagliato ma finalmente siamo riusciti. Bravo PD ora cara amministrazione preparatevi a lasciare bene poeta il quale Sabrina èsp




    Spesso a braccetto insieme !!!
    e

    RispondiElimina
  4. Ma ci voleva tanto ? Dove vi dovevamo buttare dalla finestra avete rischiato di fare la fine di Piedini ora rimane cinque stelle visto che Poeta se liscia tanto la " bambola assassina " Finalmente PD una decisione saggia. !! Speriamo bene . mo

    RispondiElimina
  5. Ad essere obbiettivi il PD ha avuto il merito di aver messo in luce per primo l'impossibilità di avere un rapporto franco e collaborativo con il Sindaco. E lo hanno scoperto direttamente sulla loro pelle: vi ricordate con che violenza il sindaco si rivolse specie alla Cicconi? Ricordo che rimasi attonito... Nonostante questo ed i continui nuovi attacchi verso il PD il partito sembrava Tafazzi che non reagiva, ora sono contento per la loro dignità che abbiano avuto un sussulto di amor proprio ed abbiano lasciato il sindaco nelle tempeste da lei stessa provocate.
    Ed un altro pezzo di amministrazione che frana... A proposito ma non registrate anche voi uno strano silenzio da parte del cronista locale esperto di frane? Che era orgoglioso di aver visto per primo una frana che poi non è risultata esistente? Cavolo con queste continue frane politiche evidenti e sotto gli occhi di tutti che fa sì perde tutte queste occasioni di scoop?

    RispondiElimina
  6. Ogni commento a questo editto del PD è letteralmente superfluo, se oggi si trovano a dover rinnegare il Sindaco Montali è solo merito loro.
    Agostinacchio ,in riferimento agli attuali Amministratori Comunali , a detto che sono degli incapaci, ma comprendeva anche il PD , ed è l'unica cosa vera che lui ha detto.
    In effetti , essersi fatti infinocchiare da Dezi e dalla Stefanelli , è stta la loro dimostrazione della incapacità di saper gestire un partito che se si fosse presentato da solo con persone credibili , alle scorse elezioni avrebbe fatto man bassa di voti .
    Invece no la paura ,l' insicurezza, il retaggio del passato che con gli attuali membri ufficiali ed occulti non cambierà mai.
    La sezione locale, sicuramente non Renziana , dovrà ragionare a breve una nuova strategia politica che prepari il partito a nuove elezioni e nuove alleanze, ma ci spero poco, oggi come oggi il PD Portorecanatese non ha quel apeal giusto e capace di spinta governativa, esso è retaggio di sadomasochismo politico e finche non si scrolla di dosso alcuni piccoli tramestatori della politica non ne verrà fuori.
    Il Pd deve aprirsi di più e cambiare molti dei suoi dirigenti, incapaci.
    Non iscritto , ma vicinissimo al PD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La dirigenza non sarà renziana ma lo e' di più di quella che c'era prima e che nonostante fuori dai giochi e minoranza si ostina ancora a sparar c....e!

      Elimina
    2. in 5 mesi non si cambia un partito che per 5 anni è stato lo zerbino di Riccetti. Ci vuole più tempo.

      Elimina
    3. certo cte ste acca al pd proprio non sapete metterle. quando vi scrivete da soli, dovete aggiungere le h al verbo avereeeeeee. atrimenti vi scoprono.
      dai che le regionali sono vicine e dovete spostarvi ancora un po' più a destra per essere credibili come renziani acchiappatutto. dovete sedervi di fianco alla ubaldi per sostenerla come candidata. dai, un passetto alla volta e ci arrivate. su. per favore studiate la grammatica.

      Elimina
    4. Caro 11.19 magari tutti quelli che sbagliano l'h fossero elettori del Pd.
      A quest'ora avremmo il 95%

      Elimina
    5. Se riesci a fare un'analisi obiettiva dei fatti alla fine arriverai alla conclusione che era meio quannu era peggio se dice al porto.

      Elimina
  7. La politica è una cosa seria e va fatta da persone serie che non hanno attac spalmato tra la poltrona e i pantaloni, a questo punto dopo che i tre quarti della maggioranza se ne sono andati, anche se la stessa può contare sul voto di due Scilipoti di paese ( Dezi - Stefanelli ) chi governa si dovrebbe rendere conto che ha contro l'80% degli elettori e dovrebbe tirarne le conseguenze. Andare avanti in questo modo significa rendersi ridicoli agli occhi dei cittadini di Portorecanati e dell'intera regione, chiunque frequenta ambienti politici fuori dalla città si può rendere conto di questo. Sabrina fai uno scatto di orgoglio: DIMETTITI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i conti di Mangiaterra sull'80% degli elettori me li dovete spiegare. tra poco il pd con qualche centinaio di preferenze e 4 eletti di cui due manco tesserati all'epoca, sosterrà di aver avuto un plebiscito. Argano, non eri tu che sostenevi che abbiamo due pd? quello delle europee, dove sarà confluito alle amministrative? tanto per avere un'idea dell'80% di un certo Mangiaterra

      Elimina
    2. Io non sostenevo che ci fossero 2 PD. Io constatavo che ricevo comunicati da due PD e chiedevo conseguentemente quanti PD ci fossero. E' diverso.

      Elimina
  8. Oh finalmente vi siete tolti dalle balle. Adesso forse si può amministrare seriamente

    RispondiElimina
  9. Il PD è sempre stato ambiguo sulla questione Burchio nonostante le promesse elettorali, comunque non giustifico il modo di governare del sindaco. Forse lo scontro è dovuto a cose che non conosciamo, forse scontri all'interno del centro sinistra provinciale ...

    RispondiElimina
  10. Argano, il pd è stato finora l'unico ad abbandonare la montali. Leggi bene il comunicato di agostinacchio. Scrive rimane la fiducia nel sindaco.

    Il PD con il presente comunicato la ha sfiduciata ufficialmente.

    La differenza non è poca

    RispondiElimina
  11. Il PD secondo me ha fatto bene adesso a togliere la fiducia alla giunta.
    Fino ad adesso si è comportato come un genitore che scopre che il figlio si droga.
    Adesso basta!
    Sono due giorni che sono chiusi dentro palazzo volpini a trovare il modo giusto per spartirsi le poltrone e tra la gente cominciava a serpeggiare il dubbio che ci fosse immischiato anche il Pd.
    Giusta presadi distanze!

    RispondiElimina
  12. Signori "rien ne va plus" ! E' ora il caso di dimettersi e chiedere scusa ai cittadini con un bel cartellone (che a voi piace tanto) appeso nelle vie del paese o con una lettera alle famiglie. Ovviamente i dissidenti , i scilipoti , i dimissionari e quant'altri di questa amministrazione sono pregati vivamente di NON candidarsi mai più ! Grazie per l'inutile perdita di tempo.

    RispondiElimina
  13. La fiducia nel sindaco non ce l'ha più neppure gli uscieri del comune (per modo di dire). Basta parlare con Riccetti fuori microfono per sentirne dire di tutti i colori : non è difendibile, in quello che fa io non metto bocca si assume da sola la responsabilità, non ascolta nessuno, fa come gli pare, risponde a c...., si innervosisce e fa la stizzosa etcc, tanto la segretaria è con me etcc. E basta parlare con gli "autonomi" per sentire le stesse parole ma loro non possono parlare. I partiti l'hanno abbandonata tutti meno che il sel è stato buono buono in attesa dell'elargizione. Come quei cagnolini che aspettano sotto il tavolo le briciole del padrone. tra un po arriva la braciola ahahah. Ma Palestrini in giunta serve a tenere a bada Riccetti. Solo lui non l'ha capito.

    RispondiElimina
  14. Bravo PD finalmente oggi il Sindaco deve fare i cnti con Giorgio Porreca pensate un po. Fuori anche Pierini la ragazza caccia tutti tranne riccetti adesso il Sel risolvera tutto. Rimanete PD sulla vostra strada e aspettate perche li vedrere passare con la coda tra le gambe. Riccetti di al sindaco e alle persone che vi hanno votato cosa pensi veramente di lei. Digli perche non la difendi mai Digli perche quella poltrona e importante Comunque ci rivedremo alla prossima rappresentazione teatrale.

    RispondiElimina
  15. Gabriele Guidi18 aprile 2015 11:47

    Anonima/o 17/4 ore 7.59 , visto che continui a nasconderti dietro una tastiera, almeno usala bene quando scrivi. E, ti ripeto spero per l'ultima volta, che Poeta è a braccetto di nessuno, maggioranza compresa, come abbiamo più volte specificato e per te non chiarito evidentemente, anche in precedente comunicato. Se hai argomenti seri, confrontiamoci ed esci allo scoperto. Altrimenti smettila di svilire le sempre interessanti discussioni che l'ottimo argano sta portando avanti

    RispondiElimina