QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 23 febbraio 2016

C'E' CRISI A DESTRA

Penso che ormai si possa dichiarare in modo abbastanza chiaro: a Porto Recanati il centro destra vive un periodo buio. Dopo un quindicennio di governo (dal 1999 al 2013 - Due giunte Fabbracci e una Ubaldi) il lato politico destrorso della nostra cittadina sembra ora conoscere una chiara crisi identitaria. Poca leadership, pochi progetti, pochissima coesione e essenzialmente un vuoto abbastanza evidente.
In questo contesto c'è un movimento, Porto Recanati a Cuore, che del centro destra è una fisiologica propaggine, che sembra non trovare una propria strada. Sempre in attesa di una proposta di idea aggregante al cospetto del ticchettio del tempo che scorre velocemente. 

Il problema forse è il solito: che cosa farà Rosalba Ubaldi?
Perchè fino a quando non si dirime questa matassa, non sembra esserci una alternativa di leadership valida e convincente. Forse ci sono dei veti incrociati. Forse si pongono condizioni. 
Rimane il fatto che c'è una crisi politica chiara.
Costellata da eventi che non possono che turbare: pezzi di antico centro destra portorecanatese hanno già scelto e benedetto la strada che porta al PD e a Giovanni Giri, in nome di un Renzismo aggregante che ormai rende piuttosto variegate le aggregazioni che si candidano a governare il paese.
Il rischio dunque è piuttosto evidente: se non si trova progetto e candidato credibile, il PD e Giovanni Giri continueranno l'assalto al fortino centrodestrorso. Portando a casa ulteriori pezzi. E svuotando quella parte politica di residue possibilità di creare un progetto serio ed aggregante.

Scopriremo solo vivendo e con un po' di pazienza (bisognerà attendere qualche settimana) per sapere se il centrodestra locale è esclusivamente Ubaldicentrico.
O se ha la capacità di andare avanti per la sua strada a prescindere da quello che l'ex sindaco deciderà di fare. 

Cosa di cui, a questo punto, dubito fortemente.






30 commenti:

  1. Quindi come a livello nazionale possiamo desumere che anche a livello locale il Renzismo e' la conseguenza della crisi del centrodestra ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me sembra palese che Renzi abbia colmato un vuoto che si è creato nel post berlusconismo nel centro destra. Per cui inverterei i fattori: gli elettori del centro destra, con un Berlusconi piuttosto bollito, hanno visto in Renzi il suo erede....

      Elimina
    2. Si però non si sono accorti che sono andati verso la socialdemocrazia.

      Elimina
  2. È palesemente in atto un complotto per far vincere i 5 Stelle a Porto Recanati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero non ci siano "Paole Taverna" a Porto Recanati.......

      Elimina
  3. Solo con Rosalba Ubaldi il centro destra ha la possibilità di vincere. Non ci sono altre alternative.

    RispondiElimina
  4. C'è poco da fare il centrodestra vice di Ubaldi e finché la Sig.ra non decide come muoversi da quelle parti rimangono alla finestra. L'unica cosa chiara è che Pac finalmente ha tolto la maschera di gruppo civico per rivelarsi quello che è sempre stato: una frangia di nuova DC.

    RispondiElimina
  5. Attilio Fiaschetti23 febbraio 2016 12:08

    Faccio i migliori auguri di buon lavoro ai nuovi vertici locali della Lega Nord portorecanatese, Emanuele Salsedo,Angelo Manisi e Luca Davide.

    RispondiElimina
  6. E questi nomi? C'è un comunicato?

    RispondiElimina
  7. crisi nel centro destra? Mi sembri ottimista argano ... per esserci crisi significa che deve almeno esserci qualcosa...

    Io vedo il nulla siderale...

    RispondiElimina
  8. I numeri di upp ci sono? Le tessere? Avrebbero dovuto renderli pubblici durante la serata-convegno terra aria acqua fuoco e un pizzico di zucchero e la pillola va giù.grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa anonimo delle 23:22 dovrei essere l'ultimo a prendere le difese di Upp, ma che diavolo c'entrano loro con il post sulla crisi del centro-destra? Ah tra parentesi le tessere sono 116, lo hanno detto la sera della conferenza.

      Elimina
    2. Proprio perché non erano state rese note e avrebbero dovuto farlo come aveva detto all'argano... L'ho chiesto per questo motivo.

      Elimina
  9. Argano allora potremmo sapere i numeri del tesseramento dell'Associazione UPP?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 118? O qualcosa simile. Le tessere non sono gratis. Costano 5 euro. Almeno così mi é stato riferito da chi si occupa del tesseramento. Contento?

      Elimina
  10. Ma perché scrivete "che cosa farà Rosalba Ubaldi?"?
    Se dopo due giunte Fabbracci di cui era "capo occulto",più una sua, l'ultima candidatura e gli attuali movimenti non avete ancora chiaro che lei è sempre lì a proporsi.
    Più che altro bisogna vedere chi ancora la sostiene .
    Abbiamo visto che a Porto Recanati le "larghe intese" fatte di persone che tra loro non c'entrano nulla, messe su per raccattare voti, non ha funzionato per molto...neanche a sinistra. E grazie a Dio.
    Ma qualche faccia nuova no?

    RispondiElimina
  11. Ora ci pensa la Leonardi a zittirvi tutti! Unirà il centrodestra e porterà con sé l'Udc e Pac! Con la Leonardi candidata sindaco è vittoria a tavolino. Inutile fare le elezioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah si ... e si gioca il super stipendio da consigliere regionale ... essere eletta sindaco sarebbe la più grossa sfiga che potrebbe capitarle, se scende in campo deve assicurarsi di perdere!

      Elimina
    2. La Leonardi rinuncerebbe a due terzi dello stipendio da consigliere regionale per fare il sindaco a PortoRecanati paese?
      Sei fuori dalla realtà anonimo 13.07

      Elimina
    3. Qualcuno che colga l'ironia del l'ipotesi no eh??? Ma quanto beccate!!

      Elimina
    4. Non si capiva l'ironia, mettici la faccina che fa l'occhiolino la prossima volta.

      Elimina
  12. Cambia spacciatore

    RispondiElimina
  13. Nel centrodestra raccatta voti il pd,è la volta buona che ...perde di nuovo!

    RispondiElimina
  14. Se non sbaglio, l'attuale sindaco di Potenza Picena Aquaroli (sempre di FdI e molto vicino alla Leonardi) ha fatto proprio quello che ad alcuni di voi sembra inconcepibile: lasciare lo stipendio da consigliere per amministrare il proprio paese.
    Ma tanto chi ragiona così e non sa uscire da questa visione, voterà sempre chi gli promette qualcosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boom!!!!!
      Il Sindaco si è candidato a presidente della regione e se arrivava secondo aveva il posto in Ancona, peccato per lui ch'è arrivato terzo e il seggio non gli è scattato. se proprio era un eroe come scrivi tu,lasciava la carica da Sindaco e tentava di ritornare in regione. Ricordiamoci che per ben 4 anni è stato in opposizione alla giunta Spacca.

      Elimina
    2. Quindi secondo la tua logica speculatoria, uno prima lascia la poltrona da consigliere per fare il sindaco (forse in un momento di confusione)e poi tenta di farsi rieleggere (con probabilità nulle) per lo stipendio che già aveva?
      E' inutile , quelli come te che pensano alla politica solo ed esclusivamente come occasione per arricchirsi non usciranno mai questa ottica.
      E' una mentalità contagiosa per cui spero di stare sempre alla larga da quelli come te.

      Elimina
    3. Differenza ad acquaroli mancava un anno a 7000 euro al mese ed ha preferito avere 5 anni a 3000 al mese

      alla leonardi mancano altri 4 anni a 7000 al mese ...

      tra le 2 situazioni cambiano 3*7000*12 = 252.000 euro

      Se non erro lo stipendio del consigliere regionale è il 75% di quello di un parlamentare. Non mi sembra sia ancora passata la proposta di equipararlo a quello del sindaco di Ancona (che poi basterebbe che aumentano il suo stipendio per gabbare la norma)

      Elimina
    4. Come volevasi dimostrar€...

      Elimina
  15. Che tristezza l'incontro al Mondial della Lega Nord.

    RispondiElimina