QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 4 agosto 2011

BREAKING NEWS: SPIAGGE, IMMENSE E UN PO' INQUINATE...

Questa mattina siamo rimasti quantomeno perplessi nel leggere, sul sito del Comune, la seguente ordinanza del Sindaco:


Sì, avete capito bene: il sindaco emette un'ordinanza per imporre il divieto di balneazione nel tratto di spiaggia antistante il complesso residenziale "Paradiso azzurro" (sito inquinato dai residui sotterranei dell'ex Montedison) dopo SETTE mesi dall'analisi del rischio sanitario e ambientale e dopo CINQUE mesi dalla Conferenza dei servizi!!

Sembrerebbe incredibile!  Se così fosse (come peraltro appare evidente dal testo dell'ordinanza), cosa diciamo a tutti quelli che hanno fatto il bagno nella zona in questi mesi?

Noi dell'ARGANO ci eravamo occupati di quest'area qualche tempo fa col post "Ho trovato l'oro!!!" e ancora pochissimi giorni or sono con l'altro post "Bandiere blu e turisti netturbini".
Subito dopo, ecco spuntare questa ordinanza. Vi pare normale?

9 commenti:

  1. stefano guerini4 agosto 2011 17:16

    questa ordinanza ha il sapore di...se non ci può fare il bagno che la pulisco a fare?
    la mia domanda è sempre la stessa: SE AL PARADISO AZZURRO ABBIAMO TROVATO L'ORO E NON SI PUO' FARE IL BAGNO, CHE FINE HANNO FATTO TUTTE QUELLA MIGLIAIA DI METRI CUBI DI TERRA SCAVATI PER COSTRUIRE LE CASETTE COLORATE LI A FIANCO?
    ERANO SICURE? SONO STATE ANALIZZATE? DA CHI? CON QUALI RISULTATI?
    sarebbe interessante(e trnquillizzante) leggere qualcosa in proposito

    RispondiElimina
  2. Non avete capito che le lottizzazioni vergognose come lo Zeus oltre a far guadagnare i soliti noti,oltre a distruggere il nostro territorio, servono per coprire i rifiuti tossici? I Porto Recanatesi naturalmente fanno finta de gnente come sempre, in comune stanne tutti d'accordo destra sinistra centro, magna tu che magno io.

    RispondiElimina
  3. Sono proprio curioso di conoscere i dati relativi alle presenze e alla qualità dei servizi offerti dal Comune di Porto Recanati dell'attuale stagione estiva che l'assessore Sirocchi comunicherà .

    RispondiElimina
  4. Come poteva emettere l'ordinanza se molto impegnata per la campagna elettorale in provincia,probabilmente ha dovuto sistemare prima quelle migliaia di metri cubi di terra e vedere l'effetto che fa.E poi si sta allenando per tenere sotto controllo i problemi di Porto Recanati con il dono solo a lei concesso dell'ubiquità.

    RispondiElimina
  5. io vivo a Potenza Picena e ogni tanto vengo a Porto Recanati per una passeggiata,perchè ho l' amici, non so se me ce fa l'occhi ma lo zozzo de stanno non se pò guardà.Facete qualcosa perchè manco la gente del vicinato vene più la.

    RispondiElimina
  6. fosse la volta bona che i turisti fanno aprire gli occhi a quei cittadini che ancora credono alle bugie de Sirocchi, alle parole vuote del sindaco e dei suoi.Vediamo come reagiscono i portorecanatesi quando ,a breve , mancherà la materia prima,cioè tutto quello che dovrebbe essere turismo. Altro che salotto sul mare,di quel salotto resteranno si e no le foto.

    RispondiElimina
  7. Sono sempre andata al mare davanti il paradiso azzurro, per eventuali danni futuri a chi dovrò rivolgermi? a Porto Recanati se la spiaggia è libera è sporca o inquinata; dovremmo andare tutti dai bagnini? e chi non puoi permetterselo? infatti ormai il turismo a porto recanati è solo per "pochi" intimi!!

    RispondiElimina
  8. Su quella spiaggia metteteci gli ombrelloni di quelli del PD che hanno fatto la campagna elettorale per la Ubaldi e spiegateci una volta per tutte cosa fa la Pantone in regione oltre a reggere il braccio di Sara Giannini quando vota si per il rigassificatore di Falconara.

    RispondiElimina
  9. ma perche' l'anonimo di cui sopra non si firma ...ci vorrebbe forse l'Ispettore Derrik per scopire di chi si tratta...andata a lavorare va forse e' meglio !!!
    bye bye Gioselito

    RispondiElimina