QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

giovedì 30 aprile 2015

LA SEDUTA DEL CONSIGLIO COMUNALE SUL BILANCIO (E QUALCHE BUGIA DETTA)

Ieri sera abbiamo assistito alla seduta del Consiglio Comunale sul Bilancio. Il Partito Democratico ci ha inviato un documento che riteniamo degno di un approfondimento. E pertanto lo mettiamo a disposizione dei nostri lettori.

Prima però vorremmo relazionarvi su un fatto successo durante il Consiglio Comunale. Ad un certo punto la Consigliera Leonardi ha relazionato in merito alla correttezza del bilancio rilevando che il famoso buco, annunciato la scorsa estate dalla maggioranza, di fatto non è mai esistito.

Sia il Sindaco che l'Assessore Zoppi hanno risposto dicendo che nessuno della giunta ha mai parlato ufficialmente di "buco". Asserendo che se la stampa aveva parlato di questo buco è solo perchè la stampa dice abitualmente bugie.

A queste dichiarazioni, l'intero gruppo consiliare Grande Futuro Per Porto Recanati ha avuto un sussulto di stupore e di rabbia.

Noi abbiamo trovato una nota che il Sindaco Sabrina Montali, il 15 Luglio 2014 aveva inviato alla Stampa. La potete consultare sul sito Il Cittadino di Recanati a questo link e su Cronache Maceratesi a questo link. Specifichiamo che si tratta di una nota scritta da Sabrina Montali di suo pugno. E dunque non riferibile ad altri o non "interpretata" in maniera erronea dalla stampa.

Nella nota, ripetiamo firmata, il sindaco dichiara:

"Altro capitolo è quello del bilancio che approveremo nei primi giorni di Agosto. La Ubaldi trascura il fatto che stiamo lavorando e non poco per trovare la copertura di un milione e 300 mila euro che non abbiamo certo speso noi"

Ora, la dichiarazione del Sindaco Montali sembra inequivocabile. E se ne deduce che la Giunta, ufficialmente, con una nota a firma del Sindaco, aveva fatto esplicito riferimento ad un buco di bilancio di un milione e 300 mila euro.

Possiamo dunque asserire che ieri sera in Consiglio Comunale il Sindaco Montali e l'Assessore Zoppi, hanno decisamente mentito.




RELAZIONE DEL PD SUL BILANCIO

Il “Bilancio di previsione”, prima di essere strumento giuridico, amministrativo e contabile, è lo strumento politico con il quale il Comune programma la propria attività sotto l’aspetto finanziario, e individua le risorse necessarie per realizzare i contenuti della sua azione di governo.

Insieme al “Piano triennale delle opere pubbliche”, quindi, è la traduzione in cifre del suo “Progetto politico-programmatico”.

Di conseguenza, solo un “consuntivo” che risponde alle attese preventivate certifica l’attuazione di un buon “Progetto politico-programmatico”.

Per affermare questo concetto citiamo il principio contabile n°29.


Principio contabile n°29


Il rendiconto per finalità generali dell’ente locale, deve indicare se le risorse ottenute sono state utilizzate in conformità al bilancio di previsione approvato.

Il presente principio incoraggia a includere nei bilanci un confronto con gli importi previsti nel bilancio di previsione in sede di prima approvazione per il periodo di riferimento.

Il confronto tra bilancio di previsione prima che sono state eseguite eventuali variazioni di bilancio, permette di verificare il livello di attendibilità nel processo di programmazione e di previsione e quindi la corretta applicazione del Principio contabile n°1, “Programmazione e previsione nel sistema di bilancio”.


L’organo tecnico che ha redatto il “Consuntivo 2014”, che sappiamo preparato e all’altezza che la situazione richiede, ha tenuto ben presente questo principio.

La nostra analisi, invece, osserva le valutazioni della parte politica che sovraintende all’impostazione progettuale del sistema di bilancio durante tutte le sue fasi.

Sotto questa luce il consuntivo 2014 che è sottoposto alla nostra approvazione, certifica un vero disastro di programmazione da parte di questa Amministrazione.

Per comprendere la situazione correttamente, le date di riferimento delle previsioni sono fondamentali.

üPrevisioneiniziale: agosto 2014
üAssestato (ugualealla Prev. Def. E Stanziamenti Finali): 30 novembre 2014

Fino al 30 novembre 2014, fatte salve piccole variazioni da ritenersi normali, tutto era in linea secondo le previsioni iniziali approvate nel mese di agosto giacché la prima approvazione non era ancora stata predisposta dall’Amministrazione precedente.
Appena un mese dopole previsioni definitive (a dicembre) è registrato lo sfacelo: un buco enorme nelle entrate di parte corrente, un vero disastro finanziario.



Una mancata entrata di simile importo nella “parte corrente”, rispetto alle previsioni definitive, non si è mai verificata a Porto Recanati dal 2000 ad oggi.

Nel Tit. III delle entrate, in particolare, il calo è stato addirittura del 23% circa: in un solo colpo, come valore assoluto, siamo scesi ai livelli del 2007, cioè quando è iniziata la crisi Italiana.

In sostanza, adesso che lacrisi è finita, siamo tornati indietro di sette anni.

Il Tit. IIIcomprende:

üProventi dei servizi pubblici.
üProventi dei beni dell’ente.
üInteressi suanticipazioni e crediti.
üUtili nette aziende e partecipate, dividendi.
üProventi diversi.

Il buco su questo titolo dell’entrata, rispetto alle equivalenti valutazioni delle scorse amministrazioni, è talmente evidente da lasciar supporre una discontinuità netta, in negativo, della fiducia della società rispetto all’Istituzione politica comunale.

-D.Lgs. 267/2000 art. 162/6:


Il bilancio di previsione è deliberato in pareggio finanziario complessivo”.

“(…) Inoltre le previsioni di competenza relative alle spese correnti sommate alle previsioni di competenza relative alle quote di capitale delle rate di ammortamento dei mutui e dei prestiti obbligazionari non possono essere complessivamente superiori alle previsioni di competenza dei primi 3 titoli dell’entrata (…)”.


In virtù del decreto richiamato art.162/6, questa mancata entrata (come da tabella) ha comportato un taglio sul Tit.I della spesa (tabella seguente).

Impegni per 580.518 Euro, che fino a novembre erano uscite per servizi da erogare ai cittadini, sono passati in economia e cassati con un tratto di penna.

Le proposte programmatiche dell’amministrazione comunale sono rese concrete solo attraverso il bilancio.

Con questa prospettiva il PD è sempre stato disponibile al confronto per il progetto del centrosinistra attraverso le sue proposte.

Questa disponibilità di programmare attraverso il bilancio, è stata presente anche nella fase più calda dei rapporti tra PD e Sindaco (maggioranza),riscontrabile negli scambi epistolari tra il Sindaco e la scrivente che hanno condotto al ritiro delle deleghe a me assegnate dal Sindaco prima, fino all’uscita del PD dalla maggioranza in seguito.

Dopo la presa d’atto della situazione economico-finanziaria in virtù della preparazione del preventivo 2014, nessun alibi politico può essere più accettato.

La situazione era già chiara allora. Il tempo per intervenire c’era!

Visto il risultato della programmazione sopra esposto, possiamo stabilire che nulla è stato fatto. La “partecipazione”tanto sbandierata nelle dichiarazioni non è esistita.

Circostanze similisi sono già verificate nel 2006 e nel 2011: in quelle occasioni, nell’anno successivo avvennero aumenti doppi rispetto agli standard. Siccome i servizi tagliati ora, erano necessari, riteniamo riappariranno nel 2015, come nei casi citati.

La responsabilità di quanto è avvenuto con il “Consuntivo 2014”, e la conseguenza che tutto ciò comporterà nel “Preventivo 2015”, è da ascrivere all’intera parte politica che ha gestito tutte le fasi del “Sistema di Bilancio” (Sindaco e Giunta), a cominciare dall’assessore al bilancio che ne è l’espressione più diretta.



Il PD, comunque permane propositivo sui progetticoncreti.

La “spesa corrente”, nonostante alcuni stop momentanei, come quello del 2006, del 2011, ha continuato costantemente a galoppare fino al 2013. Stimiamo lo stesso sviluppo anche nel 2014-2015 senza interventi correttivi.

La “Spesa corrente” del comune, quindi, non è un problema: è il problema.

E non dipende dallo Stato come molti vogliono far credere: imposte, tasse  e tariffe aumentano perché la spesa corrente galoppa a tutti i livelli. Porto Recanati compresa.

Ognuno capisce cheil 5,9% annuo di aumento medio della spesa corrente a Porto Recanati, negli ultimi quindici anni, molto più alto della media nazionale, che è molto più grande dell’inflazione e dell’aumento di stipendi e pensioni, ha finito con lo erodere il potere di acquisto delle famiglie.

Se ne sono accorti tutti: anche il nostro comune ha contribuito a ingigantire la crisi.

Riteniamo quindi  che una “revisione della spesa corrente” attraverso una “duediligence” (investigazione accurata) con reali margini di manovra al ribasso, visti i notevoli aumenti anche recenti, non sia più procrastinabile.
Temporeggiare ancora è un crimine verso i cittadini che alla fine pagano sempre: dipende dai politici che ne hanno la responsabilità.

La revisione va eseguita con la collaborazione stretta e fattiva di tutti gli uffici dell’apparato comunale.

Sono loro che conoscono Funzioni e Servizi nei dettagli e nei particolari.

In pratica si tratta di analizzare tutti i “servizi” (la “funzione” è già troppo generica) svolti dal Comune attraverso le varie “voci di intervento”, e la loro evoluzione negli ultimi cinque anni.

Questo tipo di analisi è molto complessa e richiede molto tempo, ma è l’unico modo per conoscere l’esatta situazione. Dipende sia dalla determinazione politica sia dalla capacità di raccordarsi con la parte tecnica.

Soprattutto, però,dipende dalla volontà di tutta la parte politica (giunta, maggioranza e Sindaco, non solo dell’assessore al bilancio): i tecnici vengono dopo e possiamo affermare ancora che sono preparati e capaci.


In conclusione, alla luce degli aumenti sproporzionati degli ultimi anni (fino al 2013, quello che accadrà 2014-2015 è da appurare),soprattutto nelle voci di intervento che coinvolgono aziende esterne, siamo arrivati alla conclusione di seguito esposta.

Attraverso una “revisione della spesa corrente” attuata operativamente con una “due diligence”, si ottiene:

1°      La condizione che permetterà di evitare in breve tempo aumenti di imposte, tasse e tariffe, nonché tagli agli aiuti alle varie associazioni e alla cultura: i tributi non devono aumentare, sono già alti.

2°      Di poter impostare un programma a media scadenza per una diminuzione dell’addizionale IRPEF,o destinare le risorse liberate verso quei servizi indispensabili che ne hanno bisogno. Come quello sociale.


PortoRecanati, 29 aprile ’15


Consegnatoagli atti consiliari

IlConsigliere Comunale
AntonellaCICCONI

37 commenti:

  1. 1.300.000 è dovuto probabilmente al diverso modo di calcolare l'imu

    2013 si contava 1.4 milioni in più cone entrata e cone uscita dovute al fondo di riequilobrio che nel 2014 a bolancio non ci va.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, spiegami allora perchè la Montali aveva fatto quella dichiarazione. Così, per capire......
      Se, come mi sembra di capire tu stia sostenendo, si trattava di un mero tecnicismo contabile, per quale motivo la Montali ha enfatizzato il fatto che quel "buco" non lo avevano certo fatto loro?

      Elimina
    2. E' molto semplice: perché di bilanci anno scorso non ci capiva nulla. In questi casi è meglio stare zitti. Con il tempo è probabile che comincerà a capire come funziona la macchina comunale.

      Elimina
    3. Sono 7.44

      Non è un tecnicismo è una legge diversa dello stato ma che è ha somma 0.

      La montali lo avrà enfatizzato per opportunismo politico, ogni scusa è buona per dare la colpa a chi veniva prima! . Ma ha enfatizzato qualcosa che non c'era !

      Ps. Come faccio a spiegarti io perche smemorina (in quanti non si ricorda) montali ha fatto quella dichiarazione?

      Elimina
    4. Prendo atto che stai dicendo che la Montali ha detto cazzate.

      Elimina
    5. Argano... lo ha detto lei stessa autosmentendosi ieri!

      come si dice : 'so ragazzi..."

      :D

      Elimina
  2. Bravo PD brava Antonella ancora una volta una dimostrazione di serietà, un'opposizione costruttiva e non distruttiva fatta di proposte serie e fattibili, basate su quei principi che avevano permesso la vittoria elettorale e che mai sono stati messi in atto da questa maggioranza che oramai si regge solo sull'attaccamento alla poltrona.

    RispondiElimina
  3. Esatto Ano delle 07:44 , anche io sono di questa idea, mi di scrivere accertarsi grazie ,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che significa "mi di scrivere accertarsi, grazie"?

      Elimina
  4. Ma Canaletti è ancora lì? Non si è dimesso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per favore oggi si parla di bilancio, per chi ne capisce, quindi cerchiamo almeno oggi di fare commenti costruttivi e lasciamo stare il tifo da stadio.( non difendo Canaletti)
      Grazie!

      Elimina
  5. Argano chiedilo alla Montali, non è più semplice ? Se la fonte è lei chiediglielo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto per capire: cosa dovrei chiedergli?
      Se è vera una dichiarazione firmata da lei?
      Le parole sono importanti, diceva Nanni Moretti.
      Io ho riportato fedelmente le parole di Sabrina Montali.
      Non le devo chiedere nulla.
      Dovrebbe essere lei, se interessata, a spiegare.

      Elimina
  6. Infatti la fonte è la Cicconi con Feliciotti, allora non avete proprio capito niente. Dietro c'è l'uomo che si nasconde e non ci mette mai la faccia e cioè Mangiaterra che manovra insieme all'ultimo arrivato Nini de Tentenna che dopo essersi venduto a tutti nella passata campagna elettorale , ora approda al PD .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fuoriusciamo, un momento, da chi, in teoria, c'è davanti e chi c'è dietro. E rimaniamo al concetto espresso. Che mi sembra si possa sintetizzare in questo modo. Tra il previsionale accertato (fine Novembre) e il bilancio consuntivo (fine Dicembre) ci sono dei discostamenti che a livello quantitativo sono inspiegabili visto che per alcune voci toccano percentuali superiori al 20%.
      Parliamo di un limite temporale di un mese che ha scatenato queste differenze.
      Ne deduciamo pertanto che dietro a questo fatto ci sia una responsabilità politica.
      Che va rilevata e rivelata.

      Elimina
    2. Argano il la penso differentemente: credo che ci sia una mera incapacità tecnica e di competenza a livello contabile-fiscale. Detrattore della presente amministrazione da sempre, credo che paradossalmente qs volta sia stata detta la verità , ora che qualcuno li ha avvertiti dell'ORRORE di contabilità fatto NON sanno dove parare. A me sembra evidente solo questo che è ancor più GRAVE.

      Elimina
    3. Verità ? hanno messo come "piicoli spostamenti" un -7% di entrate globali fatto in un solo mese. come se te hai un piccolo scostamento di reddito se a dicembre non prendi lo stipandio ... chiamalo piccolo...

      Elimina
    4. Mi riferisco all'anonimo delle 9:00.

      La fonte dei dati che stiamo discutendo non è CICCONI, Non è FELICIOTTI. Non è MANGIATERRA.

      La fonte dei dati è lo stesso "Consuntivo 2014": i dati sono scritti tutti lì, basta leggerli e lo puoi fare anche tu.

      L'organo tecnico ha riportato puntualmente i dati con la competenza dimostrata in molti anni di lavoro.

      E' l'organo politico (Sindaco, Giunta e maggioranza) che appena un mese prima ha programmato e approvato impegni di spesa per servizi da erogare ai cittadini, per 580.518 Euro, poi tagliati perché hanno clamorosamente sbagliato, sempre un mese prima, le previsioni di entrata corrente.

      E' come quando il governo programma per l'anno successivo un aumento del PIL del 2%, spende durante l'anno le maggiori entrate che dovrebbero derivare da questo aumento, poi alla fine si accorge che l'aumento non c'è stato.

      Il governo deve effettuare una manovra correttiva. Quante volte negli anni abbiamo sentito queste cose?

      La manovra correttiva di Sindaco e Giunta è stato il taglio dei servizi ai cittadini per 580.518 Euro.

      La maggioranza ha approvato in Consiglio comunale.

      E' tutto scritto nel Rendiconto, non lo ha detto né CICCONI, né FELICIOTTI, né MANGIATERRA.

      Lo doveva comunicare l'Assessore al bilancio nella sua relazione, non lo ha fatto.

      Allora lo ha fatto il PD.

      Elimina
    5. Se avessi sentito bene ieri sera Feliciotti, avresti udito che il documento letto è stato firmato dalla Cicconi ma è stato preparato da tutto il gruppo dirigente del PD, ti garantisco poi che il PD è diventato come il miele per le api, in tanti vogliono iscriversi, in tanti si dimettono , non prendono la tessera e continuano a dire che sono del PD, alcuni cacciati anche malomodo continuano a dire sono del PD, altri pur votando diversamente continuano a dire se voti Riccetti & C voti PD e allora cosa vuoi tentennare, vedi quale forza di attrazione ha il PD, se poi che lo stesso PD deve ogni volta rimarcare che ci sono miriadi di millantatori che vorrebbero confordersi agli iscritti e ai simpatizzanti la risposta te la dai da solo.

      Elimina
  7. Ano 9.00 e basta con sto dogma di destra, di sinistra che devi rimanere per forza nel recinto fino al punto che che se l'avversario ha una buona idea gli devi votare contrario per forza.
    Siamo nel 2015 e sono i programmi che contano , le ideologie te e chi pensa come te lasciatele nel secolo scorso hanno già fatto troppo male all'Italia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bella fine ha fatto il programma di NPP!!

      Elimina
    2. Perché NPP aveva un programma? Io ho sentito solo "io non sono la Ubaldi". Adesso che tutti hanno capito che "non è la Ubaldi" che resta? Niente come niente era prima ! Che squallore !

      Elimina
  8. Hai detto bene. Sono i programmi a fare la differenza. Ma di quali programmi parli? io non ne vedo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono le persone a fare la differenza.

      Elimina
  9. Praticamente auspicate un rientro di più di mezzo milione di denari attraverso un taglio della spesa corrente (che mi piacerebbe proprio esaminare visto lo sfacelo trasversale mari e monti che ci attraversa dal burchio alla costa) il tutto sotto l'oculato giudizio, la capacità e la preparazione di giunta e tecnici comunali? Bè più o meno come mettere Capitan Schettino ai comandi del Titanic pieno di gente e fargli fare un percorso a ostacoli con degli Iceberg.....
    Ammettendo sempre che il bilancio redatto sia veritiero e non il solito metto qui tolgo là, giro questo, lo scorporo da quell'altro, questo lo metto sotto quella voce, le spese si inventano e i ricavi scompaiono nelle tasche di qualcuno...ammettendo...il calo drastico delle entrate parla abbastanza chiaro di un quarto solo per il Tit III, cioè i soldi che dovrebbero entrare da servizi pubblici, beni dell’ente, interessi attivi, utili di aziende e partecipate, dividendi e proventi varii....ovvero l'incapacità di amministrare e generare profitto da parte di chi ha in mano le redini.
    Chi non fa soldi non spende soldi più semplice di così, fossimo imprenditori saremmo dei falliti!
    Speriamo almeno che gli amici di Gabicce Mare a luglio ci parino le "terga" ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi riferisco all'anonimo delle 15:53

      Chi analizza il bilancio parte dal principio che i dati siano veri, diversamente l'analisi avviene in Tribunale.

      Per comodità di ragionamento, chiamiamo "Servizi Esterni" tutti quegli interventi che aziende esterne effettuano per conto del comune, che poi vengono rimborsate dal comune stesso.

      Se avrai occasione di osservare la tendenza degli ultimi 15 anni della spesa di funzionamento, ti accorgerai che i "Servizi esterni" sono passati da 2.699.584 del 1999, pari al 44% del totale di 6.129.397 Euro, a 8.946.591 del 2013 pari al 67,7% di 13.220.437 Euro del totale.

      In sostanza i due terzi dei servizi che il comune eroga ai cittadini sono svolti da aziende esterne al comune. Con annessi e connessi.

      L'aumento complessivo dei "Servizi esterni", in questo periodo è stato di 6.247.007 Euro, tre volte quello iniziale. Aumento medio annuo del 10% circa.

      Rappresenta l'88% dell'aumento complessivo della intera spesa di funzionamento.

      Gli aumenti sono quasi tutti negli interventi fatti da aziende esterne.

      In sostanza, si tratta di organizzare efficientemente le gare per l'assegnazione degli incarichi a ditte esterne, che attraversano, però, tutti i servizi svolti dal e per conto del Comune.

      Per questo la revisione interessa tutto l'apparato.

      Elimina
    2. Grazie per l'esauriente risposta, se posso dare un consiglio nel mio piccolo su come organizzare efficientemente le gare d'assegnazione potremmo far decidere i termini e le condizioni direttamente alle ditte esterne dettando i regolamenti nelle bacheche pubbliche dei profili facebook degli assessori oppure, ancora meglio, facendoli assegnare dalla sindaca ad amici e conoscenti a cui deve un favore....
      Se ho ben capito le spese di funzionamento in 15 anni sono più che raddoppiate circa + 115,69% e l'88% di questo aumento, quindi la quasi totalità, è dovuto alle spese esterne più che triplicate ovvero + 231%, con questi numeri da crisi post-atomica e contando che il paese è un mezzo colabrodo dire che qualcuno ci ha mangiato è riduttivo, forse chi analizza il bilancio una pulce all'orecchio se la potrebbe far saltare e farcelo un saltino in tribunale e controllare anche i rapporti tra assegnatori e assegnatari...ma tanto le saccoccie so le nostre giusto? A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca ;-*

      Elimina
    3. Circa gli aumenti hai capito bene, anonimo delle 23,36.

      Elimina
  10. Ma di cosa stiamo discutendo , li avete visti bene in giro, nel loro lavoro, nelle loro conoscenze?
    Un ' amministrazione è lo specchio delle persone che la compongono.
    Qui non c'è niente da fare fra men che non si dica questo bellissimo paese andrà in fallimento economico.
    Il fallimento morale è già nello stato di fatto, e questo dispiace veramente TANTO! !!!!

    RispondiElimina
  11. Scusate qualcuno mi spiega? I conti sono in rosso e vanno bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda ci provo io... i conti da come ho capito non sono ne in rosso ne in giallo ne in verde al massimo in nero in segno di lutto :-) scherzo...cmq diciamo che il bilancio in questione è come una partita di pallone che deve finire obbligatoriamente in pareggio.
      La bravura sta nel prevedere i gol che si prenderanno per poi farne altrettanti, possiamo dire che i gol che prevediamo di subire sono le spese e i ricavi e i gol da segnare sono la coperture delle spese e la fornitura di vecchi e nuovi servizi...questa fase di previsione si fa ad agosto poi a novembre si controlla se c'è da correggere il tiro e a dicembre si chiude la partita....ora che c'è l'approvazione della partita e l'assegnazione dei punti ci si è accorti che quanto calcolato fino a novembre, dove sembrava più o meno essere tutto apposto, a dicembre si è trasformato in buco enorme impossibile da essersi creato in un solo mese, ovvero sono venute fuori le porchette e il fatto che la nostra amminstrazione è brava a fare previsioni quanto il Mago Otelma!
      Tipo 580.000 e rotti euro che avevano previsto di incassare da utili di patecipate, interessi attivi ecc.. da destinare a servizi per noi non ci sono, puff, spariti, mai esistiti e se non li incassi non li puoi neanche spendere se no sballi come a 7 e mezzo...in più quello che preoccupa è la spesa che ogni anno aumenta in maniera anomala e sproporzionata rispetto alla media degli altri comuni e al tasso d'inflazione, spesa composta per lo più dai costi che noi paghiamo alle ditte esterne per fare i lavori e offrirci i servizi e che ogni anno aumentano aumentano aumentano e penso che anche tu come me andando in giro e guardando intorno ti chiederai ma 'ndo stanno tutti sti lavori e sti servizi?....e la qualità di quelli che ci sono veramente ne giustifica il costo così salato? Il PD avanza l'ipotesi di grossi sprechi e propone un controllo accurato dei vari apparati e tagli agli sperperi per evitare di tartassarci, il che è anche condivisibile, "ma po 'sta digo io" che prima di tagliarci quel poco che c'abbiamo però a nessuno viene in mente di andare a controllare quali sono le ditte aggiudicate, chi c'è dietro, chi ha dato le concessioni e che rapporti intercorrono tra i soggetti? No? Così giusto per...visto anche la spregiudicata innocenza di alcuni elementi che ormai non si degnano più neanche a fare le cose di nascosto?
      Fosse mai che potessimo 'rpijà qualche soldo indietro e magari tojece pure la soddisfaziò de daje na bella zampate 'ntel sedere?
      No?...peccato :'-(

      Elimina
    2. L'ammanco degli incassi è 777mila che sono per 350mila imu che non è entrata, evasione ? O gente che non evade ma non ha i soldi per pagare. Facile che per una seconda casa partano 1000 o più euro.

      I 580 mila sono tagli di spese praticamente tutti nei servizi ed a vedere lo stato del paese mi sembrano minori servizi. Il buon governo riesce ad abbassare le spese non pregiudicando i servizi, questa cosa è complicata e difficoltosa, è la due diligence proposta da oltre un anno dal PD.
      Non so se di quei 580mila alcuni siano slittamenti di spesa all'anno successivo. Un caso che siano partiti i tagli alle associazioni ?
      alzare tasse o abbassare i servizi è buono qualsiasi montali , monti o fornero.

      Elimina
    3. Mmmm 350.000 € di Imu non incassata, sarà mica per caso quella di tutte le case vuote per quasi tutto l'anno costruite a destra e manca senza criterio e piano regolatore che non si sa di chi sono tra giri di false società e prestanomi, erette dai soliti noti amici delle vecchie guardie? Sarà mica la parte nuova delle grotte con progetti nati sulla carta per essere destinata a edilizia popolare e poi comprate a lotti dai soliti arricchiti e farcite con saune e idromassaggi faraonici?
      Sarà mica che siamo tutti scemi?

      Elimina
    4. Non so ...

      Più facile non paghi l'imu qualcuno che ha una seconda casa all'house e che risulti irrintracciabile.

      Gli invenduti l'imu non lo pagano per legge ed era già considerato sul bilancio. ( norma introdotta con la crisi per evitare fallimenti a catena).

      C'è anche da dire che l'imu più pesante la pagano i capannoni... e le aziende spesso si finanziano a tassi sopra il 6% pagare jn anno dopo l'imu è al 4 - 4.5% di penale con ravvedimento.

      In pratica se hai debiti è meglio chiedere meno soldi e posticipare di un anno l'imu.

      Elimina
  12. Game over al giochino e purtroppo non abbiamo più un gettone da mettere... e semmai l avessimo... finita pure la corrente elettrica! ...

    RispondiElimina
  13. Dove caxxo sono i nuovi! La città ha bisogno di giovani che si espongano e ne abbiamo!!! basta co sti dinosauri che magna magna e son sempre loro! con gli occhiali sulla punta del naso o cariatidi pallidi che si reggono col vento a favore! Mi riferisco ai tanti baldi giovani preparati e cazzuti che hanno meno di trent anni: siete voi ora il domani!! VOI!! Venite fuori e fate un sano casino produttivo e di idee argomentate! Isoliamo sti 4 fossili col garofano in cassaforte! Non vi lamentate se poi siete voi i primi ad essere passivi a sto scempio che ci attanaglia e che magari lo avete pure votato. Unica speranza giovani, venite fuori!

    RispondiElimina
  14. I funzionari hanno il compito di far quadrare i conti e lo fanno correttamente e rimanendo nell'ambito della legalità, se non lo facessero li aspetterebbe al varco la corte dei conti.

    Ridurre spese e cercare di ottimizzarle o come recuperare risorse sono un indirizzo Politico e scelta politica.

    Il funzionario ti può dire. Mancano 100 euro che facciamo ?

    L'amministrazione può rispondere:

    1 Alziamo le tasse
    2 Costruiamo un bel residece e ci facciamo fare quell'opera
    3 Tagliamo un servizio , tipo le associazioni
    4 Ottimizziamo la spesa rivedendo contratti e forniture

    Tutte sono facili tranno la 4.

    RispondiElimina