QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 13 febbraio 2014

ALLA FINE, SI SONO INCATENATI

Alla fine, il gesto platonico di protesta é arrivato. I bagnini della zona sud di Porto Recanati, stufi di una marea di promesse mai mantenute, si sono incatenati ed hanno bloccato il traffico. A loro va la nostra solidarietà totale. Il Presidente Spacca, che si vocifera voglia candidarsi per un terzo mandato (anche se la legge non lo consentirebbe) ha risposto che i soldi sono in arrivo. Come al solito, il vero dilemma e la domanda da porsi é: come verranno usati?

 

 

 

 

 

 

 

22 commenti:

  1. Possiamo essere solidali ai bagnini solo se quando hanno costruito le strutture in riva al mare qualcuno aveva promesso loro che a difesa delle loro proprieta' sarebbero state installate delle scogliere . Ma se cosi non fosse, a Porto Recanati tutti conoscono di cosa e' capace il mare. Nel lontano 1959 se non sbaglio addirittura la prima fila delle case e' stata in pericolo e per proteggere le abitazioni sono state messe le scogliere. Nel mondo di oggi parliamo tutti dei bagnini ma ci scordiamo quanta gente ha perso il lavoro per la crisi che sta sconvolgendo il nostro paese inteso come nazione e purtroppo poco se non niente e' stato fatto per scongiurare questa sciagura. Il problema dei bagnini di P..R e' si un problema reale, ma quando hanno investito i loro soldi e le loro fatiche sapevano il rischio che correvano sopratutto quelli che provengono da famiglie marinare.

    RispondiElimina
  2. Secondo me il problema è anche del comune e di tutti gli enti che devono essere interpellati quando si fanno balneari e si concedono concessioni demaniali. Ok, 30 anni fa magari alla Rotonda c'erano 100 m di spiaggia tra l'acqua e il fabbricato, ma uno non è che prende e costruisce dove gli pare, ci devono essere permessi e pareri di diversi enti. Se questi enti hanno dato l'ok hanno quindi rassicurato chi andava a investire, avranno dovuto essere tranquillizzati in qualche modo. Magari il comune ha dato subito l'ok perchè i soldi degli oneri edilizi fanno sempre comodo, ma gli altri enti? Regione, genio civile, agenzia del demanio non potevano non sapere, quindi hanno dato garanzie che sono però state disattese, a quanto si vede.

    Sandro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sandro, è evidente che non sai come stanno le cose. I bagnini non hanno e non potrebbero avere nessuna garanzia da parte di nessuno, tant'è che la concessione comporta esplicitamente una assunzione di rischio da parte degli stessi bagnini, che firmano per accettazione.

      Elimina
  3. Hanno votato credendo alle promesse e la palla viene rimbalzata a destra e a manca e di nuovo così sara??????
    Domanda semplice : amici bagnigni zona nord e sud ,anzichè continuare a credere alla promesse elettorali non sarebbe più facile ed utile mettervi insieme ed a spese vostre far mettere scogli? Non è possibile lavorare una stagione per non avere più niente, non so se cavilli burocratici impediscono ciò ma chi fa da sè fa per tre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 9.38, parla quando pisciano le galline se devi dire certe amenità.

      Elimina
    2. Hai idea di quanto costi fare le scogliere?

      Elimina
  4. Se mi aumentano le tasse per mettere gli scogli, poi i bagnini mi danno l'ombrellone gratis? O io devo pagare e basta e loro devono guadagnare e basta? Guadagni privadi e perdite pubbliche?

    RispondiElimina
  5. La regione marche,recependo una normativa ambientalista,non prevede scogliere a vista sul mare se devono scegliere loro.Ma se tu ti presenti con un progetto studiato nei minimi particolari compresi i costi,allora si può muovere qualcosa,ovviamente per Porto Recanati bisognerebbe studiare un progetto che coinvolga anche porto Potenza e MARCELLI di Numana.Quindi più di 10 km di progetto,ma in puglia ne è stato fatto uno da 18 km mi sembra.per quanto riguarda il nostro tratto di medioadriatico,studiando un pochino i tipi di scogliera esistenti e dando uno sguardo attento alla litoranea tutta,si capisce quale tipo di frangiflutti misti serva a noi,ma siccome io non mangio alla mensa dove si serve il Pane degli Angeli ma raccolgo solo le briciole che cadono sotto il tavolo.è ovvio che per i particolari matematici e i costi serve un tecnico-scientifico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. El campo bisogna fallo fa ai cuntadì, no agli ingegneri, così come, prima di sborsare denaro per fare il ripascimento (che non serve proprio a nulla)sarebbe stato più utile sentire pescatori e bagnini che avrebbero consigliato le scogliere frangiflutto, non dei ripascimenti inutili che poi il mare si riporta via. Ma si sa, gli ingegneri capiscono tutto mentre i pescatori e i bagnini che hanno la 3^ media un c**zo

      Elimina
  6. Allora pescatori e bagnini con la terza media adoperatevi da soli per risolvere il problema , perchè tutti i giri e raggiri sono solo per accumulare voti all'occorrenza, senza aspettarvi nulla dall'amministrazione procedete secondo le regole e provvedete altrimenti altri otto anni di danni sacrifici,lamenti ,specherie, anzichè incaternarvi ,incatenate chi fa chiacchiere e basta.

    RispondiElimina
  7. Si diceva una volta che c'era una sola idea fissa, quella della gnocca. Ma a sinistra è stata sostituita dalla fissazione per la politica. Tutto viene ricondotto alla politica. Anonimo delle 12.25, tu dovresti essere del partito di Rifondazione che questo Natale ha scritto sulla sua bacheca: auguri di buone feste a tutti, governo ladro. E non è un aneddoto.

    RispondiElimina
  8. un portorecanatese13 febbraio 2014 17:59

    possiamo parlare per ore, incatenarvi quanto volete, mi dispiace, ma non prenderete una lira le scogliere a porto recanati non si faranno mai, prima prenderanno gli altri comuni e regioni, i nostri amministratori non sono capaci da anni a prendere soldi, guardatevi intorno, gli altri hanno fatto è un dato di fatto. se continua cosi l erosione fra due tre anni da scossicci a porto potenza qualcuno piange veramente altro che chalet un saluto argano e bagnini

    RispondiElimina
  9. Hai parlato nel momento sbagliato, caro anonimo delle 17.59, e con l'dea fissa del governo ladro. Questa amministrazione ha ottenuto la bellezza di 5.600.000 euro di finanziamenti statali e regionali. Aggiornati. Quanto serviranno nessuno può saperlo, ma il tuo ragionamento di partenza è totalmente sbagliato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. proponiamo la UBALDI santa subito!!!

      Elimina
    2. Se povera lei dovesse leggere tutte le ca..te che si scrivono altro che santa subito!!!!

      Elimina
  10. raccomando la ciambella de salvataggio !!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  11. Credo che per risolvere il problema dell'erosione sia necessario affrontarlo in maniera seria anche perchè PortoRecanati vive di turismo e senza quello saremmo destinati ad un declino irrimediabile.
    La proposta allore è quella di riunire tutte le forze politiche di maggioranza e di opposizione, le associazioni, i quartieri, la popolazione per costituire un comitato che vadi in Regione e rappresenti le legittime istanze di una città che senza una seria politica di difesa della costa è destinata a morire. Questo appello non vuole essere una riproposizione del consociativismo, ma un modo per riuscire al di là di divisioni ideologiche a fare qualche cosa di positivo per PortoRecanati. Il comunicato emesso ieri daa PD e SEL congiuntamente si inquadra in questa logica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pd portorecanatese insieme a quello regionale sono i primi colpevoli di questa situazione.

      Elimina
    2. Questa battuta ce l'a potevi risparmiare!

      Elimina
    3. Come mai in questi anni il PD, e SEL hanno taciuto? Mi ricordo solo di due iniziative, uno di UPP dove Riccetti portò un esperto, tra l'altro molto interessante, e uno di IDV che invitò esponenti della Regione, il Sindaco per discutere delle scogliere. Sappiamo, nulla cambiò ma almeno ci hanno provato...dal resto dei partiti silenzio tombale... Cmq in campagna elettorale i disastri fanno gola e tutti alzano la voce...ma senza meriti!

      Elimina
  12. Con tutta l'ignoranza e umiltà, ripropongo un concetto, addirittura da uno che abita a Verona e ha "solo" la seconda casa: spostiamo il problema solo per un attimo per chi viene da fuori: ma come mai questo bellissimo posto, con un mare accativante, con degli abitanti simpatici, DEVE SUBIRE il mare senza che negli anni cambi mai qualcosa? Allora, da forestiero, TASSATEMI, blocchiamo l'A4, la ferrovia, ma cambiamo le cose, nell'interesse di tutti! Mare e spiagge belle e al riparo=turismo=soldi=commercianti felice=bagnini felici. Ribadisco, scusate l'ignoranza e il ragionamento semplice, non sono un tecnico, ma se i ripascimenti sono inutili e la REgione non può/vuole fare sta' ceppa di scoglier, cambiamo le cose e facciamole noi! Grazie e scusate se ho detto qualche idiozia

    RispondiElimina
  13. caro anonimo delle19/54. vedrai quanti soldi prendera portorecanati, intanto aprile deve venire e il mare fara il suo lavoro, un saluto chiacchieroni

    RispondiElimina