QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

domenica 22 marzo 2015

TUTTA COLPA DI FREUD

Freud divenne famoso per avere elaborato una teoria scientifica e filosofica secondo la quale processi inconsci esercitano flussi determinanti sul pensiero. Non stava aprendo la porta a future teorie divenute poi basi per studi scientifici. No, Freud, molto semplicemente, ormai un secolo fa, parlava del PD di Porto Recanati di oggi. E' lì che voleva andare a parare....

Il PD di oggi, a Porto Recanati, è in maggioranza. Fa parte della coalizione NOI PER PORTO RECANATI. Non vi è mai uscito (e lo ha confermato la sua coordinatrice Antonella Cicconi nella sua ultima uscita ufficiale a Radio Erre). Ma il processo inconscio elaborato sulle teste dei dirigenti del partito Renziano locale, sta esercitando flussi determinanti sul loro pensiero. E questo processo inconscio li sta spingendo verso l'opposizione. Il problema, non da poco, è che tale processo ha un ovvio percorso. Che è lungo e doloroso. Che prevede che, preventivamente, si consulti un loro ex affiliato (un tal Dezi, per capirci) che quel processo inconscio lo ha compiuto al contrario. Rimanendo nel PD. Un altro PD, per capirci. Che nulla ha a che vedere con il PD Freudiano. Che anzi vorrebbe sfiduciare (come ha fatto) a colpi di mozioni nelle assemblee congressuali.

Non solo, il PD Freudiano è da circa un mese che vorrebbe parlare, non si capisce perchè, con Dezi. Molto probabilmente per chiedere a Dezi se voglia far parte di un nascituro gruppo consiliare PD. Votato e avallato dalla maggioranza del partito, ma, un mese dopo, rimasto solo un irrealizzato progetto.

Il Pd Freudiano vorrebbe dunque chiedere a colui che voleva sfiduciare gli attuali vertici del partito e che dicono i bene informati sia firmatario di un ricorso rivolto verso le alte sfere piddine per invalidare quella famosa assemblea del 22/2 nella quale passò una linea diversa da quella proposta dallo stesso Dezi, di far parte del loro gruppo. Che é un po' come chiedere a Salvini se vorrebbe allearsi con Vendola, per capirci.
Come se non bastasse poi, questo Dezi é sfuggente come una anguilla. Non si rende mai disponibile agli appuntamenti (dalle cronache abbiamo appreso che spesso è fuori per lavoro). Ma il PD ha pazienza: adora dialogare con chi lo spernacchia.

Nel bel mentre, intanto, cosa ti combina il Sindaco Montali? Ti piazza Guerrina Stefanelli, eletta nelle fila del PD, con gli sforzi del PD, con i soldi del PD, con l'appoggio del PD, con l'elettorato piddino a votarla, come capogruppo di Noi Per Porto Recanati. Un segno, tangibile e più che evidente, di palese contrapposizione allo stesso freudiano PD. Quasi una presa in giro, oseremmo dire.

Ma il PD non reagisce. No, rimane inerme. A chiedersi chi è. Dove vive. Dove dimori. In quale era questi fatti si stiano verificando. In una sorta di interminabile crisi esistenziale.

Pertanto le cose, come potete ben capire, si ingarbugliano. E di brutto. E anche Freud avrebbe avuto evidenti difficoltà a risolvere la matassa. Il PD emette comunicati. Contrari all'operato dell'amministrazione comunale. Ma ibridamente, è nel mezzo. Tra Dezi, Montali e una opposizione che lo tenta. Ma non lo affascina per nulla. Perchè nove mesi fa, non nove anni fa, il PD aveva un progetto. Da realizzare dentro Noi Per Porto Recanati. E ora quel progetto si è lievemente sgretolato. Dura inoltre riaprire un dialogo con il Sindaco. Un Sindaco che nel consiglio comunale sul Burchio ha massacrato la quota "Freudiana" del PD. Non ieri. Ma cinque mesi fa... Un tempo limitato, ovviamente, per decidere cosa fare poi....

Pertanto Freud ha elaborato le sue teorie. Ma non sono state sufficienti a dirimere i dubbi del PD. Che starà in maggioranza. Ma anche all'opposizione. Verrà convocato alle riunioni, forse, di Noi Per Porto Recanati. Ma forse non andrà. E se anche andasse verrebbe considerato come un perfetto estraneo. Quasi un fastidio.

E forse un giorno, questo PD, ci dirà cosa vuol fare da grande. Assumendo, finalmente, una posizione chiara e netta.

Il problema è individuare quando arriverà quel giorno.

Freud, statene certi, non avrebbe scommesso che quel giorno sia prossimo.


7 commenti:

  1. I richiami al buonsenso sono finiti.
    LA PAZIENZA ANCHE!

    RispondiElimina
  2. Argano tu non me la racconti giusta!
    Troppe volte i tuoi richiami perentori su un fatto o qualcosa su questo blog si sono risolti in breve tempo.
    Quindi o sei preveggente o hai una rete investigativa fenomenale!
    Attendi ancora un pochino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stato a una conferenza stampa di Grande Futuro Per Porto Recanati, tre giorni fa. E non io, ma tutti sapevano le cose che ho scritto. Per cui ne deduco che non sono io ad avere notizie fresche di sottobanco. Sono, molto semplicemente, note agli addetti ai lavori e a chi si occupa di politica a Porto Recanati. Ti faccio presente che ieri il Corriere Adriatico si poneva le stesse domande e Fabrizio Carbonetti in un suo recente articolo sul Cittadino si chiedeva cosa "vorrà fare il PD da grande" . Non solo il solo insomma, a conoscere cose che sono di domino pubblico. Io forse, a differenza di altri pongo quesiti approfonditi al PD. Ma non é certamente la prima volta che lo faccio.

      Elimina
  3. Per chi ha tenuto il banco e dato le carte nel Pd a tutti i livelli, e' difficile adesso lasciare il posto ad altre persone o modi di pensare.

    RispondiElimina

  4. 1) il PD avrebbe voluto un'alleanza con Ubaldi alle scorse elezioni. Modello Marche docet. senza poterlo fare.
    2) si è ritrovato ad aver vinto con Montali. Che sfiga! E adesso?!
    3) facciamo un gruppo consiliare autonomo, avrebbero detto quelli del Pd dopo aver visto le nomine della giunta
    4) nel frattempo oc'è il Burchio. Feliciotti è da sempre favorevole (come parte del Pd). a proposito, Feliciotti, rifiuta la delega alla cultura, non perché non gli piace la cultura ma perché avrebbe voluto un assessorato alla cultura e non una semplice delega, insomma voleva una poltroncina più comoda. Si sente scaricato oltre che dalla Montali anche dal pd che nulla può contro la scelta di dezi al suo posto (ricordiamoci che il Pd aveva proposto Feliciotti come candidato a sindaco. Dalle stelle alle stalle).
    5) Il burchio determina la frattura tra Pd e Montali, oltre che all'interno del Pd.
    6) i dirigenti locali del pd sono così svegli che sono ancora convinti di stare in maggioranza. Ma nello scorso consiglio la doccia gelata. Un Petro Feliciotti spaesato (mandato in consiglio da solo) chiede ma il PD è ancora in maggioranza? Non lo so dice la Montali, ditemelo voi dopo che avete scritto fiumi di comunicato contro la maggioranza e aver disertato per due volte consecutive le riunioni di maggioranza, la cosa è quasi scontata. no?! Evidentemente no. Tra l'altro nel consiglio sul burchio il pd presenta un ordine del giorno identico a quello della Ubaldi, cambiava solo l'intestazione. Chi avrà copiato chi?
    7) Va bè dai, adesso ci sono le elezioni regionali e vedrai che alleanza ti faccio con l'udc della Ubaldi?! Come? Cosa ha detto Spacca? Ha detto che che lui sarà il candidato di Marche 2020 e con lui ci sarà UDC, FI, e tutto il centrodestra. O porca miseria e adesso?
    8) Adesso il Pd è fuori dalla maggioranza a Porto Recanati e rischia di perdere anche le Marche. Cosa dire, un capolavoro politico...stai a vedere che ai dirigenti pd toccherà lasciare il partito a Riccetti, che nel frattempo sta organizzando la riconquista del partito...vedremo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che fantasia che hai!

      Elimina
  5. La città è in fibrillazione in attesa della decisione che prenderanno i vertici del Partito Dell'innalzamento dell'età pensionabile (66 anni e 7 mesi) , mentre, il mister Bean di Firenze non taglia le pensioni d'oro, cosa che aveva promesso In campagna elettorale per le primarie. Vede risolti i suoi problemi con l'azienda di famiglia e per i giudici non era in grande di sapere sulla questione di quando era presidente di provincia. Che dire dello scandalo dei consiglieri regionali e dello loro spese? Sssssssssss zitti che il popolo dorme

    RispondiElimina