QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 9 luglio 2013

LE BICI DELLA DISCORDIA

Sulle pagine del "Corriere Adriatico" di ieri abbiamo letto un articolo che ci ha incuriosito. Oggi vogliamo sapere come la pensate.


Aldo Ascani ha attaccato il divieto di circolazione in bicicletta sul lungomare in un post pubblicato su Facebook. Subito dopo che il sindaco ha messo i puntini sulle "i" per quanto riguarda le regole da rispettare durante l'estate portorecanatese.


Oggi vi chiediamo: voi da che parte state? Ha ragione Ascani che desidera più possibilità per andare in bici o fa bene il sindaco a essere intransigente?

A voi la parola!

36 commenti:

  1. secondo me hanno ragione entrambi. infatti sarebbe bello andare per il lungo mare in bicicletta, ma tecnicamente lo vedo molto improbabile. sarebbe infatti un continuo attraversare di pedoninella corsia ciclabileper recarsi in spiaggia o viceversa. ed è impensabile al momentodi permettere il transito libero sul lungomareviste le centinaia di persone e bambini che passeggiano

    RispondiElimina
  2. Cristian Buffarini9 luglio 2013 08:18

    ho letto proprio ieri sera l'articolo, non posso negare che mi ha strappato qualche sorriso ma a farlo non è stato l'articolo in se quanto il tempismo con cui un noto imprenditore Portorecanatese attacca il comune.... parlo di tempismo perchè il divieto di pedalare nelle ore serali esisteva e veniva fatto rispettare anche quando io avevo 12/13 anni (ne compio 39 a dicembre)quindi.... o questo divieto è passato inosservato al contestatore per oltre 25 anni oppure è stato uno sfogo "pour parlaire" fatto sta che se una legge c'è non capisco dove ci si va ad attaccare e con chi ce la vogliamo prendere. vorrei far notare che la legge vieta di andare in bici anche sui marciapiedi, cosa che a porto recanati succede di continuo, anzi direi che è una regola... fino a che non si farà male qualcuno.... le bici sono a tutti gli effetti veicoli e sono soggette al CdS.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...ed è per questo che, nei paesi normali (non dico turistici) esistono le piste ciclabili. Il divieto esiste da almeno 35 anni, e non è la prima volta che questa "incongruenza" viene fatta notare. Va semplicemente "riformato" il modo di gestire il lungomare. Sono d'accordo con il commento dell'anonimo che chiede dove si possa andare in bici in sicurezza anche la domenica sera...

      Elimina
  3. C'è poco da commentare :W IL TURISMO CHE VA IN BICICLETTA !
    ma PORTO RECANATI CITTA' svenotola TROFEI DA METTERE NEI MUSEI DELLA POLITICA CHIUSA E OTTUSA !
    Bravo Sig . ASCANI !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma srivere in stampatello non significa gridare? perchè a qualcuno e permesso e ad altri no!!!!

      Elimina
  4. Mi sembra che questa amministrazione faccia finta di non capire dove è il problema.
    Sul lungomare necessita una delimitazione ciclabile a costo quasi zero e, a seconda della convenienza dal punto di vista pratico, si deciderà dove e come farla.
    I vigili urbani dovranno rendere tutti gli spazzi liberi dai tappetini dei venditori di borse e occhiali che si nascondono e poi tornano appena sono passati. Tutto ciò può dare decoro al bellissimo lungomare.
    A proposito di piste ciclabili e sicurezza vorrei poi sapere quando verranno accesi i lampioni che sono stati messi e mi sembra anche collegati ai pozzetti lungo il capannone Nervi.

    RispondiElimina
  5. Totalmente d'accordo con Aldo Ascani al 110%...Porto Recanati è indietro di 20 anni con le piste ciclabili... nel Nord Europa puoi passare da un paese all'altro, da una nazione all'altra in bici, e qui non solo non si pensa a collegare il nostro paese con gli altri paesi costieri, ma non si può nemmeno fare una passeggiata in pace sul lungomare!!!!! Tutto da rifare prevedendo una ciclabile come in tutti i paesi meno arretrati

    RispondiElimina
  6. Domenica sera in bici non si poteva andare. Il lungomare era vietato e per il corso c'era il mercatino. Non mi sembra normale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Potevi passare per via Garibaldi oppure andartene a piedi come fanno tante altre persone. I ciclisti stanno diventando come gli automobilisti, dei gran rompiballe.

      Elimina
  7. Mi vedo d'accordo con Bufarini, il divieto di transito alle biciclette per il lungomare, è vecchio quanto me (io ne compio 34 il prossimo 20 luglio), evidentemente Ascani negli ultimi 30 anni ha bazzicato poco il litorale portorecanatese. A mio avviso più che una legge ottusa, è una necessità, visto che il passeggio serale obbliga i ciclisti a continui e a volte pericolosi zig-zag tra i pedoni. Altro discorso sulla volontà e/o necessità di dare una seria pista ciclabile al nostro paese. Anche a Civitanova e Porto Sant'Elpidio, se si vuole raggiungere la spiaggia si deve attraversare la pista ciclabile cosa credete che i bagnanti del sud volino?? Cosa c'è di strano nel farlo anche a Porto Recanati!? Basterebbe piazzare a terra scie luminose di luci intermittenti (tipo quelle che si vedono a volte in prossimità degli incroci), a delimitare un tratto per le sole biciclette, senza dover fare muretti o cordoli che renderebbero limitata la fruizione completa del lungomare nei periodi meno affollati! Oh può essere che ho detto una ca..ata, ma si potrebbe pensare qualcosa di alternativo e poco invasivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Michele, hai detto una cazzata ma mi sei ugualmente simpatico. Tu ragioni per ragionare e per questo dovresti capire che una corsia per le bici in una via che è già per quasi tutta la giornata riservata ad esse non ha senso. piuttosto c'è da sistemare l'argine del Potenza per avere una ciclabile fino a Macerata, perchè a nord si può arrivare tranquillamente alla stazione di Loreto. a sud dove vuoi andare? non c'è spazio. inutile portare l'esempio di altre città magari anche estere, perchè ognuno ha sue caratteristiche particolari che a Porto Recanati dicono che una pista riservata alle biciclette all'interno della città è impossibile. eppoi, dai con queste piste ciclabili, manco fossero la panacea per tutti i mali. Piste ciclabili, cementificazione, asili nido, si parla solo di questo. più conformisti di così!

      Elimina
    2. Non ci sono piste ciclabili, non c'è un asilo nido e ci sono case in abbondanza semi-finite perchè ormai non c'è più mercato. Di cosa dobbiamo parlare? Della nuova velina che si è fatto Bobo Vieri? Mah...

      Elimina
    3. Nn capisco dove sia la cazzata...secondo te ha più senso il continuo incrocio di pedoni e ciclisti? Mah

      Elimina
    4. All'anonimo delle 20:21: come fai a dire che al centro di Porto Recanati è impossibile fare una ciclabile?
      Quando si suggerisce una buona idea non messa in atto da questa amministrazione ci si sente rispondere sempre: "non è possibile" o "non è consentito dalle norme" salvo poi scoprire che le cose non stanno proprio così!

      Elimina
  8. Maurizio Castellani9 luglio 2013 17:01

    Anni fa sul lungo mare c'era una corsia delimitata con striscia gialla riservata alle bici, in modo da separale dai pedoni. I divieti finchè ci sono vanno rispettati ma le norme andrebbero cambiate: abbiamo la fortuna di avere un paese in pianura e dovremmo incentivare l'uso della bici, non solo "per fini turistici" ma per avere una mobilità sostenibile. Questa mattina sono stato a Pesaro e la ciclabile l'hanno fatta persino lungo la SS 16, ho visto persone che andavano al mare in bici ma anche gente in giacca e cravatta o tuta da operaio che andavano al lavoro pedalando. Avere una ciclabile che colleghi tutto il paese (e soprattutto il centro) è fondamentale. Si potrebbero togliere molte auto dalla strada se si potesse usare in sicurezza la bici. Poi abbiamo il bel tempo per gran parte dell'anno e in autunno o inverno i ragazzini potrebbero andare a scuola in bici. Come fanno in Svezia ed in Olanda.

    RispondiElimina
  9. viva la bicicletta e sfruttiamo la pianura che abbiamo, amministrazione e facile dire non ci sono i soldi, ma dieci anni fa i soldi c erano o no e stato sempre per lo stesso problema o per altre cause? o e colpa di altre amministrazioni? ma vediamo di svegliarci siamo un paese alla berlina, tra sporco, pantegane, gatti, piccioni , sterpaglie, persone che continuano a dare da mangiare a questi animaliad ogni spigolo c è una mangiatoia per animali ma fate fare un giro per il paese ai vigili a fare le multe . sveglia un saluto ai ragazzi dell argano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Viva i pedoni e speriamo che il paese possa liberarsi oltre che delle macchine anche delle biciclette che sopratutto d'estate rompono le scatole a chi si vuole fare una sana passeggiata sul lungomare. L'amministrazione dovrebbe proibire che le bici vadano sul lungomare non solo la sera dalle 18 ma dalle 10 in poi

      Elimina
  10. Viva le ciclabili!!!! Sono nella maggior parte dei paesi costieri non vedo perchè non possano essere fatte anche a Porto Recanati....

    RispondiElimina
  11. Viva i soldi spesi per le pistole volute da Sirocchi

    RispondiElimina
  12. Anonimo delle 23.55, per la tua malattia non ci sono medicine. se le tue idee per Porto Recanati si fermano lì è comprensibile che l'alternativa sia un discorso sulle veline di Bobo Vieri.

    RispondiElimina
  13. perchè porto recanati è un paese,pardon città che va al contrario

    RispondiElimina
  14. Caro Maurizio,il problema che hai sottolineato è di fondamentale importanza,diminuire il traffico veicolare,ma credi che a questa amministrazione interessi tutto ciò.

    RispondiElimina
  15. Signori, a Porto Recanati si pensa troppo alla politica e poco ai cittadini e alle esigenze del turismo. Porto Recanati ha come patrimonio economico il turismo, invece di valorizzarlo ogni anni ci sono sempre i soliti problemi:
    - piste ciclabili piene d'erba;
    - spiagge libere fatiscenti, senza cestini e docce;
    - sempre meno spiagge libere, perchè si pensa alle casse del comune e alle lobby e non alle esigenze dei cittadini e turisti;
    - questa cavolata delle biciclette, in un luogo di mare è assurdo non poter fare un giro in bici la sera, mai visto una cosa del genere;
    - ambulanti che tutte le sere occupano il lungomare o il corso e la classe politica fa finta di nulla. Il passeggio di 2 vigili non serve a far vedere che si vuole controllare la situazione, anche perchè appena passano stendono di nuovo la loro merce per terra;
    - a Scossicci, accanto allo Chalet David è rimasto un buco di spiaggia, credo che con tutti i soldi spesi in questi anni per portare sabbia, due scogli erano stati messi per proteggerla.

    Insomma i soliti problemi, invece la classe politica pensa solo ai loro interessi e non a quelli dei cittadini. Io sono uno stagionale che vengo a Porto Recanati per le vacanze e qualche fine settimana, e mi permetto di darvi un consiglio per le prossime elezioni: lasciate stare i soliti noti, andate verso coloro che parlano alla gente e si preoccupano di come valorizzare il paese. Mi sembra che il M5S sia ben insediato a Porto Recanati... il paese è vostro, vedete voi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lei è uno stagionale bene imbeccato, e questo fa sorgere dubbi che lo sia veramente. che ne sa lei di 5 stelle se nemmeno i portorecanatesi conoscono chi sono?

      Elimina
    2. Non capisco perchè dopo tutto quello che dici vieni a Porto Recanati a passare le tue vacanze e qualche fine settimana. Fossi in te me ne starei a casa o me ne andrei in altri lidi. Poi non essendo di Porto Recanati non so come fai a dire che "la classe politica pensa solo ai loro interessi" forse essendo di fuori, non conosci neanche le persone che compongono la classe politica di Porto Recanati. Io che un po la conosco essendo del luogo, non vedo tra loro gente che si è arricchita persando ai propri interessi. Se tu ne conosci qualcuno rendi l'informazione pubblica in modo che tutti sappiano. In caso contrario rimani al tuo paese perchè di ciarlatani ce ne sono già troppi A Porto Recanati e non ce ne servono altri

      Elimina
    3. OK, hai centrato i problemi e fatto una sintesi attenta e reale. Gli amministratori e alcuni cittadini credono che il turismo sia scontato e dovuto, no, bisogna conquistarlo e tenerselo stretto.
      A Porto Recanati tutto ruota intorno al turismo, non vedo quali altre risorse ci sono. Sveglia !!!!

      Elimina
    4. Anonimo delle 10:47, mi sa che solo tu non li conosci i 5 stelle locali o meglio chiudi gli occhi e fai finta che non ci siano...

      Elimina
    5. Sono lo stagionale, rispondo all'anonimo delle 10:47, non conosco chi sono i rappresentanti del M5S a Porto Recanati, ma leggendo i quotidiano locali e i Meetup posso dire che sono più propositivi della gente che vi rappresenta!

      Elimina
    6. Stagionale, visto che sei cosi bene informato, ci puoi dire quali sono gli interessi a cui pensa la classe politica di Porto Recanati? Arricchirsi? Favoritismi? Faccelo sapere a noi che siamo del posto e magari non riusciamo a decifrare bene quello che ci succede sotto il naso.Poi questa gente che ci rappresenta che come tu dici non è propositiva !!!! Perchè non prendi la residenza a Porto Recanati e il prossimo anno visto che ci saranno le elezioni ti candidi a sindaco. Abbiamo bisogno di gente come te che ci stimola e che ci faccia ritornare agli splendori di 20 anni fa.

      Elimina
    7. Ma hai già avuto e hai un sindaco forestiero,vedi Giampaoli e Ubaldi

      Elimina
    8. Caro Stagionale anonimo, Bravo! hai centrato i problemi essenziali e sono talmente evidenti che fa ridere chi dice il contrario. Però devo dirti che non è questione di 4.5.6 stelle, baterebbero persone di buona volontà che facessero qualcosa per il paese e non per interesse personale o partitico. Ma credo che sia una pia illusione, purtroppo

      Elimina
  16. Movimento 5 Stelle Porto Recanati11 luglio 2013 19:44

    Per l'anonimo delle 10:47, se ti interessa sapere chi sono gli aderenti al M5S di Porto Recanati, ti basta andare in questo sito:
    http://www.meetup.com/Movimento-5-Stelle-Porto-Recanati/members/
    oppure su Facebook cerca la pagina: Movimento Cinque Stelle Porto Recanati (scritto così).
    Oppure ci mandi una mail (non anonima) a questo indirizzo:
    movimento5stellep.recanati@gmail.com
    e ti mandiamo una lista.
    Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. per sapere chi sono i cinque stelle dobbiamo allacciarci a internet? Oddio, che siete tutti allacciati a Grillo e Casalegno lo sappiamo bene, ma che noi dobbiamo farre altrettanto con voi solo per sapere chi siete non mi sembra una buona propaganda per voi.

      Elimina
    2. Io credo invece che forse dovresti "allacciare" le mani al cervello quando scrivi...

      Elimina
    3. Movimento 5 Stelle Porto Recanati15 luglio 2013 09:52

      Anonimo delle 10:40, ma quando scrivi non sei allacciato ad internet? Comunque se ci dai il tuo numero di telefono ti comunichiamo i nomi, oppure ci dai l'indirizzo e ti mandiamo una raccomandata con ricevuta di ritorno. Oppure te lo diciamo a voce ... ma non vorremmo fossi costretto ad ascoltarci solo per sapere chi siamo!

      Elimina
  17. che a portorecanati serva una riformina per fare delle piste ciclabili questo ormai lo sanno anche le tortore del corso! ma nel frattempo se ci sono dei divieti di andare in bicicletta la sera per il lungomare,questi vanno rispettati!io ho delle figlie piccole e troppe volte me le sono viste sfiorare da biciclette con velocita' non moderata e da ciclisti del momento che ti apostrofavano "guarda le tue bambine".io penso che il signore in questione si sia comportato da italiano medio classico,cioe' quello che delle regole non gli importa quasi mai.

    RispondiElimina