QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 28 giugno 2016

CITTA' MIA PRESENTA UNA MOZIONE SULLA TRASPARENZA

Al Sindaco di Porto Recanati
Ing. Roberto Mozzicafreddo

e p.c.: Segretario Comunale
Dott. Francesco Massi


           Oggetto: MOZIONE COMUNALE su applicazione “DECRETO TRASPARENZA”

I consiglieri comunali del gruppo di opposizione “Porto Recanati Città Mia”, sotto riportati:

PREMESSO CHE

- Tra gli obiettivi prioritari della Pubblica Amministrazione, vi è la Trasparenza ed il miglioramento del rapporto tra i Cittadini e l'Amministrazione Comunale, come indicato tout court dallo Statuto Comunale;

- Il D. Lgs. n. 33/2013 e successive modifiche ed integrazioni, c.d. “Decreto Trasparenza”, fonda i suoi principi generali nella tutela e garanzia della trasparenza amministrativa, intesa come accessibilità totale dei dati e documenti detenuti dalle pubbliche amministrazioni, allo scopo di tutelare i diritti dei cittadini, promuovere la partecipazione degli interessati all'attività amministrativa e favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull'utilizzo delle risorse pubbliche;

- Il “programma triennale della trasparenza e dell'integrità” per il triennio 2016/2018, emanato con delibera n. 17 del 28/01/2016, pubblicato nell'Albo Pretorio di codesto Comune in data 29 gennaio 2016 e sottoscritto dal Segretario Comunale Dott. Massi, impegna gli organi amministrativi sia elettivi che non, al rispetto ed al raggiungimento degli obiettivi di trasparenza ed integrità imposti dal D. Lgs. 33/2013;

CONSIDERATO CHE

- Gli artt. 14 e 22 del suddetto Decreto Legislativo, al fine di garantire l’esercizio concreto dell’accesso civico negli specifici ambiti previsti da tali disposizioni normative, stabiliscono obblighi e tipologia di documenti da pubblicare da parte dei consiglieri comunali e dei titolari di incarichi politici, anche se non di carattere elettivo, di livello statale regionale e locale;

-  I documenti da pubblicare secondo il dettato normativo testé richiamato sono i seguenti:
a) l'atto di nomina o di proclamazione, con l'indicazione della durata dell'incarico o del mandato elettivo;
b) il curriculum vitae;
c) i compensi di qualsiasi natura connessi all'assunzione della carica, gli importi di viaggi di servizio e missioni pagati con fondi pubblici;
d) i dati relativi all'assunzione di altre cariche, presso enti pubblici o privati, ed i relativi compensi a qualsiasi titolo corrisposti;
e) gli altri eventuali incarichi con oneri a carico della finanza pubblica e l'indicazione dei compensi spettanti;
f) le dichiarazioni di cui all'articolo 2, della legge 5 luglio 1982, n. 441, nonché le attestazioni e dichiarazioni di cui agli articoli 3 e 4 della medesima legge, come modificata dal presente decreto, limitatamente al soggetto, al coniuge non separato e ai parenti entro il secondo grado, ove gli stessi vi consentano. Viene in ogni caso data evidenza al mancato consenso. Alle informazioni di cui alla presente lettera concernenti soggetti diversi dal titolare dell'organo di indirizzo politico non si applicano le disposizioni di cui all'art. 7;

- Ai sensi del comma 2 art. 14 D. Lgs. n. 33/2013, le pubbliche amministrazioni sono tenute a pubblicare i dati cui ai commi 1 e 1-bis entro tre mesi dalla elezione, dalla nomina o dal conferimento dell'incarico e per i tre anni successivi dalla cessazione del mandato o dell'incarico dei soggetti, salve le informazioni concernenti la situazione patrimoniale e, ove consentita, la dichiarazione del coniuge non separato e dei parenti entro il secondo grado, che vengono pubblicate fino alla cessazione dell'incarico o del mandato;

- Il limite all'applicazione esecutiva di tale Decreto per i Comuni con popolazione inferiore ai 15.000 abitanti, così come indicato dal novellato art. 1 della Legge 441/82, si può ritenere abolito dalla estensione normativa dell'art. 14 del D. Lgs. 33/2013, nell'evidenza di una poco chiara opera di coordinamento attuata dal legislatore.
Va tuttavia rilevato che comunque nell'ipotesi più favorevole all'esclusione dell'obbligo di pubblicazione per i comuni al di sotto di 15.000 abitanti, non sussista comunque il divieto alla pubblicazione e in virtù dei principi generali della P.A. già evidenziati in premessa, si ritiene doveroso il pieno rispetto del D. Lgs. 33/213; 

RILEVATO CHE

- la precedente amministrazione del Sindaco Montali, opportunamente emanò Decreto n. 27 del 11.09.2014, con il quale previa nomina del responsabile della trasparenza ai sensi e per gli effetti dell'art. 43 del D. Lgs. 33/2013, impegnava i consiglieri ed assessori tutti, alla pubblicazione dei documenti indicati dall'art. 14 del medesimo Decreto;

- analogamente la giunta presieduta dal Sindaco Ubaldi, oggi vicesindaco, ottemperando allo stesso dettato normativo di cui al D. Lgs. 33/2013, impegnava i consiglieri comunali alla pubblicazione dei rispettivi Curricula e delle Dichiarazioni dei redditi, così come verificabile dall'Albo Pretorio del Comune che riporta tale pubblicazione in data 30 gennaio 2014;

- i programmi elettorali di tutti i gruppi politici oggi presenti in Consiglio Comunale, hanno fatto espresso riferimento alla tutela ed al pieno rispetto della Trasparenza Amministrativa e che quindi si è più che certi che coerentemente con i loro progetti politici avvaloreranno la presente mozione;

RITENUTO CHE

- per tutto quanto sinora argomentato e dedotto, risulti necessario ed urgente che il Consiglio Comunale coinvolga l'Amministrazione Comunale, affinché provveda ad emanare un atto di governo d'indirizzo specifico;

IMPEGNANO IL SINDACO E LA GIUNTA COMUNALE

- affinché dia agli organi burocratici, e per essi in primo luogo al Segretario Comunale, le opportune direttive per la pronta attuazione delle disposizioni in materia di Trasparenza Amministrativa e di attuazione degli obblighi previsti dal D. Lgs. 33/2013 e dal “Programma Triennale per la Trasparenza ed Integrità” approvato da codesto Comune per il triennio 2016/2018; impegnandola a riferire al Consiglio stesso quanto prima sui risultati dell’azione intrapresa. Si chiede l’iscrizione della presente mozione all’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale.

Cordialmente. Porto Recanati lì 25/06/2016
I consiglieri comunali del gruppo consiliare “Porto Recanati Città Mia”.

Giovanni Giri                                                                                                            Giancarla Grilli

36 commenti:

  1. "Insieme alla 'ggente ' prepara il referendum per l'abolizione della trasparenza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh forse dovresti parlarne con la giunta montali riccetti Dezi loro si era trasparenti...

      Elimina
    2. loro ERANO....
      Sei sempre il solito
      oppure uno del partito?

      Elimina
  2. Menomale, finalmente un po' di sostanza nelle iniziative dell'opposizione. Solo su di una cosa si sbagliano quelli di città mia: scommettiamo che non tutti i gruppi di opposizione sosterranno questa mozione?

    RispondiElimina
  3. Si sono preparati il compitino a casa per far veder che esistono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma mia ma che mangiate? pane e bile? Se fanno hanno fatto il compitino, se non fanno sono dei parassiti.... e basta! e non li ho votati, sappilo. Sono all'opposizione, fanno il loro dovere. Facciamo commenti nel merito delle cose, non tanto per usare i pollici sullo smartphone o sulla tastiera!

      Elimina
    2. e magari sei uno di quelli che sostengono chi al consiglio comunale ha letto la prima lettera di S. Paolo Apostolo ai Corinzi!

      Elimina
    3. Che poi sono più che certo che l'anonimo delle 16:13 appartiene ad un gruppo che il compitino lo prepara costantemente come fatto nell'ultimo consiglio comunale dov'è il suo capogruppo non ha saputo fare altro che leggere un dettato

      Elimina
  4. Di certo c'è un dato: queste opposizioni, per quel che si è visto finora, sono infarcite di avvocati e burocrati che sguazzano nei cavilli e nei labirinti legislativi.
    Da un documento come quello pubblicato (e gli altri analoghi che lo hanno preceduto), il semplice cittadino cosa deve capire?
    E poi parlano di "comunicazione"!
    "Ma mi faccia il piacere!", commenterebbe il principe De Curtis in arte Totò.

    RispondiElimina
  5. Ciao anonimi, nascondeteve be' che ve mocciga el Bobo'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Difficile difendere la categoria e troppo facile sparargli addosso,ma non è il male assoluto! Anzi,qualcuno sotto l'anonimato, riesce a dire la verità che altrimenti non svelerebbe;leggere tra le righe è anche divertente! Se chiedessi la firma dei commenti calerebbero a zero in pochi minuti.

      Elimina
    2. Una curiosità si affaccia ogni giorno alla mente, da quando si sono insediati nuovo sindaco e nuova giunta a Porto Recanati: quanti "cavalieri senza macchia e senza paura" negli anni hanno varcato il portone di una caserma dei Carabinieri o l'uscio di un a Procura della Repubblica per segnalare (non dico denunciare, cosa che richiede volontà e convinzione) anomalie di carattere mafioso nella vita pubblica e amministrativa cittadina?

      Elimina
    3. Trevisani posso chiederti una cosa un po' fuori tema? Durante la campagna elettorale hai fatto una serie di interviste come ogni candidato sindaco. Tutti incontrati personalmente e singolarmente e ce ne hai dato conto. Solo uno ti ha rilasciato l'intervista a due voci e mi riferisco alla zoppi. Nel tuo blog dove sei solito dare la tua interpretazione anche ragionata di ogni vicenda politica non ho letto una tua valutazione in merito come mai?

      Elimina
    4. Nessuna di quelle interviste recava commenti in calce. Quindi neppure quella che ho fatto alla Zoppi. Tra l'altro eravamo in fase di campagna elettorale, quindi ho cercato di essere equanime con tutti da questo punto di vista. Avrei potuto commentare il fatto che Mozzicafreddo non mi ha concesso la sua intervista, avrei potuto commentare le risposte di Elena Leonardi a proposito della questione del Burchio, alcune risposte di Rovazzani e magari anche questa questione dell'intervista a due voci. Mi limito a dire che non ho impedito niente a nessuno, dove sono stato ospite mi sono limitato a registrare ciò che è successo.

      Se invece qualche commento vuoi darlo tu, gentile anonimo, vieni sul mio blog, firmati e fallo: chi o cosa te lo impedisce?

      Elimina
  6. dice che pure i parenti devono rendere pubbliche le dichiarazioni dei redditi, meglio! è da tanto che mi chiedo quanto prende un direttore di banca non laureato

    RispondiElimina
  7. Mi pare che Giri e Grilli hanno fatto parte da molto tempo sia della maggioranza che del gruppo di opposizione negli anni passati.
    Mi pare anche che non hanno mai brillato per senso critico e capacità politica visto che sono passati in quei tempi rigassificatori e tanta speculazione edilizia.
    Ci spieghino,poi, una volta per tutte ed in maniera esaustiva il perché del loro comportamento ( e/o del PD) sulla faccenda Burchio.
    Altro che sciocchezzuole sulla trasparenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giancarla è stata solo all'opposizione.

      Spari sentenze e neanche ti documenti.

      Di a quello che ti scrive le frasi almeno di documentarti bene.

      Poi piagnucolate che città mia non si è alleata con voi.

      Patetici!

      Elimina
    2. Visto che fai i nomi io ricordo che nella campagna elettorale 2009 il candidato sindaco lorenzo riccetti in pratica non ha menzionato. Il rigassificatore eppure poco prima era stata approvata una delibera di giunta che inpegnava l'amministrazione ad approfondire l'argomento.

      Ma si vede che non aveva voglia d approfondire.

      Visto che getti fango nellla ultima fabbraccinper il rigassificatore è stato approvato un solo impegno ad approfondire.

      Visto che spari sentenza a cavolo perchè non vai ad approfondire da michele cittadini ?

      Elimina
    3. Lorenzo Riccetti30 giugno 2016 15:58

      Caro anonimo smemorato,purtroppo la sua memoria la inganna e non poco. Il "NO al rigassificatore" fu una delle 2 condizioni poste dal sottoscritto per l'accettazione della proposta di candidatura nel 2009. Altra cosa errata: il programma di UPP in materia affermava che ogni decisione andasse rimessa ai cittadini (in gran parte contrari al progetto) per mezzo di una consultazione popolare (referendum). Nel link riportato di seguito puó trovare conferma di quanto affermato.
      http://www.portorecanatesi.it/POLIT_SOCIETA/PAGINE/Democrazassumereconcautela.htm
      Il secondo link riguarda il video proiettato nel corso di un evento pubblico sul tema organizzato da UPP e contiene una serie di immagini di articoli di stampa, mozioni e contestazioni fatte dal gruppo nel corso dell`attività di opposizione in risposta alla campagna di stampa, pro rigassificatore, fatta dalla maggioranza.

      https://youtu.be/WgnWn-k3tS0

      Quanto alla delibera che impegnava l'Amministrazione ad "approfondire" la considero il peggior atto di ipocrisia politica dell'ultimo decennio, se non altro per il fatto che la volontà delle giunte Fabbracci ed Ubaldi era manifesta e per la circostanza che quest'ultima Amministrazione, nello stesso tempo, accettava in "regalo" la sponsorizzazione di una parte della spesa per la tappa del giro d`Italia da una società controllata dalla GDF. Tale prassi ricorda, neppure tanto vagamente, la tecnica adottata per il marciapiede del Burchio "donato" alla collettività prima dell'approvazione della variante (e delle elezioni), poi rivelatosi tutt'altro che un regalo. Per concludere faccio mie le parole che pronunció Lacoonte ai Troiani per convincerli a non far entrare in città il cavallo di Troia offerto in dono dai greci "Timeo Danaos et dona ferentis" (Temo i Danai anche quando portano doni).....dimenticavo....diffido pure degli anonimi smemorati!

      Elimina
    4. Si bravi tutto dopo la campagna elettorale.

      Il link che hai messo è del 14/9/2009 dimostri ancora che vi siete svegliati solo dopo le elezioni e che altri hanno sollevato il problema e quello che hai messo come prova dimostra che fino alle elezioni non ne avete praticamente parlato!

      Unici a fare qualcosa prima delle elezioni (era estate 2008 ) sono stati il gruppo che poi ha formato sel facendo un incontro pubblico, che poi hanno fatto una lista a parte alle elezioni.

      E non mi ricordo molti rappresentati di upp alla serata in cui hanno presentato il rigassificatore all'auditorium a fine inverno 2009.

      Ma io sono smemorato vero ?

      Io diffido da chi campa rubando meriti di altri !


      Elimina
    5. Dici il no al rigassificatore era una delle condizioni imposte alla tua candidatura nel 2009 e poi dici di lasciare la scelta in mano ai cittadini con referendum? O è no o è referendum!

      Andiamo a rivedere il programma upp 2009 ? Voglio vedere in quanti punti c'è scritto rigassificatore.

      Elimina
  8. E soprattutto argano finora quando nei commenti si è fatto riferimento a persone indicate nel nome il cognome e lo si faceva in maniera denigratoria da anonimi hai sempre censurato come mai questo commento invece lo hai pubblicato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè non l'ho ritenuto offensivo.
      Io cestino le offese.
      Non le richieste di spiegazioni.

      Elimina
    2. Ni argano non è una richiesta di spiegazioni quello pubblicato è un cumulo di affermazioni fasulle come grilli in maggioranza che nel primo fabbracci sia passato il rigassificatore.

      Tra Offese ed affermazioni Palesemente false , scritte in maniera anche tendenziosa c'è molta differenza?

      Elimina
    3. Alle offese non si risponde. Se non degenerando. Alle richieste di delucidazioni si risponde in modo argomentato e pacato come ha fatto sapientemente Giancarla Grilli.
      Ecco la differenza che tu non capisci
      Ed ecco a che cosa serve un blog....

      Elimina
    4. Argano alloraspiegamiin che modo i primi 2 periodi del post sono tichieste di spiegazioni.

      Sono delle affermazioni palesemente false.

      Il terzo è una richiesta di spiegazione retorica in quanto da come è formulata si intende gia la risposta che sottointende.

      Argano ... Questo è italiano!




      Elimina
    5. Fai una bella cosa: apriti un blog e modera 100 mila commenti in 5 anni . Poi io ti chiedo perchè alcuni ne pubblichi e altri no.
      Questo per dirti che non sono qui per farti felice.
      E che come la metti, la metti bene o male a secondo dei punti di vista.
      Non ti piace il mio metodo di moderare i commenti?
      Ce ne faremo una ragione.

      Elimina
  9. prima piagnucolano che no sono stati chiamati per una alleanza poi insultano da anonimi

    Complimenti!

    RispondiElimina
  10. Giancarla Grilli29 giugno 2016 15:06

    Caro anonimo delle 7.46 per evitare figuracce dovresti informarti bene prima di scrivere. Voglio precisare che non ho mai fatto parte della maggioranza ma solo del gruppo di opposizione durante il secondo mandato Fabbracci e precisamente negli anni 2004-2009 insieme a Francesco Gaetini, Giovanni Giri, Gaetano Agostinacchio, Alessandro Palestrini.In quegli anni , in Consiglio Comunale non si è mai parlato di rigassificatore. È vero,sono passate molte speculazioni edilizie contro le quali abbiamo lottato e dibattuto (ti invito a leggere tutti i verbali dei Consigli Comunali di quegli anni relativi alle delibere sulle varianti urbanistiche) ma... Non so se capisci....che dai banchi dell'opposizione si può fare ben poco a questo riguardo se i voti favorevoli sono 11 e quelli contrari 5.Anche per quel che riguarda il Burchio dovresti informarti bene:io stessa nel mio quartiere ho raccolto le firme per evitare questa ulteriore speculazione edilizia.
    Giancarla Grilli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ano delle 7:46 pija su e porta a casa. La mattina presto fatte na corsetta invece de da fiato alla bocca...ce guadagni

      Elimina
    2. la tecnologia ha reso leoni le pecore, intelligenti gli stolti e ancora più grave ha permesso agli anonimi di sparlare a destra e manca su questo e quello. Comunque grazie della risposta perché pensavo che anche lei aveva votato a favore del rigassificatore.

      Elimina
    3. Ano delle 18:15 se sei lo stesso delle7.46 bisogna che fai pace col cervello. So perché prima te ne esci con affermazioni che dai per vere (e poi scopriamo che erano tuoi pensieri) e poi dai delle pecore a chi te lo fa notare? Metticelo tu il nome per primo che poi ce lo metto io e vediamo come va a finire...eroe!

      Elimina
    4. 09.21 fai un armistizio con i due neuroni che ti vagano nel cervello.

      Elimina
    5. ancora in pieno eroismo è ANO delle 8:29. Ah ma forse ti sei firmato...non avevo ancora capito che sei poco più di niente e quindi anonimo

      Elimina
  11. Brava Giancarla, so benissimo che sei una persona seria e precisa,
    certo è che tutte queste interrogazioni fanno solo bene alla Res Publica

    RispondiElimina
  12. Sempre in tema trasparenza,divieto di balneazione a sud del potenza,ma se domani è scirocco come già successo,e l'acqua del fiume c'è l'abbiamo in tutto il paese,facciamo finta di niente,acqua TRASPARENTE?

    RispondiElimina