QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 14 settembre 2015

A PARLARSI PRIMA?

Io lo avevo scritto in epoca non sospetta che NOi PER PORTO RECANATI fosse un autentico bluff elettorale. Un miscuglio messo in piedi per battere la Ubaldi senza capo nè coda. Una accozzaglia senza un filo conduttore.

Ma a leggere l'articolo sotto del Corriere Adriatico, nel quale il PD sferra l'ennesimo feroce attacco contro UPP, una domanda sorge più che spontanea. Ma nella campagna elettorale della primavera 2014, i componenti della lista di NPP si sono parlati almeno una volta su quello che avrebbero dovuto realizzare in caso di vittoria? Oppure si sono solo scambiati bigliettini nei quali ognuna delle parti pretendeva posti e prebende?

Ecco, la politica che tocca il fondo, ha trovato applicazione in NOI PER PORTO RECANATI, che verrà ricordato come il manuale del postificio. L'antitesi del dibattito politico. Il trionfo del poltronismo.

Che pena ragazzi. La prossima volta, se vi candidate per governare un paese, prima di stipulare alleanze, per lo meno scambiatevi il numero di cellulare.

 

 

 

 

15 commenti:

  1. Un Elettore di NPP14 settembre 2015 08:12

    Hai ragione Argano assolutamente, ma penso però che non tutti dentro NPP erano così e mi spiego meglio. Se in una coalizione metti una maggioranza come UPP, gente con livore umano che trova solo la vendetta nelle loro azioni amministrative , il risultato è che alla fine ci rimettono anche gli altri membri della coalizione. Da elettore di NPP avevo dato fiducia ad altre persone e della coalizione e avrei pensato che una volta vinto il Sindaco sarebbe stato capace di creare un gruppo , motivandolo e soprattutto guidandolo verso una buona amministrazione del paese, invece è mancato proprio questo l'allenatore che tenesse insieme la squadra. Non mi sento di assolvere nessuno, ma ci sono 3/4 elementi in NPP che si salvano perché anche se nuovi nel campo politico hanno dimostrato dei valori e di essere capaci di poter amministrare e ti faccio i nomi : Fiaschietti, Sampaolesi, Canaletti e Dezi che ne pensi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lasciamo perdere i giudizi sui singoli che non spettano certo a me. Penso però che sicuramente Sampaolesi non aveva il numero di Dezi, per rimanere in tema. E Sampaolesi (UPP) e Dezi (PD) non hanno mai scambiato mezza parola su cosa fare, ad esempio, con le ditte insalubri o pseudo tali che avrebbero voluto produrre nel nostro territorio. E la cosa è di estrema gravità.

      Elimina

      Elimina
    2. ci vuole coraggio a salvare certi elementi:
      uno che passa dall'estrema destra ad allearsi con sel per poi provare a tornare nella lega;
      uno che era il braccio di Reboli;
      l'assessore in quota don bosco è entrato ed uscito dalla maggioranza come se fosse in una porta girevole;
      l'ultimo non mi esprimo.
      tutti i componenti di NPP, in campagna elettorale, erano accomunati dal sentimanto anti-Ubaldi (vedi la prima frase del ex sindaco alla presentazione della lista) e non si sono minimamente preoccupati di pensare a che cosa avrebbero dovuto e potuto fare per la città.
      ..e vorresti salvare qualcuno??
      auguri!!

      Elimina
    3. Che vuol dire argano "Sampaolesi non ha il numero di Dezi?"

      Elimina
    4. Fai il bravo che ti prende un colpo al Cuore

      Elimina
  2. La sinistra sia a livello locale che in ambito nazionale ha sempre cercato di vincere le elezioni,non riuscendo poi a governare.
    Porto Recanati non fa eccezione.
    Peccato per i beccaccioni che abboccano sempre.

    RispondiElimina
  3. Io direi a.upp e d.upp.
    Il programma era ben definito e anche alcuni candidati prima dell'avvento di Upp nella lista.
    Poi tutto fu rimesso in discussione in fretta e furia e alcuni candidati ebbero poco tempo per conoscersi tra loro e anche per conoscere il programma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se avevate candidati e programma già decisi, prima di upp, che cavolo li avete presi a fare? Potevate farli candidare per conto loro!
      Poi, il programma era lo stesso della lista upp del 2009. Chi lo ha scritto? Upp o Pd?
      E il pd lo ha letto prima di sottoscriverlo?

      Elimina
  4. Il giorno della convention di presentazione della lista alla cittadinanza, alla Palestra Diaz, io c'ero. Ed ho sentito Lorenzo Riccetti ribadire come il programma della lista fosse valido. Ora io mi chiedo: lo avevate letto tutti? Lo avevate minimamente approfondito? Avevate minimamente discusso sul come comportarsi, che ne so, nel caso in cui una ditta anche minimamente insalubre, avesse chiesto i permessi per produrre? Oppure era un osanna alla viva il parroco? Della serie: pensiamo a vincere. Che a litigare poi si fa in tempo????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quale programma quello copiato dal sindaco di Modena? Ahahahah...

      Argano su sii serio il programma non esisteva, quel poco che c'era era generico ... unico obiettivo scalzare la ubaldi.

      Esattamente come Prodi 2006... ed ha fanto anche la stessa fine

      Elimina
    2. Ah.... Adesso va a finire così.
      Va a finire che "quello serio" devo essere io.
      Ma sai leggere?
      Lo capisci il significato delle parole e dei post?
      Incredibile.....

      Elimina
    3. Su argano ... il "sii serio" era in tono scherzoso! E se non ti sei accorto ti davo ragione

      Elimina
    4. Argano il giorno dello spoglio dei voti alla Diaz, in una stanzetta c'erano quelli di ..... con un computer che segnavano i voti presi sezione per sezione ma specialmente i voti presi dai candidati.
      E dopo aver capito la " vittoria" nella calca si senti una frase del tipo " noi abbiamo preso più voti di voi!" rivolta da .........chissà a chi?
      Questo ti fa capire che tipo di "amalgama" c'era ah ah ah ah!

      Elimina
  5. Il duo Montali-Riccetti appoggiato da altri di UPP si è dimostrato fin da subito intransigente verso qualsiasi proposta arrivasse in comune l'unica sviluppo a loro gradito era quello dell'apertura di agriturismo, erano contrari anche al finanziamento di aziende innovative con fondi europei le famose start up Tutto questo è emerso dopo la vittoria elettorale,con una strategia impensabile ai tempi dell'Alleanza. La conseguenza di questa rigidità è stata prima la fuoriuscita del PD poi la caduta della maggioranza.

    RispondiElimina
  6. Che npp fosse un bluff lo sapevano anche i muri...

    RispondiElimina