QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 20 maggio 2014

CI SCRIVE SABRINA MONTALI

Lettera aperta

Arrivo con un pizzico di ritardo su questo blog. Non certo per mancanza di attenzione. Più che altro solo per questioni di tempo, elemento prezioso in questo concitato periodo pre-elettorale. Non me ne vogliate.
Ci tenevo però a dare una risposta, la mia risposta, alle questioni da voi sollevate circa il modo di gestire la campagna elettorale della nostra lista. O meglio ancora di comunicare.
Sono, consentitemelo, un po’ basita al riguardo.
Nelle ultime settimane ci siamo spesi tutti, senza riserve, per organizzare e incontrare quante più persone possibili. Le serate fatte fra sede, sala Biagetti, qualche Balneare, e saloni di associazioni sono state intense, tecniche laddove servivano, emozionanti per le diverse sfaccettature che via via venivano fuori dal cambio di auditor. Non sono neanche mancate le note colorite, tipiche di una paese come il nostro, sempre pronto a buttare il cuore ovunque e dappertutto.
 Abbiamo scelto, e non senza difficoltà, una sede che potesse essere vetrina privilegiata. Abbiamo realizzato e divulgato a tappeto il programma sintetico e reso disponibile, a chiunque lo chiedesse, quello ampio. Abbiamo dedicato tutto il nostro tempo, e parlo per me tanto quanto per le donne e gli uomini che compongono il NOI, per ascoltare le mille diverse problematiche della nostra Porto Recanati.
Un PAESE intero.
Dov’è il limite di questo nostro modo di fare? Avremmo dovuto tappezzare la strada di manifesti che ammiccavano con promesse di scogli, porti e più lavoro per tutti?
Avreste voluto leggere un lungo elenco di faremo e farò di cui fra cinque anni resterà solo traccia nel programma elettorale?
No. Non sono io quella persona. Non è nello stile delle persone che hanno deciso di affrontare questa elezione insieme a me. Ritengo doveroso non insultare oltre i cittadini con proposte che durano il tempo di una corsa al voto.
Ho studiato in  queste settimane. Era doveroso nei confronti dell’impegno che mi sono presa e necessario per recuperare un’esperienza di amministrazione che sto affrontando adesso, da candidata sindaco. Studiando ho scoperto che ci sono le promesse e poi i fatti.
 E’ dall’operato di Rosalba Ubaldi  che prendo spunto. Ho sotto gli occhi il programma della sua lista del 2009. Un bel pieghevole come quello che ho visto circolare oggi. Simile nell’impostazione e simile anche nei contenuti.
C’è ancora il Porto. Prioritario nel 2009 mai fatto. C’è il Polo Archeologico per la salvaguardia e il rilancio degli scavi del Potentia. Mai fatto. Riqualificazione della Diaz con trasferimento della Pinacoteca presso questi spazi. Sempre in programma. Ieri, oggi. C’è, incredibile a leggersi, l’aviosuperficie. C’era la bandiera Blu ………..persa , c’era la difesa della costa da Scossicci a  Lido delle Nazioni …bugie colossali!
E posso continuare. Parole, parole, parole bugie, bugie e ancora bugie!
Ora, voi mi chiedete di essere concreta. Voi mi rimproverate di mancare di fatti. Di piani. Di modi in cui recuperare fondi.
A queste persone impaurite, arrabbiate, deluse,  voi mi chiedete di dare risposte concrete.
Nella mia sinteticità io sono stata il più possibile concreta e il più possibile onesta. Soprattutto questo. Onesta.
Quello che di concreto posso dare oggi, adesso, ai miei elettori, a quanti sceglieranno di  cambiare è la mia parola che faremo del tutto per ridare a Porto Recanati una qualità della vita che è rimasta intrappolata sotto le colate di cemento di questi ultimi anni, nell’immobilismo di una politica di crescita che ha privilegiato un settore e penalizzato tutto il resto.
Ritengo prioritario salvaguardare il nostro ambiente, trovare una soluzione per le nostre spiagge, riqualificare piuttosto che costruire, avere una scuola aperta ai nostri giovani, piuttosto che un’aviosuperficie destinata a pochi
Ritengo prioritario ridare a Porto Recanati un’immagine di cittadina sicura, pulita, aperta ai giovani e attenta agli anziani, consapevole delle proprie tradizioni e serenamente proiettata al futuro. Un futuro che non è solo un programma su un bel pezzo di carta stampata ma un impegno, un progetto, una realtà.

Vi ringrazio.
Sabrina Montali.


LA NOSTRA RISPOSTA

Cara Sabrina,
da queste colonne, è vero, si è criticato il modo di comunicare con l'elettorato durante la campagna elettorale. Per quello che ci riguarda ci siamo limitati a porre, in sostanza, una semplice domanda inerente il suo programma elettorale: la solita. E cioè come venivano reperite le risorse a copertura degli impegni presi. Abbiamo riproposto la domanda più volte. Non ci è stato mai risposto. Poi abbiamo letto la sua intervista rilasciata a Cronache Maceratesi. E abbiamo preso atto della risposta: i fondi verranno reperiti attraverso bandi emessi dalla Regione Marche o dalla Comunità Europea. E gestendo le risorse pubbliche in maniera più oculata in modo tale da realizzare dei risparmi di cassa da poter utilizzare per i progetti messi in programma. Sarebbe stato sufficiente produrre una nota di tre righe riportante quanto sopra, e inviarcela, e avremmo provveduto a pubblicarla. Come sempre fatto ogni volta che ci ha inviato dei comunicati. Facendo un servizio all'elettorato. Soprattutto il suo.
Per il resto siamo stati sempre attenti, non perdendoci mai una comunicazione del suo gruppo perché volevamo intervenire a un suo intervento pubblico. Purtroppo non abbiamo avuto traccia di questa sua attività e le altre domande che avremmo voluto farle sono rimaste inevase. Ci poniamo pertanto questa elementare questione: se noi, sempre così attaccati al web, ai social network, e a ogni spiffero che ha caratterizzato questa campagna elettorale, non siamo stati capaci di individuare l'occasione di ascoltarla con la possibilità di un contraddittorio in un incontro pubblico, non potrebbe essere che qualche altro elettore abbia avuto il nostro stesso problema?
Per il resto, la sua lettera aperta entra nel merito dei provvedimenti dell'amministrazione Ubaldi. Di quelle cose, quando lei molto probabilmente non conosceva neppure questo blog, ci siamo occupati per tre anni. E siamo sicuri che alcuni candidati della sua lista, che ci leggono da più tempo, potranno confermarlo.

Grazie e un saluto
L'ARGANO

77 commenti:

  1. ERRATA CORRIGE C'è un errore alla fine della lettera:
    "Vi ringrazio
    Lorenzo Riccetti"
    ..... ma a chi lo vuoi far credere che sono tue parole Sabrina!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara avvocato Montali: non è farina del suo sacco. Non posso infatti credere a tanta volgarità. Lei è stata chiamata a dar conto della sua latitanza in materia di programmi e non ha saputo trovare altra soluzione che quella di sparlare dell'attuale sindaco. La maniera più becera per scappare dalle proprie responsabilità, anche perché mi risulta che in un passato non troppo remoto lei si sia espressa in termini se non lusinghieri favorevoli nei confronti della oggi odiata Rosalba Ubaldi. Inoltre colpisce che un avvocato non si renda conto di quanto certe pratiche burocratiche si mangino di tempo quando ne va di mezzo un'opera così essenziale e onerosa come un porto. Lei è caduta nella gaffe di dire che il porto non è prioritario, che è l'unica cosa comprensibile del suo avaro programma. Lei non può essere una persona così povera di sensibilità come la sua lettera attesta, per cui voglio ancora pensare che quella lettera non sia farina del suo sacco.

      Elimina
    2. Ti sembrerà strano ma la sig.tra Montali, avvocato, giudice onorario e procuratrice, è perfettamente in grado di rispondere da sola. E quello che leggo non è lontanamente attribuibile a Riccetti. Che, tra l'altro, non è tipo di scrivere nascondendosi dietro qualcuno. Se l'argano ha la prova che a scrivere è stata la Montali, per amore di verità, lo dica.

      Elimina
    3. O mio Dio che responsabilità.
      Oggi abbiamo ricevuto la mail da Sabrina Montali.
      E la stessa Sabrina ci ha chiamato parlandoci della sua lettera.
      Può bastare?

      Elimina
    4. L'a.mo delle 16.56 è in vena di spiritosaggini. Si spaccia per esegeta di Riccetti e dice che non è in tipo che scrive salvandosi dietro a qualcuno. Si ripassi l'inizio della campagna elettorale del 2009. Ahahahah, sghignazzerebbe Fiaschetti.

      Elimina
    5. Ma se la Montali fa tutte quelle cose, come farà a fare il sindaco? Farà la Giunta da un'aula del tribunale ? Altri due avvocati li ha. Basta chiedere che coincidano gli orari delle cause, che problema c'è ?

      Elimina
    6. una ventata di aria nuova, tu non la puoi sentire hai il naso con l`odore di stantio, tale e` il modo di fare campagna elettorale ed amministrare della ubaldi, respira che ti fa bene.....

      Elimina
    7. Sei in apnea? a.mo delle 22.09. Oppure sei ubriaco. Che fai parli da solo?

      Elimina
    8. Io non parlo da solo, ho solo omesso il destinatario, il mio mesaggio era rivolto all'A.mo del 20 delle ore16,53, non sono nemmeno ubriaco e non mi faccio certo abbindolare da chi si vuole far passare come il nuovo, quando sa di essre vecchio, tutto qua.

      Elimina
  2. "i fondi verranno reperiti attraverso bandi emessi dalla Regione Marche o dalla Comunità Europea. E gestendo le risorse pubbliche in maniera più oculata in modo tale da realizzare dei risparmi di cassa da poter utilizzare per i progetti messi in programma"... MA SVEGLIAMOCI: non hanno la benchè minima idea di spesa, nè la % di potere accedere a detti fondi........non vi sembra che vi siano troppe variabili dipendenti?? Generalismo allo stato puro. Impalpabile. Ricordo che dal 2009 al 2014 l'economia si è fermata in Italia con le ns zone industriali (come ha già scritto quno) che sembra esserci stata una guerra nucleare con risultati agghiaccianti e deprimenti. Basta con sta demagogia da bar dello sport.......I PORTORECANATESI SONO TUTTO MENO CHE STUPIDI.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non tutti,o meglio molti sono ingenui e credono ancora alle favole e alle promesse spiccatamente elettorali.chi li ha presi in giro non merita un'altra possibilità

      Elimina
    2. Parliamo dei 2 milioni spesi nel sociale che arriveranno si e mo al 50% a chi ne ha davvero bisogno ?

      Parliamo dei costi per servizi estermi che crescono del 10% ANNUO

      Parliamo delle oltre 1000 finte prime case

      Parliamo degli oneri di urbanizzazione mai riscossi ?

      Ci sono talnente risorse 'nascoste' che neanche servirebbero i fondi europei ma a qualcuno ha fatto sempre comodo far sparire queste risorse...

      Elimina
  3. Ma come risponde all'Argano e poi parla della Ubaldi ? ma quello che farà quando lo dice? probabilmente quando lo avranno deciso Riccetti, Fiaschetti, Canaletti tutti meno che il PD . Boh

    RispondiElimina
  4. Giustizia e Libertà20 maggio 2014 15:01

    Gli stolti non sanno che anche in tempo di crisi,l'Europa ha continuato ad emettere fondi per milioni di euro per ogni cosa e che noi non ne abbiamo mai approfittato o perlomeno fatto richiesta di assegnazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo stolto sei tu, giustizia e povertà, a credere che l'Europa si alzerà ogni mattina pensando a come finanziare Porto Recanati. Ma dove cavolo vivi.

      Elimina
    2. Se presenti un progetto allegato alla richiesta di un fondo,puoi sperare di averlo,se invece facessero e pensassero tutti come te i fondi europei rimarrebbero sempre lì,cosa che fortunatamente non accade mai se uno ha la VOGLIA di approfittarne.

      Elimina
    3. L'Europa ha stanziato un fondo F.E.S.R. (fondo europeo di sviluppo regionale) che copre ad ampio raggio le necessita logistiche, sociali, culturali, e moltissimo altro legate alla gestione della regione e dei comuni che ne facciano richiesta. I bandi sono accessibili, ma bisogna saperli sfruttare al meglio e ottenere il massimo possibile in tempo di grossa crisi economica. Non dimentichiamo pero che causa della crisi economica e della scarsità di liquidità elargita dalle banche verso le piccole e medie imprese è dovuta in gran parte (cronaca recente) all'implosione della bolla edilizia ed al gran numero di fallimenti nel settore. Continuare a pensare che il privato e soprattutto il costruttore possa risolvere i problemi di un ente pubblico senza entrare nel merito concreto di un'amministrazione che dovrebbe essere al servizio del cittadino, è mera utopia.

      Elimina
  5. Quando il PD lanciò Sabrina come candidato sindaco sapeva di aver fatto una scelta giusta, l'intervista a cronache maceratesi e la lettera aperta di oggi confermano e rafforzano tale scelta, gli attacchi che riceve tutti i giorni con argomentazioni spesso stupide mi convincono sempre di più che Noi per Portorecanati è sulla strada giusta per conquistare palazzo Volpini, daltronde quando sei cosapevole che devi rincorrere ricorri a tutti i mezzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. argomentazioni stupide sono la reperibilità dei fondi e un budget di spesa oggettivo sulle attività che ha messo a programma?? ... un amalgama di teste lontane anni luce, leghisti, SEL area cattolica, PD.... neanche da Giorgio o da Guido hanno tutti sti gusti.... :-)

      Elimina
    2. Animo delle 15.38,probabilmente è la tua testa chiusa che non vede mai la luce.

      Elimina
    3. Il Pd lanciò Sabrina Montali convinto di aver fatto la scelta giusta? Compagno delle 15.07, dove hai visto questo film? Ti ricordo che la candidatura della Montali è arrivata grazie ai socialisti dopo che il Pd aveva avuto il no di quattro o cinque altri candidabili. E ti ricordo anche che proprio a causa di quella candidatura un buon numero di dirigenti del Pd uscirono dal partito. Un nome per tutti: Eleonora Tiseni. Ma non può essere taciuta la rinuncia a mettersi in lista di Maria Grazia Pantone dopo che la candidatura della Montali è risultata irrevocabile. Vedi compagno quanto sei lontano dalla realtà? Per conquistare palazzo Volpini? Ottimo modo di esprimersi, ma solo palazzo Volpini? Apri gli occhi invece della bocca.

      Elimina
    4. Prima si è fatto il nome della Pantone a candidato sindaco con una sua rinuncia, molti giustificandola perchè tiene famiglia, ora spunta che la Pantone non è in lista perchè c'è la Montali candidata. Ma ci si scorda di scrivere che c'è il marito della Pantone in lista (mai visto in giro) forse, nel tentativo di conservare i voti della moglie.

      Elimina
    5. Il marito della PANTONE che ha anche un nome lo si vede dappertutto.... Ci sono altri candidati che non hanno bussato a una porta

      Elimina
    6. è ovvio che i duecento voti della Pantone servono al PD e alla coalizione!

      Elimina
    7. sarebbero voti utili a che possa rimanere a porto recanati per incarichi istituzionali per non lavorare fuori sede,come altri hanno fatto ieri come oggi : prima penso per me ,se c'è tempo faccio un salto in comune e tutti vissero felici e contenti ! a la faccia de chi tribbola per un decente posto di lavoro......tutti uguali !

      Elimina
    8. Sto commento è calunnioso mi pare

      Elimina
    9. I duecento voti della Pantone? In vario modo servono innanzitutto a una certa frangia del Pd. Ma non fate il nome di Mangiaterra perché non è vero.

      Elimina
    10. Animo delle 16.40,non sei preciso.
      La carissima E.Tiseni si è dimessa non per la candidatura della Montali,ma per contrasti personali con la segretaria.
      Se tirate in ballo delle persone facendone i nomi,almeno siate sicuri di quello che dite,prima di sparare c......e

      Elimina
  6. Brava sabrina. Bella lettera!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, bella lettera. Da premio Nobel per le ovvietà.

      Elimina
  7. Ogni popolo ha il governo che merita, senza eccezioni anche per Porto Recanati

    RispondiElimina
  8. Anonimo delle 15,38 ROSIGA ROSIGA che te fa bè !!!!

    RispondiElimina
  9. se faranno l'incontro dei sindaci potreste mandare Riccetti al posto della Montali almeno lui parla! oppure la Fermanelli ex candidanda a sindaco per il movimento 5 stelle, potrebbe prendersi un arivincita!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. maria elena fermanelli20 maggio 2014 20:58

      Che io sappia, il candidato sindaco dei 5 stelle è sempre stato Gianmario Poeta, designato dal gruppo di porto recanati come portavoce, quando ancora la lista non era nemmeno certificata. Fermanelli candidato sindaco dei cinque stelle non lo è mai stata, e parlo perché sono informata dei fatti.
      L'evento cui si accenna in questo post è una riunione in cui si è designato quello che avrebbe dovuto essere portavoce del gruppo ed è avvenuto in gennaio. Su venti persone frequentanti tale gruppo,se ne sono ritirate 17 per problemi personali o logistici, la scelta è stata fatta tra i tre rimanenti. Successivamente si è lavorato alla stesura del programma e poi per incompatibilità assolutamente irrilevanti dal punto di vista della trasparenza, la Fermanelli ha lasciato il gruppo e ha intrapreso un percorso elettorale diverso con l'uscente gruppo consiliare, con alcuni dei quali c'è conoscenza, stima e rispetto da lunga data. La costituzione delle liste elettorali è avvenuta mesi dopo e ognuno ha intrapreso il percorso che crede essere più rappresentativo per la propria persona.
      Io credo fortemente nella lista con la quale mi propongo all'amministrazione di questo paese, credo che sia fatta da persone pulite, oneste e leali. Ognuno di noi ha la propria storia politica e personale che parla per sé, ognuno di noi sarà valutato ed eletto dai cittadini.
      Sabrina è la nostra candidata sindaco, è una persona competente, informata e assolutamente sicura delle parole che dice perché preparata. Non è una donna da campagna elettorale urlata, perché non ne ha bisogno. Per lei parlano i fatti e le persone che l'hanno conosciuta personalmente e per le quali ha fatto molto, mettendosi al servizio del prossimo senza chiedere nulla indietro. Girando per le case ho sentito moltissime persone raccontarmi casi in cui Sabrina si è prestata a dare una mano in modo assolutamente disinteressato.
      Che sia ora di cambiare lo credo fortemente e credo anche che sia da valutare il lato umano delle istituzioni, che sia ora di valutare la non speculazione sulle debolezze personali dei cittadini che portano a far leva per raggiungere scopi dettati dal privato piuttosto che dal bene collettivo. È ora di riapprorpiarsi di casa nostra.

      Elimina
    2. Prendete incassate e portate a casa!

      Elimina
    3. Dunque la ex grillina Fermanelli è stata fulminata sulla via di Damasco dallo charme di Lorenzo Riccetti. E sarebbe l'ennesima donna in un batter di ciglia dopo la Zoppi, la Pantone, la Tiseni, la Cabiati e infine la Montali, ammesso che non ce ne siano altre che non conosco. Stando così le cose dobbiamo fare la guardia alle nostre donne per non consentire al gallo di tutti i pollai di portarcele via da casa. Ma tornando a bomba, ci piacerebbe sapere che significa che la Fermanelli ha lasciato il gruppo (suppongo parli di M5S) per incompatibilità assolutamente (sic) irrilevanti dal punto di vista della trasparenza". Mai sentita una frase simile e credo che non la sentiremo pronunciare mai più. La trasparenza tanto invocata dal guru Riccetti e dalla sacerdotessa Montali tutto ad un tratto è diventata irrilevante? Fermanelli, c'è qualcosa che non va in questo discorso. Lei crede che i suoi partner siano tutti onesti puliti e leali? Beh, non ha detto niente di speciale perché il discorso vale per tutti. Comunque lei può dire tutto dopo aver detto quanto sopra a proposito della trasparenza. Il giudizio su Sabrina mi sembra comunque un pochino forzato e forse anche interessato dal momento che tutti i requisiti che le accredita nessuno li ha mai visti. Per lei parlano i fatti? Quali, quelli che raccontano che alle ultime provinciali era candidata con il centro destra e che a sinistra le sono stati imputati non certo per glorificarla? Sabrina si metterà al servizio del prossimo senza chiedere nulla indietro? Ciò vuol dire che ha firmato la pregiudiziale Agostinacchio-Fiaschetti per la rinuncia agli emolumenti qualora diventasse sindaco? Lasci stare quello che ha sentito girando per le case che sa tanto di fantasmi visti sempre da altri e mai da chi ne afferma l'esistenza. Tralascio di commentare l'ultimo capoverso per galanteria, essendo lei (almeno dal nome) una donna.

      Elimina
    4. tu,più che l'ortografia dovresti far correggere la sintassi,non si capisce che cosa vuoi se non vomitare veleno.

      Elimina
    5. Maria Elena Fermanelli21 maggio 2014 20:06

      Anonimo delle 14.33, ribadisco che io Grillina non lo sono mai stata, che sono sempre stata fortemente critica sui metodi utilizzati dalla compagine pentastellata, pur condividendo, inevitabilmente, quei temi che da sempre sono stati temi portanti dell'ideologia di sinistra e che i grillini spacciano come se fossero portatori della sacra verità.
      Tornando a bomba, per usare una sua espressione, ho detto che dal punto di vista della trasparenza, era irrilevante il motivo per cui ho lasciato il neocostituitesi gruppo filopentastellato, non ancora certificato. Spiego in parole povere (per concordare con la povertà dell'osservazione da lei fatta), non mi sentivo rappresentata, né riuscivo a seguire il percorso che il gruppo stava intraprendendo per evidenti divergenze di vedute e di metodi. Penso sia per questo che esiste la democrazia, perché ci sono differenze ideologiche e metodologiche per le quali ogni singolo essere umano ha diritto di scegliere. Ho partecipato a cinque o sei riunioni, questo non credo faccia di me una grillina, a meno che anche lei non sia uno di quelli che intende la partecipazione al movimento come un virus da contrarre. in quel caso probabilmente la mia presenza a cinque o sei riunioni non mi ha fatto contrarre nulla. Ha solo confermato la mia incompatibilità con quel tipo di "politica".
      Per concludere, come può sentenziare sul mio giudizio personale sulla candidata sindaco che sostengo per la coalizione di cui faccio parte? a che titolo? a titolo di anonimo commentatore di blog? sarebbe troppo poco autorevole, anzi lo è!
      tralasci pure di commentare l'ultimo capoverso. non mi offendo.
      Grazie e buona serata.

      Elimina
    6. A.mo dellle 14,33, in occasione delle campagne elettorali, l'elettore valutava l'operato delll'amministrazione uscente,e vagliava le proposte di quel schieramento che voleva avvicendarsi all'uscente.
      La critica si fà prima di tutto sull'operato degli uscenti e non di chi deve ancora amministratare, si puo fare, tutt'al più una valutaione delle proposte dei nuovi aspiranti, ma quello che si può, è criticare l amministrazione uscente, quindi hai sbagliato, furbescamente, il soggetto, cercate di far passare come il nuovo, l'Ubaldi dopo quindici anni che è in amministrazione e chi ci crede.
      Dopo la trovata del Burchio, seguita dalla rivolta di quartiere con la raccolta delle firme, è corsa a fare subito il marciapiede che aspettavano da 15 anni, poi svuota e abbatte l'Hotel house,nemmeno Bin Laden, si è spinto così in là, infatti lui ne ha abbattute solo due di torri lei addirittura 4 e poi le coperative della coop , mi sembrano siano state citate loro, costruiranno nuove case e gli ex abitanti dell'hotel house potranno comprarle, anche coi soldi del monopoli, con quello che costa una casa nuova!!!

      Oggi o domani arrivano, ho, letto sul bugiardò i finanziatori della darsena, venerdì viene Obama, sabato Giorgio Napolitano e domenica Papa Francesco, poi li ha chiamati tutti, ma quando se la finisce di prendere in giro i cittadini di Porto Recanati?

      Elimina
    7. Cialtrone delle 21..53: i finanziatori sono arrivati davvero. Come la metti adesso? Il bugiardò sei tu e con le mostrine attaccate in fronte.

      Elimina
  10. nessuno vuole il grande pastrocchio politico. Come si pone noi il pastrocchio politico nei confronti del rigassificatore, sarà confermato quanto sostenuto da Italo Canaletti a suo tempo? Certo in questi casi sempre meglio parlare poco piuttosto che esporsi creando spaccature interne evidenti e controproducenti ai fini elettorali!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco un gesuita con il marchio doc.

      Elimina
  11. Ho già scritto in articoli precedente e malgrado non sia di Porto Recanati, ma ci vengo al mare ed ho una casa mi interessa che vada tutto per il meglio. Non ho nulla di personale contro la lista NPP, ma ripeto nel loro programma non vedo nulla di concreto.
    Approfondisco: per fare la scuola media superiore si prendono i fondi europei ? E chi te lo garantisce. Se esce un bando si fa la domanda e poi si vedrà. Nessuna garanzia.
    Il Burchio, prima di fare il resort a nessuno fregava nulla del burchio; ora che si farà NPPP dicono di no. Io credo che il Burchio se sarà fatto è un occasione per nuovi posti di lavoro visto che qui nell'entroterra tra qualche anno saremo tutti disoccupati. Riguardo al porto, tutti sanno che prima di far partire un'opera del genere occorrono 1000 permessi. Non facciamo demagogia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio caro anonimo delle 17:46, potresti dirci se la casa che hai è una prima o una seconda casa per l'anagrafe comunale? Una volta risposta questa domanda, potresti dirci se conosci il programma scuola Renzo e i fondo stanziati per il recupero delle vecchie strutture scolastiche e per il miglioramento dell'offerta formativa? Che del burchio non importava nulla a nessuno lo dici tu, io passo tutti i giorni davanti quella zona e mi delizio alla vista di tanto verde. Il solo pensiero che possa essere deturpato per scopi privati mi fa davvero rabbrividire. Servono altre soluzioni per risolvere questa crisi causata dalla totale incompetenza di amministrazioni che guardano il guadagno facile e veloce e non pensano al futuro.

      Elimina
    2. Alice mi dici dove cavolo hanno costruito altri alberghi sti russi?

      Elimina
    3. saranno una esclusiva a Porto Recanati per cu saremo puri famosi nel mondo

      Elimina
  12. 2019 lista UbalDiCivica il programma: Faremo il Porto l'aereoporto e un attracco per navicelle spaziali...tutto in project financing

    RispondiElimina
  13. Mi sembra tanto un commento di persona interessata. Non é che ......te la soni e te la canti

    RispondiElimina
  14. penso che la Montali, sia stata chiara e non vende fumo con assurde proposte irrealizzabili , propone un modello di paese a misura di cittadino,con concrete possibilita` di sviluppo, se si legge attentamente, non ci sono opere faraoniche ma progetti realizzabili senza sfruttare il suolo e coprirlo di cemento ma sfruttando quello che il paese gia` offre, bisogna guardarsi intorno e sopratutto ascoltare le persone e i loro bisogni e le loro idee, fino ad oggi non e` stato fatto, purtroppo e` vero, c'era da ascoltare i russi......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma raccomandatele di NON ascoltare la retroguardia capitanata da Mangiaterra che ancora continua a fare nostalgici danni

      Elimina
  15. Antonio Piangerelli20 maggio 2014 22:43

    Cittadina o ex cittadina Fermanelli cosa vorrebbe dire che la Ubaldi specula sulle debolezze personali dei cittadini per un suo tornaconto personale? Cittadina Fermanelli ha mai incontrato la cittadina Ubaldi, ha mai parlato con lei o la conosce cosi bene per giudicarla in questo modo? Lei ha lasciato il partito del buffone ma ha ancora nel suo dna la tipicita' del movimento. Insultare gli avversari per suo tornaconto personale. Se si vuole riappropriare di qualcosa lo faccia con la sua abitazione personale perche' se si vuole riappropriare della casa comunemi auguro che ci possa riuscire .......mai perche' con quella accozzaglia di idee e di interessi che avete messo insieme al solo scopo di sconfiggere la Ubaldi di strada non ne farete tanta. Quando parla della Ubaldi ci pensi piu' volte prima di sparare stupidate e sopratutto si sciaqui bene la bocca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Antonio Piangerelli la bocca se la sciacqui la cittadina Ubaldi quando parla delle precedenti amministrazioni, fatte da soli cittadini portorecanatesi (lo chieda per esempio a Fabbracci). Il rispetto sopratutto per chi non può più difendersi non è solo mancanza di stile ma anche educazione civica. Il virus dell'insultare è altamente contagioso, lasci perdere queste polemiche. Visto che ne è tanto sicuro, auguri per domenica!

      Elimina
    2. A me non sembra che la Fermanelli abbia fatto il nome dell'attuale e - mi auguro a 'sto punto - ex sindaco. Evidentemente lei, sig. piangerelli ha la coda di paglia: stia ben attento che tra poco quella coda brucerà e il puzzo acre del fumo lo sentiremo a km di distanza

      Elimina
    3. Antonio Piangerelli21 maggio 2014 12:40

      Perche' non ti firmi e ti nascondi dietro l'anonimato? Potrei dirti chi ha la coda di paglia e cosa succedera' a quella coda in un prossimo futuro.

      Elimina
    4. Ma se siete così sicuri di vincere perché vi agitate tanto ? La Montali è in una botte di ferro, no?

      Elimina
    5. Maria Elena Fermanelli21 maggio 2014 15:38

      Signor Piangerelli,
      Innanzitutto mi permetta di obiettare all'appellativo di cittadina (di quale città non è dato sapere, visto che potrei a sua detta esserne anche ex...) e di chiedere cortesemente, se proprio ritiene necessario rivolgersi a me con un titolo, di utilizzare il termine dottoressa, titolo che ho acquisito dopo il mio percorso di studi terminato con la laurea a pieni voti.
      Una volta chiarita la questione del titolo e fatte le opportune presentazioni, passo a risponderle.
      Innanzi tutto tengo a precisare che io non ho mai aderito a nessun partito di buffoni, e se intende parlare di Beppe Grillo, le specifico e le faccio notare che precisamente non sarebbe un partito politico, ma un movimento. Se avesse inteso tale movimento, le comunico che sono sempre stata fortemente critica nei suoi confronti e nei confronti dei suoi fondatori.
      Non devo dare nessuna spiegazione riguardo la mia partecipazione alle riunioni di un gruppo che si definiva simpatizzante di Grillo e che si affacciava alla politica cittadina, se non che il gruppo era composto inizialmente da persone, e con le persone ho lavorato per trovare punti in comune e avviare una politica che potesse cambiare la direzione che la città stava prendendo. La mia partecipazione non ha trovato punti di contatto con il mio modo di vedere le cose, per cui me ne sono allontanata, quando ancora non c'era nessun tipo di certificazione che qualificava quelle persone come movimento cinque stelle.
      Non ho nessuna tessera di partito, pur essendo una persona che ha fatto politica in ogni ambito, dall'università al posto di lavoro, dove, avendo appena ottenuto un contratto a tempi indeterminato, mi è stata offerta la possibilità di far parte della rappresentanza sindacale per la C.G.I. L.
      Non sto a spiegare quanto il movimento del buffone (come lei lo definisce) sia avverso ad ogni forma di sindacato e quanto possano essere incompatibili le mie idee con quelle professate da Grillo.
      Ora che ritengo di aver adeguatamente chiarito la mia posizione politica e averle spiegato le mie posizioni, passo a parlare delle sue illazioni e del probabile fraintendimento delle mie parole.
      Non ho mai nominato la signora Ubaldi, né intendo parlarne ora. Non so cosa abbia inteso lei, ma la mia affermazione circa il fare leva sulle debolezze personali per speculare sugli interessi del privato, si riferiva in particolare al caso "burchio, sbandierato come una isola del tesoro per i disoccupati (situazione di disagio dei cittadini) e che se realizzato (soddisfazione dell'interesse del privato) porterebbe benessere alla città. Io ci vedo solo cemento. Nulla di più. Inutile e costosissimo cemento. Non si hanno ancora chiari gli sviluppi e l'utilizzo di tale opera ma si vedono già i primi risultati, come un marciapiede che non ha inizio né fine, costruito in fretta e furia, puro manifesto elettorale di una campagna urlata e sbandierata come il sacco di babbo natale che prevede porti, aeroporti, grandi alberghi e ricchi premi e cotillons!
      Tutto finanziato da privati
      Il bene pubblico che cede il proprio essere per soddisfare i bisogni di un privato che elargisce poi il premio per la prestazione sotto forma di regalia (un marciapiedi oggi, la scuola ieri, la caserma dei carabinieri ecc.)
      A casa mia questo tipo di transazione non la chiamiamo project financing.
      E per chiarire l'ultima sua osservazione, io abito in una casa che è già mia da anni, regolarmente pagata, quindi non devo riappropriarmi di nulla, se non della dignità del mio paese e delle persone che ci abitano.

      Elimina
    6. Dolce, umile, modesta Maria Elena, le faccio notare che in Inghilterra si usa dire che quando si trova il nome di una persona preceduto dal termine "dottore" vuol dire che quella stessa persona è un italiano. Nel suo caso una italiana, giusto quindi il termine dottoressa. Veda un po' se può vantarsene. Ma dolce, umile, modesta Maria Elena, sparlare per opportunismo politico degli ex amici grillini non è molto signorile. Quelli che conosco io sono invece veri signori. Qui lei ha perso nettamente il confronto. Terzo, lei parla inopinatamente di un privato (suppongo si tratti della Coneroblu) insinuando che elargisce premi per prestazioni fornite. A parte il fatto che chi cede prestazioni non elargisce ma riceve il cosiddetto premio (ogni allusione al mestiere più antico del mondo è puramente casuale), ma premio a chi? Si è mai chiesta chi finanzia la campagna elettorale del Pd e quindi anche la sua? Se trovasse la risposta ne resterebbe molto amaramente, suppongo, sorpresa. Lei infatti era una pasionaria anti Burchio: che fine ha fatto questa tematica? Quarto, lei ha ottenuto il massimo dei voti all'università avendo come bagaglio culturale tutte le banalità qui sopra esposte? Mi dica di che università si tratta così eviterò di mandarci i miei figli.

      Elimina
    7. 17.47 bellissima

      Elimina
  16. A me basta la sua parola, senza promettere mari e monti...onestamente è l'unica candidata con la frase 'faremo di tutto'. Come potete pensare che possa parlare di cose certe? Chi lo fa, ha solo un unico obiettivo: ammaliare gli elettori! Preferisco un sincero 'ci proviamo' che un mucchio di bugie. La Ubaldi ha avuto il modo per dimostrare la sua capacità di realizzare tutte le promesse fatte precedentemente, peccato che alla fine molte proposte siano rimasti semplici parole urlate a l vento. Ci vuole un cambiamento, un altro modo di operare,e scegliere la Montali è di sicuro un atto di coraggio. ..sarà all'altezza? Come possiamo e soprattutto con che diritto sputiamo sentenze senza vederla all'opera?
    Cari Ubaldiani, smettete di sminuire una persona per puro gusto di metterla in cattiva luce! Si sta facendo una campagna elettorale che in alcuni casi è veramente disgustosa. E se poi la Montali si permette di nominare il sindaco uscente è del tutto normale, d'altronde con chi si dovrebbe fare paragoni? La Ubaldi ha già fatto, la Montali ancora no...ora sta a noi cittadini a fare la scelta, giusto o sbagliato che sia.

    RispondiElimina
  17. vi svelo il colpo di scena:la ubaldi non vuole essere rieletta ! fra poco annuncerà che il ripascimento si farà con la collina del burchio e le scogliere con le macerie dell'hotel house;e il porto era un refuso : voleva dire "faremo il porco",prosciutti,salsicce e vino rosso per tutti!.lasciatela riposare...

    RispondiElimina
  18. Petro Feliciotti21 maggio 2014 08:22

    Una domanda all'attuale amministrazione il primo minostro Matteo Renzi per il piano scuole ha inviato agli oltre 8000 sindaci italiani una lettera dove chiede quali siano nel proprio paese le condizioni ed i problemi degli edifici scolastici. Il nostro sindaco ha risposto ? Oppure pensa che le nostre scuole siano perfette così?

    Se è stata inviata sarebbe interessante leggerne il testo e quello della risposta do renzi visto che i comuni la stanno ricevendo come a loro piceno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi tace acconsente quindi immagino che il sindaco se ne sia infischiata dell'appello di renzi...

      Elimina
  19. Giustizia e Libertà21 maggio 2014 09:55

    Signori/e anonimi ,l'argano ci chiede di esprimere i nostri concetti in libertà di espressione,di forma senza scendere nel volgare,quindi pregherei i saccenti di non giudicare ignorante una persona se si dimentica l'a con o senza h,oppure se dice qualche parola in dialetto,o se si sbaglia a digitare una parola con la tastiera qwerty perché nessuno è nato laureato in lettere.
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'inserimento di parole da cellulare porta molto spesso ad involontari errori di ortografia. Su un cellulare le lettere sono estremamente piccole.

      Elimina
    2. ma un po' di attenzione, rileggere prima di inviare , ed anche il dialetto scritto meglio che si può farebbe onore a tutti

      Elimina
    3. Caro sig. piangerelli, non minacci, ci fa una pessima figura....la stessa che mi auguro farà lei e la sua protetta il 26 maggio. A proposito, auguri di una stupenda vittoria elettorale

      Elimina
  20. L'enciclopedia Treccani definisce con il termine CITTADINO "Chiunque abita in città o risiede in una determinata città".
    L'art.1 della L.5/02/1992 n.91 dispone i modi di acquisto della cittadinanza.
    La carta costituzionale garantisce la cittadinanza e ne vieta ogni forma di privazione. Inoltre definisce "elettori" tutti i cittadini uomini e donne che hanno raggiunto la maggiore età.
    Leggere che, chi si candida ad amministrare la res pubblica, non voglia farsi chiamare "cittadino" mi lascia basito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria Elena Fermanelli21 maggio 2014 19:46

      Probabilmente, leggendo la Treccani le è sfuggito che non sono stata indicata come cittadina, ma cittadina o ex cittadina (di che?). In base alla sua definizione, dovrebbe rispondersi da solo. Anche lei però, visto lo sfoggio di cotanta cultura, potrebbe evitare di sminuirsi, definendosi anonimo, faccia queste osservazioni a viso aperto, non abbia paura...

      Elimina
    2. Se anonimo corrisponde a sminuirsi, allora, quei vostri sostenitori che hanno scritto in questi giorni sotto l'anonimato, non solo si sono sminuiti, ma hanno anche paura?

      Elimina
  21. Anonimo delle 17.40, tu certamente avrai intuito che la signora Fermanelli non vuol farsi chiamare cittadina per non essere confusa con i grillini, che in effetti si appellano tra loro usando tale termine. Ma secondo me poteva soprassedere perché cittadino è un appellativo usato anche e prima di ogni altro dai rivoluzionari francesi. A ben vedere, la Fermanelli ha della rivoluzionaria, ma purtroppo ha la pretesa di fare la rivoluzione d'accordo con i carabinieri. Purtroppo per lei, però, il sindacato le ha insegnato la lezioncina a memoria e lei la va ripetendo pensando probabilmente di essere originale. Ma da chi preferirebbe essere chiamata compagna ma poi non ha niente da dire di avere in lista accanto a lei il duo Fiaschetti-Gabanelli e come supporter la post fascista Anna Rombini ci si può aspettare questo e altro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria Elena Fermanelli22 maggio 2014 04:11

      Anonimo delle 20:12, grazie per la lezioncina di storia, evidentemente anche lei ha studiato la sua parte.
      Sul fatto della rivoluzionaria, probabilmente ha ragione, lo sono. Non sono una carbonara, visto che il mio nome può leggerlo sopra ogni commento da me scritto.
      Sono una rivoluzionaria perché intendo cambiare un regime instaurato da quasi 20 lunghi anni, e per fare la rivoluzione, la storia insegna anche che si parte dal risveglio delle coscienze. Molti aristocratici hanno partecipato alla caduta del regime in Francia una volta che le loro coscienze sopite sono tornate a rivedere la ragione di un popolo affamato e ne hanno sposato la causa.
      Se (fuor di metafora) c'è chi sposa la causa di una città vessata dai soprusi di una "dittatura" e porta avanti i suoi principi, a me non interessa da dove venga, ma da quale parte della barricata si schieri. Lei fa dei nomi, ma potrei citarne molti altri. Ad oggi la barricata divide due fazioni, quelli che credono che porto Recanati vada svenduta per trenta denari al migliore offerente, e quella che crede che la dignità della città vada recuperata insieme a quella dei suoi abitanti. Intendo tenere la testa alta e conservare quella dignità.
      Alle nostre riunioni nessuno ha spaccato vetrate o fatto a pugni. Si è lavorato per il bene del paese. Forze i carabinieri sarebbe stato il caso di chiamarli in altre occasioni.

      Elimina
    2. Maria Elena, che lei si spacci per rivoluzionaria l'avevo capito e detto. Ma io dico che vuol fare la rivoluzione chiedendo la copertura dei carabinieri, che come si sa sono una istituzione che opera a difesa della legalità costituita. Lei si compiace di sentirsi così oltranzista, evidentemente perché non sa che estremismo corrisponde a infantilismo. Lei sembra una che dice quello che pensa ma che purtroppo non pensa a quello che dice. Si capisce dalle sue farneticazioni, prima di tutte quella di equiparare la realtà di Porto Recanati a quella della Francia del Settecento. Non è che cerca di farsi una buona coscienza facendo al rivoluzionaria? Di sinistra, ovviamente. Parla di svendita della città per trenta denari, ma siccome è più di una volta che chiedo chi finanzia la campagna elettorale delle Montali, e quindi la sua, le sarei molto riconoscente se volesse rispondermi. E non mi dica l'autotassazione dei candidati perché ciò mi farebbe dubitare oltre che della sua serenità della sua intelligenza. Lei è una pasionaria anti Burchio: provi a chiedere a Riccetti e a Reboli. Dice poi che va bene il tutti dentro se c'è da conquistare il potere, anche Fiaschetti e la Romini. Questo poco si concilia col suo rivoluzionarismo perché ai Fiaschetti e compagnia cantante dovrebbe tagliare politicamente la testa. Gli utili idioti Lenin li voleva soltanto di sinistra e non di destra. Lenin non era evidentemente un gesuita come lei.

      Elimina
  22. Fermanelli: cittadina o ex cittadina di che? Lei non è nè l'una nè l'altra cosa perchè sopra ha detto di essere dottoressa. Se fosse stata chiamata contadina si sarebbe offesa? Spero no.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria Elena Fermanelli22 maggio 2014 04:11

      Contadina, no. Ex contadina, probabilmente sì.

      Elimina
    2. Allora si sente ancora grillina. Buona a sapersi, direbbe Poeta.

      Elimina
    3. Perchè contadino = grillino ?

      Elimina
    4. Amico 17.45, è un transitivo. Se ti va bene essere chiamata contadina perché lo sei stata e non ex contadina, egualmente ti va bene essere chiamata cittadina, perché così si appellano i grillini, ma non ex cittadina. Dici che è un casino? Sì, è' quello che ha messo su il duo Montali Riccetti e nel quale milita la Fermanelli in attesa di trasferirsi a palazzo Volpini. Poi speriamo che lo aprano almeno ai maggiorenni.

      Elimina