QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 19 aprile 2012

UN POST DI MERDA! (E NON E' UN MODO DI DIRE)

Oggi condividiamo con voi una email che ci è arrivata prima di Pasqua dal nostro lettore Pasquale (che coincidenza!):


Sono un genitore come tanti che, stufo di quello che vede e “sente” durante la sua “attenta” passeggiata con le figlie nel parco sottoindicato, dopo aver segnalato ai vigili urbani e non solo io… provo con questo metodo a stimolare l’intervento del Comune per poter intervenire e risolvere un problema di appropriazione indebita di parco pubblico. Entrando dalla parte sud del parco si può osservare questo cartello:

 
Continuando il percorso si possono  osservare i seguenti reperti:

Merda N.1 risalente ad un periodo di almeno 10 giorni, prodotta da un cane di taglia piccola o media.
 
Merda N.2 risalente a un periodo di almeno 10 giorni, prodotta da un cane di taglia piccola o media, ben mimetizzata.
 
Merda N.3  risalente ad un periodo di almeno 10 giorni, prodotta da un cane di taglia piccola o media.
 
Merda N.4  risalente ad un periodo di almeno 5 giorni, prodotta da un cane di media taglia.
 
Merda N.5 risalente ad un periodo di almeno 10 giorni, prodotta da un cane di taglia piccola, ben mimetizzata col terreno.
 
Merda N.6 risalente ad un periodo di almeno 5 giorni, prodotta da un cane di grossa taglia, difficile da mimetizzare
Merda N.7 risalente ad un periodo di almeno 5 giorni, prodotta da un cane di grossa taglia, difficile da  mimetizzare
 
Merda N.8 risalente a un periodo di almeno 5 giorni, prodotta da un cane di media taglia, difficile da mimetizzare
Merda N.9 risalente ad un periodo di almeno 5 giorni, prodotta da un cane di taglia piccola, difficile da mimetizzare


Merda N.10  risalente a un periodo di almeno 10 giorni, prodotta da un cane di piccola taglia, quasi  mimetizzata col terreno
 
Merda N.11 risalente a un periodo di almeno 10 giorni, prodotta da un cane di taglia piccola, quasi mimetizzata col terreno.
 
Merda N.12 risalente a un periodo di almeno 10 giorni, prodotta da un cane di taglia media, quasi   mimetizzata col terreno.

Merda N.13 risalente a un periodo di almeno 10 giorni, prodotta da un cane di taglia media, quasi mimetizzata col terreno e identificata come "merda a cappio".
Merda 14, identificata come "la maledetta", posta lungo il viale, atta a essere calpestata e mai raccolta…

 Merda N.15 risalente a un periodo di almeno 10 giorni, prodotta da un cane di grossa taglia




Concludiamo la passeggiata “attenta” con un tripudio d'immondizia e... GUARDATE BENE!!!


REPERTI FONDAMENTALI: 

N. 1 SIRINGA DI TIPO INSULINA


N. 2 SIRINGA DI TIPO INSULINA


N. 3 SIRINGA DI TIPO INSULINA


Mi giro e riguardo il cartello... chiedendomi se il Comune non abbia sbagliato a far installare il simbolo del cane…

Per un principio basilare che il sindaco ha il dovere di tutelare nel rapporto con i cittadini, quello di precauzione e tutela della salute di questi, mi rivolgo a lei, sig.ra sindaco: sostituisca il disegno del cane con i bimbi, oppure inizi a fare reale e fattiva vigilanza e faccia rispettare le regole.


 
Le siringhe sono sempre accompagnate da assorbenti femminili e fazzolettini, quindi il lordare è maggiore… vi assicuro che ve ne sono molte di piu di quante ne abbia fotografato, annidate sotto le foglie.

Credo sia ovvio condividere l’idea che il divieto all’ingresso di questo parco sia rivolto principalmente a tutti i bambini, e anche agli adulti.

E’ abitudine ormai portare a passeggio i cani in questo parco, unico per noi residenti in zona, fargli fare i loro bisogni e non raccoglierli.

Mi è capitato di vedere anche episodi “simpatici”: padroni con cani senza nemmeno il guinzaglio, con la bustina in mano per raccogliere la cacca che, al momento della "produzione", un’occhiata a destra, un'altra a sinistra (per sincerarsi di essere lontani da occhi indiscreti) e via, nella completa indifferenza… e la merda è lì, tranquilla...

Amo gli animali, ma non le bestie che accompagnano.   


Pasquale La Torre

Ringraziamo i cittadini di Siracusa che ci hanno regalato questa "perla di saggezza"

24 commenti:

  1. Purtroppo l'inciviltà a Porto Recanati raggiunge livelli sempre più alti. Mi chiedo se i vigili urbani potessero fare qualche passeggiata in più.

    RispondiElimina
  2. Da come cacano si deduce una buona alimentazione, almeno non sono denutriti!!!!

    RispondiElimina
  3. Carlo Reboli Pres. Comitato Quartiere Montarice19 aprile 2012 18:57

    Grazie Lino. Servizio inappuntabile. Più volte il Comitato di Quartiere che rappresento ha fatto presente all'Amm.ne Com.le lo stato di abbandono in cui versa il così detto parco. Orecchie da mercante e disagi che restano. Le risposte avute su insistenza sono state sempre le stesse: il personale è insufficente, non ci sono soldi per curare il verde e via discorrendo. Stranamente i soldi per Corso e Lungomare si trovano, il personale per le suddette zone è presente. La periferia è abbandonata perchè si pensa che il mondo esista solo intorno alla casa comunale. Un vecchio adagio dice: lontano dagli occhi, lontano dal cuore. E dire che nel nostro Quartiere vivono tre componenti la maggioranza di Giunta che mal ci rappresentano.
    Cordialità
    Carlo Reboli

    RispondiElimina
  4. Caro Reboli, vieni a vedere il verde di Sammarì in via Bramante, in totale abbandono da 7 anni con aiuole rotte, alberi mozzati, cacche dappertutto.Dai uno sguardo al verde del Borgo Marinaro e a quello di piazza Carradori, vedrai solo incuria, sciatteria insomma una pattumiera a cielo aperto.Di tutte le richieste che abbiamo presentatato come quartiere in 7 anni, non ne sono state accettate neanche una, neppure la proposta di mettere a nostre spese un albero all'anno nelle aiuole già esistenti e occupate da alberi secchi, in occasione della Festa che organizzavamo per la Giornata della salvaguardia del creato.L'amministrazione che abbiamo e che avevamo è stata eletta dalla maggioranza dei cittadini di Porto Recanati sui quali evito ogni commento. Gloria Mazza Presidente del quartiere Sammarì

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dottoressa

      Elimina
    2. Commenti pure Dott.ssa, ci dica cosa pensa lei dei portorecanatesi che hanno votato la maggioranza cosi poi possono risponderle.

      Elimina
  5. Carlo Reboli Pres. Comitato Quartiere Montarice20 aprile 2012 17:24

    Rispondo a Gloria Mazza:
    non vorrei essere frainteso. Ho citato, non a caso, solo il Corso ed il Lungomare, dove peraltro il verde è quasi inesistente. Noto, quando passo per le suddette zone, che operatori ecologici ne girano. Evidentemente quello che ho definito periferia comprende tutto il territorio cittadino ad eccezione del Corso e Lungomare. Se così è, c'è poco da stare allegri e non bisogna scaturire schermaglie tra gli insoddisfatti che, a quanto pare, ce ne sono ad iosa. Bisogna evitare di abbracciare il 'mal comune mezzo gaudio' ed avere il coraggio di denunciare, per il bene comune, tutti i disservizi. Possibilmente qualcuno in più dei soliti noti.
    Carlo Reboli

    RispondiElimina
  6. Probabilmente le sfogo è stato accolto, ieri una pattuglia della polizia municipale era a vigilare.
    Approfitto della risposta per "denunciare" che anche noi proprietari di cani avremmo bisogno di aree dove poter passeggiare con i nostri amici.

    RispondiElimina
  7. Il comitato del quartiere Sammarì, tra le svariate proposte all'amministrazione aveva chiesto un'area recintata per ogni quartiere, dove poter portare i cani, individuando, per il nostro quartiere, un'area verde non del centro.Inoltre per 7 anni abbiamo chiesto il posizionamento dei dogy box(andare al sito).Ma il nostro è il paese dell'inciviltà cementizia e basta.

    RispondiElimina
  8. caro anonimo Apr 21, 2012 10:16 AM
    putroppo voi avete bisogno di aree dove portare i vostri amici cani ,ma di certo non sono i giardini pubblici ,dove (spero non sia il suo caso) normalmente si vedono ..cani con al guizaglio padroni che ad un certo punto sciolgono il loro padrone..che va a fare i bisogni e poi non vengono raccolti..beh buttiamola sul ridere... spero altresi che lei non abbia figli piccoli di cui molte volte dobbiamo lavare i vestiti solo per essere stati ai giardini,oppure se per caso sente qualcuno che fa le sue rimostranze civilmente non gli risponda''e dove li dobbiamo portare'' perche allora si sentirebbe dire ..a casa sua ! CARA DOTTORESSA .... non dica che il verde e le aiuole degli alberi del quartiere s:mari' ,piazza carradori,piazza borgo marinaro sono in uno stato indecoroso o pietoso ...se no costruiscono pure li....per risolvere il problema.

    RispondiElimina
  9. Interloquire con gli anonimi non mi piace affatto. Non vedo alcuna proposta per risolvere il problema nell'intervento dell'anonimo apr23 4:59 PM. Spieghi dove vanno portati i cani se non ritiene valide le proposte del comitato del quartiere Sammarì.Che poi io debba ridere sulla battuta finale dopo 7 anni di impegno ( insieme ai componenti il comitato) per far cambiare tante situazioni indecenti, sinceramente non mi va.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pasquale la Torre25 aprile 2012 01:05

      Bisognerebbe creare piu aree dedicate per i nostri amici a quattro zampe. La proposta della Dott.ssa Mazza è giusta. Far giocare, correre e stancare i cani, gli fa molto bene, a mio personale parere: anche assieme ai bimbi. Sicuramente non dove hanno fatto i loro bisogni naturali e fisiologici. Portare i cani nelle aree a loro vietate e quindi dove probabilmente si presume un pericolo con rischio, verso e non solo i piu piccoli, è semplicemente da maleducati e irrispettosi nei confronti di questi. Il sentire: e dove li portiamo? E' da dolosi ignoranti....Da qualsiasi altra parte ma, sicuramente non dove è a loro vietato. Ripeto: amo gli animali e, non confondete con il padrone....

      Elimina
  10. Caro Pasquale la Torre, grazie per l'intervento. Ritengo però opportuno che accanto alle proposte dei comitati di quartiere, siano necessarie richieste scritte dei partiti all'amministrazione ed interventi da parte delle forze politiche più incisivi e soprattutto costanti.E' necessario che chi svolge un ruolo nella politica del paese sia più visibile con le sue iniziative, che non possono essere una tantum e soprattutto i cittadini vorrebbero vedere che accanto ad un'iniziativa si è poi ottenuto un risultato.E'possibile che tutte le richieste fatte dai quartieri, naturalmente quelli che lavorano per il bene comune,i partiti politici non le abbiano neanche guardate e soprattutto fatte propie?.

    RispondiElimina
  11. Cara dottoressa Gloria Mazza, mi scuso se nel post si e' capito male quello che ho scritto ,ma non tutto era riferito a lei ma a un post anche quello anonimo,che ho citato in testa,vada pure a rileggerlo...volevo solo dire che a volte i possessori di animali.....(perche' dovrei spiegare, cosa? di quello che ho scritto..soluzioni??) (certo ovviamente lei e il quartiere le hanno proposte...)... se non vuole ridere sulla battuta interamente staccata ,che erroneamente sembra indirizzare il post completamente a lei , mi dispiace ma ovviamente era solo una battuta semiseria per dire che deve stare attento che se la leggono costruiscono pure in quei luoghi da lei citati. poi al riguardo l'anonimato gli faccio cortesemente notare che non avendo offeso nessuno e avendo commentato in tono semiserio le cose che mi sono capitate(a me) senza sparare su nessuno, continuo a mantenere l'anonimato perche' questo e' un blog che lo permette , se vuole una tribuna che non abbia toni cosi,( e che possa guardare in faccia) sulle varie problematiche cerchi pure un altro pulpito,anche perche' se vi dovete auto celebrare...(perche' il signore sotto poi ha detto le mie stesse cose...meno la battuta)... qui non serve,vi invito ad andare nelle piazze. SE si rilegge il mio post SIG. La Torre , e' proprio quello che intendevo dire,perche' si da' il caso che sia stato proprio uno dei miei figli a centrare una ''cacca'' in uno dei giardini paesani ,e sia stato proprio io a ricevere improperi quando ho detto al tizio di portare il cane da un 'altra parte ead avergli risposto...a casa tua...(non a casa sua dottoressa) quindi rileggetevelo tutt'e due con calma invece di dare giudizi con aria di sufficenza solo perche' siete...dottori !come dottoressa dovrebbe essere l'esimio sindaco che non fa niente per le vari problematiche del paese e si sveglia solo se qualcuno dei suoi accoliti gli riferisce che qui (nel blog) stanno scrivendo qualcosa,anonimo,ma si scrive.... , capisco anche che il trattamento fatto all'istituzione dei quartieri ha esacerbato parecchi di noi....ma prendersela con chi a solo scritto un suo aneddoto....

    RispondiElimina
  12. a proposito sono sempre io...L'anonimo....dottoressa non rida...gli fa male....

    RispondiElimina
  13. sig. La torre,....la proposta della dottoressa e' giusta!ma era a me che doveva la risposta non alla dottoressa!!!!perche' e' a me che e' successo quello che poi lei ha ripreso,secondo me mancando di rispetto ad un interlocutore anche se anonimo!! ma forse siete abituati a prevaricare !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pasquale la Torre25 aprile 2012 23:49

      Sig. Anonimo, non ho bisogno di rileggere per poterLe rispondere. Non sono Dottore, è male informato. Ho cercato in tutti i modi un appiglio per poterLe chiedere scusa, quindi una mia mancanza....ma sinceramente, non l'ho trovata. Ho letto nelle sue righe invece un attinenza e senso di pregiudizio. Non volevo e non voglio polemizzare. Cercando nelle righe di tutti e tre, individuo una lingua comune,credo che stiamo parlando della stessa cosa. Siamo in due ad aver avuto la "fortuna" di calpestarla. Spero che Lei esca dall'anonimato poichè credo che non ci sia nulla di male ad esprimere le proprie vicissitudini, in questo caso negative. Ricordiamoci che tutti siamo Cittadini con doveri ed anche diritti che, a volte non sappiamo nemmeno di averceli quindi, l'anonimato, secondo me, in questo caso, non serve. Io non ho problemi manco ad incontrarla personalmente per parlare di negligenze generali, oltre che di "M.....a". Mi dica dove e quando. La pregherei di non sprecare tanta energia per queste questioni. Le posso offrire un caffè? Ovviamente anche a Lei Dottoressa!!

      Elimina
  14. Scusi anche lei sig. La Torre , certo che gli ultimi tre post sono miei, non c'era da leggere tra le righe ,il suo e' un linguaggio talmente forbito .. che probabilmente sono stato tratto in inganno,e per questo GLI (mi hanno insegnato che quando ci si riferisce al maschile si scrive gli e al femminile ..le,anche per dare del LEI e nonperche' non voglia dare del LEI)quindi GLI ho dato del dottore, ma, certamente quando si scrive non si esprimono ne sensazioni ne molte volte quello che effettivamente si e' o si vuol spiegare,...basta una virgola fuori posto...e si puo' cambiare totalmente il senso delle frasi.Quindi probabilmente avendo scritto il post nello stesso periodo di tempo di LEI e leggendolo ho avuto la sensazione che forse non aveva letto bene il mio post, come del resto e' successo probabilmente alla dottoressa , che a mio modo di leggere, mi ha bacchettato,per la mia scherzosita' ma, io non volevo mancare di rispetto ne al suo lavoro(della dottoressa) con il quartiere ne alle sue battaglie settennali,(ma rendere con l'ultima frase il mio post piu' leggero) e semplicemente riportare la mia esperienza , che ho poi ho riscritto sotto ,quindi non ho nessun pregiudizio ne su LEI ne sulla dottoressa ,che oltre tutto stimo molto,(figuriamoci S. MARI' tutta la vita, so' de S.Mari')(questi sono gli unici indizi che vi do', perche' l'anonimato non mi serve per scrivere castronerie ne insulti ma per rendermi piu' ..libero),pregiudizi quindi ne sui cani, ma solo su determinati 'padroni di cani' (es. quelli che si girano per vedere se nessuno ha visto il suo cane fare pupu sulla porta di un'anziana che poi e' dovuta uscire per pulirla)(ovviamente ero impossibilitato a redarguire perche' nel frattempo il cane con il padrone al guinzaglio se ne era andato)sulle proposte che sicuramente la dottoressa con il quartiere ha presentato probabilmente ho poco da aggiungere,su dei distributori di sacchettini vicino ai cestini dell'immondizia per agevolare i portatori liberi di animali...a dei luoghi appositi per portare i cani...magari le famose aiuole delle vie di S. Mari' risistemate con corredo di sacchetti e palettalegata all'albero...(se no se la fregano)penso sia stato gia' proposto .Per farvi ridere perche' anche se le questioni sono serie secondo il mio vivere bisogna essere anche un po' scherzosi. GLI/LE racconto questo ultimo aneddoto capitato sempre a me...stavo seduto in una panchina con mia moglie qualche estate fa, in piazza giovanni XXIII e stavamo gustandoci un gelato quando si e' avvicinato un cane di taglia piccola,bellino, di razza volpina ,e..zac con un balzo mi si e' pappato il mio gelato..intero,solo la cialda mi ha lasciato!.si figuri che sghignazzata mi son fatto... roba da film...non era al guinzaglio, era in piena piazza,dove esiste il divieto...ma evidentemente non sa leggere(il cane),il suo padrone mi sa neanche', e non ha detto neanche' grazie...il padrone non il cane !! poi se vogliamo andare sui luoghi comuni...potrei scrivere che ..la civilta' di un popolo si misura ...dalle cacche sui suoi marciapiedi... e da quanto sono sorde le istituzioni...ma forse e' sempre la stessa storia...in italia e per cambiarla ci vogliono,qualche generazione, un po' piu' tosta e un po meno frivola di quelle che abbiamo tirato su ultimamente.
    Vede sig. La Torre queste cose se non le avessi scritte probabilmente non le avrei dette a parole...e comunque, sicuramente saranno piene zeppe di errori grammaticali e di contorsionismi.

    RispondiElimina
  15. see il caffe'!! cosi poi la dottoressa mi picchia !! visto che di sicuro mi conosce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pasquale la Torre27 aprile 2012 16:21

      Capisco, La ringrazio per la replica. Spero si faccia vedere....., non Le offrirò il caffè.

      Elimina
  16. Tutto è bene quel che finisce bene....chiarire è civiltà,dialogare è civiltà,confrontarsi è civiltà, impegnarsi a qualsiasi livello è civiltà.
    Se poi si finisce incontrandosi per un caffè o un tè o un gelato meglio ancora, di diventa più cittadini di questo paese che vorremmo migliore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pasquale la Torre4 maggio 2012 01:10

      Mi scusi per il ritardo. Condivido in pieno. Arrivederci.

      Elimina
  17. Come neocittadino portorecanatese mi sembra un`ottima cosa questo blog, vorrei segnalare la totale insufficienza di questa amministrazione comunale verso il problema del bullismo giovanile, in questi 3 anni che risiedo in questo comune sono stato tartassato da giovani vandali che mi hanno fatto saltare 3 volte la cassetta della posta ,rotto le finestre della casa con palle di ghiaccio lo scorso inverno e molestato con citofonate a tutte le ore per poi scappare quando aprivo la porta...possibile non si possa far nulla? il parco carradori e` un`area franca dove questi teppisti bivaccano (presi singolarmente sono sicuro si dica di loro ..."il mio figliolo tanto bravo!!!") dov`e` l`amministrazione comunale quando questi vandali buttano o rovesciano i cassonetti in mezzo alla strada mentre sopraggiungono le macchine?pensavo fosse un problema solo mio...chiedere ai portorecanatesi di piazza carradori, agli abitanti di via garibaldi e zone limitrofe, ai proprietari dei balneari fatti oggetto di vandalismo, spero che chi di dovere prenda al piu` presto provvedimenti, cordiali saluti.

    RispondiElimina