QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 14 maggio 2014

DIECI DOMANDE AI CANDIDATI SINDACO - PARTE PRIMA

Abbiamo pensato di porre ai tre candidati sindaco per la competizione elettorale che si svolgerà il prossimo 25 maggio dieci domande di vario genere su varie questioni. Affrontando tematiche di carattere economico, sociale e inerenti lo sviluppo di Porto Recanati. Sperando di fare un servizio utile all'elettore.

Pubblichiamo di seguito le risposte alle prime 5 domande e vi diamo appuntamento per domani, con le altre 5. Per ognuna abbiamo variato l'ordine, per non far torto a nessuno e rimanere imparziali. Quelle che leggete in rosso sono le nostre domande.

Se poi ci fosse la volontà di trasformare questo confronto, per il momento solo "epistolare", in un dibattito pubblico, fateci un fischio. Veniamo noi a moderarlo...



1) Come finanzierà la sua campagna elettorale? E soprattutto a quanto ammonta il budget necessario alla sua coalizione? Si avvarrà di finanziamenti da parte di privati?


Poeta:
La nostra campagna elettorale si regge solo su autofinanziamento degli attivisti, con attenzione al giusto impiego delle risorse economiche per far conoscere i nostri 20 progetti  per la città, per conferenze  a scopo culturale e informativo a servizio dei cittadini, per diffondere l'immagine della squadra di governo della città a 5 stelle. E' prevista una spesa totale di circa 1600 € e non include alcun finanziamento privato, in modo che non dobbiamo sdebitarci con nessuno. Se richiesto, possiamo fornire il dettaglio delle spese e dei contributi di candidati e attivisti.

Ubaldi:

Ogni candidato versa 200 euro pari a 3.200 euro. Io personalmente verso tutta la differenza con quanto sarà necessario per una campagna elettorale dignitosa ma senza "smancerie". Il budget complessivo non supererà gli 8-10.000 euro, considerato tutto. Assolutamente nessun contributo da parte dei privati nè da parte dei partiti di riferimento.

Montali:
La campagna elettorale verrà  autofinanziata dai candidati sindaco e consiglieri. Le voci di spesa sono inserite in un rendiconto che, completo di tutti i dati, verrà messo a disposizione al termine della competizione elettorale . Nel rispetto di quanto previsto dalla legge è possibile ricevere contributi volontari da parte di simpatizzanti e sostenitori che ad oggi, tuttavia, non risultano pervenuti. Il budget è inferiore ad € 5.000.

2) Quali sono le sue idee per il rilancio turistico della nostra cittadina?

Montali:
Il Turismo deve diventare insieme alla cultura il principale motore di crescita dell’economia locale.
Ci prefiggiamo di aprire alla fruizione pubblica  spazi dimenticati come l’area archeologica di  Potentia, il Castello Svevo, la Pinacoteca  e ridare lustro all’ Arena Gigli. Intendiamo attrarre un turismo culturale che vuole riscoprire luoghi, storia, tradizioni locali, enogastronomia e prodotti tipici. Collaboreremo con i comuni vicini per garantire una forma integrata di svago e cultura  e per entrare a far parte di  circuiti culturali di livello regionale  e nazionale anche al fine di attrarre fondi europei 

Poeta:
Rilancio turistico significa rilancio della città. Restituire importanza al “paese” riportando in auge i suoi antichi ed autentici valori, quelli che raccontano la nostra storia, la nostra archeologia e dipingono la bellezza del nostro paesaggio. In concreto presentiamo le nostre proposte di Parco Archeologico e di Riassetto Ambientale per una Porto Recanati piu’ “vendibile”  tutto l’anno anche sotto il profilo culturale, grazie alla curiosità ed interesse che riportiamo in auge con le nostre proposte. La memoria storica e il grande rispetto ambientale sono i fattori capaci di restituire la vera identità ai cittadini e ristampare il sorriso sui loro volti. Una città che sorride è una citta accogliente, bene organizzata e ben servita, in armonia con l’ambiente, dove si vive bene, e si ritorna volentieri. E' una bella città a passo d'uomo dove il turista si senta a proprio agio in ogni luogo rigenerato e poredisposto con cura per la sua accoglienza. Il nostro obiettivo di ottenere le certificazioni Iso Uni EN 14001 ed EMAS sarà il quadro d'unione di tutte le nostre iniziative che ci porteranno a meritare le garanzie che la macchina comunale darà alla città, alla sua  economia locale e quindi al turismo. Due dei venti progetti con cui vogliamo iniziare da subito ad operare sulla città sono dedicati al turismo. Il turismo di qualità per tutto l'anno, specializzato su pubblici aggregati in modo specifico, prevede un piano di marketing di nicchia basato sul turismo esperienziale, modernissimo trend dell'offerta turistica internazionale. La riorganizzazione dell'azienda di soggiorno serve a coordinare tutte le iniziative concrete a favore del turista, a cominciare da una corretta informazione sulle risorse culturali, ambientali, enogastronomiche, sportive.

Ubaldi:

La nostra città occupa attualmente il 3° posto nel panorama turistico della Regione Marche dietro a realtà molto più grandi e consolidate nel tempo. E’ un buon risultato che va confermato. Oggi il turismo dà lavoro, tra impiego diretto ed indiretto, a oltre 1.000 persone nel periodo estivo. L’obiettivo è di ampliare assolutamente questo periodo fino a farlo diventare un’occupazione per quasi tutto l’anno. Se al turismo vero e proprio aggiungiamo il settore del commercio, i numeri degli occupati aumenta sensibilmente. Per fare turismo occorrono molte cose : la capacità di attrarre e continuare ad attrarre un numero crescente di turisti con occasioni sempre più qualitativamente valide, la vivibilità della nostra città che deve continuare a coniugare la caratteristica stanziale da quella più propriamente turistica, la disponibilità di un’offerta ricettiva differenziata e adeguata alle esigenze dei turisti,  la cura dell’arredo  e del verde che richiede la disponibilità di risorse umane e finanziarie, l’incremento della raccolta differenziata,  la capacità sempre più professionale  di fare accoglienza e servizi  adeguati ma soprattutto una spiaggia protetta ed una qualità delle acque alle foci dei due fiumi che insistono sul nostro territorio.  La diffusioni di notizie ed immagini che evidenziano la condizione di alcuni tratti del nostro litorale, pur se reali nella loro crudezza, procurano danni all’immagine dell’intera città; tali danni debbono essere demoliti con dati di fatto. La possibilità che la variante al Piano di Difesa della Costa ci darà  con la realizzazione di barriere rigide e la possibilità di realizzare quelle barriere sarà la migliore risposta ai danni dell’erosione.  Per quanto riguarda la qualità delle acque alla foce dei due fiumi e della Fiumarella saranno chiamati a rispondere tanto l’Astea, per quanto di competenza, tanto quei Comuni, alcuni dei quali Bandiera Blu, che sversano direttamente nei fiumi senza collettare le acque nei rispettivi depuratori e quei Comuni che il depuratore ancora non ce l’hanno. Non si tratta di non comprendere le difficoltà altrui ma si tratta di voler difendere a tutti i costi e con ogni mezzo lecito, il nostro territorio sia sotto il profilo della qualità delle acque che dei rifiuti che giungono sulle nostre spiagge ad ogni piena dei fiumi comportando spese ingenti per la raccolta e lo smaltimentio dello spiaggiato.


3) La problematica del lavoro è purtroppo di cogente attualità. Quali sono le sue idee per rilanciare dal punto di vista occupazionale la nostra cittadina?

Ubaldi:

Il lavoro è il problema dei problemi sicuramente. Solo il lavoro dà dignità e il lavoro è la sola richiesta di chi lo ha perso o di chi non lo ha mai trovato. Non sono molte le possibilità per un sindaco di incidere sul mondo del lavoro. Una sola certezza: il lavoro non si crea con una o più leggi, il lavoro si crea favorendo le opportunità di investimento e quindi di occupazione.  Il Comune per le direttive assolute della Legge non può assumere proprio nessuno e chi promette il contrario mente sapendo di mentire.  Attualmente molti settori sono coperti dai lavoratori LSU, cioè da quei lavoratori in cassa integrazione che, pagati dall’INPS, possono lavorare per la pubblica Amministrazione anche se solo part time  ed è per questo che molti concittadini vedono personale che varia impiegati in vari settori soprattutto nei settori esterni.  Allora è necessario accogliere quelle richieste che, con investimenti totalmente privati e non a carico della collettività,  si può produrre occupazione.  Apertura di nuovi negozi, piccole aziende artigiane, attività stagionali, attività ricettive e trasformazioni di attività in ricettività, anche Hotel del Burchio. Ritengo necessario essere aperti e disponibili ad esaminare – sotto questo profilo -  ogni possibilità affinchè chi ha perso il lavoro – soprattutto dopo aver assunto impegni con mutui vari – possa avere l’opportunità di ritrovarlo e affinchè non dobbiamo più registrare che alcuni nostri giovani debbano lasciare la nostra terra verso mete lontane o lontanissime.  Vanno  considerate in questo senso tutte quelle opportunità che comportino possibilità occupazionali nella fase di realizzazione ma soprattutto nella fase gestionale che significa  soluzioni senza limiti di tempo.  Finora abbiamo anche attivato - soprattutto nel sociale – progetti europei. Si continuerà a farlo.  Con essi si riesce a dare risposte anche di qualità sotto il profilo occupazionale ma si tratta di attività non continuative con un inizio ed una fine. Essi non consentono la programmazione della propria vita a medio e lungo periodo. Non è pensabile ragionevolmente che risorse pubbliche possano consentire attività qualsiasi almeno per i prossimi 5-10 anni. Lo stato non dà ma semplicemente chiede anche in chiave federale.  Questo Comune, non riceve niente dallo Stato ma deve dare una cifra superiore al milione e mezzo di euro. Impensabile la realizzazione di parchi archeologici con risorse pubbliche.   Qualsiasi progettualità in tal senso non può che essere frutto di una sinergia pubblico-privato. Sostenere il contrario significa non conoscere la realtà non di questa nostra città ma del paese Italia.

Montali:
Per il rilancio dell’economia e dell’occupazione  è necessario  ridurre le complicazioni burocratiche per il disbrigo delle pratiche  amministrative . Occorre promuovere attività  informativa , operativa e di assistenza legale finalizzata alla creazione di nuove imprese e realizzare in collaborazione con Università ed Istituti di scuola superiore,Imprese e Fondazioni bancarie progetti destinati alla creazione di laboratori formativi, start up, che possono offrire nuove opportunità a giovani e laureati. 

Poeta:
 Il rilancio occupazionale deve partire da una presa di coscienza nuova nei confronti di alcuni indicatori di sviluppo economico della città. Ridare centralità all’economia locale non finanziarizzata, ripartire dal ricreare una vivace vita cittadina dove anche l’acquisto dei generi primari possa diventare un atto politico socialmente utile: comprare il pane, il latte nelle nostre botteghe puo’ ridare fiducia ai bottegai, i mercati e il commercio dei prodotti locali porterà valore aggiunto contro la crisi entropica (consumare 4 per produrre 1)  in cui siamo sprofondati, e la città tutta ne beneficerà fin da subito con i nostri progetti di consumo equo e solidale e di acquisto a km zero. Occorre fare tanto anche nel settore delle energie rinnovabili e questo ci fa ben sperare per le categorie d’imprese edili e di tutti i servizi che vi orbitano intorno. La rigenerazione urbanistica contrappone alla logica delle “grandi opere” che arricchiscono imprese straniere “piccole opere” di ottimizzazione e manutenzione dell'esistente, da singoli appartamenti a progetti di albergo diffuso dentro la città al posto di megacentri e cementificazioni di periferia. La squadra di governo della città a 5 stelle si pone come dovere l’impegno della costante ricerca in Europa di ogni seppur piccola possibilità di finanziamento o di bando, e la certificazione EMAS avvantaggia in tal senso. Siamo fiduciosi perchè la nostra squadra è già allenata per il raggiungimento di questi obiettivi nell’immediato e non si attiverà soltanto in alcuni periodi “speciali” del mandato elettorale, ma lavorerà con costanza a obiettivi programmati.


4) Quali sono i provvedimenti che attuerebbe nei primi 100 giorni di governo cittadino?4

Poeta:
I venti progetti che fanno parte del nostro programma prevedono tutti un inizio immediato e un avanzamento che i cittadini potranno controllare lungo tutto il processo perché tutta la documentazione sarà a loro disposizione, dai capitolati al cronoprogramma. Ritengo fondamentale riprendere in mano fin da subito alcuni concetti che sono alla base del governo del territorio di una città - finora spesso travisati - e approfondirli in consiglio e con assemblea pubblica con i rappresentanti dei quartieri e i cittadini tutti. Io personalmente mi sento in dovere a livello professionale e come cittadino di fare luce su un nuovo modello di sviluppo della città e del territorio, che sappia andare oltre le logiche clientelari e speculative imperanti da tre lustri.  La riduzione dei compensi degli amministratori tutti, oltre al valore simbolico per la cittadinanza che ha dovuto e dovrà sopportare tanti sacrifici, libererà il più possibile risorse economiche  da utilizzare a scopi sociali. In qualità di tecnico procederò alla verifica di tutti i piani urbanistici approvati, a partire dallo strumento urbanistico generale (PRG) fino a quelli attuativi/esecutivi, come precondizione per mettere subito in cantiere i nostri 20 progetti per la città. Mi sento obbligato ad approfondire quanto fatto dalla Regione a proposito della tutela delle coste  e per la salvaguardia dei rischi idrogeologici del nostro territorio, individuando in sinergia con l’ente le azioni da inserire in un vero documento strategico territoriale, da condividere in rete con tutti i comuni limitrofi chiamati a partecipare come attori principali  di una pianificazione  a scala necessariamente sovraccomunale. Infine, poiché siamo cittadini prestati alla cosa pubblica, studieremo a fondo la macchina comunale, allo scopo di renderla trasparente a noi stessi e ai cittadini, di semplificare la burocrazia nei limiti delle possibilità locali, di trasformare la concessione di favori in salvaguardia dei diritti.

Ubaldi:

Nei primi 100 giorni di governo verranno attuate tutte quelle iniziative già in programma. Non sarebbe possibile, considerando anche la stagione estiva alle porte, promettere quello che non potrà essere. Nei primi 100 giorni dobbiamo mettere le nostre spiagge più erose in condizione di poter svolgere la stagione balneare, dobbiamo curare il verde e l’arredo urbano al meglio, dobbiamo accogliere i nostri ospiti nel migliore dei modi lasciandoli soddisfatti di quanto troveranno.  Un ospite soddisfatto torna sempre e trasmette agli altri la sua immagine positiva della città. E’ così che siamo cresciuti finora insieme alla promozione che siamo riusciti a fare. Per il resto chi come me esce da una consiliatura continuerebbe semplicemente a portare avanti tutti i progetti avviati senza soluzione di continuità, anche nei primi 100 giorni.

Montali:
Tutti quelli necessari per gestire al meglio sotto il profilo dell’accoglienza e della sicurezza la imminente stagione turistica .

5) Per quanto riguarda il settore "commercio", lei pensa che anche Porto Recanati debba dotarsi di un centro commerciale?


Montali:
Porto Recanati deve dare corpo al progetto di "centro commerciale naturale" al fine di valorizzare le  strutture commerciali locali attraverso l'elaborazione di strategie comuni di marketing, l'offerta di servizi a consumatori e turisti, la collaborazione con gli enti locali nella promozione del territorio.

Poeta:
Questa domanda arriva in un momento in cui insieme alla squadra a 5 stelle mi sono fatto portavoce dello stop assoluto alla proposta del grande centro commerciale sud, non solo perchè era pensato su siti inadatti da punto di vista archeologico e paesaggistico, ma anche perchè ritengo che debba essere restituto valore al commercio cittadino; riportare interesse alle botteghe del centro storico - oggi purtroppo trasformato in “nucleo urbano” - fino a quelle delle vie interne, come ad esempio S.Giovanni Bosco, strada commercialmente dimenticata ma di grande valore come asse fondamentale del disegno della città e dell’urbanistica di Porto Recanati. Non diciamo no ai centri commerciali solo per ragioni culturali e ambientali, ma perché orami si tratta di sistemi di distribuzione che tendono a ridursi, dato che il marketing della grande distribuzione ha individuato la tendenza a passare dalla grande spesa fuori porta ai piccoli acquisti vicino casa. Intendiamo essere all'avanguardia e anticipare i tempi di forte riduzione di consumo di energia, spostamenti in auto, produzine di rifiuti. Perché non diventi tragico, il futuro deve essere sobrio.

Ubaldi:

Per Porto Recanati il commercio è sicuramente un settore molto importante. Oggi è anche un settore che risente molto della crisi. E’ sotto gli occhi di tutti, anche guardando le realtà limitrofe, che a Porto Recanati non manchino davvero  i pendolari dello shopping ma è altrettanto vero che si tratta di persone che spesso ci  scelgono per una passeggiata o per alcune ore senza procedere a fare acquisti.   Il settore richiede di essere tenuto sempre vivo con iniziative che vadano dai mercatini a tema sempre più specializzati, come  “L’antico e le palme” e “il mercato dei fiori” o con manifestazioni di grande richiamo come “La notte rosa”.   Sotto questo profilo cercheremo di fare sempre di più ed il centro commerciale all’aperto ipotizzato fin dall’inizio della corrente Amministrazione,  quando l’assessore del settore era Rovazzani, per poi continuare ad essere studiato dall’attuale assessore Sampaolo, va in questa direzione. Riuscire a realizzare una copertura dei marciapiedi e consentire lo shopping con qualsiasi condizione atmosferica rappresenta sicuramente oltre che una soluzione innovativa, una peculiarità che ci renderebbe particolarmente attraenti.  Reputo inutile parlare di grande distribuzione per un semplice motivo : la Regione Marche non ha deliberato l’apposita normativa e nulla lascia presagire che lo faccia nei prossimi due-tre anni. Considerando le esigenze degli investitori di avere tempi certi e quelle del settore commercio che richiede particolare flessibilità e capacità di adeguarsi alle esigenze sempre nuove, è assolutamente impensabile oggi ipotizzare soluzioni di questo genere.  L’ipotesi percorsa nel recente passato era nell’ottica di dare risposte sotto il profilo occupazionale, quelle risposte che i Comuni limitrofi hanno soddisfatto per i loro concittadini realizzando strutture di vendita fin dentro il nostro territorio, escludendoci dall’occupazione dei nostri concittadini.   Oggi quell’ipotesi appare non percorribile ed ecco che dobbiamo dimostrare di saper individuare nuove soluzioni come quella del Centro Commerciale all’aperto e come quella già percorsa di invitare i proprietari degli immobili a comprendere la situazione ed abbassare il costo degli affitti.

99 commenti:

  1. la copertura dei marciapiedi è un'altra str.....a pazzesca,cementifichiamo,perdiamo la spiaggia per l'erosione,il mare non si vede per i tendoni da baraccone dei balneari e adesso ci vogliamo coprire la luce del sole,forse è il caso di andare a scuola di turismo magari al cepu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mettici pure che non abbiamo più la bandiera blu perche il nostro mare sembra il fiume Gange,altro che turismo internazionale,è già tanto che ancora tornino i bagnanti dell'entroterra

      Elimina
    2. Continuiamo a sparare caxxate e darci merda addosso infondata ed esagerata....più sputtaniamo (in maniera infondata) il paese e più facciamo SOLO IL MALE DEL NOSTRO PAESE!! Chissa' mai che qualcuno un giorno prima o poi lo capisca!! INCOSCENZA E FOLLIA ALLO STATO PURO. lavatevi da questa grettitudine.... e se non sapete cosa voglia dire.... prendete il vocabolario!

      Elimina
    3. nascondere la testa sotto la sabbia non risolve i problemi,prenderne coscienza è il primo passo.dove si vive con il turismo si affrontano e non si tacciono per carità di patria gli ostacoli più rilevanti,nei partiti prevale un'altra logica...

      Elimina
    4. Agli anonimi qui sopra....continuate a sparare a zero senza sapere il significato di ciò che leggete e senza informarvi approfondendo (riferimento al centro commerciale all'aperto). Questa ignoranza va solo a scapito della città e di chi ci abita (anche voi). Sapete solo distruggere proponendo il nulla.
      Nelle risposte della Montali il nulla completo. I 5stelle non sanno dove prendere i soldi tranne quei pochi da parte dell'Europa. La Ubaldi si capisce che ha competenza in materia da molto tempo e in una situazione economica come quella di oggi non sembra esistere un'alternativa valida.

      Elimina
    5. La Ubaldi che vuole difendere il commercio locale fa pisciare adosso dalle risate. Ma non era lei che voleva l'outlet village,il centro commerciale a S.Maria Potenza e altre diavolerie del genere? Lei con Fabracci non hanno mosso un dito contro Loreto?

      Elimina
  2. Domanda per Poeta: la certificazione EMAS è un grande punto interrogativo come i fondi che dovreste prendere per attuare il tutto, ci volete dare una buona volta dati CERTI E OGGETTIVI, come da DNA pentastellato, con quali equanti soldi farete certe opere? Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' scritto nero su bianco 20 mila euro per le pratiche burocratiche e la preparazione. Tempo un anno circa. Emas facilita i contributi europei che possono essere richiesti su specifici progetti anche prima di ottenere la certificazione. Nel programma dei 5 stelle c'è scritto che con risorse interne si creerà un ufficio per la presentazione dei progetti necessari ai finanziamenti. Questo comune ha speso 450 mila euro per l'emergenza neve (Tolentino meno della metà), 80.000 € per gli orti sociali (in pratica un recinto). Ha raddoppiato le consulenze esterne. Degli altri due programmi uno demanda tutto ai privati (buoni samaritani) e l'altro non affronta neanche l'argomento coperture. .....

      Elimina
    2. Emas è un imbroglio che serve a far proliferare agenzie e uffici di controllo e registrazione. Un carrozzone per furbi ambientalisti e nulla facenti di professione. Vedrete che Emas vi parlerà all'infinito di efficienza energetica e di fonti energetiche alternative e poi verranno quelli del fotovoltaico che vi faranno spendere una barca di soldi e vi lasceranno senza luce per gran parte del giorno e dell'anno.

      Elimina
    3. Di certo e oggettivo in ogni caso leggo ben poco, anzi nulla. Solo bellissimi auspici e le cifre sono magari da confermare e valutare...messe così è facile strumentalizzarle...troppo facile alla fine. Ma come poi: VOI FUORI DALL'EUROPA E FUORI DALL'EUROPA MA QUANDO C'E' DA MANGIARE RUMINATE NELLA STESSA MANGIATOIA?... coerenza allo stato puro...oltre che EVANESCENZA.

      Elimina
    4. Te la canti e te la suoni. M5S dice no a QUESTA europa. Ogni 100 € che mandiamo in europa ce ne ritornano solo 70 e grazie agli amministratori che voti non siamo in grado di spendere neanche quelli!
      I soldi che chiediamo all'europa di chi sono secondo te? Genio ....

      Elimina
    5. Ma se dici e Grillo dice "usciamo dall'Europa" a casa mia vuol dire solo una cosa!...ahhhh ... ti è rimasto il rimasuglio di sx... con il sarcastico (leggi insulto) finale... non ce la fate a stare senza...quando siete alle corde... GRANDI. leggiti qs e dimmi cosa vuol dire:
      http://www.beppegrillo.it/movimento/parlamento/2013/12/europa-e-euro-opportunita-o-schiavitu---3-incontro.html

      Elimina
  3. Bene le risposte della Ubaldi e di Poeta, mi lascia sconcertato la pochezza della Montali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono l'anonimo delle 08:33 naturalmente per "pochezza della Montali" mi riferisco alle risposte date non certo alla persona. I tre candidati a sindaco sono tutti e tre persone presentabili.

      Elimina
  4. Gli avete detto alla Montali che non c'erano i 140 caratteri di Twitter.... o mancano le idee?? Qs è quanto emerge

    RispondiElimina
  5. Poeta il KM zero lo imporrà? Se c'è gente che va a neanche 300m perchè si risparmia, con i Supermercati limitrofi come Oasi, Simply, Lidl e soprattutto Eurospin...Chiederanno il documento se sei di Portorecanati? E il KM zero è dal produttore al consumatore...dove è il produttore a Porto Recanati?? e di cosa??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leggiti i progetti. Se a piedi o con la bici puoi raggiungere una bottega con prodotti freschi e convenienti, camminando all'aria aperta, magari a primavera, ti rinchiuderesti in un centro commerciale? Il km zero poi si intende prodotto a meno di 50 chilometri. Non facciamo i finti tonti. Quello che non capisco poi è che il sindaco insiste sul fatto che siccome l'oasi l'ha fatta Loreto allora non ci possono lavorare portorecanatesi .... Vuol dire che Loreto ha imposto all'Oasi di assumere solo loretani? Ma non facciamo ridere.

      Elimina
    2. anonimo 14 maggio 2014 12:10 :
      concordo su tutta la tua linea, il discorso che all'Oasi il comune di Loreto pretenda che ci lavori solo loretani fa' ridere (per non piagne)

      Elimina
    3. No raggiungo a piedi o in bici l'Oasi o Eurospin che mi costano meno...e senza lavoro e senza denari...l'aria fresca me la sbatto amico mio....
      Il punto dell'Oasi l'hai detto tu e solo tu, poi. FANTASIA.

      Elimina
    4. Leggiti le risposte della Ubaldi, io rispondo al post. L'hai letto? O ti hanno chiesto solo di parlar mare dei 5 stelle? Se l'aria fresca te la sbatti ... fai pure, la pensiamo in modo diverso. Leggi però

      Elimina
    5. Ho letto tutto e letto anche e soprattutto le fantasie del tuo Poeta (homen nomen???).... io non parlo male dei 5 stelle , critico... criticare vuol dire discernere.... e quello che scrive è solo qs.... vi scaldate eh però.... chissà come mai.... mi ricorda una certa fascia politica....unta dal signore... :-)

      Elimina
  6. amo Porto Recanati14 maggio 2014 09:04

    Ma la Montali cu c'ha el braccettu cortu? Nun glie ne à de risponne?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per rispondere bastano due frasi, non una filippica lunga mezza pagina che, se andiamo a stringere, non dice quasi nulla. Ancora ci facciamo infinocchiare dall'arte oratoria eh?

      Elimina
    2. Due frasi come il compitino da quinta elementare del loro programma. Manca di proposte e concretezza. Andiamo bene con lei, molto......

      Elimina
    3. Amico delle 9.26, ti stai dando la zappa sui piedi. Hai forse dimenticato che la Montali è un avvocato? Se non ha detto niente è perché non ha niente da dire, credo.

      Elimina
    4. Non sto difendendo la Montali (che poi, il fatto che sia avvocato significa che debba parlare solo per arringhe?), ma criticando chi utilizza lunghe perifrasi e paroloni solo per far abboccare i lettori, spesso confondendoli. C'è chi ha espresso disappunto per le risposte sintetiche e chi no. Per quanto oratorie, comunque, a me le risposte della Ubaldi sono sembrate abbastanza esaustive. Ho solo espresso il mio parere sulla forma, da persona che non sopporta quella già citata arte oratoria di cui in Italia amiamo abusare.

      Elimina
  7. Argano non ci hai dato elementi sulle lunghezze possibili delle risposte. Hai dato carta bianca o imposto un certo numero di spazio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo suggerito e pregato gli interlocutori di rimanere entro la mezza pagina word per ogni risposta. Più o meno 1000 battute.

      Elimina
  8. La brevitas è uno stile importante, le risposte della montali sono le uniche che non portano a fare sbadigli.

    Poche cose chiare rispetto a fiumi di parole ripetitive...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sento in questa risposta un rumore fastidioso di unghie di qualcuno che sia arrampica in una parete liscia..... tipo.... specchio?? :-)

      Elimina
    2. Mi dispiace caro anonimo delle 09:26 ma non sono d'accordo perché le idee dei candidati a sindaco devono essere ben chiarite e spiegate se no c'è l'impressione da parte di chi legge che le risposte siano solo di circostanza e denotano una certa impreparazione negli argomenti trattati.

      Elimina
    3. Dispiace dirlo: Montali deludente. E sono pure un suo elettore....!!!!
      A questo punto sono curioso di leggere le altre 5 risposte. Quando le pubblicherete?

      Elimina
    4. Che figura Avv Montali.... e lei vorrebbe essere la prima cittadina??? .... credo che un alieno catapultato per caso a Porto Recanati ne sapeva e ne raccontava di più e meglio!.... NO COMMENT!!

      Elimina
    5. Poeta - Ubaldi
      troppe parole niente fatti
      Montali più concretezza

      Elimina
    6. La brevitas? Oddio!!! La nullitas? Forse è più appropriato.

      Elimina
  9. Mi fa ridere l'assistenza legale che vorrebbe dare la montali e il suo pool di avvocati alle piccole e medie imprese. Capisco che per gli avvocati c'è crisi, ma vorrei informare la candidata sindaca che esistono già enti statali, agenzie e associazioni di categoria, radicati nel territorio, che ampiamente e competentemente offrono questo servizio da anni.

    RispondiElimina
  10. Poeta logorroico e sognatore, la Montali poco pratica, la Ubaldi è l'unica che dimostra concretezza. F.M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concretezza ? Come la copertura dei marciapiedi ? Non gli basta coprire ogni punto verde ora vuole anche oscurare il cielo ...

      Quando passeggio voglio vedere cielo e stelle ... non uno schifo di plexiglass che ungiallisce o peggio u a tettoia ...

      Finito lo spazio per terra si inizia a coprire il cielo ...

      Elimina
    2. Ricordo il passo del Gattopardo quando mostrano orgogliosamente un soffitto affrescato per far colpo sul principe Salina e lui dentro di se pensa che in realtà non esiste soffitto più bello del cielo stellato.

      Elimina
    3. L'unica certezza che ti da è il cemento.

      Elimina
    4. A te, selvaggio delle 15.02, piacciono le case si paglia o le caverne? Perché è lì che volete tornare voi che disprezzate il cemento. Che è stato una grandissima invenzione e che come il telaio ha consentito anche ai meno abbienti di avere case decenti e confortevoli. Agli architetti e agli avvocati piace invece il bugnato. Le case di paglia le lasciano a te, poverino senza cemento.

      Elimina
  11. Usare le nostre seconde case per alberghi diffusi ? Poeta sii serio li dai tu i soldi per sistemarli ? Con il 10.4 di imu imposto dalla ubaldi e monnezza alle stelle che con il dna tassaiolo protocomunista anticapitalistico dei 5 stelle passerà al massimo ci spennate così magari ci fatete pagare la monnezza come alberghi e ci ficcate pure la tassa di soggiorno.

    Ecco le vostre coperture... solito esproprio della proprietà privata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come, da una parte c'è una giunta che questo livello di tassazione l'ha messo, dall'altra ci sono PD e SEL ed il DNA tassaiolo protocomunista ce l'ha il 5 stelle? Ma chi te l'ha detta sta cosa, non mi sembri molto in buona fede!

      Elimina
    2. hai pagato la mini IMU?????i comuni limitrofi amministrati dai tuoi compagni si!!!!! W la coerenza!!!!!

      Elimina
    3. Si vede che non sapete nulla di imu ... mini imu 50 euro ... sulle seconde case partono anche 1000 euro per appartamenti non certo lussuosi, se conti poi le finte residenze a porto recanati facile capire che la imu prima casa non pagata anche da chi non è veramente residente si è scaricata tutta sui proprietari di seconde case. E cosi si spera che riparta il mercato immobiliare in un paese turistico? Masacrando le seconde case acquistate con sacrifici per non far pagare 100 euro di imu ad almeno 1000 finti residenti?

      in uk le tasse si pagano sulla prima e sulla seconda casa... l'italia è il paese delle false residenze...

      Perche non si stanano i falsi residenti invece di mettere l'imu a 10.4 ? Dell'amministrazione nessuno me lo ha spiegato.

      Elimina
    4. fortuna che ci 6 tu che capisci...grazie di esistere

      Elimina
    5. Io stanerei gli stupidi, che un noto intellettuale diceva che sono peggio dei delinquenti.

      Elimina
  12. Aprire negozi alberghi bla bla bla ... ma come fa ad essere parte di un programma quello che è iniziativa privata?

    Al solito si confonde ĺ'amministrazione con con volontà e soldi dei privati

    RispondiElimina
  13. COOMENTI PERSONALI:
    Va bene la capacità di sintesi, vada bene che oramai di promesse più o meno mirate al giorno d'oggi le fanno tutti, ma rimango sconcertato dalle risposte date dal candidato sindaco Sig.ra Montali.
    Io che non ho potuto seguire di persona nessuna manifestazione pubblica di presentazione delle liste e che non mi fido dei passaparola lasciati da persone che non sono "informate" sui fatti, finalmente trovo una testata giornalistica che propone un confronto all'americana dei candidati con "scripta manent", rimango allibito! Questo è il modo di rispondere all'elettorato? Se questo è il biglietto da visita (che di solito viene fatto bene per la buona impressione), cosa mi troverei di fronte quando ci presenteranno dei veri problemi? Se oggi che ha solo l'impegno del suo lavoro non ha tempo per i suoi cittadini, ci pensi prima di caricarsi di altro lavoro.
    Degni di rilievo invece sono stati i commenti del candidato Sig. Poeta, sino ad oggi descritto come un "don Chisciotte della Mancia" contro i mulini a vento, trova invece le giuste parole ed i giusti argomenti per commentare le sue scelte per la città ed il cittadino, anche con progetti ambiziosi.
    Il candidato sindaco Ubaldi, in qualità di sindaco uscente si trova giustamente avvantaggiata a rispondere a delle domande sul procedimento dei primi cento giorni, e comunque lodevole di stima per la sincerità (...anche se controproducente...) sui posti di lavoro non promettibili per i voti.
    Mi Scuso per lo sfogo contro la sig.ra Montali, ma non accetto, da elettore, una risposta spicciola "giusto per".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gli avevano detto che su Twitter ahahahahahahah! .... c'è da piagne!!

      Elimina
    2. Anonimo delle 10:25, ricordati le parole di un grande filosofo:
      "Stitichezza di idee, diarrea di parole".
      Poche parole, ma molti fatti, delle prime ne abbiamo sentite molte in questi ultimi 15 anni, basta.

      Elimina
  14. Ma che dici Poeta? : "…Il nostro obiettivo di ottenere le certificazioni Iso Uni EN 14001 ed EMAS...”? Ma qualcuno gli ha spiegato che cosa è e come si ottiene una certificazione ISO14001 e/o EMAS? Ancora una volta si parla di ciò che non si conosce riempiendosi la bocca di mezze verità opportunamente manipolate solo per fare presa sulla povera gente.
    Poeta ora ti dico una cosa che forse ti farà cadere dal pero: la certificazione EMAS ha gli stessi contenuti della ISO14001, quello che cambia è il meccanismo di accreditamento (forse per voi 5stelle sto parlando arabo), il primo avviene da parte di un ente certificatore privato, il secondo viene da parte di una commissione Europea, ma ENTRAMBI HANNO GLI STESSI OBBIETTIVI E MODALITA DI IMPLEMENTAZIONE. Quindi né basta una sola e non tutte e due (EMAS meglio si adatta a pubbliche amministrazioni) ! A meno che non vogliamo buttare i soldi dei cittadini perché, per chi non lo sapesse, per ottenerle BISOGNA PAGARE decine di migliaia di Euro e anche per mantenerle negli anni costa. Facile mettere nel programma un obbiettivo che costa ZERO energia e basta solo pagare per raggiungerlo... che buffonata! Prima di dire certe idiozie informati meglio ! Si potrebbe smontare ogni singolo punto del vs “FANTASTICO” (nel senso di NON REALE), ma non ne vale la pena perché sarebbe una perdita di tempo, la maggior parte della gente, per fortuna, conosce i loro polli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara anonima delle 10:29, per apparire esperta hai fatto copia ed incolla da questo sito: http://www.ciseonweb.it/ambiente/sga/sga-vale.htm . Ora sei stata tanata. Pensa alla pochezza della tua coalizione per cortesia. Per avere le competenze che hanno i 5 stelle dovrete studiare un altra ventina d'anni

      Elimina
    2. Caro anonimo delle 11:59, vedo protesta, non risposta. Per dimostrare le competenze dovresti specificare come si paga la certificazione emas e chi dovrebbe pagarla. Se davvero sostiene di avere le competenze, facci sapere i tempi di acquisizione della certificazione (visto che da quella dipende il programma) e i costi, spicciolo più, spicciolo meno!
      Inoltre visto che sostieni di conoscere il sesso e l'appartenenza politica, potresti anche fare il nome dell'anonimo delle 10:29 al quale non ti sei degnato di rispondere. Tana libera tutti!

      Elimina
    3. ma voi dei 5stelle la laurea l'avete presa con il CEPU?

      Elimina
    4. Aspetta anonima della 14:08 ora cerco un sito che parla di qualche cosa, copio e incollo ....

      Elimina
    5. ..... Buon giorno anonimo di IERI alle 16.13.... c'è stato un black out nella rete?? :-)

      Elimina
  15. Perdonami argano, ma le 1000 battute comprendono anche gli spazi? Lo chiedo perché ci sono risposte con 2000 battute.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ce ne eravamo accorti. Il nostro era un suggerimento. Non una imposizione. Non abbiamo ritenuto comunque opportuno tagliare chi ha voluto argomentare in maniera più completa.

      Elimina
    2. Quindi Sabrina montali sarebbe stata penalizzata per aver risposto entro i limiti delle battute ed essersi attenuta alle regole.

      Elimina
    3. Come già detto sotto, avevamo consigliato mezza pagina word per ogni risposta. Se devo seguirti nel tuo ragionamento, potrei aggiungere che la Montali è stata penalizzata anche dal fatto di aver usufruito di molto meno dello spazio di cui poteva disporre. Però spero che ora non si apra una polemica su questo. Se la Montali vuole aggiungere altro su ogni tematica, ci mandi una integrazione.

      Elimina
    4. Troppo facile ora.... in seconda battuta caro Argano, le regole le sapeva ed un' attenta e stimata Avvocato non puo' non avere calcolato qs cose...se non l'ha fatto peggio per se. Hai dato 1000 caratteri ne ha usufruiti di un 15 % .... siamo seri, altrimenti perdi di credibilità in primis tu ARGANO. Riflettici e mi darai ragione.

      Elimina
    5. Guarda che dici quello che si sta sostenendo da queste parti tutto il giorno. Sai però come funziona... questi angioletti poi mi danno del venduto alla Ubaldi, allora gli metto a disposizione il blog.....

      Elimina
    6. e non di Poeta anche? :-) anche lui è stato esaustivo... o no?! .... non ti piegare e vai per la tua strada come hai fatto fin'ora, critico equo e con tutti...ricordo ai lor signori (basta che che vedano sul web) tutte le battaglie Vs. la Ubaldi degli anni e mesi indietro.... Ma forse c'è stata un'epidemia di Alzheimer.... ma non credevo fosse contagioso e virale...???!! :-) Vedi Aragano, qs vuol farti capire la deontologia e l'etica di certe persone abituate sempre a dire tutto e il contrario di tutto e appena vengono contraddette......... scendono nel volgare, personale e .......... il resto penso che lo puoi immaginare. Buon Lavoro!

      Elimina
  16. http://www.cronachemaceratesi.it/2013/07/01/goletta-verde-boccia-il-mare-della-costa-maceratese/346042/
    In questo articolo l'Ing. dell'Astea che si occupa dei controlli risponde al giornalista. Ora mi sorge una domanda per il sindaco Ubaldi, se già l'anno sorso c'erano stati dei dati poco confortanti, durante tutto l'anno cosa si è fatto, dato che l'ingegnere rassicurava?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono dell'UTC di Porto Recanati, ma mi è capitato di seguire una interrogazione presentata dal CFS nei confronti dei comuni che si affacciavano con i loro confini sul fiume Potenza. Su tale interrogazione si chiedeva di presentare una relazione di tutta la rete idrica e fognaria, sia civile che industriale per poter procedere ad un controllo sanzionatorio nei confronti di utenti in difetto.
      A quanto mi è dovuto sapere, ad oggi non è mai pervenuto nessun documento ufficiale di tale interrogazione...come il più delle volte, le cause vanno cercate a "monte", ma le conseguenze le pagano a "valle". (spero che venga capito il senso delle virgolette)

      Elimina
  17. Grazie Argano per la risposta e condivido il fatto di non tagliare le risposte, altrimenti sai i commenti critici perché filo Montaliano? Però permettimi di dire che per ogni riga si contano dalle 120 alle 130 battute,facendo un rapido controllo mi rendo conto che la Montali è l'unica ad aver rispettato il tuo invito. Poeta e il Sindaco Ubaldi non hanno accolto il tuo invito. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevamo "consigliato" non imposto mezza pagina word per ogni risposta. Spero non sia colpa nostra se la Montali si è tenuta molto più bassa rispetto a questo limite.

      Elimina
    2. peccato che invece dei 1000 caratteri consentiti ne ha usati un 15%....AUTOGOAL MADORNALE...E BASTA LE RUFFIANATE ALL'ARGANO.... Prima lo insultate pure sul personale e poi lo llisciate.... solita condotta riconducibile...

      Elimina
  18. Giustizia e Libertà.14 maggio 2014 13:04

    Per favore,alcuni anonimi dopo aver commentato a favore di questo o quel candidato,sono pregati di firmarsi "Fanatico" perché rappresenta in meglio il succo dei vostri commenti,grazie .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se non si offende e non si sproloquia fino a prova contraria è un blog, o dobbiamo stare sotto la vs inquisizione da SOVIET!

      Elimina
  19. ero da una parte....ma considerando la pochezza delle idee, mi convinco sempre più dell'altra....

    RispondiElimina
  20. A quanto pare molti hanno la memoria corta...la signora Ubaldi 5 anni fa fece una campagna elettorale pieno di promesse, è riuscita a mantenerle? Ora ci risiamo, altre promesse e molte parole belle...Poeta, senza nessun giudizio sulla persona, è troppo! Non è riuscito a coinvolgermi, lo ammetto, non ho letto tutto fino in fondo...noia, tanta noia! Sulla terza candidata posso solo dire che nonostante sia di poche righe, preferisco le sue risposte! Non promette mari e monti, non fa tanti giri di parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...non promette, non agisce...e non dice come finanzia quel minimo di cose che ha scritto... bene bene

      Elimina
  21. Mi da molto fastidio leggere che il paese deve essere curato per l'arrivo dei turisti,ebbene preciso che abitando 12 mesi all'anno da una vita avrei più piacere avere un paese Sempre curato, infatti d'inverno siamo affogati dallo zozzo, eventualmente per l'arrivo dei turisti attivarsi per dare più servizi. Se vai a Scossicci per una passeggiata devi stare attenta dove metti i piedi,le strade sono piene di buche le scalinate dei sottopassi sono pericolosissime e poi non parliamo del lungomare sempre molto sporco.Quindi il candidato sindaco Montali sa già quanto c'è da lavorare per tirar su questo paese ,pardon città cominciando dalla Bandiera Blu. Preferisco poche chiacchere e più fatti che alle tante belle parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sta bandiera blu...l'emo presa per 10 anni e non se calculata mai gnisciuna...anzi diceane.... quanto l'emi pagata!!!.... ade' se svolta la faccenna..... vo sete le bandiere.... e ce n'emo tante purtroppo!! :-)

      Elimina
  22. E' incredibile come chi,in questi 15 anni (ripeto 15 anni non 5) non ha realizzato nulla di ciò che propone e oggi,prima delle elezioni,afferma che realizzerà tutto quello che non ha saputo o voluto realizzare.Abbiamo bisogno di amministratori locali concreti e competenti per questo le chiacchiere stanno a zero.Vorrei ricordare agli anonimi che la capacità di risposte non sta sulla lunghezza delle stesse ma sulla sinteticità.Porto Recanati negli ultimi decenni si è impoverito culturalmente e come tessuto economico,tanto è vero che le presenze turistiche,quelle ufficiali,parlano il linguaggio della chiarezza:in pochi anni scendiamo di qualche centinaia di migliaia di presenze turistiche.
    Giorgio

    RispondiElimina
  23. Sul costo della campagna elettorale della candidata Ubaldi preferisco non commentare, gradirei però avere una risposta ad un mio dubbio sulla effettiva necessità di avere due sedi, quando in realtà le riunioni della lista avvengono di sera, fino a tarda ora nei luoghi che appartengono ai cittadini, ovvero palazzo volpini.
    Ho visto personalmente uscire dal palazzo i nuovi candidati della lista, che ancora non hanno nessun mandato per accedere ed usufruire del palazzo per riunioni che, di fatto, esulano dalla normale amministrazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Punto 1.: palazzo volpini...è il comune ed è aperto a tutta la cittadinanza...ma caxxo... ma manco qs sapemo....e se uno c'ha due sedi a te co te ne viene.... te viene lì casa tua... io francamente rimango allibito da certi ragionamenti... NNP ce ne ha una a due piani te risponno!! da comiche

      Elimina
    2. Il problema è un altro...dipendenti comunali e mariti di dipendenti comunali che fanno campagna elettorale:questo E' SCANDALOSO, altro che i candidati che entrano in comune a qualsiasi ora!

      Elimina
  24. Noioso, maledettamente noioso. Ovvio, sconsolatamente ovvio. Chi non aveva niente da dire non ha detto niente, chi aveva qualcosa da dire lo ha detto in malo modo. Ma qualche chicca in mezzo a tante ovvietà possiamo trovarla. Prendiamo ad esempio la crisi entropica di Poeta. Vi chiederete che cosa voglia dire. Ecco appunto, non ti lascia senza che tu ti chieda qualcosa. Magari non ne sai niente però te lo chiedi. Ma se leggete un po' più avanti saprete che dalla crisi entropica si esce con il commercio equo solidale (non chiedetevi di nuovo che cosa voglia dire perché non ci sono più spiegazioni. Ma pensiamo che i nostri supermercati avranno sentito un tonfo al cuore) e con i prodotti agro alimentari a chilometro zero. Qui lo so pure io che cosa vuol dire, che a Porto Recanati moriremo tutti di fame perché a chilometro zero abbiamo un paio di canili a basta. Ma siccome nel programma dei 5 Stelle è prevista la realizzazione di un paio di gattili, abbiamo capito che se va su lui con i suoi mangeremo cani e gatti. Meglio di certi popoli che mangiano le pantegane, comunque.

    RispondiElimina
  25. Caro Giorgio anonimo, sbagli e di molto. Vota come credi e fai quello che credi ma non riconoscere le cose fatte negli ultimi 15 anni significa solo che oltre che sbagliare sei cieco. Nuovi campi sportivi, corso, lungomare, illuminazione nuova, palestre, caserma, nuova scuola elementare, parcheggio dove era il vecchio campo sportivo, solo per ricordare a braccio le cose fatte negli ultimi 15 anni, ti sembra niente ? Culturalmente le associazioni 15 anni fa erano meno di 10 oggi sono 50. Sotto il profilo turistico e della frequenza non meriti neanche una risposta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quessi hanne vissuto nte la luna! venticingue anni fa, co giampaoli quello dei panettò, ndacemi ha pià ell'acqua da bee ntei sacchetti! ao mango al tempo de guera, i vasi giò la marina erane i chiusì delle fogne e nun fiataa gnisciù... c'hanne le fette de pregiutto nte iocchi!!!!

      Elimina
    2. Giorgio, spero che convenga con il commento di cui sopra... sono fatti.

      Elimina
    3. Anonimo delle 15:16, forse hai la memoria corta, c'era il sindaco Vecchi quando avevamo l'acqua salata presa dai pozzi e Giampaoli ha collegato la rete idrica con la Astea, nel frattempo ha cercato di limitare il disagio con i sacchetti di acqua potabile, Verdone ti avrebbe risposto "Fatte na pera de fosforo!!!!", ao!, Vecchi/Ubaldi, come dicea un vecchio del porto: o nepote cambia affare ma il c..o è sempre el nostru".

      Elimina
    4. tu hai la memoria corta....menti sapendo di mentire, "la verità fa male lo so" cantava la caselli!

      Elimina
  26. ragazzi, non so voi mai io mi sbudello dalle risate... scusate devo adare al cesso... ho una crisi entropica. ahahahahaha

    RispondiElimina
  27. Cari candidati a Sindaco di Porto Recanati, sono uno dei fondatori del comitato contro il rigassificatore offshore. In qualità di Cittadino di Porto Recanati, vorrei sapere se in caso di vittoria, chi di voi avrà la consapevolezza chiara e netta dell'ancora rischio, quindi avere il logico bisogno/dovere di annullare la delibera del 11/luglio 2008 ?; o con una esattamente contraria ed opposta o/e con lo strappo a coriandoli di questa pubblicamente? Voi, cari potenziali sindaci, sapete benissimo che questo deve avvenire prima di una eventuale conferenza dei servizi decisoria che GDF suez dovesse richiedere. Con questo atto, potremmo "forse" dire che la brutta storia dell'impianto "mostro" industriale di rigassificazione in mare, potrebbe essere chiusa. Se risponderete, e non credo, vi prego di non tergiversare.Non fate giri di parole per decantare e tentare i tripli salti mortali con avvitamenti carpiati. Siate netti, espliciti, concreti e quindi dimostrate serietà di impegno: si io lo faccio, oppure No, credo che la Città ne abbia bisogno. Grazie

    Lino la Torre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. avevo già letto questa domanda su fb e mi sembra che ti è stato risposto che è stata annullata durante un consiglio comunale nel 2010.

      Elimina
  28. Ringrazio l'architetto Poeta ed il M5S che tentano di informare e svegliare i cittadini tramite proposte innovative, realizzabili e ricche di ricadute positive sul territorio e sui comuni limitrofi. Soprattutto vorrei precisare che la certificazione Emas, oltre ad essere impegnativa e coinvolgente a tutti i livelli di PA permette proprio di instaurare una comunicazione bi-direzionale tra amministrazione e cittadini. Anzi, il cittadino è l'attore principale in questo processo di mantenimento degli standard richiesti dai certificatori. Certo non è un obiettivo raggiungibile nei primi 100 giorni di governo, ma di sicuro rappresenta un atteggiamento al governo della cosa pubblica che si scontra con le logiche politiche tradizionali. 110 e lode!

    RispondiElimina
  29. Montali la migliore, breve e sintetica, dice cose concrete e non promette la luna. Complimenti.

    RispondiElimina
  30. perché non pubblicate tutto quello che vi scrivono ?
    avete delle preferenze !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per hé c'é un disclaimer che lo dice.
      E perché come già detto se a te piace l'attiviità sodomica con il deretano altrui, non é che sta scritto da qualche parte che noi ti dobbiamo seguire.....

      Elimina
  31. Conta la squadra.....e la montali ha la migliore delle altre.

    RispondiElimina
  32. chi se loda ,se sbroda e le pegure se contene al cancellu

    RispondiElimina
  33. me piace quelli che parlamo poco e sono concreti. chi parla tanto dopo 15 anni vole dì che ha fatto poco e butta fumo negli occhi.

    RispondiElimina
  34. 19.09, quante volte è che intervieni? Almeno cambia disco, ogni tanto, dici sempre le solite cose. E poi nessuno si scandalizza se anche tu ammetti che la Montali non ha niente da dire.

    RispondiElimina