QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

mercoledì 20 novembre 2013

ERA (ORA) IL TEMPO.......

Scusateci, ma siamo preoccupati. Si, perché l'unica forza politica che a Porto Recanati ha mostrato, da sempre, una certa vitalità, sembra caduta in un preoccupante silenzio. Parliamo di SEL. E dei suoi militanti. Sempre attivi. Sempre sul pezzo. Era il 18 maggio quando elencavano, attraverso il loro portavoce, una serie di ottimi propositi da realizzare in breve tempo.
E comunque entro l'autunno. Non ultimo, le primarie per scegliere il candidato del centrosinistra (articolo allegato sotto). Poi, un salto nell'oblio. Un silenzio inspiegabile. Un'inerzia preoccupante. Se qualcuno ha notizie di SEL, batta un colpo. E ci faccia sapere come intende procedere.





16 commenti:

  1. Davvero anche voi siete preoccupati per Sel? Io non ci dormo.

    RispondiElimina
  2. Cari amici dell'Argano nonostante diversi interventi in precedenti articoli forse non avete capito che la politica portorecanatese sta ruotando attorno al PD, sono tutti in attesa che il PD finisca la sua fase congressuale, poi vi garantisco ne vedrete di persone attive

    RispondiElimina
    Risposte
    1. dimmi che era un commento ironico! checco zalone ti fa un baffo!!!

      Elimina
    2. Perchè in base all'area che vince, si avranno scelte diverse???O perchè non sanno fare due cose contemporaneamente?

      Elimina
    3. Sono totalmente d'accordo. E' il PD l'ago della bilancia. Quando sceglierà tra allearsi a sinistra o al centro si apriranno le danze.

      Elimina
    4. Anonimo delle 16.37: giusta osservazione. Capire la politica significa capire queste cose, ma ho paura che Sel non sia amata ne di qua ne di la.

      Elimina
  3. Alessandro Palestrini21 novembre 2013 08:35

    Vorrei precisare che nonostante siamo una piccola forza politica, con pochissime risorse disponibili, tranne il tempo libero e la volontà delle donne e degli uomini che ne fanno parte, abbiamo organizzato diversi appuntamenti di confronto politico dal 18 Maggio.
    Ne abbiamo organizzato uno sulla gestione dei rifiuti (anche se non ricordo bene se era prima o dopo Maggio), al quale è intervenuta addirittura la Sindaca Ubaldi.
    A Luglio e Agosto abbiamo organizzato le feste per autofinanziamento che hanno provocato tante polemiche (presunti avvelenamenti mai provati e che sono svaniti nel nulla. A proposito, la ASL che abbiamo interpellato per capire cosa fosse successo, ci ha detto che siamo tra i pochi che responsabilmente si impegnano a garantire la sicurezza di chi lavora alla festa e soprattutto di chi vi viene ospite) perché non erano presenti le nostre bandiere, anche se nessuno sa che l'esposizione delle bandiere vengono vietate dalle condizioni imposte nelle autorizzazioni.
    A Settembre abbiamo organizzato l'iniziativa con il PD, che annoverava tra gli ospiti il senatore Morgoni e Paolo Cento per SEL. Se non ricordo male l'Argano ne aveva parlato in un post (forse però ve ne siete dimenticati).
    A Ottobre abbiamo organizzato un'iniziativa sul femminicidio durante la quale è intervenuta nuovamente la Sindaca Ubaldi e la nostra parlamentare Lara Ricciatti.
    A Novembre abbiamo organizzato già due iniziative. Una (3 Novembre) a carattere "interno" anche se aperta al pubblico nella quale abbiamo parlato del prossimo congresso mentre l'ultima l'abbiamo organizzata il 10 Novembre sempre alla Sala Biagetti. In questo incontro abbiamo parlato del nostro programma e delle future alleanze, ma non mi pare di aver visto nessuno dell'Argano né tanto meno giornalisti interessati a sapere cosa si diceva.
    Nel frattempo abbiamo inviato qualche comunicato alla stampa che in diversi casi ha preferito non pubblicare ciò che avevamo da dire. Ma questo è un vizio tipico del giornalismo locale.
    Mi pare di aver dimostrato che qualcosa abbiamo fatto. Sempre poco e magari male, ma qualcosa abbiamo fatto.
    Spero che alla prossima iniziativa che organizzeremo siate presenti! Grazie e a presto!

    Alessandro Palestrini
    Coordinatore SEL Porto Recanati

    RispondiElimina
  4. Ti ringraziamo delle precisazioni caro Alessandro.
    Ovviamente ci riferivamo ai contenuti dell'articolo che abbiamo postato. Che di fatto dettavano una sorta di agenda che purtroppo non abbiamo visto minimamente realizzata. Ma ci rendiamo perfettamente conto che questo possa solo non dipendere esclusivamente da SEL.
    Saluti.

    RispondiElimina
  5. Ancora vittimismo? Siete tutti berlusconiani, caro Palestrini. Di cose su cui riflettere ve ne stanno succedendo di tutti i colori e voi ve la prendete sempre con qualcuno che dei vostri guai non ha nessuna responsabilità. Se nessuno si interessa a voi è operchè non destate nessun interesse e la colpa di ciò è solo vostra. E pensare che voi assieme a Fiaschetti siete i più presenti sui giornali,locali.

    RispondiElimina
  6. Alessandro Palestrini21 novembre 2013 11:36

    In effetti nel mio commento non sono entrato nel merito dell'articolo al quale facevate riferimento.
    Vi invierò quanto prima la sintesi della relazione che ho esposto durante l'ultima iniziativa, quella del 10 Novembre, nella speranza che possa essere un contributo per un vostro futuro post.
    La relazione evidenzia la posizione di SEL in merito alle prossime elezioni, sostenendo quali sono i principali sbocchi programmatici che la coalizione dovrebbe offrire.
    Infine, nell'articolo di De Chellis si faceva riferimento ad una convention che abbiamo più volte proposto ma che non ha riscosso molto entusiasmo tra i nostri interlocutori.
    Forse era un'idea bizzarra, ma secondo noi era un'idea che ci avrebbe consentito di parlare delle principali questioni della città insieme ai cittadini e con l'ausilio di esperti che avremmo coinvolto.
    Non avendo avuto il sostegno di nessuno, il progetto è tramontato considerato che organizzare una cosa del genere da soli non sarebbe stata la stessa cosa.

    RispondiElimina
  7. SEL sia a livello locale che nazionale soffre di un dilemma che lo attanaglia relegandolo ai bordi del palco della politica. Ma il peccato è originale non nel senso di diverso quanto che rimanda all'origine. All'origine di scelte politicamente sbagliate che hanno sfumato la grande opportunità che rappresentava all'inizio, non realizzando la grande alleanza tra Sinistra Democratica, Verdi e Socialisti. Ciò che ha pesato è stata l'invadente intrusione della componente ex-post-neo comunista che ha determinato il collocamento del movimento politico, in un oasi politica protetta. La salvaguardia di principi astratti inderogabili ha portato SEL a perdere peso e significato nella lotta politica, dimenticando che il vero scopo della loro politica a qualsiasi livello, doveva essere la tutela degli interessi dei lavoratori. Oggi, nella Regione Marche, i lavoratori soffrono anche per la mancata risposta di SEL alle loro esigenze. Quando si preferisce rompere il tavolo delle trattative perchè non coincide il concetto di famiglia tra SEL e UDC, possibili alleati assieme al PD in Regione, concetto tanto caro a qualche signora vetero - comunista che magari non ha famiglia, dimentica di aver abbandonato il loro unico scopo: riequilibrare i rapporti di forza tra ceto produttivo e lavoratori. Il ceto produttivo di difende bene da solo, il lavoratore se non interviene la politica, no. E quando manca la politica la colpa è solo di chi la fa o meglio di chi non la fa come dovrebbe.

    RispondiElimina
  8. Fiaschetti Attilio26 novembre 2013 21:39

    Gent.ssimo Palestrini, intervengo sul commento da te pubblicato nel quale si elenca tutta una serie di dibattiti che sono una rarità per la politica locale. Per questo tipo di iniziative ti devo fare i complimenti che poi tu dividerai con i tuoi compagni di partito. Detto questo però,sono costretto a fare delle precisazioni sul discorso sagre,visto che mi sono sentito tirato in causa, in quanto promotore della mozione che cercava e intendeva regolamentare questo tipo di eventi.
    Come ben saprai, la mozione è stata bocciata dalla maggioranza e per questo possiamo dire che nel Sindaco e nella sua compagine di centro destra avete trovato dei validi alleati per continuare indisturbati a fare delle cene di partito. Direi che questo fatto non è irrilevante.
    Dici che ci sono state delle polemiche: vero! Ma ti vorrei chiedere,visto che nei vostri manifesti si riportava che l’organizzatore era l’Associazione Magnum Nostrum (associazione che ho cercato ma non sono riuscito a trovare in nessun registro)o una cosa del genere, perché la domanda per l’occupazione è stata fatta a nome di Sinistra Ecologia e Libertà? Vedere risposta Sportello Unico Attività Produttive del 23-08-2013.
    Ho potuto constatare che la palestra, che dovrebbe essere usata per usufruire dei bagni, veniva usata per ospitare persone che volevano mangiare a causa della pioggia:ti risulta che il Segretario vi abbia richiesto delle spiegazioni in tal senso? Se sì,avete risposto? Vedere prot. 18844 del 02-09 -2013
    Dici che le bandiere non devono essere esposte come da autorizzazione,cosa che non risulta per la festa di Agosto,anzi, per quanto ne so, vi è stato detto di essere riconoscibili. Infatti avete inserito nei manifesti il logo del partito grande quanto una pallina da tennis,cioè presenti ma invisibili.
    Esiste un regolamento votato in Consiglio nei mesi precedenti che riguardava l’utilizzo dei cavalletti e proprio nel mio intervento ricordai al Sindaco che la regola doveva essere rispettata da tutti. Ancora conservo il messaggio di un vostro esponente di spicco che si complimentava dicendo che le regole devono valere per tutti. Risultato: il paese è stato invaso con almeno 10 vostri cavalletti,per verificare quanto dico vedere le foto su facebook. Domanda: ma chi si propone di guidare il paese non dovrebbe rispettare per primo le regole?
    Per concludere ti ripeto ciò che già ti ho detto per telefono e che ti ripeto,visto che ne sono convinto e cioè il discorso dell’autofinanziamento. Mi spiego meglio: non credi che dire di autofinanziarsi,mentre il partito riceve dei rimborsi elettorali che dovrebbero servire all’attività politica, non regge? Perché non chiedete ai vostri dirigenti,come dovrebbero fare tutti (Lega Nord compresa, prima che lo dici tu)i militanti,di rigirare i nostri soldi a chi fa politica sul territorio? In fondo vengono dati 4 euro a voto proprio per questa finalità.
    Per concludere non pensi che questo tipo di iniziative siano una concorrenza a chi paga tutto l’anno affitti ,tasse e quant’altro?
    Ti saluto Attilio Fiaschetti

    RispondiElimina
  9. Caro fiaschetti cerca di essere serio e di essere coerente con chi ti legge, ti sei alleato e hai creato un gruppo con chi: uno socialista e l'altro..... non si sa.
    Critichi chi ha solo svolto il suo lavoro, rispettando tutte le regole ad hoc.
    Pensa ai tuoi amici che non le rispettano tutti i giorni, o alla tanto cara Compagine che ora tanto snobbi ma che fino a poco tempo fa ne facevi parte......

    RispondiElimina
  10. Peccato che non hai gli attributi per mettere i nomi dei miei amici che non rispettano le regole tutti i giorni. Sei un vigliacco!

    RispondiElimina
  11. bravo Fiaschetti...nel silenzio assenso di Palestrini e Co. si intuisce che hai colpito nel segno. A poco servono le sterili critiche successive che lasciano solo il tempo che trovano.

    RispondiElimina
  12. Fiaschetti Attilio28 novembre 2013 14:17

    forse perchè non ha letto.

    RispondiElimina