QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

martedì 15 dicembre 2015

UPP : CLASS ACTION

Come anticipato nel precedente comunicato Vi informiamo su ciò che abbiamo messo in atto per poter attivare la class action. Abbiamo contattato una nota associazione a tutela dei consumatori alla quale abbiamo inviato tutta la documentazione in nostro possesso. Per essere chiari, un'azione di classe deve essere preliminarmente considerata ammissibile dal Tribunale competente che, nel nostro caso, è quello di Roma. Dunque, i legali dell'associazione faranno una valutazione preventiva e, se ci daranno l'ok, si partirà con la causa c.d. pilota. Nel corso del giudizio, verrà emessa un'ordinanza che sarà pubblicizzata sugli organi di stampa; da quel momento si avranno 120 giorni per raccogliere le adesioni dei danneggiati, che potranno pervenire anche a mezzo fax o posta elettronica certificata. Tornando a noi abbiamo studiato gli incartamenti relativi ad un' azione collettiva intrapresa nei confronti del comune di Montenero di Bisaccia conclusasi con esito positivo. La questione è molto simile a quella che stiamo organizzando trattandosi di inquinamento da trialometani nell'acquedotto pubblico. Per non trovarci impreparati e per affrontare al meglio la fase di proposizione della causa pilota nonché quella successiva delle adesioni, inizieremo già in questa settimana la raccolta di dati e firme fra tutti i concittadini che vorranno partecipare. Domani Stamperemo i moduli e comunicheremo luoghi ed orari per la raccolta. Confidiamo nella partecipazione e nel vostro aiuto per difendere un bene comune e diritto collettivo. UPP

PS alleghiamo link della la sentenza di Montenero di Bisaccia, https://drive.google.com/file/d/0B2A1t9I8vJT2R0x5S3A4ajM2WTA/view?usp=sharing



5 commenti:

  1. Giusta la Class Action, però nel caso di Upp arriva tardi.L'anno scorso eravate in prima fila( o poltronissime) e non avete mosso un dito!POCO CREDIBILI.

    RispondiElimina
  2. è possibile conoscere il nome della nota associazione a tutela dei consumatori qua sopra citata dall'UPP?

    RispondiElimina
  3. Io penso che dopo l'articolo di Cittadinanzattiva di stamattina sul giornale,dove dopo aver parlato con l'Asur, lArpam e l' AsteA , ha chiarito molto le cose,la Class Action di Upp vale meno di zero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spiga,spiega perché vale meno di zero.

      Elimina
  4. Il responsabile del controllo esterno è Asur
    Quindi Class action contro Astea? Come mai?

    RispondiElimina