QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

venerdì 2 giugno 2017

IL DIRETTIVO DEL NUOVO ENTE PALIO SI È PRESENTATO ALLA STAMPA

Presso la gelateria Giorgio ieri si è presentato il nuovo direttivo dell'Ente Palio, completamente rinnovato nei suoi componenti.
Per impegni personali non sono potuto intervenire alla conferenza stampa ma ho avuto comunque modo di ascoltarla grazie alla pubblicazione on line della stessa sul sito di Radio Erre.
I nuovi membri del direttivo hanno mostrato il loro entusiasmo e la loro voglia di fare e hanno preannunciato alcune novità (anche regolamentari) che riguarderanno l'evento. 
È stato inoltre sottolineato come si intenda prioritariamente coinvolgere tutto il mondo dell'associazionismo per far sì che questo evento prenda forma sotto l'auspicio di un senso di comunità che qualche volta nel passato il Palio non ha saputo purtroppo garantire.
L'evento cresce se cresce il senso di appartenenza dei nostri concittadini verso questa manifestazione. E questo sarà l'intento che la nuova dirigenza vorrà con tutta l'energia possibile perseguire.
Sarà ovviamente fondamentale saper coinvolgere soprattutto i quartieri e rendere partecipi di questa manifestazione i più giovani (concetto più volte ribadito in conferenza stampa)

Vedremo nelle prossime settimane come procederanno le cose. Nel frattempo auguriamo le migliori fortune a chi ha deciso di dedicare il proprio tempo libero per poter consentire a questa manifestazione di continuare ad esistere e prosperare.

 

5 commenti:

  1. Mentre la popolazione partecipa commossa al rinnovamento dell'ente palio è iniziata l'estate portolotta con tutte le cose che noi portolotti amiamo: o cugi avete rnovato casa e nun sapete n'dò buttà la cucina vecchia?n'date a Scossicci.Ve manca la puzza de smogghe? Fateve na camminata giò pel corso .nun sapete ndò mette la machina? Mettetela in mezzo alla strada tanto i pizzardò del comune sò anni che nun se sà ndò stanne.ve piace l'acqua che puzza de fogna? Pijateve l'ombrellò verso la fiumarella. Ve piace il turismo tamarro? Venitè al mare qui da noaltri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cittadina attiva4 giugno 2017 09:42

      simpatico e sopratutto sincero hai ragiò!

      Elimina
  2. cittadina attiva4 giugno 2017 09:56

    della bandiera verde ne vogliamo parlare x favore???

    RispondiElimina
  3. Dai commenti mi pare evidente quanto sia importante l'Ente Palio per i portorecanatesi...

    RispondiElimina
  4. sono ragazzi di buona volontà ed al massino el palio dei mucculò lu sanne fa ,per il resto chiudiamo sta pagina perchè le necessità del paese sono ben altre e non possiamo nasconderle con la storia del palio, soprattuttoi quartieri è era passata che acquistino il loro vero ruolo altrimenti continueranno ad essere considerati come le fontane !

    RispondiElimina