QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 14 gennaio 2013

PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Pervengono anche a questo blog le continue lamentele di nostri concittadini automobilisti che, trovandosi in ore notturne a transitare nella Statale 16 nei pressi del nuovo Mc Donald's, alla periferia nord del nostro paese, narrano di fronde di ragazzini (per lo più minori) che, noncuranti del pericolo, attraversano a piedi le varie rotonde per raggiungere il punto di ristoro.

E tutti raccontano di frenate in extremis, di visibilità nulla, di Tir che evitano i giovani improvvisando manovre spericolate. Tutto questo avviene quotidianamente. Senza che nessuno muova un dito. Allora ci chiediamo se, come sempre in Italia, servirà l'evento tragico per far sì che il problema venga affrontato in maniera seria. Il sindaco di Loreto ci aveva assicurato che la zona sarebbe stata servita da sotto- o sovrappassi che avrebbero garantito l'attraversamento della Statale in sicurezza. Parole al vento, evidentemente. Il McDonald's è aperto e funzionante. E dal punto di vista della sicurezza della viabilità non è stato fatto assolutamente nulla.

Ci piace ricordare, ad esempio, che nel 2006 l'apertura del punto IKEA della zona Camerano Aspio, fu ritardata di un mese perché non erano stati completati i lavori per rendere sicura la viabilità. Forse i sindaci di quella zona hanno dimostrato un senso di responsabilità maggiore.

Allora ci rivolgiamo a chiunque, nel nostro paese, rivesta un incarico pubblico di responsabilità (prescindendo che lo eserciti nelle fila della maggioranza o in quelle dell'opposizione). Sveglia, ragazzi! Qui il rischio che uno dei nostri figli venga investito è altissimo. Fate qualcosa, interessate il Comune di Loreto in maniera ufficiale, scrivete alla Prefettura, o all'ANAS. Ma non rimanete con le mani in mano. Non ce lo possiamo più permettere. Il rischio è davvero troppo alto.

 

 

 

9 commenti:

  1. NUN C'é GNENTE DA FA ,CE OLE EL MORTU !

    RispondiElimina
  2. Per me è ridicolo che nel 2013, dopo mesi di lavori per realizzare due (utilissime, per carità) rotatorie, dai vari enti preposti (vedi Comune, Anas) non sia stata IMPOSTA la realizzazione di neanche un centimetro di PISTA CICLABILE. Il futuro non è l'automobile!

    RispondiElimina
  3. probabilmente il sindaco si riferiva a sotto-sovrappassi nella zona a lavori ultimati,ma vista la crisi edilizia che rallenta la compra-vendita e la realizzazione dei palazzi nell'area, niente ha potuto impedire al mcdonald, che e' struttura privata,di terminare i lavori e di inaugurare.

    RispondiElimina
  4. e di quel benedetto marciapiede? nessuno ne parla?

    RispondiElimina
  5. Massimo Montali14 gennaio 2013 14:24

    Ennesimo esempio di come Loreto continua a fare i propri comodi sulle spalle dei porto recanatesi e di come i nostri amministratori dicono perennemente : NON POSSIAMO FARCI NIENTE È LORETO.....

    RispondiElimina
  6. L'evento tragico è che ci siano frotte di ragazzini che ci vanno ad intossicarsi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tra poco questo blog compirà due anni. Non vi è nessun dubbio che tra i 3585 commenti che abbiamo pubblicato, questo qui sopra vinca il premio oscar della deficienza.

      Elimina
  7. ANTONIO(QCNSPB)14 gennaio 2013 23:54

    A proposito delle rotatorie....la loro utilita' per carita' non e' in discussione, ma vorrei fare alcuni appunti magari da far leggere a chi di dovere premettendo ovviamente che non essendo finite e spero completate vengano migliorate per il meglio. I problemi che ho riscontrato sono questi, che diventano anche delle domande quindi.
    1) provenendo da sud ; affrontando il curvone di fine rettilineo e mantenendo la dx (come da c.s.) ci si trova improvvisamente, per chi vuole proseguire sulla statale sull'imbocco per Portorecanati e si e' costretti a un repentino spostamento verso sx ...per immettersi in rotatoria ;-non sono spericolato e di solito vado piano...e conosco la strada, ma un automobilista che non conosce il percorso non sa che dopo la curva.....male che va finira sullo spartitraffico.......soluzione A) istallare cartelli segnaletici con indicazione di percorso prima della curva.(quelli verticali,con magari dei lampeggianti...)
    2)procedendo in rotatoria e proseguendo sulla statale..ci si immette in un imbuto provocato dalla divisione dell'entrata per la zona commerciale.... proseguendo ancora, e essendo strada statale si dovrebbe avere la precedenza su chi esce dalla zona commerciale...ma ciò avviene poche volte perchè quelli che escono da suddetta zona hanno praticamente la strada dritta e di sicuro non danno retta alla segnaletica orizzontale i "famosi" triangolini bianchi che nessuno rispetta....mentre chi e' in statale e' costretto a sterzare leggermente verso dx.... finalmente si esce dalla ginkana...auff
    Ora percorrendo in senso opposto e cioè in direzione Pescara per intenderci...
    3) niente da dire sull'entrata in rotatoria,ma , nella successiva uscita ci si ritrova nell'imbuto..la domanda e'....- ma perche' con tutto il terreno a disposizione intorno vista la "rilevanza" della zona si e' voluto trasformare questo breve tratto da una strada a (perdonatemi se sbaglio i termini ...)una corsia per senso di marcia a una strada a tre corsie praticamente con gli stessi metri di carreggiatae uno svincolo per il commerciale semre a ridosso???? perchè non si e' allargato il tutto ...e adesso vi dico la mia....canalizzando il tutto prima(partendo da(casali motors) ,tra e dopo le due rotatorie si potevano fare due corsie per ogni senso di marcia e rampa di uscita per la zona commerciale "spostando un po' piu' lateralmente il McD.....???????? Ancora,i paletti bassi con i rifrangenti ce li dovranno lasciare per sempre??
    NATURALMENTE SONO UN SEMPLICE CITTADINO CHE DI VIABILITA' E SEGNALETICA POCO NE SA....MA CAVOLI ....COMPLIMENTI VIVISSIMI AGLI ADDETTI CHE HANNO DISEGNATO LE TRAIETTORIE !! ...NATURALMENTE FINO A CHE...NON CI SCAPPERA' IL MORTO..e non solo per chi tentera' di attraversare.....
    P.S. consiglio ai malaugurati familiari dei futuri defunti di citare in giudizio oltre che i responsabili comunali e anas(perche' mi sa che c'entra anche l'anas) ..anche i disegnatori di tali obbrobri stradali (perche' non basta presentare un progetto ...bisogna avere coscenza oltre che conoscenza...),per mio conto ho gia' avvisato i miei...se mi dovesse succedere qualcosa in quei punti di farlo.

    RispondiElimina
  8. DIO AIUTI I GIOVANI CHE ATTRAVERSANO QUEL TRATTO ED UGUALMENTE IL MALCAPITATO AUTISTA INGUAIATO PER ESPERTI DI SOLDI SENZA PROFESSIONALITA' e...COSCIENZA appunto !

    RispondiElimina