QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 18 settembre 2014

CHE FINE HA FATTO LA SALA MUSICA PER I GIOVANI?

Il 28 aprile, nel descrivere la presentazione della lista "Noi Per Porto Recanati" avvenuta nella palestra Diaz, facendo la sintesi di quanto detto dal (candidato) ora sindaco Sabrina Montali, scrivemmo, con questo post:

"Un passaggio significativo è stato quello sulla questione Burchio, allorché la Montali ha enfatizzato che più che dedicarsi alla realizzazione di un'opera così imponente curandone gli aspetti tecnico-burocratici-amministrativi, la sua giunta avrebbe provveduto a dedicarsi alle esigenze della nostra gioventù, dedicandogli spazi, oggi di vitale importanza"

Giá, spazi dedicati alla nostra gioventù... Quante volte abbiamo sentito parlare in campagna elettorale da parte di chi poi ha vinto le elezioni di provvedere ad allestire una sala musica, dove ogni appassionato strumentista potesse provare? Una infinità di volte.... Ricordiamo che quello della sala musica era un cavallo di battaglia di Fiaschetti quando era all'opposizione ad esempio. La propose e la caldeggiò più volte.

Nei giorni scorsi abbiamo iniziato ad esaminare il bilancio di previsione. Alla voce "sala musica", nelle opere da realizzare, non abbiamo trovato assolutamente nulla.

Queste, per lo meno, le opere da realizzare nel 2015, nei documenti ufficiali:

Ora, qualcuno della giunta, potrebbe risponderci? Avete in mente qualcosa al riguardo da realizzare? Avete in mente di farlo con altri fondi? Magari con l'aiuto o la sponsorizzazione di privati? O molto semplicemente avete accantonato il progetto?

Molti giovani appassionati di musica che vi hanno votato vorrebbero una risposta. Possiamo dare loro una speranza?

 

 

26 commenti:

  1. Argano che fai spari sulla croce rossa????
    La sala musica é la stessa storia della rinuncia dell'indennità,
    E visto che io c'ho le scole basse, e non capisco i bilanci vedi un po' se c'è niente per i bagni per la piccola pesca o se ci sono investimenti per migliorare quel settore??!!?? Mhhhhhh..... mi sa di no!!!
    Della quando eravamo all'opposizione urlavamo
    Adesso che semo riati nte la greppia stamo zitti...
    E meno male si stanno a rendere conto delle caxxateproposte per la task force residenze!!!

    RispondiElimina
  2. ....un gran bel segnale sarebbe utilizzare le stanze dell'edificio ex scuola Diaz, ad oggi riservata a pochi eletti.
    possibile che quella struttura non possa essere uno spazio dignitoso per attività dove i giovani possano ritrovarsi per musica e quant'altro ,oltre ad essere responsabilizzati per il mantenimento dello stesso in termini di pulizia e decoro ?

    RispondiElimina
  3. Per favore tutti contro questa giunta!!! Lasciamoli stare già non sanno fare 2 più 2 non diamogli altre incombenze altrimenti questo povero paese dovrà alzare bandiera bianca per incompetenza......allora sì che il cambiamento sarà COMPIUTO! !!!

    RispondiElimina
  4. Il comune dovrebbe pagare il divertimento di chi vuol fare musica? Qualcuno dovrebbe dirmi in base a quali particolari diritti. Argano, basta con questa retorica dei giovani e della cultura ad ogni costo perché così gli unici costi cui andremo incontro sono quelli che dovremo affrontare per mantenere gli hobby altrui. . Qui facciamo tutti i mantenuti pubblici e nessuno assume iniziative per provvedere da sé stesso a pagare i propri divertimenti. Ci saranno, suppongo, tanti piccoli Mozart tra quelli che chiedono di essere assistiti pubblicamente. In questo caso tanto di cappello. Ma anche per loro ci sono le scuole di musica e i conservatori. O forse parlate di quegli estemporanei strimpellatori che ti fracassano i timpani a tutte le ore del giorno e della notte? Sai, Argano, quelli che recitano il portorecanatese vogliono dal comune un teatro tutto per loro; quelli che declamano le poesie vogliono un anfiteatro, quelli che vanno in mare vogliono il pisciatoio vicino alle lancette, ecc. ecc. E quelli che si danno da fare e trovano da sé le soluzioni come li consideriamo?.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, hai ragione tu. Un'amministrazione comunale che favorisce attività teatrali o musicali mettendo a disposizione dei giovani (o meno ) degli idonei posti pubblici é da condannare!!!!
      Io proporrei, per i nostri ventenni, dei pubblici corsi gratuiti per arruolarsi all'ISIS.
      E se a qualcuno dovesse scappare la pipì mentre passeggia per il Corso, che si arrangi. Che la faccia dietro un albero. Non vorremmo mica che la colpa delle decadenti prostate ricada sulle casse comunali!!!!!!

      Elimina
    2. Vedi argano questa potrebbe essere scambiata per omofobia,ma e' solo
      ignoranza,investiamo in
      educazipne e cultura anche se per qualcuno ci vorrebbe l obbligo di scuole serali o il divieto di leggere solo il bugiardo'

      Elimina
    3. Siccome paghiamo le tasse, non dovrebbe essere un obbligo del comune ma almeno un diritto per noi cittadini che riceviamo servizi, e quindi spazi per attività sociali.
      Patendo dal presupposto che non ritengo nemmeno io indispensabile la stanza della musica, ma la colpa non è dell'argano ma del comune (Fiaschetti) che ne ha fatto il proprio cavallo di battaglia e che anche questa volta..non mantiene

      Elimina
    4. non mi firmo perchè chissà se l'anonimo di cui sopra sa leggere18 settembre 2014 12:27

      E no caro anonimo delle 9.40! Io che amo da sempre il dialetto portorecanatese ed il teatro in genere ,non voglio un teatro tutto per me.
      Ma siccome non desidero sprecare tempo ed energia per spiegarti cosa significa AVERE UN TEATRO in una comunità, ti lascio nella tua arrogante ignoranza e cordialmente ti saluto ,dal momento che sto facendo una prenotazione per uno spettacolo " amatoriale " che si terrà ,guarda un pò , in un centro molto vicino al nostro .

      Elimina
    5. CARO ANONIMO 9.40 le riporto qualche illustre considerazione che possa illuminare un pò la sua mente.
      A proposito di teatro : UNA CITTA' SENZA TEATRO e' UNA CITTA' INCIVILE
      ( V. SALEMME ) Il teatro arricchisce la mente e l'ARTE ha la capacità di far vedere alle persone quello che non riescono a vedere. L'arte ( musica-pittura-teatro ecc...)ci insegna e ci ricorda chi siamo. E' una forma di felicità interrotta dell'esistenza.
      Il teatro è l'attiva riflessione dell'uomo su se stesso.Senza un teatro una città è mutilata, come un uomo senza un braccio....
      LA CULTURA ( cioè tulle le espressioni dell'arte) E' L'UNICA DROGA CHE CREA
      INDIPENDENZA!!!!!

      Elimina
    6. O bellino 9.40, mi piacerebbe tanto sapere cosa hai fattu tu di iniziativa personale a favore della comunità senza nulla chiedere,perchè se ti presento la lista mia ( con modestia e umiltà ) stiamo a leggere da ora fino alla fine dell'anno.Scelte personali certo , ma con una testa come la tua ora comprendo la decadenza " culturale " della nostra città. Abbiamo tante risorse e tanti talenti in loco che potremmo fare una stagione estiva e pure invernale con i fiocchi , con il massimo della resa e minimo della spesa , ma ci vogliono punti di riferimento "che non esistono " e scelte politiche lungimiranti. Ma tu 'n do stai de casa? Leggi ? Canti? Balli? Suoni? Reciti?

      Elimina
    7. la nostra cultura si affida agli strimpellatori? abbiamo quello che ci meritiamo.

      Elimina
  5. ...va in un bar e chiede la chiave o chiede dove è il bagno! basta co sti cessi pubblici che è solo covo di drogati, spaccio e attività poco chiare...non lo trovo di estrema priorità come parimenti la sala musica... na volta c'erano i garage e le scatole degli ovi per insonorizzare e funzionavano!

    In ogni caso ciò non toglie che NPP come tu dici giustamente aveva spaccato i maroni per fare sta sala musica e sti cessi pubblici..... e nella lista sono come le minime di Cuneo: NON PERVENUTE :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La descrizione che hai fatto dei bsgni pubblici si adatta anche alle discoteche,chiudiamo anche quelle?

      Elimina
    2. Esempio calzante e a pennello direi!! Ma che cosa c'entra!!!!!! :-))))
      un unico particolare la discoteca è un posto privato a carico del privato, mentre il cesso pubblico è a carico della collettività (quindi anche a mio carico) sia nell'esecuzione dei lavori che soprattutto nel mantenimento del decoro igienico....mi sembra tanto scontato....

      Elimina
    3. I cessi chiesti dai pescatori non sono pubblici ma privati perché insisterebbero su una concessione privata. E perché dovrebbe pagarli il comune? La sala musica c'è già per la banda e per la civica scuola, la Fiumarella e non so se ce l'ha anche Petruska, che magari non c'è più. I vizi al vertice si ripetono alla base. Il debito pubblico italiano scoppia e voi mi parlate di spendere i soldi per queste insignificanze? E che dire di chi è appassionato di pesca o di caccia al tesoro o al limite di mignotte? Paga sempre Pantalone?

      Elimina
  6. Erano state promesse molte cose tra cui: canestri, e il rinnovamento della piazza kromberg; cose fate0 anzi -1 perché dopo 20 anni neanche il palio è stato fatto( che portava molto turismo,e avrebbe fatto comodo dopo i molti divieti di balneazione), la nuova giunta nn fa altro che postare si Facebook!!! Pfff

    RispondiElimina
  7. Come facciamo a sapere quali sono i piccoli Mozart se non hanno la possibilità di farsi conoscere? Perchè quando vanno fuori dal paese a far le prove si meravigliano che a Porto Recanati non ci sono sale a loro disposizione? IL paese non fa bella figura, perchè la cultura è segno di sensibilità, di capacità, di intelligenza, di apertura al cambiamento .Non è vero che sono solo hobbj qualche sacrificio viene richiesto perchè nulla da nulla. Porto Recanati deve investire anche sui Giovani, sono il futuro. I tempi sono cambiati anche grazie alle precedenti generazioni ..............e poi dico:tutto quello che richiedono non è a GRATIS un contributo viene sempre richiesto, anche quando prenotano il campo da calcio dai frati e mi creda sono contenti nel farlo e le famiglie pure. W W W il teatro ,la musica,la pittura, la poesia, la fotografia, la scultura e tutto quello che é ARTE.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono le scuole di musica e tutto quanto di altro serve per gente che abbia intenzioni serie. E quelli che riescono di solito non sono quelli che vanno a domandare la sala al comune. La fantasia dei giovani è quella di farsi mantenere dagli adulti? In Italia sì. E l'Argano mi parla di Isis come se i nostri giovani avessero quella tempra, perversa quanto vuoi ma tempra. "No me spoiu, oiu a mamma", diceva quel giovane portorecanatese alla visita di leva. Qui non siamo molto distanti.

      Elimina
    2. Ciccio delle ore 18 e 27 te spiego.... Una sala prove non significa "posto dove i ragazzi vanno, sunano, spaccano tutto, fanno quel c...o che gli pare e una volta essersi sfogati tornano a casa " Una sala prove è un luogo in cui ti diverti, dove impari a tenere a cuore qualcosa e a gestirlo (che è una cosa che ai giovani non si passa se non gli si danno spazi.. e poi non lamentiamoci del vandalismo ecc),luogo dove possono crescere musicisti, diventare band che possono poi essere considerate per suonare alle notte bianche, rosa, vintage e altri eventi.. senza sborsare chissà quali soldi per delle cover band che per fare una "smoke on the water" chiedono centinaia de euro. Siete retrogadi, cervelli atrofizzati, la musica è un bene e una RISORSA che se usata con parsimonia, non diventa un onere ma un ONORE, Fai pagare 5 euro all' ora (per un complesso di 5 ragazzi sarebbe un estathè in meno a ricreazione) e in un anno rimborsi le spese e dopodichè il comune potrebbe persino riuscire a guadargnarci moralmente e anche economicamente (vedi la sala prove di civitanova). se dici NO alla sala musica sei un RETROGRADO.

      Elimina
    3. Ciccio delle 22.34, se tu mi spieghi così ci capisco ancora meno. Ti ho parlato di gruppi come la Fiumarella e scuole come la civica scuola di musica e istituzioni come la banda cittadina che hanno locali propri per le prove. Il comune secondo te dovrebbe mettere a disposizione di ogni gruppo un locale? I tuoi musicisti risorsa vadano a provare al Kursaal dove provano la Fiumarella da una parte e la banda dall'altra. E gli strumenti chi li custodisce? obietterai. Appunto, ti rispondo, le ammucchiate non si possono fare e ci vorrebbe una sala prove per ogni gruppo. Impossibile. Ecco, ciccio caro, più in la di così la mia arretratezza non mi consente di andare.

      Elimina
  8. .....se a Porto Recanati ci sono solo 2 bagni pubblici ( e mal tenuti) come mai ci sono cosi' tanti covi di drogati e attività poco chiare? Sarà che il paese in questi ANNI è cresciuto a dismisura e si son fatti pochi controlli? Oppure si è voluto sempre giustificare dicendo "sono casi marginali "anche quando c'è scappato il morto .I bar sono attività commerciali non ONLUS, si può rimediare facendo dei bagni con chiusura automatica oppure come fanno in altre città posizionando una persona per il controllo e la pulizia,se tutto funziona bene anche le persone che usufruiscono dei servizi saranno più favorevoli a un piccolo contributo.....Ditemi una cosa: ai vostri tempi, quando voi eravate giovani, tutto il paese era una OASI della LEGALITA', a me non risulta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ancora co sti cessi....ma siete tutti incontinenti o in preda a dissenterie acute!!
      Eh BASTA!!.... penso che vi siano un attimino, ma ino ino.... altre ben maggiori priorità!!

      Elimina
  9. Tutte le volte si parte da A e si finisce a Z.
    Il post parla di sala della musica , siccome ci è stata promessa in campagna elettorale ,,,, noi la vogliamo o almeno che si metta nelle cose da fare.
    Altrimenti anche gli attuali amministratori saranno chiamati ad assumersi le proprie responsabilità e la propria credibilità andrà a farsi benedire

    RispondiElimina
  10. ma quanto ancora dobbiamo discutere!, quante altre baggianate si devono leggere, QUI si dice: hanno promesso la sala musica e non l' hanno fatta PUNTO...e non la faranno per i prossimi tre anni dato che il bilancio è triennale PUNTO...hanno scritto di una scuola superiore e non la faranno PUNTO...non la faranno per i prossimi tre anni PUNTO. L'analisi al bilancio c'è stata già, era il 13 di Agosto, e davanti ad un discreto numero di cittadini Fiaschetti si è risentito quando la Sabbatini gli ha parlato della sala musica (mi sembra fosse stata lei...), per tutto il resto semplicemente NON SE NE PARLA deviando l'attenzione su altro...

    RispondiElimina
  11. Scusate,ma un programma di 5 anni lo volete realizzato in due mesi estivi ?
    Realismo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa....programma??? Mai pervenuto!

      Elimina