QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 11 settembre 2014

BURCHIO: GIÙ LA MASCHERA!!!!!

Partiamo da questo presupposto: Noi Per Porto Recanati, la coalizione che ha vinto le elezioni e che governa ora il paese, durante la campagna elettorale, ha più volte dichiarato di essere contraria alla realizzazione del Resort sulla collina di Montarice. Possiamo pertanto pensare che questa presa di posizione sia stata successivamente premiata dall'elettorato, visto che spesso, prima della consultazione elettorale, abbiamo sentito pronunciare dall'attuale sindaco la frase: "stop al selvaggio consumo del territorio". Alla quale seguivano scroscianti applausi.

Più volte chi ora ha l'onere e l'onore di governarci, ci ha detto che la realizzazione o meno del progetto Burchio potesse dipendere dalle clausole contrattuali firmate (con l'amministrazione Ubaldi in carica) in sede di preaccordo con la Conero Blu. Dandoci per intendere che lo stesso accordo potesse prevedere clausole risarcitorie molto esose nel caso in cui il progetto non fosse andato avanti.

Sul sito del Comune, a questo link, si trova l'accordo di programma tra Conero Blu e lo stesso Comune, stipulato ai tempi della amministrazione Ubaldi che dice questa cosa qua:

 

Sembra chiaro, leggendolo, che la Conero Blu non può intraprendere nessuna azione di rivalsa nel caso in cui la nostra amministrazione comunale, per qualsiasi motivo, decida di non concedere l'autorizzazione alla variante. Così come sembra ormai abbastanza chiaro che se il provvedimento non verrà portato in Consiglio entro i 120 giorni dalle osservazioni redatte dalla Provincia (e cioé entro più o meno la metà di Novembre) decadrà e occorrerà provvedere alla rielaborazione del piano.

A questo punto, sorge una domanda. Perché non parlare chiaro? Perché non far conoscere le intenzioni della maggioranza ai cittadini portorecanatesi? Perché non ricevere la signora Lidya Karmalyuk, della Conero Blu che ha già speso fior di quattrini e che ha chiesto un incontro con il Sindaco e riferirle cosa si intende fare con il Burchio?

E inoltre: quale é, una volta per tutte, la posizione del PD sul Burchio? E non solo del PD di Porto Recanati per essere chiari. Comi, cosa ne pensa? Spacca e il suo entourage, cosa ne pensano? É vero che la Regione, come sostenuto dalla Signora Karmalyuk, é assolutamente favorevole al progetto? Se questo é vero, come si pone la nostra giunta al cospetto della Regione?

Perché tacciono tutti su questo che per la città é un argomento basilare? Perché non vediamo, sull'argomento, la trasparenza tanto decantata? Perché, di contro, si parla solo attraverso manifesti appesi in bacheca che hanno avuto solo il merito di fare incazzare mezzo mondo?

Sono domande. Semplici. Alle quali nessuno risponderà. Sul Burchio é calato un inspiegabile silenzio. Ma comunque, lo ribadiamo, se la questione non va in Consiglio entro due mesi decade.

Ci si chiede solo se questa sia la maniera più corretta per affrontare la problematica.

 

 

 

 

 

 

 

24 commenti:

  1. Chissà se la signora k.è interessata ad un altro progetto per il Burchio, della stessa grandezza,ma con target diversi?

    RispondiElimina
  2. il pd non ha linea politica,non ha autorevolezza,ha solo guai anche nella roccaforte emilia romagna;figuriamoci i dirigenti locali che aspettano di essere indottrinati dai loro tutor.npp vada avanti per rispettare la volontà degli elettori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Pd è l'unica cosa di politico che c'è in NPP e si vede che pesa poco.......!
      Nell'Emilia se osservi bene sono tutti i partiti e movimenti ad avere guai,anzi ad essere indagati ,compresi quelli che si professano puri.
      Se non sai,o non ti intendi lascia perdere!

      Elimina
  3. Va bene qualsiasi decisione , vanno bene tutte le possibili argomentazioni ...però io penso che la chiarezza e che una risposta definitiva queste persone la meritano.

    RispondiElimina
  4. Complimenti Argano, davvero il tuo pezzo è una lezione di giornalismo. Un muro invisibile e protrarre un ostinato silenzio non fa onore ad amministratori che si propongono come il nuovo....

    RispondiElimina
  5. e ora???? quali scuse adotteranno per procedere???? ahahahah smascherati!

    RispondiElimina
  6. proclamarsi poco puliti perchè ''così fan tutti'' è da uomo del partito democristiano,chi ha creduto nelle ''mani pulite'' non ci dorme la notte per dover condividere un partito con gente simile.per questo i partiti devono chiudere perchè ormai marci sino al midollo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove non c'è politica si fallisce!

      Elimina
  7. Ma del dato interessante che anche una bocciatura del burchio non comporterà conseguenze giudiziarie per il comune non commentate niente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti ribadisco il commento delle 11.11 quale scusa adotteranno per fare il burchio, ora che non possono più appigliarsi alle conseguenze giudiziarie????

      Elimina
  8. caro 14:27

    magari fosse così (e che cioè la bocciatura del progetto non comporterà conseguenze giudiziarie)... Meno male che non ci siamo limitati a recepire quanto asserito dal nostro vicesindaco ed il suo consulente; perchè abbiamo scoperto una ben diversa realtà. La responsabilità di violare il contratto ricade su tutti noi che andremmo a votare no. Nè tanto nè quanto.
    un consigliere accorto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come può esserci un contratto se non è ancora stato approvato il piano di lottizzazione e quibdi non c'è ancora una convenzione? E poi con tutte le fidejussioni che il comune può attivare (di vecchie lottizzazioni) sarebbe ampiamente coperto

      Elimina
  9. hehehehehe....non ho ancora visto un commento di chi li ha votati....per caso avete messo la testa sotto la sabbia??? Povera Porto Recanati. Faremo rimpiangere pure una antipaticona come Rosalba....antipaticona ma con gli attributi!

    RispondiElimina
  10. Una volta per tutte,l'unica coerenza viene dal Pd.
    Sul Burchio ha detto sempre di essere contrario al progetto ma bisognava vedere le carte sulla possibilità di un no!
    Il sindaco Montali in campagna elettorale ha sempre tenuto questa linea(i colleghi dell'argano possono testimoniare) .
    Chi ha promesso cose senza sapere di poterle fare sono gli stessi che oggi si trovano in difficoltà e cercano di dare la colpa al PD.

    RispondiElimina
  11. Cosa vuoi commentare, caro delle 14.27, se non leggiamo cosa c'è scritto prima del pezzo messo in prima pagina dall'Argano? E' probabile infatti che le cose non stiamo semplicemente come vengono descritte perché sembra che, sanzioni o non sanzioni, la Coneroblu ha facoltà e possibilità di rivolgersi al Tar. E che stiamo scherzando? Si va in consiglio comunale due volte e tre in Provincia con annessi e connessi e poi di fronte a pareri favorevoli si fa retromarcia come niente fosse e senza curarsi dei soldi già spesi e delle aspettative di tanti lavoratori del settore cornuti e mazziati?

    RispondiElimina
  12. Scusate ma state facendo tanto rumore , quanto non ne serve, se non per dare appiglio a che vuol mascherarsi dietro a delle scuse che non esistono:
    LA VARIANTE DEL BURCHIO PREVEDE UN'ALTRO PASSAGGIO IN CONSIGLIO COMUNALE, ERGO IN QUELLA SEDE È PREVISTO UN VOTO CHE PUÒ ESSERE FAVOREVOLE O CONTRARIO E QUELLO SI RISPETTERÀ, ANCHE DAI TRIBUNALI,
    altrimenti se c'era l'obbligo di approvazione e cosa serviva un passaggio in consiglio comunale?
    E che cosa facciamo che se i consiglieri di qualsiasi comune regione o provincia non votano come vogliono i costruttori vengono citati per danni?
    Ma che caxxo state a dire tutti quanti????????
    Quindi le chiacchiere stanno a zero se va avanti è perchè c'è un accordo da coprire ( di vergogna) ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse sarebbe da dire: ma che caxxo stai a dire tu!!!!
      Infatti ti sfugge che c'é un'altra possibilità. Ovvero che si decida di non portare in consiglio entro i 120 giorni previsti il provvedimento e di conseguenza farlo decadere. Saluti.

      Elimina
    2. Bravo argano, questa è la soluzione che prenderanno.

      Elimina
    3. Cos'è, un toto scommesse? Pasquino, sei sicuro di star bene?

      Elimina
  13. La decadenza infatti è un percorso, ma. ARGANO come è possibile pensare che un argomento al quale per essere approvato necissita un passaggio consiliare, vi sia solo la possibilità di votare a favore????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perché nell'eventuale passaggio consiliare non hanno la facoltà di bocciare il progetto. Ma solo di contro osservare a ciò che é stato stabilito dalla provincia. Questo dovrebbe avvenire nei 90 gg dal parere della provincia. Cioé entro, più o meno, la metà di Ottobre. Non portandolo invece in consiglio nei 120 gg (cioé entro la metà di Novembre) il progetto decade.

      Elimina
  14. Non io, ma autorevoli fonti del diritto amministrativo di Cingoli , non sono di questa opinione...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma questi esperti di Cingoli, se tali sono e danno magari paperi per mestiere, perché non li citi, Pasquino?
      Tu pensi che rischiano qualcosa se si viene a sapere chi sono?
      Oppure non ci puoi giurare che dicano la verità?

      Elimina
  15. 03,53 quando si parla di DIRITTO AMMINISTRATIVO e di Cingoli i 3 avvocati dell'amministrazione sanno benissimo, di chi parlo, e se non lo sai tu, si vede che di P.A. ne capisci proprio pochino!!!!

    RispondiElimina