QUESTO E' UN BLOG "DI PANCIA", SIA CHIARO


Questo blog non è una testata giornalistica ed è aggiornato senza nessuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Gli autori, inoltre, non hanno alcuna responsabilità per quanto riguarda i siti ai quali è possibile accedere tramite i collegamenti posti all'interno del sito stesso, forniti come semplice servizio agli utenti della rete. Lo stesso per i siti che forniscono dei link alle risorse qui contenute. Il fatto che questo blog fornisca questi collegamenti non implica una tacita approvazione dei contenuti dei siti stessi, sulla cui qualità, affidabilità e grafica è declinata ogni responsabilità. Gli autori dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi agli autori, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Gli autori del blog si riservano il diritto di rimuovere senza preavviso e a loro insindacabile giudizio commenti che risultino offensivi, volgari, blasfemi, inutili, altamente provocatori o che abbiano contenuti di natura pubblicitaria. Inoltre, gli autori non sono in alcun modo responsabili del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog: questi ultimi, pertanto, se ne assumono la totale responsabilità.

lunedì 2 marzo 2015

PROTEZIONE CIVILE: LA PAROLA A PETRO FELICIOTTI

Il consigliere Petro Feliciotti, stimolato sulla problematica, ci ha rilasciato queste dichiarazioni sulla problematica inerente la nostra Protezione Civile.

Volentieri pubblichiamo:


Solitamente quando qualcosa non mi sta bene uso frecciatine, sarcasmo e toni un po' dissacranti, ma questa volta non penso sia il caso.  Per me è un rammarico ed una preoccupazione vedere che si allentino i requisiti per la candidabilità per ruoli di responsabilità a diretto contatto dei cittadini in condizioni di emergenza. Proprio ora che a tutti i livelli si varano leggi che, invece, tendono sempre più a stringere le maglie per la selezione delle persone a ruoli delicati.

 Alcuni direbbero: "però si potrebbero anche a candidare a ben altro". Per me sarebbe da stringere di più anche in quei livelli. Questo discorso è  indipendente dalle persone che siano coinvolte, perché questa riflessione non è "ad personam" ma "ad metodo". Si sta commettendo un grave errore in questa occasione e faccio un appello al sindaco che ritorni sui propri passi, che suppongo nascano da un cattivo consiglio o da una non conoscenza esatta della situazione.

Non c'è nulla di male nel tornare sui propri passi, specie in un caso come questo, troppe voci poco edificanti aleggiano intorno a questa vicenda ed a questi ambienti, è necessario azzerare tutto e scegliere un individuo per un ruolo così delicato che sia estraneo a tutte queste vicende che con il ruolo che andrà a ricoprire non hanno nulla e non devono avere nulla a che fare.

Finora ho chiesto sempre molto poco e spesso non sono stato molto ascoltato, spero che questo mio appello non cada nel vuoto.


Petro Feliciotti

30 commenti:

  1. Chieda al suo partito di escludere dalle liste i condannati in primo grado ed anche i sospettati di corruzione e concussione...da quale pulpito!

    RispondiElimina
  2. Il "BENALTRISMO".... !!!!!
    L'Italia è sempre il paese del "BEN ALTRO"...
    E te pareva.....
    Non possiamo mai iniziare a fare nulla.
    Perchè c'è sempre ... BEN ALTRO!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non giustifica che sia lecito fare lo stesso per la p.c. a portorecanati.ma chi fa parte di partiti che tollerano i corrotti,i concussione e i campioni di rimborsopoli non può fare la verginella .in questa ottica il sindaco si può dire che abbia reso pan per focaccia usando i metodi che usano i partiti

      Elimina
  3. Perché non pensi a De Luca che in Campania nonostante una condanna di 1 grado lo avete eletto con le primarie come candidato alla presidenza della regione? Sai Feliciotti chi cambia il decalogo comunale della protezione civile ? Conosci il regolamento regionale,che oltretutto non prevede nulla a riguardo di indagati o condannati?

    RispondiElimina
  4. Avanti lor signori BENALTRISTI....
    Il processo ora facciamolo a Petro!!!!

    RispondiElimina
  5. Praticamente Feliciotti chiederà al suo partito,tramite giornali e conferenza stampa, che per le prossime regionali tutti gli indagati non vengano messi in lista.Grande Feliciotti, in qualità di membro della direzione regionale fai sentire la tua voce anche li e non solo per criticare il Sindaco. Vai non ti fermare!

    RispondiElimina
  6. P.Feliciotti2 marzo 2015 14:14

    mi autocito:

    Alcuni direbbero: "però si potrebbero anche a candidare a ben altro". Per me sarebbe da stringere di più anche in quei livelli.

    direi che non devo aggiungere molto altro. Se qualcuno non sta bene che esprimo la mia opinione... problemi suoi, le esprimo ugualmente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuno ti vuol mettere il bavaglio,ma quando siedi al fianco di indagati per peculato corruzione concussione truffa...che credibilità puoi vantare?a chi vuoi fare la predica?

      Elimina
    2. esatto, 92 minuti di applausi!!!!!!!

      Elimina
  7. A ben vedere Feliciotti ha chiesto sia rispettato una regola di buon senso comune, e non si capisce perché la richiesta di fare un passo indietro sia dirompente.
    Qualcuno diceva prima anche un ex tossico può salvare una vita, giusto ma è legittimo che non sia messo in una istituzione..
    E poi dipende anche dal reato, chi ci dice che qualche reato possa essere compiuto proprio perché si porta una "uniforme"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tanto per iniziare metterei un paletto tra chi é indagato e chi é rinviato a giudizio. Detto questo, a me sembra che Petro stia provando a cambiare le cose dal di dentro. E che parli per una situazione locale, per la quale, in qualità di Consigliere Comunale e rappresentante degli elettori che gli hanno dato mandato, si sente di dover intervenire. Penso che Petro, se potesse, cambierebbe anche le norme a livello nazionale e regionale sulla opportunità o meno che persone rinviate a giudizio per reati contro la persona e/o pubblico patrimonio, si candidino in politica. Ma al momento é impegnato a Porto Recanati. Parla da incensurato e persona pulita. Riuscite a capire queste differenze?
      Se ognuno di noi, nel suo piccolo, aspetta sempre che ci si occupi prima di "BEN ALTRO" le cose non possono cambiare. Io appoggio Petro per la sue parole. Le avallo e le condivido. Nel contempo, se un individuo, di estrema destra o estrema sinistra che sia, mi portasse ora un referendum da firmare per evitare che i rinviati a giudizio per reati contro la persona e/o il patrimonio non si possano candidare né a consigliere comunale così come a deputato o senatore,mio glie lo firmo subito. A scanso di equivoci. Ma nel frattempo, se posso fare un qualcosa su questo settore, per migliorare la vita del MIO paese e renderla più civile, la faccio. E del BENALTRISMO non me ne frega nulla.

      Elimina
    2. Si ma restando dirigente di questo partito,portando consenso a questa gente che amministra il potere in questo modo non si può gridare allo scandalo perché di questa gente si è complici.

      Elimina
  8. Io sono qui e non in regione o altri posti.
    Vivo a Portorecanati e quindi se non posso cambiare il mondo voglio almeno che nella mia città siano rispettate alcune regole!
    Feliciotti questo ha chiesto niente altro!
    Gli si è stato sempre rimproverato di non fare e dire nulla, bene, adesso ha detto cosa pensa.Ovvio che non può certo dire e fare quello che vogliono alcuni ultras montaliani ,anche se ormai abbiamo capito che dentro palazzo Volpini c'e solo una verità altrimenti passi per un blasfemo.

    RispondiElimina
  9. Feliciott il PD alle prossime regionali che lista farà? No sarei curioso perché dei 61 indagati in regione quasi tutti sono di area PD (Marcolini escluso). Faccia questa battaglia partendo dall'interno del suo partito poi si rivolga all'esterno. Io sarei dalla sua parte

    RispondiElimina
  10. La tristezza è vedere che la P.C. è diventato terreno di scontro per la politica, fate schifo!!!

    RispondiElimina
  11. Si sta spostando il discorso e l'attenzione su altro, quando invece è del fattaccio che bisogna parlare! Ma certe persone con che faccia potranno intervenire per "proteggerci", certi amministratori con che orgoglio potranno dire di aver messo l'uomo giusto al posto giusto (e purtroppo vale anche per altre posizioni ultimamente sancite tra associazioni, quartieri, etc.)

    RispondiElimina
  12. E già come al solito se uno mette il dito nella piaga deve stare zitto!
    E si creano mille strade diverse per confondere la verità!
    Brutta piega....brutta brutta.

    RispondiElimina
  13. E' vero , qui si perseguita sempre, con il sistema dello smokescreen , chi inizia un percorso intellettuale di ricerca di cambiamento etico dei valori ed il fatto di appartenere ad un partito quale esso sia ,compromesso da uomini politici che perseverano nel ipotesi del delinquere ,non arriveremo mai sulla strada maestra della rettitudine.
    Petro, nella sua onesta politica, è una persona corretta ed il fatto di attaccarlo indirettamente sulle vicissitudini del PD non è onesto intellettualmente.
    Ciò che propone e che sicuramente porterà avanti è una intenzione onorevole che nel tempo gli darà ragione ,e non sicuramente alla attuale maggioranza, che di onestà intellettuale ne ha fatto carne di porco.
    Schierarsi dalla parte dei condannati o in procinto di.. ,anche se lo statuto Reginale e le indicative Nazionali per gli associati non riportino la parentesi delle condanne, non è certo eticamente appropriato per far si che i giochetti di potere , cambialette elettorali, vengano pagate ,mettendo a rischio la sicurezza e l'onesta di chi crede nel valore della Protezione Civile.
    Mi meraviglia di un' amministrazione piena di professionisti del diritto con alcuni che hanno anche fatto i G.O.A. usino tali mezzucci miseri per risolvere i problemucci elettorali.
    Credevo onestamente, che simili cose avvezze ad una politica vecchio stampo fossero finite,ma mi devo malamente ricredere.
    Di questi mezzucci nelle scorse settimane ne abbiamo visto, letto , partecipato in diverse occasioni, e se è cosi ricordatevi che il rispetto dei cittadini verso le istituzioni e la politica verranno sempre meno, e ci sarà poco da lamentarsi, dicendo se mi fossi tagliato le mani prima del voto.

    RispondiElimina
  14. dalle attuali regole sancite, se non erro BOSSETTI potrebbe entrare nella protezione civile giusto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tecnicamente Bossetti é un rinviato a giudizio credo. Sul quale pendono misure detentive cautelari (carcere preventivo). Che si applicano in concomitanza di uno o più dei tre presupposti:
      A) pericolo di fuga
      B) pericolo di reiterazione del reato
      C) pericolo che si inquinino le prove

      Elimina
    2. Potrebbe essere candidato a governatore della Campania!

      Elimina
    3. Impossibile, non è residente in Campania!

      Elimina
  15. P.Feliciotti2 marzo 2015 19:33

    Buffo che uno parla di una cosa e riceve commenti con cose che non riguardano ne l'argomento ne la mia persona , fortunatamente non ho carichi pendeti , e nemmeno il circolo locale del PD dove non mi pare che vi siano persone indagate/sospettate/pregiudicate ecc ecc.. Ora la mia sfera di influenza finisce dentro al comune, molto modestamente dico che a livelli più alti che qui sono citati tipo il caso campano , conto probabilmente come il 2 di coppe quando comanda spade... quindi mi limito a muovermi dove penso un minimo di poter essere ascoltato, e certamente per parlare di problemi regionali , nazionali ecc ecc non è il buon Argano la sede adatta essendo appunto un blog locale.

    Da un certo lato sono anche contento che vengano dette queste cose... perché si vede che sul lato personale non ci sono molte cose sulle quali attaccarmi.

    Ripeto ancora il mio stupore per questo cambio di regolamento che a mio avviso va in direzione completamente opposta a quelli che erano i principi su cui si è cominciato tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non fare lo gnorri petruccio, sei o non sei un componente della direzione regionale? Allora puoi dire la tua pubblicamente e affermare che gli ipindagati non si devono candidare.

      Elimina
    2. Indignarsi per tutto cio va bene ma una parola di condanna sui colleghi di partito campioni di rimborsopoli che ti siedono accanto nelle riunioni?

      Elimina
  16. dal regolamnto della regione <marche"Non sembra opportuno, invece, che un volontario
    aderisca a due gruppi comunali, in quanto sarebbe operativo con uno solo di
    essi già a partire da un’emergenza di tipo a)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. questo per quanto riguarda un volontario; pensa nel caso di un presidente di una associazione e contemporaneamente coordinatore di altra.

      Pasquino

      Elimina
  17. Feliciotti è ufficialmente all'opposizione....ora politicamente conterà come il due di coppe. Perché quando era in maggioranza non ha mai scritto o detto nulla? Si vede che il ruolo di "oppositore" gli piace di più!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ano 23,07 quando Feliciotti era in maggioranza ( non mi risulta che ne sia uscito) ha provato a dire e fare qualcosa ma sappiamo come e' finita!
      Perché se non ti allinei al pensiero unico, quelli come te ti collocano all'opposizione.

      Elimina
    2. Invece tu 23:07 che stai in maggioranza ti distingui per acume ed efficienza !!!!! Continua a dire signorsì mentre continuano le gesta infami di lor signori. In Comune regna un dittatore in gonnella e tu a capo chino in attesa di ordini. Se nessuno può dire niente, che ci state a fare? Oppure, se non è vero che chinate sempre il capo, perché non le impedite di fare caxxate ? Semplicemente perché volontariamente o perché vi tiene per le pile condividete il suo operato. E allora e' giunta l'ora di vergognarsi. E magari, qualche volta, di chiedere scusa.

      Elimina