QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 26 gennaio 2016

PALESEMENTE MINORENNI

L'articolo sotto è preso dal Corriere Adriatico cronaca di Fermo di ieri.
Ma potrebbe descrivere perfettamente una desolante nuova situazione che si sta creando in Via della Repubblica, zona Pineta, a Porto Recanati.
Piange il cuore passando da quelle parti.
E' cambiata notevolmente l'età delle frequentatrici di marciapiedi.
Ci sono ragazzine che dovrebbero andare in giro con gli zainetti fuori dal primo superiore di una scuola pubblica. E invece salgono e scendono con frequenza spaventosa da auto al cui volante spesso ci sono persone decisamente anziane.. 
L'età media, a guardarle in faccia, è riferita a ragazzine che non hanno il 19** come prefisso della loro data di nascita. Ma il 2*** ......
Passa il tempo e si abbassa l'età. 
Come se il "mercato" non sapesse più che farsene di signorine di una certa età.
E noi, stiamo ancora con la legge Merlin. Un dispositivo di legge di mezzo secolo fa.....
Un problema grosso come una casa che ci investe e un sistema politico legislativo che si volta dall'altra parte. Come se nulla fosse. 
Senza parole.



11 commenti:

  1. Siccome la prostituzione minorile è reato, perché i carabinieri non si appostano in loco magari in borghese e portano alla sbarra i laidi clienti di queste ragazzine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prima che i clienti andrebbero identificati gli sfruttatori di queste ragazze, che a processo gli anni in galera per davvero se li farebbero visto che lo sfruttamento della prostituzione minorile è pesantemente sanzionato.

      Per i clienti tranne in casi palesi o dove vi erano chiare intercettazioni telefoniche (vedi il marito della Mussolini), è difficile dimostrare che sapessero che era minorenne , vedi Silvio con Ruby.

      Per i clienti una campagna di multe a tappeto è la soluzione più rapida ed efficace.

      Elimina
    2. perchè la maggior parte delle volte dimostrare che sono minorenni è cosa impossibile.

      Elimina
  2. gioacchino di martino26 gennaio 2016 13:38

    Argano sono d'accordo con te: anche in queste cose che offendono i fondamenti della dignità umana i nostri parlamentari sono latitanti. Ho paura che stiamo percorrendo un tunnel la cui uscita si allontana sempre più!

    RispondiElimina
  3. Caro argano
    Quando un fenómeno diventa quasi un costume o comunque le persone che ne usufruiscono sono tante , quindi droga e prostituzione, per combattere tale malcostume non si riesce a farlo con la repressione penale perché sarebbe un dispendio che la pubblica amministrazione non riuscirebbe a sostenere ,ma vanno trovate regole che ne disciplinano l'uso.
    Droga e prostituzione sono già liberalizzate oggi , visto che le regole le fanno i criminali. Noi vorremmo che lo stato regolarizzi
    e disincentivi droga e puttane con una serie di regole chiare e semplici.
    Massimo Montali
    Scusa ma col tel. Scrivo male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Montali ha firmato in comune o nei banchetti per abrogare la legge Merlin?

      Elimina
  4. Non prendiamocela con la legge Merlin perché quella legge punisce molto severamente lo sfruttamento, l'induzione ed il favoreggiamento della prostituzione.
    Quella legge sancì la chiusura delle famose "case chiuse" dove le prostitute venivano sfruttate e condannate a vivere recluse nei bordelli senza alcuna speranza di poter pensare ad un futuro diverso.
    Proprio per consentire questo e per perseguire lo sfruttamento della prostituzione i bordelli divennero illegali, mentre prostiuirsi è sempre lecito.
    Regolamentare la prostituzione significa ritornare indietro e abrogare di fatto tali reati.
    Andate a vedere in Germania cosa è successo con la regolamentazione della prostituzione.
    Per quanto riguarda la prostituzione minorili il reato è previsto e le pene sono durissime.
    Basta applicare la legge.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. fatti un giro in Olanda è poi parli.

      Elimina
    2. Giusto con la legge merlin sono sfruttate in strada da organizzazioni criminali e quando non lavorano sono recluse non si sa neanche dove...

      Elimina
  5. Cosa é successo di tanto grave in Germania con la regolarizzazione della prostituzione oltre al fatto che ora le prostitute pagano tutte le tasse, esercitano il meretricio in luoghi sicuri e vigilati e sono controllate dal punto di vista sanitario?
    Ce lo puoi dire?

    RispondiElimina
  6. Sembra che la regolamentazione della prostituzione abbia portato qualche effetto "collaterale"
    qui qualche link sull'argomento come spunto di riflessione:
    http://www.agoravox.it/Il-volto-della-prostituzione-nella.html

    https://bambolediavole.wordpress.com/2015/06/05/a-che-punto-e-la-notte-il-fallimento-del-tentativo-di-regolamentazione-della-prostituzione-in-germania-e-in-olanda/

    http://www.ilpost.it/2013/06/02/legalizzare-la-prostituzione-funziona/

    http://www.blitzquotidiano.it/photogallery/germania-prostitute-inferno-nei-bordelli-1601367/

    RispondiElimina