QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

venerdì 24 gennaio 2014

UNA FIRMA PER DI MATTEO

Riceviamo e pubblichiamo da Alternativa Civica:

La cittadinanza Portorecanatese si mobilita al fianco dei magistrati della Procura di Palermo lanciando una petizione per esprimere solidarietà e vicinanza al pm Di Matteo (minacciato più volte da Totò Riina) e ai pm siciliani che, con coraggio ed alto senso delle istituzioni, combattono, giorno dopo giorno, la mafia in indagini non sempre semplici, sfidando Cosa Nostra.

“Dopo le minacce del boss Totò Riina nei confronti di Nino Di Matteo e degli altri magistrati della Procura di Palermo è importantissimo far sentire la nostra voce al loro fianco contro le mafie. Siamo vicini ai magistrati Di Matteo, Teresi e Scarpinato anche lui destinatario di gravi minacce di morte. Li sosteniamo perché possano serenamente svolgere il loro lavoro verso la verità e la giustizia” Rita Borsellino.

A seguito delle gravi missive indirizzate alla Procura di Palermo e delle intercettazioni registrate nella cella di Totò Riina, nella quale si minaccia un attentato ai danni del PM Di Matteo, rivolgiamo un appello, come cittadini italiani a tutta la cittadinanza Portorecanatese e non.

Vogliamo essere vicini agli uomini di Stato che rischiano ogni giorno la vita per difendere il nostro Paese dal cancro della criminalità organizzata, che si battono senza tregua per ricercare la verità sui mandanti delle Stragi italiane, che come noi, si impegnano per far valere la giustizia e il rispetto per la Costituzione.

Chiediamo dunque, alla cittadinanza, una dimostrazione di vicinanza e sostegno, un gesto di solidarietà a difesa dei PM Di Matteo, Teresi e Scarpinato anche loro gravemente minacciati di morte, lasciati soli a fronteggiare il pericolo di possibili attentati mafiosi, e soprattutto, atto ben più grave, lasciati soli dai rappresentanti politici e istituzionali!

Evitiamo il ripetersi del copione già visto negli anni delle Stragi ’92-’93, nelle quali persero la vita decine di uomini di Stato, per mano mafiosa, perché lasciati soli in momenti di confusione politica e nel disinteresse della società civile.

ALTERNATIVA CIVICA invita tutti i CITTADINI al banchetto che si terrà domenica 26 gennaio lungo Corso Matteotti davanti le ex scuole DIAZ

45 commenti:

  1. Archivio > la Repubblica.it > 2014 > 01 > 14 > Scorte rafforzate ai pm u...
    Scorte rafforzate ai pm un elicottero per Di Matteo
    TOTÒ Riina lancia dal carcere nuovi ordini di morte contro Nino Di Matteo e il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza decide di rafforzargli nuovamente la scorta: il pm che indaga sulla trattativa mafia-Stato avrà a disposizione un elicottero per i suoi spostamenti più delicati, in città o anche fuori. Vigilanza rafforzata pure per il procuratore aggiunto Teresa Principato, finita nel mirino del latitante Messina Denaro.

    Se Alternativa Civica si informasse prima di preoccuparsi delle solitudine altrui e pensasse più alle proprie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la tua ignoranza e la tua pochezza la nascondi dietro il tuo anonimato, e non aggiungo altro.

      Elimina
    2. alternativa civica24 gennaio 2014 14:44

      Anonimo 09:40 forse non hai capito il senso di questa petizione, forse non sai che questa iniziativa nasce da alcuni ragazzi ventenni di Porto Recanati, forse non sai che la scorta molte volte salta in aria con i magistrati, forse non sai che in molte parti del mondo hanno manifestato in segno di solidarietà al giudice Di Matteo,forse non sai che criticare questa iniziativa è da stupidi.

      Elimina
    3. Caro aninimo, magari ce ne fossero di iniziative del genere! tutto questo serve prima di tutto a dimostrare solidarietà a questi Uomini e poi serve a far rumore, a smuovere le coscienze, a far conoscere la situazione...ad evitare che la storia del '92 si ripeta di nuovo, cioè che degli Uomini dello Stato (quello buono) vengano lasciati soli dalle istituzioni e dalla società civile! non basta un elicottero o dei mezzi blindati per essere al sicuro! il PM Di Matteo e tutti i PM che indagano sulla trattativa stato-mafia (non uso appositamente la lettere maiuscole) o in generale sulla criminalità organizzata rischiano la vita per combattere questo fenomeno che tutti considerano piuttosto lontano dalla noi, ma che poi così lontano non è! detto questo ti consiglio prima di tutto di informarti su cosa parli...poi ti chiedo cortesemente di evitare di scrivere scemenze simili! perche altro non sono! Grazie!

      Elimina
    4. Due risposte. Tutto quello che volete, ma fare i mercanti sulle paure e sulle disgrazie altrui è sempre odioso. Fiaschetti tira fuori i ventenni: roba della peggiore demagogia che si possa immaginare. Che cosa vuole Fiaschetti, fare proseliti in questa area sfruttando le minacce mafiose di Totò Riina? Ricorda, caro Fiaschetti, l'indignazione che seguì, tanto per citare gli ultimi, gli omicidi di Dalla Chiesa e Falcone che però in nessun modo riuscì a salvare Borsellino. Le chiacchiere fanno i pidocchi e i pidocchiosi parlano tutti la stessa lingua. E' la retorica che uccide gli italiani, non la mancanza di essa. La peggior retorica è quella giovanilistica e purtroppo è facile cada in mano a persone che nemmeno sanno usarla. E sono sfracelli. Sauro, sappiamo bene come vive Di Matteo ed è proprio per questo che sfruttare la sua situazione per farsi belli, per avere una buona causa da ostentare in società, specialmente in politica, è poco onorevole.

      Elimina
    5. Caro anonimo delle 09.40 ti informo che oggi si trova un post del comune di Manfredonia che recita così: "MANFREDONIA STA CON NINO DI MATTEO". Forse anche loro si devono informare prima di preoccuparsi della solitudine dei magistrati.

      Elimina
    6. Caro anonimo...sono un esterno ad alternativa civica però la proposta l'ho fatta direttamente io a Fiaschetti, l'ho fatta proprio a lui perche ero sicuro che (a differenza di altri) avrebbe appoggiato la mia proposta e perche personalmente credo che queste azioni possano smuovere coscienze e possano essere utili a qualcosa...ma sicuramente non l'ho fatto per politica! qui non si tratta di "sfruttare la sua situazione per farsi belli, per avere una buona causa da ostentare in società" ma qui si tratta di dare sostegno ad un magistrato in prima linea! e poi caro anonimo se, come dici, "l'indignazione che seguì gli omicidi di Dalla Chiesa e Falcone in nessun modo riuscì a salvare Borsellino" allora mettiti seduto e guarda morire altri Uomini di Stato! NOI, anche se tu pensi che serva a poco, ci proviamo a fare qualcosa!

      Elimina
    7. fiaschetti attilio25 gennaio 2014 09:23

      Anche i comuni che hanno aderito a questa iniziativa stanno speculando su questa vicenda?

      Elimina
    8. 19:01: ma perché non te stai zitto e ci risparmi le tue assessioni? Non ti rendi conto che pessima figura stai facendo?

      Elimina
    9. Sì, anche quei comuni. Voi vi accorgete del marcio soltanto quando arrivano i carabinieri, mentre io dico che il marcio è nella società italiana. Nessuno esente, nemmeno io. Ma ho il pudore di non sfruttare le disgrazie altrui per farmi bello. Non per niente i due sedicenti promotori della iniziativa ostentano il loro nome. A che serve se non a mercanteggiare credito? Si poteva fare anche senza che l'ubiquo Fiaschetti e lo zelante Sauro ci facessero sapere il loro nome. A te Sauro non ho rimproverato niente, in verità, ma ti sei sentito offeso nella tua causa. Vedi come vanno le cose? A Fiaschetti rimprovero l'eccessivo presenzialismo e la sua smodata, berlusconiana, demagogia di politico della prima repubblica. Lascia stare i giovani, Fiaschetti, e parla con quelli della tua età, se non vuoi combinare guai.

      Elimina
    10. Caro anonimo.. mi sono "offeso" e ti ho risposto perche trovo irrispettosi i tuoi commenti... trovo irrispettoso che insinui che facciamo i mercanti sulle paure e sulle disgrazie altui e che tentiamo di "sfruttare la sua situazione per farci belli e per avere una buona causa da ostentare in società". Come ti ho già detto dietro quest'iniziativa non c'è alcun interesse politico, ma, a differenza di altri che criticano senza far niente, vogliamo metterci in gioco per questa causa.
      Riguardo al marcio in Italia siamo d'accordo, però penso che queste iniziative vadano, e debbano andare, oltre ogni interesse politico e oltre ogni interesse economico!
      Riguardo al nome non l'ho messo sicuramente per avere una buona causa da ostentare in società, ma l'ho messo perche non ho bisogno di nascondermi dietro l'anonimato per rispondere ad una critica, per sostenere un dibattito o per perorare una causa in cui credo profondamente!

      Elimina
  2. De Chellis Emanuele24 gennaio 2014 09:50

    Ottima iniziativa. Spero che tutte le forze politiche appoggino e firmino la vicinanza a Di Matteo

    RispondiElimina
  3. Anonimo 9:40, ma va... certo che i geni che sparano inutili commenti pur di parlar male di qualcuno ce ne sono una marea.......sputi da qualche altra parte e lascia stare quest'iniziativa che a quanto pare per te non ha nessun significato. Ma va bene così, però la prossima volta taci!

    RispondiElimina
  4. Caro aninimo, magari ce ne fossero di iniziative del genere! tutto questo serve prima di tutto a dimostrare solidarietà a questi Uomini e poi serve a far rumore, a smuovere le coscienze, a far conoscere la situazione...ad evitare che la storia del '92 si ripeta di nuovo, cioè che degli Uomini dello Stato (quello buono) vengano lasciati soli dalle istituzioni e dalla società civile! non basta un elicottero o dei mezzi blindati per essere al sicuro! il PM Di Matteo e tutti i PM che indagano sulla trattativa stato-mafia (non uso appositamente la lettere maiuscole) o in generale sulla criminalità organizzata rischiano la vita per combattere questo fenomeno che tutti considerano piuttosto lontano dalla noi, ma che poi così lontano non è! detto questo ti consiglio prima di tutto di informarti su cosa parli...poi ti chiedo cortesemente di evitare di scrivere scemenze simili! perche altro non sono! Grazie!

    RispondiElimina
  5. A scanso di equivoci: abbiamo eliminato i commenti relativi a dicerie su presunte minacce per la firma della petizione sulla collina del Burchio perché di una certa pesantezza e provenienti da anonimi. Se sostenete certe tesi, firmatevi con nome e cognome.

    RispondiElimina
  6. Carlo Reboli Pres. Quartiere Montarice24 gennaio 2014 18:05

    Mi permetto di intervenire sull'argomento burchio in quanto il Comitato di quartiere Montarice che presiedo, è promotore della raccolta delle firme 'NO ALLA CEMENTIFICAZIONE DEL BURCHIO'. Tale iniziativa vuole essere un modo democratico per esprimere la propria opinione su una questione che a noi è parsa molto importante. Invito coloro che seguono il presente blog a non cadere nel tranello dando peso a commenti anonimi che, il più delle volte, servono solo a screditare. Informatevi sulla nostra iniziativa e serenamente date, o meno, il vostro appoggio. Non sono riuscito a leggere ciò che è stato tolto dai gestori del blog ma sicuramente non avrebbe aiutato la nostra causa.

    RispondiElimina
  7. Per ragioni logistiche ( viaggio di 16 ore tra andata e ritorno) non mi sarà possibile firmare. Ma lo faccio qui:
    Mirko Ricciardi
    Solothurn/Svizzera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sig. Ricciardi, grazie da tutti noi. I ragazzi della raccolta firme

      Elimina
  8. All'anonimo che in tutti modi cerca di denigrare quest'iniziativa (ma forse ce l'abbia più con Fiaschetti che con il resto? Sarà il solito anonimo che si "anima" ogni volta che c'è lui in mezzo?) vorrei solo dire che forse non si è informato a dovere perché se fosse così, saprebbe che i "mercanti sulle paure e sulle disgrazie altrui", i "pidocchiosi", i "sfruttatori della situazione" e i "disonorevoli" in Italia sono tantissimi! Incominciando da circa 2000 persone che hanno riempito il teatro Golden di Palermo per esprimere la loro solidarietà, continuando con il Consiglio comunale di San Costanzo che già a novembre ha votato una mozione di solidarietà al giudice Di Matteo, altrettanto hanno fatto nel comune di Scordia, a Fano, e le ricordo che i comuni di Santa Flavia, Casteldaccia, Altavilla Milicia, Ficarazzi e Baucina, e di Bagheria hanno organizzato una marcia di solidarietà, a Monreale hanno appeso uno striscione sul balcone del municipio, sit-in, presidi e flash-mob di solidarietà in giro per l'Italia....Come può vedere, la nostra iniziativa è nobile e lo facciamo perché è giusto farlo....il resto sono chiacchiere...come i suoi commenti. Aggiungo, che è vergognoso che ci siano persone che si permettano di calunniare, diffamare, deprezzare, infamare e screditare la voglia di partecipare nella lotta in qualunque modo e con qualunque mezzo contro la mafia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Aranka, hai fatto tutto da sola: te la sei suonata e te la sei cantata. Nessuno dovrebbe essere contro il giudice Di Matteo, come nessuno dovrebbe essere simpatizzante di Toto' Riina, per cui non spendere energie psichiche ad indignarti. Tutto quell'elenco di comuni che mi spiattelli davanti non mi dice niente perché in Italia siamo anche troppo propensi ad indignarci e a firmare petizioni, ma se poi c'è da prendere il fucile (ti prego di non farmi il pistolotto pacifista, adesso) vedrai gente che scappa a gambe levate. Va' avanti tu che a me mi viene da ridere. Mi parli di causa nobile? E' esattamente quello contro cui mi scaglio perché si deve avere una causa nobile, ammesso che ne esistano, la propria buona causa, senza secondi fini, soprattutto se politici. Io non ce l'ho personalmente con Fiaschetti, ma con tutti quelli che esondano dai propri limiti individuali andando ad impicciarsi di tutto quanto gli gira interno in tal modo negando la libertà delle persone. Di questo passo dovremo stare attenti persino a dove posiamo gli occhi perché ci sono occhi ben più guardoni dei nostri che ci additeranno al pubblico ludibrio, se per caso abbiamo mosso una palpebra. State più calmi e lasciate che la gente viva.

      Elimina
    2. Appunto...lascia che la gente viva e sfoga le tue ossessioni altrove,

      Elimina
  9. fiaschetti attilio27 gennaio 2014 09:52

    Anonimo 20:39, ecco alcuni commenti ascoltati ieri : se li ammazza tutti risparmiamo un sacco di soldi; se muore risparmiamo 600000 euro; tutti comunisti che mirano al parlamento. Questi quelli che si possono riportare,ti risparmio i vari insulti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fiaschetti, non so a chi e a che cosa ti riferisci, ma una cosa è certa, che gli unici che possono pronunciare quelle parole sono quelli con i quali era alleata la lega quando c'eri anche tu.

      Elimina
    2. Premetto che trovo l'iniziativa lodevole. Le firme, quando servono a sensibilizzare e a denunciare, non sono mai inutili. Sarei pero' curiosa di sapere se lei si farebbe promotore di una raccolta di firme per il ministro Kyenge che giornalmente riceve insulti e minacce, anche se non dalla mafia. Che differenza c'e' tra quelle persone che irresponsabilmente e vergognosamente hanno commentato al banchetto:"se li ammazza tutti risparmiamo un sacco di soldi:tutti comunisti che mirano al parlamento" e quelli che minacciano un ministro di colore o oltraggiano una sinagoga con delle teste di maiale?

      Elimina
    3. fiaschetti attilio27 gennaio 2014 21:13

      In questo momento Emanuela non ho tempo di risponderle ma entro le 14 di domani invio la mia risposta. Le dico solo che io con chi manda le teste di maiale o nega l'OLOCAUSTO non c'entro nulla.

      Elimina
    4. fiaschetti attilio27 gennaio 2014 21:38

      Sig. Emanuela, per rispondere in parte a ciò che ha scritto,il sottoscritto,la mia compagna e miei due bimbi di 7 e 2 anni e mezzo, abbiamo dedicato del tempo per leggere un libro dal titolo "la portinaia Apollonia" di Lia Levi.

      Elimina
  10. siamo tutti contro la mafia,contro la fame nel mondo e contro l'aids,se non per cercare visibilità e consenso perchè fare questa raccolta firme assolutamente retorica?

    RispondiElimina
  11. Sono l'anonimo delle 09:40 e solo ora leggo gli epiteti e quant'altro affibbiato al mio commento. Non mi sorprende tanto scalpore.
    La mia era la risposta ad un'affermazione del comunicato: "lasciati soli a fronteggiare il pericolo di possibili attentati mafiosi, e soprattutto, atto ben più grave, lasciati soli dai rappresentanti politici e istituzionali!"
    Come potete affermare che sono lasciati soli dalle istituzioni? Come fate a paragonare il momento politico degli anni 70-90 con quello di oggi?
    Citate le stragi del 92-93, e quelle precedenti? Oggi, i magistrati che ricevono qualsiasi intimidazione vengono dalle procure, messi sotto protezione, proprio perchè lo Stato c'è.
    Ritengo la vostra affermazione non veritiera e fuorviante soprattutto se il messaggio deve arrivare a chi quegli anni non li ha vissuti perchè non c'era o era piccolo.

    RispondiElimina
  12. ma sei tonto o ce fai?

    RispondiElimina
  13. Ancora?! ma quante volte le deve ripetere uno le cose? la raccolta firme la facciamo perche non ci hanno permesso di appendere, come in tantissime città in Italia e nel mondo, uno striscione che esprimesse la solidarietà del paese ai PM! quindi pur di far qualcosa abbiamo organizzato questa raccolta firme, che arriveranno direttamente ai diretti interessati! Adesso finiamocela con queste insinuazioni da classico Italiota! Anche se non sono dirette a me personalmente cominciano a darmi fastidio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se ti danno fastidio prendi un calmante,volete solo'' mettere il cappello'' su una cosa di alto prestigio più grande di voi per farvi notare,sai quanto gliene frega ai diretti interessati delle vs. quattro firme senza valore...

      Elimina
    2. Allora o hai dei limiti oggettivi di comprensione o ci fai apposta! Nessuno vuole mettere il cappello da nessuna parte... e magari i diretti interessati se ne fregheranno pure delle nostre quattro firme senza valore però, te lo ripeto ancora una volta, tutto questo serve anche per informare e sensibilizzare chi non non conosce o chi è meno informato sui fatti! Nessuno vuole farsi bello con queste iniziative e nessuno vuole farci pubblicità politica! e comunque trovo veramente triste il fatto che critichi iniziative e persone rimanendo nell'anonimato! se vuoi criticare qualcuno abbi almeno la decenza di mettere il tuo nome!

      Elimina
    3. la critica all'anonimato è cosa di tutti i giorni su questo blog,anche tu per me sei un anonimo anzi un signor nessuno, anche se ti firmi sauro io non so chi tu sia e non ci tengo.rimango della mia opinione,non avete informato e sensibilizzato nessuno,mi siete messi in mostra sperando nel consenso elettorale

      Elimina
    4. Con questo commento è accertato ché sei tonto.

      Elimina
    5. Fiero di essere un signor nessuno! che non abbiamo senzibilizzato nessuno lo dici tu...se ci fossi stato l'avresti visto con i tuoi occhi! le tue chiacchiere fanno la muffa!

      Elimina
  14. Guardi che il suo punto di vista è lontano anni luce dalla mia...Lei non riesce a cogliere nessun senso delle cose. Fare una raccolta firme, indignarsi e spendere energie è una mia scelta personale e l'ho fatta perché so di essere una che da sola non potrà mai cambiare nulla però nel mio piccolo cerco di partecipare nelle iniziative che in qualche modo possano dare un piccolo segno. Stare a guardare senza alzare un dito non fa parte del mio essere. Sarò fatta male, farò delle cose sbagliate, non m'importa, me ne prendo tutta la responsabilità...e sopporterò anche il pubblico ludibrio...da perdere non ho un granché e se venissi chiamata a prendere il fucile potrei anche non scappare a gambe levate...Lei non mi conosce affatto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedo che lei, Aranka, riconduce ogni cosa a se stessa. Ma non mi sorprende perché tale è la natura dei vitalisti e degli indignati a tamburo battente. Lei, come gli altri che asseconda, non va in cerca del pubblico ludibrio, come del pubblico consenso. Una forma di vanità anche comprensibile, se vogliamo, ma non di onestà intellettuale. Chiedo scusa per la schiettezza e spero di dovermi ricredere.

      Elimina
    2. Non posso permettermi di parlare nel nome di altre persone quindi Le ho spiegato il mio punto di vista e il perché. Comunque a volte, anche una persona ignorante e priva di onestà intellettuale come me, può sentirsi chiamata in causa quando si criticano iniziative, alla quale ne fanno parte.
      Un ultima cosa, vorrei avvisarlo che è in corso un'altra raccolta delle firme 'No alla cementificazione del Burchio' ... Lo so, sono troppo vanitosa........

      Elimina
    3. Peggio, sei ingenua.

      Elimina
  15. Il mio commento delle 12:17 era diretto all'anonimo delle 10:20
    Questo è diretto all'anonimo delle 11:51:
    Ti rispondo con le parole di Travaglio ( http://www.youtube.com/watch?v=H_LxMwO4ls4 )
    e con l'articolo di Loris Mazzetti ( http://www.articolo21.org/2013/04/nino-di-matteo-pm-scomodo-non-solo-per-la-mafia-non-lasciamolo-solo/ )
    in fine ascolta dal min 0:50:00 al 01:14:00 circa ( http://www.youtube.com/watch?v=GFN1keqE4vY ) sicuramente le loro parole risponderanno alle tue domande meglio di quanto io possa fare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Sauro: ecco i veri miti del XXI secolo: Travaglio, Padellaro e Il Fatto quotidiano. In compenso dall'altra parte ci sono i Sallusti i Belpietro e il Giornale e Libero. Siamo proprio a posto!

      Elimina
    2. eh si siamo proprio apposto...se ancora diamo credito a "giornali" come il giornale e libero!!

      Elimina
    3. E il Fatto Quotidiano, Sauro, metticeli tutti.

      Elimina
    4. e allora cosa dobbiamo leggere secondo te??

      Elimina
  16. Nel mio commento parlavo di tutte quelle cose che trovo, in generale, ripugnanti. Della stupidità dei commenti che avete sentito su Di Matteo. Di tutte le forme di razzismo, d' intolleranza e i gesti ignobili che stanno sporcando la nostra società. Non era un'accusa personale e mi scuso se non sono riuscita a far passare un messaggio generale. Spero comunque che insieme alla "portinaia Apollonia" , lei dica, insieme ai suoi figli una preghiera per quella povera gente che affonda nei barconi, nella quasi totale indifferenza del mondo.

    RispondiElimina