QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 1 dicembre 2016

VI HA VOTATO IL 13%

Mi narrano di un Consiglio Comunale in cui ne sono successe di tutti i colori.

Del Sindaco Mozzicafreddo che riferisce (in risposta a Rovazzani che chiedeva un Consiglio Comunale straordinario per la questione terremotati) che si sarebbe trattato "di una perdita di tempo"

Di Sampaolo che messo alle strette per come le casette di legno sono state assegnate ai commercianti  in Piazza Brancondi  (e cioè con una sorta di passaparola visto che il bando era andato deserto) si è scagliato dando dei "comunisti" a mezza opposizione provocando la sospensione della seduta.

Di grida provenienti dal pubblico, alcuna delle quali da parenti di assessori.

Di cose così insomma, di ordinaria follia.

Caro sindaco, cari assessori, cari consiglieri di maggioranza, siete la maggioranza relativa, in termini di consensi espressi, della rappresentatività democratica di questo paese. Il sistema elettorale vigente, per questo meccanismo, vi ha assegnato 11 consiglieri. Che vi autorizzano a fare e a disfare tutto.

Ma sarebbe assurdo, da parte vostra, non porvi ogni tanto davanti ad uno specchio. E ricordare a voi stessi, che su 9.717 aventi diritti al voto, vi siete portati a casa 1308 consensi. Sono il 13,46% del totale degli elettori. Insomma, lo scorso 5 Giugno 2016,  8.409 aventi diritto al voto portorecanatesi o non sono entrati nella sede elettorale o non hanno mezzo la X sul simbolo "Mozzicafreddo Sindaco"
Comunque, in ogni caso, non vi hanno votato. E sono tanti. Tantissimi. Sono l' 86,54% della popolazione.

Ora, pertanto, fate e disfate pure. Insultate come volete chi siede nei banchi dell'opposizione con terminologie variopinte. Imponete le vostre scelte che si basano sui passaparola (tra gli amici, si presuppone) o sulle trattative (molto) private. 

Ma poi, davanti a quello specchio, ogni tanto, vi ci dovete posizionare. E dovete farvi una domanda molto semplice:

"Sto governando questo paese in maniera limpida e con un minimo di condivisione?"

La risposta è no. E quello che gioca a vostro favore è un solo dato: la totale disinformazione che regna sul vostro modus operandi. I giornali scrivono quello che volete. Non informano. A volte subiscono i vostri dettatini. E la cosa, è di una tristezza infinita.

Le pecorelle un giorno però, non ne potranno più. E quel giorno, se continuate con questi metodi, non sarà un bel giorno per voi. Perchè si, anche la comunicazione non è più quella di una volta. Si è evoluta. E non riuscirete a controllarla. Viaggerà più forte di voi. 
 
E vi fotterà. E rimpiangerete di non aver "perso del tempo". Perchè la sensazione è che ogni sospiro di democrazia in più vi dia fastidio. Vi innervosisca. Vi indisponga.  E invece di aprirvi mettete in atto azioni che vi isolano ancora di più. Dando spazio al solito patetico e miserabile "Noi e Voi". Ovvero alla rappresentazione di un paese che forse volete ancora più spaccato di quello che è.

E che con questi metodi non troverà mai pace.









15 commenti:

  1. " Si può competere con l'intelligenza, mai con la stupidità.L'intelligenza ascolta,capiscee anche se non condivide accetta.La stupidità si dimena nel suo ego, pretende ragione e non guarda oltre a ciò che pretende e vede la sua convinzione " N. Mandela

    RispondiElimina
  2. Argano mi dispiace per il tuo mancato riposo ma rispetto a ciò che è successo in città in quelle poche ore di tua assenza non potevi non tornare in servizio e rimettere al servizio della cittadinanza quella che ormai in questa città non è più l'informazione alternativa ma è sempre più informazione primaria. Naturalmente le tue riflessioni sull'arroganza di coloro che hanno la rappresentanza protempore della Città sono tutte condivisibili e condivise.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. condivido tutto quello che ha scritto il signor Gioacchino!

      Elimina
    2. Comodo lasciare tutto all'informazione. L'opposizione deve metterci più forza, più rapidità, più cattiveria. Insomma più palle! Il resto è solo vecchia liturgia, minuetti da cicisbei, quella che i marinai di Franceschiello avrebbero chiamato "Facimme a'mmuina". La guerra si fa con le armi pesanti, non certo con quelle a salve!

      Elimina
  3. Il paese è evidente che si merita questo. Li hanno votati ora ce li teniamo.

    RispondiElimina
  4. Le opposizioni dovrebbero,se ne sono capaci,organizzare il dissenso.

    RispondiElimina
  5. La cosa altrettanto preoccupante è che si conosceva questo stile, eppure quel 13 e rotti % ha preferito che a comandare fosse questa coalizione. Che sta facendo di tutto per mantenere le promesse elettorali agli amici e così coltivare l'orticello dei suoi voti. Occorre un progetto politico alternativo, che superi con umiltà e serietà ideologie partitiche o personalismi inutili e offra una seria alternativa. E poi ci vuole che i portorecanatesi guardino fuori dall'orticello e si rendano conto che stiamo andando allo sfascio e non sono le casette in piazza o quelle a Montarice che ci faranno andare meglio.

    RispondiElimina
  6. Lanfranco Picchio1 dicembre 2016 16:04

    E basta con questo discorso:se la lista di riferimento di Riccetti avesse preso 1309 voti avrebbe vinto e comunque l'86:54% degli elettori non l'avrebbe votata:questa e'la legge,punto.Piena condivisione per tutto il resto,questi governano come nel film di F.Rosi"la mani sulla citta'e non possono nemmeno specchiarsi perche',come nella bibbia,diverrebbero statue di sale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra che il post spieghi bene cosa si volesse intendere con il rimarcare il 13% e i 1309 voti.

      Elimina
  7. Cari signori, se Sampaolo con la sua tracotanza è li, la colpa non è solo di chi l'ha votato, ma di chi ha sfasciato sul nascere qualcosa alternativa a ciò che a Porto Recanati andava avanti da decenni, non vi stava bene, l'avete voluta a casa cn un atto notarile, ma di cosa parliamo? Sono d'accordissimo su ciò che il redattore ha scritto, ma forse qualche mea culpa, mi scuso anche l'Argano lo dovrebbe fare, anche lui come tanti altri, come quel circa 80% di questo paese non è riuscito a guardare oltre il proprio naso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo a differenza del gruppo che sosteneva la Montali e che era del tutto incapace di governare perché univa persone e partiti troppo diversi, questi hanno ben chiaro cos'è il potere e come si gestisce. Pure troppo. Occorre una sana via di mezzo.

      Elimina
  8. Condivido, appoggio, sostengo,ribadisco,approvo,quoto ogni singola sillaba.

    RispondiElimina
  9. Non conosco il fatto del contendere, non essendo di portorecanati, ma una cosa mi stona, quando si dice che oltre l'ottanta% non ha votato il sindaco.Salvo i pochi che sono stati impossibilitati a recarsi a votare, il resto lo ha fatto per scelta, quindi che titolo hanno per contestare? O meglio che titolo ha l'opposizione di appropriarsi di tale parte della popolazione? Questa è una critica apartitica non sapendo nemmeno quali partiti siano al potere e quali all'opposizione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se avanzi questa critica non hai capito il senso del post. Io non ho scritto che l'86% avrebbe votato per l'opposizione. Ho scritto che l'86% degli aventi diritto al voto non ha votato questa maggioranza. È un dato difficile da riscontrare in questa entità a livello nazionale in altro Comune.

      Elimina
  10. Cari portolotti l' unico dato certo è che non siete in grado di gestirvi. La Montali l'avete cacciata, litigate su tutto , avete eletto una lista con il 13% dei consensi che si comporta come se avesse il consenso dell'80% della popolazione, l'opposizione anziché in alcuni casi ricorrere alla magistratura vive di comunicati stampa.Ma abbiate fede il vostro lento declino , il calo costante dei turisti, la pessima pubblicità sui social prima o poi qualche effetto lo produrrá. 10 e lode all'argano.

    RispondiElimina